I Laboratori di Colorado

4 Giu

Di Gat

RECENTEMENTE hanno preso il via tre Colorado Lab (Genova, Varese, Torino). Gli ospiti d’onore erano di peso, in alcune serate hanno presenziato Nicola Savino, Pucci, Suor Nausica/Paolo Casiraghi, e altri big.

MA LA DOMANDA è la seguente: cosa significa un Laboratorio di Colorado? Che quelli che lo frequentano avranno più possibilità di fare la trasmissione di Italia 1, come sarebbe logico? Tra l’altro i laboratori erano posizionati non a ridosso della trasmissione che riprenderà a settembre, ma mesi e mesi prima, strategia che farebbe pensare al contrario, perché in quel periodo non è ancora tempo di scegliere.

SE IO PARTECIPO a una cosa che si chiama “Gita a Parigi” mi aspetto che mi facciano vedere la Tour Eiffel, no? Mica che mi facciano girare tra Lione, Nantes e Le Havre per tutto l’anno e che poi la Tour Eiffel me la facciano vedere in cartolina.

SPERIAMO, insomma, che dietro i Colorado Lab ci sia un progetto, speriamo, speriamo, speriamo.

ARMATI DI PESSIMISMO, novelli Nostradamus, proviamo a lanciare una profezia, sperando vivamente che venga smentita, felici di chiudere qui la carriera di profeti.

QUALE sarà lo scenario futuro del laboratori di Colorado? Vediamolo nella sfera di cristallo:

1) TRAVASO dai laboratori Colorado alla trasmissione Colorado scarso, deludente.

2) SI CREA una “compagnia di giro” di artisti che passano da un laboratorio all’altro, senza garanzie, in modo che questa routine si protragga negli anni, con un gruppo sempre più ampio di delusi che tornano comunque.

3) IL LAVORO principale di questa compagnia non è fare spettacoli retribuiti, ma laboratori (in cui si lavora gratis), serate in cui si alterna il cast dei laboratori (10 comici o giù di lì) che bene che vada prendono un rimborso spese, cioè lavorano a costo zero.   

 Sarebbe un modo di ricalcare la politica Zelig che gode di 25.000 ore di impegno gratuito all’anno (vedi post), e andrebbe a inflazionare ulteriormente un sistema già inflazionato.
 Ma si sa, i profeti il più delle volte vedono troppo nero.

7 Risposte a “I Laboratori di Colorado”

  1. Anonimo agosto 22, 2014 a 4:35 PM #

    Carissimo Di Gat, perchè dal momento che sei così ironico non provi a partecipare ad uno dei Laboratori???
    Dai che ce la fai….dai.

  2. CRIS giugno 6, 2010 a 10:50 am #

    Buongiorno Gat (perchè non so come altro tu ti chiami…)
    Buongiorno a tutti.
    Leggo con gioia che -affermazione vostra- questo blog è piuttosto seguito e visto che avete or ora iniziato amabilmente a parlare di Laboratori Colorado vorrei intervenire a questo proposito.
    E questo PRIMA che si inizi a disquisire di elementi ansiogeni e PRIMA che vengano lasciati commenti vari.
    PRIMA che fantastichiate su ipotesi varie, vi dico il perchè e percome dei Laboratori Colorado.
    Perchè lo faccio?
    Perchè sono autore del programma e perchè dirigo (assieme a Toni Mazzara) il Lab di Torino.
    Quindi, IO CONOSCO i motivi, VOI NO.
    E questo è il PRIMO PUNTO FERMO.
    ColoradoLab nasce dall’esigenza di conoscere più da vicino le realtà locali e dalla volontà di individuare artisti che -magari- credono di non esser pronti o non considerano alla loro portata una trasmissione come Colorado. Già, c’è anche gente così che invece poi – in trasmissione- esce fuori molto molto bene (e cito per tutti l’esempio dei Panpers).
    Il primo giorno di Lab abbiamo fatto una riunione con tutti gli artisti partecipanti (tutte persone che avevano ESPRESSAMENTE richiesto di partecipare, nessuno trascinato con nostri cani da combattimento).
    In questa riunione abbiamo chiarito che il Lab Torino avrebbe lavorato con i comici per creare proposte artistiche che -se soddisfacenti- sarebbero state sottoposte allo staff Colorado (autori, produzione, rete etc) nel corso delle selezioni che si sarebbero tenute al Teatro Litta di Milano. Durante la selezione, a insindacabile giudizio delo staff, sarebbero stati individuati alcuni (alcuni!) comici sui quali lavorare in vista dell’edizione autunnale.
    Perchè lo facciamo con tanto anticipo?
    Perchè, miei cari, il comico arriva speranzoso e agguerrito. Poi il repertorio fortissimo si rivela -all’analisi in chiave tv- sufficiente per 2-3 puntate. E devo, miei cari, avere il tempo di lavorarci sopra per non ‘bruciare’ l’artista.

    Le serate di ColoradoLab Torino erano con pubblico pagante. Non tanto per l’incasso (esiguo e cmq non percepito nemmeno in minima parte da Colorado bensi dalla struttura ospitante) quanto per la necessità di vedere i pezzi in situazione ‘reale’.
    E voi che parlate della centralità dell’attore, sapete bene ciò che significa: che in prova ci sentiamo ripetere (di fronte a
    esibizioni…diciamo ‘scarse’) ”Vabbè col pubblico è un’altra cosa”…
    Bene: quindi, pubblico.
    Durante le date di ColoradoLab abbiamo lavorato con gli artisti, proponendo chiavi diverse, inserendo nel caso battute, cercando di migliorarli in vista della eventuale, sperata partecipazione alle selezioni nazionali.
    In diverse occasioni, abbiamo detto ad alcune persone: ”grazie, non ti facciamo perder tempo, non fai per noi.”
    In altre, abbiamo lavorato senza molti frutti.
    In altre ancora, abbiamo lavorato con profitto e quelle persone sono state ‘portate’ alla selezioni al Litta.
    NESSUNO si è gettato dal 5° piano.
    MOLTI invece, nelle pause ‘tecniche’, si sono dedicati al gioco del calcio nel prato antistante la struttura che ospitava il Lab.
    A fine serata, ci siamo sempre fermati con i singoli comici dando indicazioni, correggendo, cercando chiavi diverse per l’appuntamento successivo.
    E questo andamento è il SECONDO PUNTO FERMO che sfido chiunque, pubblicamente, in questa sede a contraddire.

    Riguardo le vostre ‘profezie’, le distruggiamo -una volta per tutte- punto per punto:

    1) TRAVASO dai laboratori Colorado alla trasmissione Colorado scarso, deludente.
    ”Deludente” per chi? Per chi non è adatto, non è all’altezza, per chi si aspettava chissà che senza avere le carte in regola? E perchè dovrebbe restar deluso?
    Per il programma, noi scegliamo SOLO e ripeto SOLO chi è in sintonia con la NOSTRA linea editoriale e questa non è oggetto di discussione. Anche perchè, cari amici, cosa facciamo: una trasmissione con 72 comici? E perchè? Per dare a tutti 3 minuti di gloria? Se è questo che pensate, chiudete il blog petrchè parlate di cose irreali.

    2) SI CREA una “compagnia di giro” di artisti che passano da un laboratorio all’altro, senza garanzie, in modo che questa routine si protragga negli anni, con un gruppo sempre più ampio di delusi che tornano comunque.
    ‘Compagnia di giro’? la compagnia di giro si forma da sola, quando i vari comici fanno i lab zelig e poi colorado e poi dio sa cos’altro. Perchè lo fanno? Per arrivare in tv.
    Oh my god?!!! la tv????? quel tritacarne????? e la centralità dell’attore????
    (tra l’altro, se i comici facessero solo i teatri e non tentassero disperatamente di ‘passare in tv’, questo blog sarebbe solo una pagina vuota).
    Quindi NO, per quanto ci riguarda NON VOGLIAMO CREARE NESSUNA COMPAGNIA DI GIRO

    3) IL LAVORO principale di questa compagnia non è fare spettacoli retribuiti, ma laboratori (in cui si lavora gratis), serate in cui si alterna il cast dei laboratori (10 comici o giù di lì) che bene che vada prendono un rimborso spese, cioè lavorano a costo zero.

    NON ESISTE LA COMPAGNIA DI GIRO: HO GIA’ RISPOSTO.

    CITO. ”…Sarebbe un modo di ricalcare la politica Zelig che gode di 25.000 ore di impegno gratuito all’anno (vedi post), e andrebbe a inflazionare ulteriormente un sistema già inflazionato.”

    Importante: Zelig è Zelig, Colorado è Colorado.
    Non ricalchiamo la politica di nessuno.
    E -parlo ovviamente del Lab di Torino,di cui ho esperienza diretta- la trasparenza e l’immediatezza è lo stile che abbiamo praticato in questo primo ciclo di date.

    CIO’ DETTO:
    quanto sopra riportato è la realtà di Colorado Lab.
    QUALSIASI altra ipotesi è tutelata dalla libertà di espressione ma si tratta -appunto- di ipotesi e di illazioni, gli autori delle quali dovranno circostanziare. Cosa abbastanza improbabile dal momento che non ricordo di aver mai visto nessun autore o comico – aldilà di quelli da noi conosciuti e autorizzati – prender parte ai Colorado Lab.

    Cristiano Fantechi

    • ananasblog giugno 6, 2010 a 11:57 am #

      Felicissimi di essere smentiti, come detto nel post e lunga vita ai laboratori di Colorado se portatori di questo spirito

    • ildubbioso luglio 4, 2011 a 1:00 PM #

      Santissimo Cristiano Fantechi,
      dacchè lei è un autore di Colorado, mi può spiegare come mai in trasmissione ci finiscono spesso e volentieri comici “selezionati dall’interno” di altri laboratori di altre regioni (quelli di napoli, per esempio)?

      Mi spiego meglio : Come mai non si fanno provini per accedere ai laboratori di colorado?

      Il risultato finale in tv è quello di aver “selezionato” comici presi direttamente da altri laboratori (laboratori che non sono colorado)(es. napoli)

      – Come può un comico essere provinato per un laboratorio colorado?

      Non è la prima volta che avvengono SELEZIONI INTERNE per accedere ai laboratori e addirittura al programma in tv.

      La mie domande sono : Come si accede ai laboratori? Si fa un provino? Quando avvengono i provini? In che periodo? Vengono pubblicati da qualche parte? Se si, dove? Quali teatri si occupano principalmente del Laboratorio Colorado? Come può un comico sostenere un provino davanti agli autori di colorado se non fa parte di nessun laboratorio di altre regioni?

      Queste domande sono state spesso poste a chi di dovere, come la 3zero2, il teatro litta, il blog ufficiale di colorado, il contatto di colorado di facebook, la pagina ufficiale di facebook di colorado, senza mai aver avuto una rispsta.

      Se avessi avuto una risposta esauriente, come comico, sarei attento a visionare le date di provino durante le selezioni ai laboratori.

      Visto che lei qui si è fatto presente, potrebbe rispondere ad ognuna delle mie domande?

      Grazie

    • ildubbioso dicembre 8, 2011 a 1:15 am #

      Sto ancora aspettando risposta. Non Capisco, signor Fantechi, come mai in trasmissione a Colorado ci finiscono comici che non frequentano laboratori marchiati COLORADO (ad esempio i comici di Napoli).

      La maggior parte dei comici napoletani (o meglio TUTTI i comici Napoletani) che sono nel cast a colorado NON frequentano un COLORADO LAB poichè a Napoli NON ESISTE un laboratorio colorado. Chi ce li manda?

      E poi come mai i comici Napoletani di Colorado fanno parte tutti e dico tutti di un’unica scuderia manageriale? Sono presenti un anno intero in un laboratorio esclusivo a Napoli…che porta tutt’altro nome.

      Qui non risponde…sono mesi e mesi che aspetto la risposta a questa domanda.. Se qualcuno di Colorado potesse spiegare…qui i conti non tornano…

      • ananasblog dicembre 8, 2011 a 9:45 am #

        >Sto ancora aspettando risposta. Non Capisco, signor Fantechi, come mai in trasmissione a Colorado ci finiscono comici che non frequentano laboratori marchiati COLORADO (ad esempio i comici di Napoli).

        Non è un mistero: le trasmissioni le fanno anche le agenzie.
        L’A

        • ildubbioso dicembre 8, 2011 a 11:47 am #

          Come non è un mistero? Secondo te è normale?

          E come mai a Napoli solo una può accederVi? Chi non fa parte di questa allora si fa in quel posto? E i laboratori di colorado che fine hanno fatto?

          Se fai un conteggio tutti i comici di colorado Napoletani sono in una percentuale altissima appartenenti ad un unica scuderia.

          Tutti sono stati mandati lì senza frequentare un laboratorio specifico di colorado.

          E allora? I laboratori di cui tanto parlano e che dicono che sono diversi da quelli di zelig?

          Cambia la forma ma non la sostanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: