Un G’Day difficile per Geppy Cucciari

2 mar

Geppi Cucciari - G'Day

Questa settimana è partita un po’ in sordina G’Day, la striscia preserale con Geppi Cucciari, che dovrebbe fare da traino al seguitissimo Tg di Mentana. La messa in onda è dalle 19.40 alle 20, da lunedì a venerdì.

I risultati sono stati deludenti: lunedì 28 febbraio 1,65% di share, martedì 1 marzo 1,51%, lontano distanze siderali dal Tg di Mentana che spesso sfiora il 10% di share.

E’ un po’ presto per valutare. Il programma avrà il tempo di crescere. Segnaliamo una stroncatura su DavideMaggio.it e una più comprensiva di Aldo Grasso sul Corriere della Sera.

Gli autori sono Geppi Cucciari, Luca Bottura, Francesco Freyrie, Federico Giunta, Piero Guerrera, Andrea Zalone e Lucio Wilson (l’autore storico della Cucciari). La produzione è della potentissima ITC Movie di Beppe Caschetto. In effetti c’è molta gente con la “pancia piena”, poco incline a fare la rivoluzione degli ascolti e a danneggiare il duopolio…

Già. perché con un’operazione simile, o fai il botto (e ci auguriamo che dopo il rodaggio sia così), oppure dopo un po’ la rete si stufa, si rende conto di aver speso soldi per un programma che non cambia gli equilibri.

Sapete la differenza tra l’esercito dei greci e quello dei romani? L’esercito dei greci, per funzionare, aveva bisogno di un comandante geniale (tipo Alessandro Magno), quello dei romani poteva funzionare anche con generali di medie capacità. Ovviamente è stato l’esercito romano a dominare il mondo…

Ma operazioni come G’Day sono un esercito greco, nel senso che per funzionare devono avere un “tiro”, una determinazione, un’inventiva, un “coltello tra i denti”, una qualità fortissime.

La Redazione di Ananas Blog (è un lavoro pulito, ma qualcuno lo deve fare)

About these ads

5 Risposte to “Un G’Day difficile per Geppy Cucciari”

  1. A. marzo 3, 2011 at 12:59 am #

    Mah che dire… Mi piace questa vostra nuova idea di prendere largo Con le recensioni che riguardano La tv e la comicità in tv. Trovo pero sempre poco credibile ma soprattutto attendibile il vostro “riscontro del vero”. Mi spiego: non basta essere opinionisti. Serve intelligenza.

  2. Claudio Masiero marzo 2, 2011 at 5:39 pm #

    Continuo a pensare di avere tra le mani un’idea ottima per il preserale, ma nessuno la vuole ascoltare.

    Le conoscenze e far parte di un gruppo ben inserito cambia le sorti, e quindi credo che essere produttori e manager o agenti, sia si lecito, ma allo stesso tempo crea un loop inesorabile a giocare sempre con le stesse tre carte.

  3. Jerry Lewis marzo 2, 2011 at 3:04 pm #

    Cosa ne pensate della diffusissima usanza che vuole i produttori dei programmi televisivi e teatrali coincidere con gli agenti? Cioè, in questo caso, Beppe Caschetto è produttore del programma della Cucciari e impresario della stessa artista. Zelig lavora allo stesso modo. A parte che i soldi gli escono dalla porta e rientrano dalla finestra, secondo voi quali sono i limiti di questo ulteriore monopolio?

    • Anonimo Milanese marzo 2, 2011 at 3:14 pm #

      E comunque sulla zelighizzazione di Central Station 3 nessuno ha replicato… ahi ahi ahi…

    • ananasblog marzo 2, 2011 at 3:33 pm #

      >Cosa ne pensate della diffusissima usanza che vuole i produttori dei programmi televisivi e teatrali coincidere con gli agenti?
      JL, l’unica differenza è che Zelig sottopone ai provini e ai laboratori (anche per anni) anche quelli che fanno parte della sua agenzia, come se non li conoscesse! (situazione kafkiana)
      Per il resto non c’è nulla di male a essere agenzia e produzione, però se la ITC floppa con G’Day non perde nulla. Comunque ha incassato, comunque prenderà la sua fetta di torta da altre produzioni (la ITC con Lucio Presta hanno praticamente fatto Sanremo). Intanto noi ci siamo bruciati l’unica possibilità di una fascia preserale che funzioni. E’ successa la stessa cosa con le sitcom: di flop in flop, di produzione poco efficace in produzione poco efficace adesso ci sono budget ridicoli, nessuno investe più volentieri su questa forma di spettacolo.
      L’Amministratore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 101 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: