Comici che osano lavorare: Giusy Zenere

22 Giu

Di Gat

Giusy Zenere

È difficile, in questi giorni di giugno, coinvolgere Giusy Zenere in qualche progetto perché ha il calendario abbastanza pieno.

Verrebbe da dire: come si permette? È poco rispettoso nei confronti della massa di comici televisivi usciti dai laboratori che vanno in tv e poi lavorano poco o non lavorano e che (come da programma standard Zelig) tra un po’ spariranno anche dalla tv.

Che maleducazione!

Giusy Zenere ha vinto l’edizione del 1996 de La Sai L’ultima? E qui lo snob che fa le trasmissioni fighette, alzerà appena il labbro per manifestare il suo disgusto verso l’odiata serie b della comicità.

Giusy ha un naso importante (importantissimo) ma ha anche vinto nel 1993 il concorso per il “Lato B” più bello d’Italia (wow); riesce a imbruttirsi oppure a essere attraente a seconda delle circostanze, a seconda di cosa voglia comunicare; così sul palco come nella vita: è simpatica e la simpatia è autoironica, ma anche sexy.

Giusy è padrona del palco, fa ridere. Pare che lavori molto perché è puntuale, professionale e porta sempre (o quasi sempre) a casa il “risultato”, altra cosa che farebbe inorridire i puristi del cabaret (far ridere il pubblico live da soli? È una cosa old school, superata).

Giusy si rifà alla tradizione di Gino Bramieri, un gigante del nostro varietà. Bramieri era anche un formidabile barzellettiere, e uno degli incubi peggiori è immaginarlo alle prese con uno dei fighetti di adesso che fanno trasmissioni comiche snob: labbro e naso arricciati come se ci fosse vicino un bidone dell’umido vecchio di una settimana: “Hai detto delle barzellette! Non è televisivo!”.

Giusy Zenere, in un ambiente in cui le donne soffrono e si lamentano, non sembra soffrire troppo la lontananza da una certa tv, forse perché comunque lavora abbastanza e il lavoro rende indipendenti: dai laboratori, dai provini, dallo stillicidio delle convocazioni, eccetera.

18 Risposte a “Comici che osano lavorare: Giusy Zenere”

  1. Alter Bactaer luglio 18, 2011 a 11:59 am #

    Ma Giusy Zenere non ha anche vinto il FESTIVAL NAZIONALE DEL CABARET 1999, a Torino?
    Ah, ecco…

  2. JAMAL marzo 4, 2011 a 5:16 PM #

    APPROPOSITO DI COMICITA E DI BARZELLETTE ADESSO VE NE DICO UNA IO OK?
    UN CANE GIRA INTORNO AD UNO STAGNO ED INCONTRA UN ANATRA E GLI CHIEDE : EI TU STRANO ANIMALE MA DOVE VIVI ? E L’ANATRA “QUA”!!!

  3. Claudio giugno 22, 2010 a 10:09 PM #

    BASTAAAA !

    Ho fatto una domanda … anzi due e nessuno si è degnato di cagarmi.
    I casi sono due, o siete dei gran maleducati o non sapete rispondermi ?

    Claudio Masiero

    • Paletta giugno 22, 2010 a 10:14 PM #

      Non so rispondere.

      • Claudio giugno 23, 2010 a 5:53 am #

        ma porca paletta!

        ( ti giuro che questa è un’espressione che usa mio figlio per non dire altro in mia presenza, e quando ho letto il tuo NICK, ho sorriso … non volevo fare il maleducato proprio con te che ti sei degnato di rispondermi)

        Ma veramente non ho mai capito quale sia il confine che divide le due discipline o se siano in realtà la stessa identica forma d’arte.
        Perlomeno, ultimamente ho cominciato a pensare e mi sono convinto, quindi …

        IO CREDO SIA LA STESSA FORMA D’ARTE !

        La barzelletta, che in se racchiude in se un micro momento comico, un spot pubblicitario che ti ricorderai quasi perfettamente per tutta la vita.
        La barzelletta ha questo potere TI ENTRA IN TESTA e ci rimane.(idem per gli spot pubblicitari)
        Creo che le barzellette siano stralci di vita vissuti ai quali personaggi come me e voi trovano una chiusa comica.
        Personalmente il mio modo di fare monologhi di cabaret è questo, fatti delle vita vissuta riportati sul palco.
        Se dovessi tramutarli in barzelletta ci vuole un attimo, basta renderli impersonali.

        potrei continuare sull’argomento … ma vorrei sentire voi ora.

        Claudio Masiero

  4. Claudio giugno 22, 2010 a 11:46 am #

    CAVOLO … ma possibile che non si riesca a discorrere.
    Uffa !
    Ho un dubbio e nessuno mi risponde … tutti che partono per confini aspri e saccenti.
    Mi sa rispondere qualcuno se è nata prima la barzelletta e quindi poi ci hanno fatto il cabaret sopra o se il contrario?
    E se qualcuno lo sa, mi sa dire che cos’ è il cabaret?
    Magari lo avete fatto e non ho capito… scusatemi se così fosse.
    Accidenti …

    Claudio Masiero

  5. Paletta giugno 22, 2010 a 11:08 am #

    Il paziente allo psichiatra:
    – Dottore, divento molto nervoso ed ho molta paura quando devo fare gli esami di guida!
    Il dottore replica:
    – Non si preoccupi, sono dei comunissimi attacchi di panico. Prima o poi le passerà…
    – Ma io sono l’esaminatore!!!
    (da provare, ma e’ un tentativo.. Potrebbe funzionare alla convention delle scuola guida. Si possono anche fare numerose variazioni in tema, tipo esame del sangue, delle urine, della patente A,B,C,..)

    • Claudio giugno 22, 2010 a 11:49 am #

      a me piace …che Zenere ti benedica … scusa Venere!

  6. Claudio giugno 22, 2010 a 10:34 am #

    Credo che la prossima barzelletta potrebbe cominciare così…
    C’erano un Ambivio, un Claudio e una Paletta… hahahahaha
    come sono cretino…hahahaha

    lato comico andato.

    a parte le battute , che se fatte a tempo potrebbero far ridere… seriamente secondo voi è nata prima la barzelletta o il cabaret?
    ed il cabaret cos’è?

    Credo che siano domande legittime.
    Vi va di cominciare a dire la vostra?
    Io ho poco tempo ora, devo andare a fare il 2° turno per 7 euro all’ora… e torno alle 23.
    Mi piacerebbe discorrere dell’argomento, mischiando il sacro al profano…

    grazie

    Claudio Masiero

  7. Paletta giugno 22, 2010 a 9:49 am #

    Nel prossimo post parlerete anche di un italiano, un francese e un tedesco?

    • ananasblog giugno 22, 2010 a 10:39 am #

      Un italiano, un francese e un tedesco la mettiamo come chiusa prima delle vacanze.
      Paletta e Ambivio, fate anche qualche considerazione sul crollo del lavoro, sulla mancanza di serate, sulla crisi che morde anche quelli che fanno tv, o è un tema troppo serio per le vostre menti?
      La Redazione

      • Landuzzo giugno 22, 2010 a 12:54 PM #

        http://barzellette.dada.net/
        Allego link a un sito tematico di barzellette, per tutti i comici che volessero abbeverarsi a un repertorio senza tempo. Altro che spray al peperoncino, qui avete un vero e proprio lanciafiamme! W la tradizione, abbasso l’originalità! W Pippo Franco, W La sai l’ultima, W Pino Insegno, i poeti, i santi e i navigatori di questo splendido paese.

  8. AmbivioT. giugno 22, 2010 a 9:05 am #

    Si Claudio, come volevasi dimostrare… Robe così erano già vecchie ai tempi di Plauto… Spero che i giovani comici, posto e sperato che riescano a star lontani dalla macelleria dei laboratori, ignorino bellamente anche riferimenti del genere…

    • AmbivioT giugno 22, 2010 a 10:40 am #

      Solo un ultimo appunto, poi seguirò coerentemente l’intento d’occuparmi d’altro… Cerco di essere aderente al tema. Qui nel post si promuove il mestiere di un’attrice comica, che solo i maligni etichetterebbero come ‘barzellettara’, brava per carità, capace di stare su un palco, è indubbio, ma cosa diavolo c’entri col cabaret qualcuno me lo spieghi. O meglio, ci sono fronde nel cabaret in cui la barzelletta sceneggiata o l’aneddoto risaputo diventano repertorio (Paolo Rossi? Si, perchè no), ma salire sul palco a inanellare barzellette, alcune o molte delle quali a sfondo sessuale o dai forti vapori scatologici, è qualcosa che io terrei anni luce lontana da chi vuol investire qualcosa nella Comicità. è ottocento, è restaurazione pura, è muffa, espediente retrò, insomma tutto ciò da cui i giovani comici farebbero bene a stare alla larga. Come su Luttazzi, vi siete incartati denunciando una povertà di idee sconcertante. In altre parti del blog qualche volenteroso ha tentato di portare il mood su altri riferimenti, Carlin, Hicks, Wright… Invece ci ritroviamo qui, con Bramieri e la vincitrice de La sai l’ultima! Giovani comici vicini e lontani, occhio!
      La vostra beniamina saprà stare sul palco e porterà sempre il risultato a casa? Bene, abbiate allora il coraggio di dire alle nuove leve: “Fate come lei, comprate un po’ di libercoli di barzellette sui caramba e sconce e allenatevi davanti a uno specchio, e aspettate che il Pippo Franco di turno si accorga di voi!, poi le piccole platee si allargheranno, diventeranno piazze e adunanze fiume, mentre voi scandirete la barzelletta della suora che scambia l’uccello del prete per un fungo!” Dite questo, con meno menate sul “naso importante” e sul “lato B più bello d’Italia”. Ditelo, cazzari che non siete altro.

      • ananasblog giugno 22, 2010 a 11:14 am #

        Ambivio, nessuno ha ancora “osato” scrivere su Carlin, Hicks e altri (in forma di post), pur sollecitato fino allo stremo dall’amministratore (vi diamo uno spazio, vi pubblichiamo senza commenti, eccetera) niente, nada de nada. Rimane il dubbio che i loro fan sappiano di cosa parlano ma non sappiano scriverlo. Allora diventa inutile tutto.
        Riteniamo che: chiunque faccia serate debba avere almeno qualche barzelletta/battuta forte per cavarsi d’impaccio, così come nel Bronx ci vai con spray al peperoncino in saccoccia, così come se vai in montagna il siero antivipera è meglio averlo dietro.
        Riteniamo inoltre che su Giusy Zenere si potrebbe investire del tempo anche per farle fare qualcosa di meno “datato”, che avrebbe molte più possibilità di riuscita di tante altre.
        Aspettando uno straccio di post su Bill Hicks…

        • AmbivioT giugno 22, 2010 a 11:32 am #

          Due cose e addio.
          uno. “Riteniamo inoltre che su Giusy Zenere si potrebbe investire del tempo anche per farle fare qualcosa di meno “datato”… Ma non la portavi come esempio di comici che lavorano e che non hanno tempo di far altro? Perchè l’aggettivo “datato” non l’hai mai usato nel post?
          due…. spiegami perchè dovrei avere l’ambizione, ammesso che sappia scrivere e che padroneggi alcuni argomenti, di farlo su questo blog? è scorretto lo stesso fatto che tu lo chieda, o forse è il tuo tentativo di far rientrare ogni cosa nella tua giurisdizione virtuale? “Scrivi per me”, e se non lo fai non ne sei capace o ti fai delle menate, “scrivi per me”, le tue miserande forche caudine. Scrivi per me… Io??? Gratis oltretutto… Che lo facciano i mille e più contatti giornalieri, se trovano che ne valga la pena. Se hanno qualcosa da replicare, se vogliono parlare con te, se, se, se…
          Replicare a un commento chiedendo un contributo su altro è molto più patetico della legittima curiosità di alcuni di conoscere il vostro curriculum. Se quelle stesse persone hanno avuto un po’ di pazienza, con gli ultimi post tale curiosità sarà andata perduta come lacrime nella pioggia.
          Cordialità

          • ananasblog giugno 22, 2010 a 11:41 am #

            > forse è il tuo tentativo di far rientrare ogni cosa nella tua giurisdizione virtuale? “Scrivi per me”, e se non lo fai non ne sei capace o ti fai delle menate, “scrivi per >me”
            Non potrebbe essere “scrivi e basta” senza secondi fini, per il piacere di avere un contributo ben scritto? Ambivio, ma tu fai dietrologia anche quando l’edicolante ti dà il resto? “Mi ha dato il resto in monete da 5 centesimi perché mi odia, perché vuole appesantirmi il portafogli… Ah, la prossima volta arrivo coi soldi contati!”
            > Perchè l’aggettivo “datato” non l’hai mai usato nel post?
            Perché dovresti chiarirti cosa significa mettere un aggettivo tra virgolette…
            La Redazione

  9. Claudio giugno 22, 2010 a 8:36 am #

    Mamma mia…
    Barzellette e cabaret… chi sia nato prima?
    Cabarettisti e barzellettieri… ananasblog, attento a mischiare le cose.

    Claudio Masiero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: