Eccezionale Brevemente

29 Apr

Ecce

Brevemente: la puntata di Eccezionale Veramente del 28 aprile ha fatto 568.000 spettatori e uno share del 2.70%. Giudice aggiunto Gianni Rivera. Live della puntata sul blog di Marida Caterini (leggi qui) accedono alle semifinali: Mauro Villata, pari merito tra Piero e Christian e Davide D’urso, sempre con lo stesso voto Omar Pirovano e Vincenzo Di Stefano. Rivera ripesca i Duo Manuel.” Da notare la presenza di Henry Zaffa col pezzo delle gazzette, passato alla seconda manche ed eliminato alla votazione finale.

In settimana era divampata tra gli addetti ai lavori (purtroppo solo lì) la polemica sull’esibizione di Matteo Colucci, copiata pari, pari da George Carlin (leggi qui) poi si è scoperto che il resto era preso da Sergio Viglianese. Paolo Ruffini è intervenuto un paio di volte su Facebook invocando il diritto di copia, citando addirittura Picasso, ignorando che il regolamento prevedrebbe la presentazione di materiale di proprietà del comico. Tutta la storia, compresi i video comparativi sono sulla pagina FB di Ferdinando Comencini

A quanto pare il tentativo di usare Eccezionale Veramente come rampa di lancio per diventare capoprogetto di Colorado non è andato in porto, il prossimo capoprogetto di Colorado sarà Andrea Boin (in bocca al lupo).

Continua la presa di distanza soft di Selvaggia Lucarelli dal format. Sulla sua pagina Facebook sembra rimosso, mentre campeggiano post tipo quello sulla difesa di Cristian De Sica sulla questione Foffo/Prato.

Ananas Blog

The gag is on the table, l’esordio a Rimini

27 Apr

 

il cast di The gag in on The Table

il cast di The gag in on The Table

Dove sono andati tutti gli sketch? Quelli che hanno reso famosi i Monty Python nel mondo e da noi hanno vissuto gli anni gloriosi di Vianello Mondaini e di Walter Chiari? Tranquilli, ci sono ancora. E ciò è legato ad altre sorprese: partiamo dalla riuscita delle serate organizzate da Stand up Comedy Italia (il 30 aprile aprirà anche a Pisa) leggi a tal proposito l’intervista a Nicola Selenu. Tra queste c’è il Circolo Milleluci di Rimini (qui) un locale che assomiglia ai comedy club americani, pieno di giovani tra il pubblico e di giovani comedian sul palco (doppia sorpresa) nelle serate open mic condotte da Alessandro Ciacci.

Da lì è venuta la voglia di andare a vedere l’esordio dello spettacolo The Gag is on the Table, al Teatro Tiberio di Rimini, scritto e diretto dallo stesso Alessandro Ciacci, il 15 e 16 aprile. Altra sorpresa: il teatro pieno. Sorpresa definitiva: spettacolo a sketch di stampo british, colto, col gusto surreale della parodia e della citazione. Per esempio c’è il processo a un tedesco negazionista del Rinascimento (con intervista a un Raffaello pentito), una seduta di psicoanalisi di Sigmund Freud conclusa a stornellate romane, Amleto che partecipa a un quiz, chiede l’aiuto al padre ma questi  non capisce e gli risponde a copione shakespeariano, Ponzio Pilato accolto a casa da una moglie petulante, una commedia degli equivoci sentimentali nel locale di burlesque di Lola Schopenhauer, eccetera, eccetera. Buone notizie per la rinascita del genere.

Gli attori in ordine alfabetico: Roberto Antonellini, Alessandro Ciacci, Sara Galli, Matteo Munaretto, Stefano Rossini, Viktoria Vandelli. Alla chitarra Davide Baldazzi, in video Nicola Selenu. Lo spettacolo, dopo il successo dell’esordio nella Rimini post felliniana, si prepara ad approdare in altri palcoscenici.

Ananas Blog (Throw down like a barricade)

La Stand up Comedy sbarca a Venezia

26 Apr

prossimamente-590x280

Sarà Filippo Giardina, col suo celebrato “Contumelie” ad aprire la rassegna di stand up comedy presso il Teatro a L’Avogaria di Venezia (Dorsoduro 1607, Corte Zappa). E’ la prima volta che questa forma di comicità sbarca nella città lagunare, anche se poi ci sarà qualcuno che salterà fuori dicendo: Marco Polo faceva stand up già 800 anni fa! Comunque l’esordio con Giardina è proprio questa sera, 26 aprile, alle ore 21 e sono previsti 4 appuntamenti, con un totale di 7 comedian, gli altri saranno: Francesco Frascà, Stefano Rapone, Daniele Tinti, Edoardo Ferrario, Luca Ravenna e Daniele Fabbri. Tutte le serate saranno presentate da Nicolò Falcone.

Martedí 10 maggio è la volta di Tre comici discretamente divertenti, i romani Francesco Frascà, Stefano Rapone e Daniele Tinti. Sabato 21 maggio l’appuntamento prosegue con Edoardo Ferrario Live e Luca Live Show Ravenna. Appuntamento conclusivo, il 7 giugno, con Daniele Fabbri e il suo monologo Il timido Anticristo. La rassegna è organizzata da Nicolò Falcone coadiuvato da Maddalena Pugliese.

L’Associazione Teatro a l’Avogaria, nasce nel 1969 dalla passione e dalla tenacia di Giovanni Poli, già fondatore del Teatro Universitario Cà Foscari di Venezia, e dagli esordi si pone come laboratorio di ricerca che coniuga un metodo d’improvvisazione teatrale tra la Commedia dell’Arte e le Teorie dell’Avanguardia.

Gli spettacoli, tutti alle ore 21.00, su prenotazione telefonica ai numeri 0410991967-335372889, avogaria@gmail.com    

 Ananas Blog (Throw down like a barricade)

urge il ritorno immediato di Daniele Luttazzi!!!

22 Apr

daniele-luttazziCi sono eventi che assumono un significato fortemente simbolico. Ieri sera, 21 aprile, durante la sesta puntata di Eccezionale Veramente su La7 (qui) è andato in onda un clamoroso caso di plagio (oppure di “omaggio non dichiarato”) del repertorio di un leggendario stand up comedian d’oltreoceano. La cosa è avvenuta in un’epoca in cui il materiale che si trova online consente di beccare subito chi fa una cosa del genere. E’ avvenuta anche sotto il naso di autori che fino a pochi mesi fa tentavano di mettere le mani sulla stand up comedy italiana (pensa te).

Non facciamo nomi, non citiamo video, ognuno potrà scoprirlo da solo, ma si tratta, con un’evidenza che non può essere negata, di una “similitudine” uguale o peggiore di quelle per cui Daniele Luttazzi è stato crocefisso in passato. Curioso che ciò sia avvenuto proprio in quella LA7 che chiuse in anticipo il suo Decameron (i simboli, a volte). Ananas Blog aveva già assolto Daniele Luttazzi da ogni accusa di plagio (leggi qui).

Ma ora non ci sono però più scuse: pretendiamo il reintegro immediato di Daniele Luttazzi nel gotha della comicità italiana!!! Dategli una trasmissione tutta sua, come minimo…

Ananas Blog

Eccezionale Veramente del 21 aprile (e lo scandalo L…)

22 Apr

Eccezionale 21 aprile

La sesta puntata di Eccezionale Veramente, su La7, del 21 aprile 2016 ha realizzato 329.000 spettatori e uno share del 1.55%. Siamo scesi ai livelli del Boss dei Comici che fu chiuso dopo che nella seconda puntata aveva ottenuto uno share del 1,52% (vedi qui), con un po’ meno di 300.000 spettatori, ma andava in onda la domenica quando c’è meno gente davanti alla tv.  Giudice aggiunto: Oscar Farinetti. Per sapere cosa è successo basta guardarsi il live di Tv Blog, a cura di Fabio Traversa oppure di Marida Caterini a cura di Irene Natali. Ananas Blog si focalizza su una cosa successa in apertura di puntata:

Lo Scandalo Lanzoni! Lorenzo Lanzoni è uno che, con la sua comicità surreale e fisica fa ridere, lo sanno bene per esempio quelli che frequentano il Cialtronight, lo show live di Andrea Vasumi. E’ anche approdato a Zelig col personaggio della Fatina. Capacità la sua che si è ripetuta a Eccezionale Veramente dove ha presentato il cosiddetto Maoro, nella difficile posizione di essere il primo ad andare in scena.

Lorenzo Lanzoni, il Maoro, fa già ridere solo la foto

Lorenzo Lanzoni, il Maoro, fa già ridere solo la foto

Nonostante ciò il pubblico ha riso, risate spontanee di pancia, che si sono sentite benissimo, culminate con una standing ovation. Che contrastava col gelo dei giurati. Ora, a parte che una regola universale dei contest comici è che se il pubblico ride, la giuria ne deve tenere conto. Inoltre ha stupito l’espressione schifata di Paolo Ruffini, lui che si è sempre espresso in termini entusiastici sulla comicità demenziale.

Selvaggia Lucarelli, essendo una esterna, di solito è più attenta e oggettiva, ma qui si è fatta sfuggire l’unico pezzo originale della serata (che aveva fatto pure ridere) mentre per tutta la puntata si sono sentiti i soliti luoghi comuni cabarettari. I due NO di Selvaggia e Paolo sarebbero stati annullati se Diego avesse detto sì, consentendo a Farinetti un ripescaggio. Qui l’Abatantuono nazionale ha compiuto una scorrettezza, dicendo: siccome conosco Farinetti e so che dirà no, dico subito no io. Comico messo all’inizio, giudici ostili ed eliminazione pretestuosa, nonostante il gradimento del pubblico… I complottisti avranno di cui parlarne.

Poi, ovvio, in un quadro già pesante di suo, un insieme di scelte sbagliate, errori di procedura, casting incomprensibile (PS vedi per esempio qui), non ti devi stupire se fai l’1,55% di share.

Ananas Blog (Throw down like a barricade)

Comitati per il NO ne abbiamo?

20 Apr
da popolari per l'Italia

da popolari per l’Italia

Comitati per il NO nel nostro ambiente si stanno organizzando? Stiamo parlando del NO al referendum sulla riforma costituzionale (leggi qui) su cui andremo a votare in autunno, sulla quale il Premier Matteo Renzi ha legato il proprio futuro politico. E’ appena  stato archiviato il cosiddetto referendum No Triv, i cui promotori sono stati sconfitti grazie al mancato raggiungimento del quorum, a causa dell’astensione.

Contro l’astensione si era pronunciato il comedian Pietro Sparacino con un efficacissimo video postato su Facebook (vedi qui) e lo slogan “Scegli di scegliere”, che ha raccolto più di 112.00o visualizzazioni. Era intervenuti bene anche Pino e gli Anticorpi con un divertente invito ad andare a votare (vedi qui). Probabilmente sono intervenuti anche altri, c’è stato comunque un serrato dibattito sui social network. La sconfitta del referendum No Triv non significa sconfitta totale del voto popolare. La battaglia importante sarà appunto quella sul referendum costituzionale, in cui si spera che anche i comici si mobilitino.

Quella ruspa sono le politiche europee e la casa in demolizione è lo Stato italiano (dal sito https://pixabay.com/)

Quella ruspa sono le politiche europee e la casa in demolizione è lo Stato italiano (dal sito https://pixabay.com/)

I motivi del NO: anche se l’abolizione del bicameralismo perfetto può sembrare una grande innovazione (abbasso la casta e i suoi privilegi) non lo è, anzi… Combinata a una legge elettorale come l’Italicum consegnerebbe di fatto il potere a una persona sola, coi deputati decisi dalle segreterie dei partiti e un Senato di nominati su base regionale. Insomma: un attacco alla rappresentatività bello e buono. Continua a leggere

Carol Visconti tra cinema e Comedy Live

19 Apr
Carol Visconti

Carol Visconti

Parliamo dell’attrice e comica Carol Visconti, prendendo spunto dall’uscita del film La Coppia dei Campioni diretto e scritto da Giulio Base con Massimo Boldi, Max Tortora, Anna Maria Barbera, Massimo Ceccherini. Carol interpreta la figlia di Boldi. Dal 28 aprile al cinema. Il film racconta la storia di due dipendenti della stessa multinazionale che vincono una lotteria aziendale che regala due biglietti per la finale della Champions League di calcio. Uno milanese, l’altro romano, uno benestante e vice direttore, l’altro nullatenente e magazziniere (da Mymovies).

Detto questo vediamo cosa sta facendo Carol Visconti (persona tra l’altro di simpatia travolgente) nel nostro mondo comico. E’ nota soprattutto nell’ambiente dei palchi milanesi (ha esordito con Enrico Beruschi nella pièce Un Tramviere Chiamato Desiderio, scritta da Sergio Cosentino), parlando perfettamente l’inglese collabora fin dal 2007 col comedian e divulgatore John Peter Sloan, nel laboratorio Zelig in English e poi nei Dvd allegati a Repubblica, l’Espresso, Corriere della Sera. Da quell’esperienza è nato un progetto interessante sul palco di Zelig, The English Comedy Gang Live:

“The English Comedy Gang Live N.3” Cabaret teatro e canzone in English. Presentano lo show Carlo Onado e Carol Visconti con la partecipazione di una band dal vivo e di attori inglesi e italiani: Leah Dawson Arny Mr. Bean Holly Mumford Kevin Beetlestone Fran Lotti Francesco Friggione e altre sorprese. Un progetto a cura di Carol Visconti con la regia e direzione artistica di Manuel Serantes Cristal (Vedi il sito Area Zelig)

Insomma, mentre l’inglese è la lingua maggioritaria nel mondo, la comicità italiana è relegata quasi sempre al regionalismo e al dialetto, ma da quel recinto qualcuno dovrà pur uscire prima o poi. Prossimo appuntamento per Comedy Gang Live: il 7 giugno, in viale Monza 140.

Ananas Blog (Throw down like a barricade)

Eccezionale Veramente del 14 aprile 2016

15 Apr
eccezionale

Alegria du giurati

La quinta puntata di Eccezionale Veramente ha totalizzato 623.000 telespettatori, con uno share del 2.87%. Giudice aggiunto Raul Cremona. Qui una diretta di ciò che è successo da Irene Natali, blog Marida caterini. Partecipanti: Palla & Chiatta, I Senza Nome, Filippo Dioniso, Bogno, Gli Imbucati, Enzo Costanza, Peppe e Ciccio, Merc e Miki, Enrico Zambianchi, Mago Linus, Emiliano Ottaviani, I Sansoni, le Très Femme, Gerry e Gelli, Luca Rosso Rossi, Giovanni D’Angella, Claudito e Elisieta, Claudio Sciara, Valentina Virando. Com’è finita?

“Ecco i concorrenti promossi alle semifinali: Giovanni D’Angella, Enrico Zambianchi, parimerito tra Peppe e Ciccio e Palla e Chiatta. Al quinto posto ci sono Merc e Miki e le Très Femme: la giuria sceglie il trio femminile, ma Raul Cremona ripesca la coppia.”

Recensione: eccellente figura di Enrico Zambianchi col personaggio della morte che era già un fenomeno di culto (anche se non televisivo), Giovanni D’Angella è dato secondo indiscrezioni come uno dei tre vincitore su cui è stato girato un finale a parte.

Continua la defezione di Selvaggia Lucarelli. Ieri sulla sua pagina Facebook non compariva alcun post con scritto “Stasera c’è Eccezionale Veramente, guardatevelo!” per invogliare i suoi numerosissimi seguaci a guardare la trasmissione, ma venivano trattati temi come Simona Ventura all’Isola dei Famosi o la questione della semilibertà di Doina Matei.

Per il resto sembrerebbe un laboratorio per Colorado e forse lo sarà, ammesso che Colorado riprenda, ammesso che Eccezionale Veramente non trascini Colorado in basso.

Ananas Blog (Throw down like a barricade)

Made in Sud puntata 8 in breve

13 Apr

Made in Forest

La puntata 8 di Made in Sud, di martedì 12 aprile 2016, ha totalizzato 1.939.000 telespettatori con uno share del 9,19%, in risalita rispetto al forte calo di settimana scorsa (1.646.000 spettatori, 7.63%, roba da Colorado). Ospite il Mago Forest. Per vedere cosa sia successo, c’è il live di Tv Blog. Proseguono gli inserti da Il Boss dei Comici, in questa puntata: Rosaria Miele, Flavio Berti, I 4 Gusti, Tommaso Terrafino. Potrebbe essere il segno di come andrà con Eccezionale Veramente: forse verrà usato per trovare inserti per Colorado, anche se non sembra ci sia nulla di eclatante.

Intanto il film Troppo Napoletano, vicino al mondo Mormone, prodotto da Alessandro Siani con tra i protagonisti Gigi e Ross, è partito bene, ma senza fare sfracelli: nel primo week end di programmazione ha incassato 459.143, classificandosi al quinto posto. Insomma, la “trasmissione / agenzia” che sia Colorado o Made in Sud, cioè quella che monetizza su tutto, sta mostrando una lenta decrescita. Invece tutto tace nella ex agenzia dominante: Bananas. L’ultimo tentativo, cioè quello di proporre Christian De Sica alla conduzione sembra non essere andata in porto.

Ananas Blog (Throw down like a barricade)

BOAF, Bianchi e Vicidomini il 15 aprile al Douze di Roma

11 Apr
La locandina di BOAF

La locandina di BOAF

Alcuni giorni fa, incuriositi dalla locandina, ci siamo chiesti cosa fosse BOAF (leggi qui) cabaret estremo con Alessandro Bianchi e Nicola Vicidomini. Adesso ne sappiamo un po’ di più, visto che c’è una data: venerdì 15 aprile ore 20.30 e c’è un luogo: La Tognazza al Douze, via del Cipresso 12, Roma. 

Grazie ai potenti mezzi di Ananas Blob, siamo riusciti a contattarli e a porre loro delle domande che chiariranno la natura stessa dello show e invoglieranno la gente ad andarlo a vedere. Intervista doppia:

BOAF Cosa non è? Vicidomini: Un battipanni. Bianchi: Non è per tutti.

BOAF dove andrà a parare? Vicidomini: Da nessuna parte. Bianchi: Su se stesso per poi iniziare a scavare un tunnel nell’inconscio per svegliarlo e ucciderlo.

BOAF se fosse un colore che colore sarebbe?  Vicidomini: Marrone. Ma anche nero vedova. Ma anche giallo rassegnazione.  Bianchi: Verde fluorescenza, rosa collutorio, bianco slip, arcobaleno psicofarmaco.

E… se fosse un animale? Vicidomini: E’ un animale… Bianchi: Mitologico, un minotauro ciclopico.

BOAF semplificato in una riga?  Vicidomini: Hai presente quelle riviste di merda (nell’accezione positiva del termine) degli anni ’70, di intonazione spiccatamente scandalistica, di cui sono usciti massimo due numeri, poi sono state chiuse o perchè nessuno le calcolava o perchè il direttore veniva carcerato all’improvviso? Tutto questo ma agito… E anche di più! Tutto quanto rimanga in potenza, un sogno, e non sia sputtanato dalla storia. Inesistenze. E’ il proprio fallimento che bisogna corteggiare. Questo è esattamente un rigo. Bianchi: Saggio, unico, vertiginoso, contromano, vertiginoso, unico, saggio.

Biglietto  intero 500 Euro, ridotto  15 Euro.
Per richiedere i ridotti scrivere a scapezzo@hotmail.com
Per prenotazioni e informazioni: 3476753522 Botteghino La Tognazza al Douze

Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 124 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: