Andrea Pucci e Angelo Pintus: la maledizione del Cerchio Magico

17 ott
Angelo Pintus e Andrea Pucci, colonne di Colorado

Angelo Pintus e Andrea Pucci, colonne di Colorado

IL CERCHIO MAGICO di Colorado si potrebbe definire come quel gruppo di comici che non può saltare neanche una puntata, per i quali il mancare una puntata sarebbe considerato un “affronto”. Gli stessi Fichi D’India, comici più in vista di molte passate stagioni, se ne andarono perché era stato loro chiesto di fare un po’ di turn over. Un appartenente al cerchio magico lo noti anche da quei piccoli privilegi dietro le quinte, tipo: parcheggia l’auto fin dentro ai cancelli più avanti di tutti; se ne sta lì aspettando che gli altri vengano da lui (un po’ come un sovrano annoiato che attende le udienze), mentre gli altri comici si devono sbattere per “trovare attenzione”. Andrea Pucci e Angelo Pintus fanno parte del Cerchio Magico di Colorado (CMC).

RIPETIZIONE INFINITA Guardare una puntata intera di questa edizione di Colorado è molto noioso, anche quando viene il turno di comici di spicco come Pintus e Pucci. Ormai ripetono sempre lo stesso schema con variazioni minime. Pucci: mia moglie rompe le scatole e ha una voce gutturale + sono preoccupato per mia figlia + quand’ero bambino + come sono le cose di adesso rispetto a quelle di una volta + qualche luogo comune del monologo (i supermercati, le sigarette, i semafori, eccetera). Pintus: raccontino come pretesto per fare imitazioni + com’erano i tempi della scuola (anche questo pretesto x imitazioni) + la mamma, io da bambino (pretesto pure questo) + qualche luogo comune del monologo + cosa succede quando la gente mi riconosce.

LA MAZZATA DI PRIMAVERA le 6 puntate di Colorado registrate a rotta di collo a dicembre 2012 e andate in onda a primavera 2013 sono state probabilmente la mazzata decisiva alla qualità della trasmissione. Infatti hanno creato un ingorgo di ben 28 puntate in un tempo relativamente breve (10 + 6 + le 12 della corrente edizione). Va bene l’avidità di denaro, la visione del comico come un limone da spremere, ma c’era la necessità di fare almeno una pausa. Un Pintus o un Pucci i cui monologhi durano in media 5 – 6 minuti (e che spesso intervengono più volte) alla fine totalizzeranno 3 ore e passa di repertorio, sempre basate sullo stesso schema e… che due maroni verrebbe da dire in modo colorito.

VANTAGGI E SVANTAGGI teoricamente un bombardamento così intensivo di Pintus e Pucci, a lungo andare, dovrebbe saturare il pubblico, creare una crisi di rigetto, abbassare drammaticamente il numero di richieste di live. Perché devo pagare per un’ora di battute che ho già visto e rivisto in tv? Oppure è proprio la presenza continua che garantisce la popolarità? Gli anni d’oro del cabaret sono finiti, ci sono meno soldi e il triplo di comici in giro. Forse rimanere abbarbicati al fare “ogni puntata” consente di contrastare almeno un po’ il declino. Si tratta, comunque, di misteri racchiusi nell’ombra dei conti correnti (ognuno sa cosa gli renda o meno una certa sovraesposizione, ma non lo racconta certo in giro).

UNA STRADA SEGNATA? i comici del Cerchio Magico di Colorado sembrano non potere o non voler saltare neanche una puntata. Allo stesso modo Mediaset chiede il massimo dello sfruttamento dalla trasmissione (più puntate e più minutaggio possibile), mentre la Colorado Film è così vogliosa di “dividendi” da non dire di no a nulla (in questa edizione 12 puntate allungate addirittura di una mezzora). Questi 3 fattori non lasciano speranze: il cerchio magico dev’essere usato fino allo sfinimento, fino alla ripetizione coatta.

Non si sa se questa ripetizione prosciughi i comici o li renda più produttivi (più probabile la prima ipotesi); non si sa se il pubblico da casa percepisca o meno che gli si sta vendendo la stessa minestra riciclata.

INSICUREZZA – Uscire dal cerchio magico, anche solo per una puntata (forse) potrebbe aprire la porta a scenari angosciosi. Se rimani a casa una volta non sei più la “presenza fissa”, quello che siede un po’ annoiato in attesa che gli altri “arrivino da lui”, ma inizi a dipendere da un’entità superiore e bizzarra, cioè la Direzione Artistica, quella che pian pianino, prima di te, ha segato tanti altri vip che si credevano intoccabili. Si comincia così a perdere posizioni: da quando rimani in attesa delle convocazioni, della lettura del “piano di produzione”.

Allo stesso modo anche la Direzione Artistica (cioè quel pugno di persone che decide davvero, in cui “Artistica” è una battuta NDR) soffre di grave insicurezza. Una delle paure principali risponde al nome magico di “fidelizzazione”. C’è il terrore che uno spettatore guardi Colorado in trepidante attesa che Pucci faccia la voce gutturale della moglie e Pintus il cricetino e che se non li trova, si metta a guardare Pechino Express o Piazza Pulita. Saltano Pucci e Pintus salta anche la fidelizzazione. La comicità italiana, purtroppo, è gestita da insicuri, che cercano di dominare altri insicuri, tramite l’arma dell’insicurezza. Per questo realizza cose brutte. Quando era in mano a persone sicure di sé tipo Renzo Arbore produceva roba bella e i comici crescevano in autostima.

NESSUN POSTO DOVE ANDARE – l’occupazione del Cerchio Magico, con l’obbligo coatto di essere in tutte le puntate facendo più o meno le stesse cose può dipendere anche dalla mancanza di alternative. Il cinema ad alto livello è privilegio di pochi come Bisio, Siani e De Luigi, riempire i teatri può essere difficile, i testimonial della Vodafone sono altri.

Così il Cerchio Magico di Colorado continua a sfornare materiale simile a se stesso quando non ce ne sarebbe neanche la necessità impellente, intrappolato in uno status a metà tra privilegio e maledizione, tra fortuna e… rottura di maroni.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

About these ads

8 Risposte to “Andrea Pucci e Angelo Pintus: la maledizione del Cerchio Magico”

  1. CarloR. ottobre 18, 2013 at 8:05 pm #

    No , rischiano di farlo !

  2. risofabuonsangue2013 ottobre 17, 2013 at 12:34 pm #

    Che dire..credo che da parte del mondo di chi organizza cabaret e spettacoli le contromisure per il definito “cerchi magico” o “mondo dorato della TV” si possono trovare solo creando show nelle piazze o teatri, con artisti diversi, e ce ne sono, senza nulla togliere a quelli in tv.(che cmq cercano di far fruttare le possibilità del momento).
    Può essere un modo per non delinearsi e confondersi nella massa e comunque non credo che in questo momento ci siano artisti,che nonostante apparizioni settimanali,spostano masse di spettatori con pagamento di biglietto,la curva della popolarità e di conseguenza del cabaret è molto in calo….
    “Chi ha avuto successo non ode che gli applausi. Per il resto è sordo.”
    Elias Canetti, La provincia dell’uomo, 1973

  3. CarloR. ottobre 17, 2013 at 11:32 am #

    Ma cosa e’ successo ? Amici dell’ ambiente mi hanno detto che dopo i provini di luglio per alcuni comici ( promossi a sicura presenza per l’ edizione 2013/2014 ) erano stati commissionati più pezzi per più puntate. Pezzi scritti ed inviati agli autori supremi che avevano anche molto apprezzato il lavoro di preparazione svolto…E poi ? Cassiati ! Perché ?

    • ananasblog ottobre 17, 2013 at 1:55 pm #

      Facciamo i nomi, please. L’A

      • CarloR. ottobre 17, 2013 at 7:50 pm #

        I nomi dei miei amici ? E se poi passano dei guai ? I nomi dei comici ? E se poi passano dei guai ?
        Se non c’è risposta o non è vero o non la sapete dare…

        • ananasblog ottobre 17, 2013 at 8:30 pm #

          Se devono passare guai allora è meglio di no, rischiano di non fare Colorado

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 100 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: