I racconti di Zelig (vitelloni sulla Martesana)

22 Lug
Dovevamo pubblicare un bel racconto su viale Monza 140 agli albori, con Paolo Rossi, Bebo Storti, Aldo Giovanni e Giacomo, Forest, eccetera, prima che arrivassero “I dittatori dell’agenzia libera di Bananas”, ma l’autore ha avuto un blocco dello scrittore e si è fermato a metà. Così ripieghiamo su un “fondo di magazzino” che però un minimo di interesse ce l’ha: serve a capire quali siano le tecniche di seduzione del maschio Zelig. Prendete nota e poi applicatele in vacanza, sulle spiagge italiane…
Una sera vado a Zelig con un gruppetto di amici solo per vedermi lo spettacolo e bermi una birra (che non è neanche buonissima).
Alla fine dello spettacolo sono lì in giro che recupero la compagnia per caricarla in macchina e vedo che uno zelig man ha agganciato una mia amica e la sta tampinando. Manca solo lei, siamo pronti a partire, che è parecchio tardi.
“Sono uno importante qua… ti do il mio numero di telefono…” (sento che bisbiglia).
Mi avvicino e lo zelighista mi urla di stare alla larga, aggressivo. Ci rimango così… muovo qualche passo e il tipo mi ringhia ancora di stare lontano.
Rimango basito: questo qua vuole tampinare la ragazza, ma si vergogna di quello che dice, quindi non vuole che ci siano testimoni, quindi dovrei girare al largo.
“A’ brutto insicuro” penso (uso una parola più pesante, più francese).
La cosa va avanti ancora, con lui che mi urla di non avvicinarmi. Se non dovessi svegliarmi presto domattina la butterei sul ridere. Invece sono furioso e ho voglia di prenderlo a calci per la sua stupidità arrogante: non posso avvicinarmi alla mia amica, perché il tipo deve fare il suo tentativo di seduzione e  non si sente a suo agio se qualcun altro ascolta quello che dice.  
Altro tentativo di avvicinamento, altro ringhio.
Dopo un po’ parte un vaffa a mezza voce, entro sul goffo tacchinaggio e la cosa finisce lì, mentre lo zelig man mi lancia uno sguardo da psicopatico, tipo “questa me la paghi”. Potrebbe anche esserlo, psicopatico, meglio non provocarlo.
Chiedo scusa alla mia amica, le spiego che l’ambiente è un po’ così, anche se non riesco a spiegarlo bene. Parlo male del tipo, lo copro di parolacce, lei concorda sugli insulti.
E ce ne andiamo assieme agli altri amici via da viale Monza 140.

37 Risposte a “I racconti di Zelig (vitelloni sulla Martesana)”

  1. Pierone luglio 28, 2010 a 6:05 am #

    Sempre a cancellare post..poveretti..inizio a pensare che siate veramente gente estranea al cabaret ed al suo mondo..autori? comici? semplici appassionati da bar?…

    • Matte Risate luglio 28, 2010 a 1:26 PM #

      Pierone ……

      Potresti spiegare a tutti cos’è il Cabaret con la C maiuscola?

      Aiutaci a riconoscere un comico?

      Spiegaci che differenza esiste tra appassionati da bar e gli altri?

      Domande che non avranno mai delle risposte ….. da voi!

      Matte Risate

  2. Pierone luglio 27, 2010 a 2:01 PM #

    “Credo che chi presta fede al C.V prima di conoscere di persona, sia uno che cura di più alla firma dell’assegno dopo che è sceso dal palco … che al divertimento del pubblico!”

    …ma questo non è italiano!..
    matte risate deve recuperare italiano a settembre?

    • Anonimo luglio 27, 2010 a 6:34 PM #

      Pierone2
      Diciamo che la perfezione non è una delle mie ambizioni, ciò non toglie che tu abbia ragione.
      Sono figlio di questi tempi … vedi Biscardi e Di Pietro.
      hahahahahaha

      Aiutami a crescere, mi fai l’analisi della frase e me la riscrivi?

      • Matte risate luglio 27, 2010 a 6:37 PM #

        “MATTE RISATE”
        (ho dimenticato di firmarmi, siamo pari anche tu hai dimenticato il 2 dopo il nome)

    • Melady luglio 27, 2010 a 7:12 PM #

      Pir…..scusa Pierone, stavo facendo un errore di sbattitura.

      Sara’ che sono una con la 3° …. media, ma quello che scriveva Matte Risate l’ho capito benissimo.

      Ma scusate vorrei domandarvi, voi che siete così saputelli non rispondete mai alle domande che vi fanno?

      • Grat luglio 28, 2010 a 6:40 am #

        “…, ma quello che scriveva Matte Risate l’ho capito benissimo.”
        Ovvio, siete la stessa persona, stile e sintassi lo evidenziano scientificamente direi…

        • Gratosoglio luglio 28, 2010 a 1:14 PM #

          C.S.I o R.I.S ? ah NO…Grat!

          Cambiare intestazione è semplice, ove non vi ci si deve iscrivere……non trovi?

          Melady

          • Grat luglio 28, 2010 a 2:03 PM #

            Apprezzo l’uso aulico dell'”ove”, che peraltro non va a scapito della chiarezza cristallina della domanda.

            • Grat luglio 28, 2010 a 2:09 PM #

              Oddio, chiarezza cristallina della domanda … “ove non vi ci si deve iscrivere……” Ma che razza di lingua è? Vi-ci-si… Ci-vi-si… Si-vi-ci… Arduo, arduo…

              • Matte Risate luglio 28, 2010 a 3:00 PM #

                Comunque la lingua sbatte dove il dente dondola …..hahahahahha
                Ora ti riconosco …..ciaooooooo
                mi correggi anche gli accenti su fb , vero?

                • Grat luglio 29, 2010 a 9:15 am #

                  Non uso fb, mi spiace, anche se immagino che di gente che tenti di correggerti (obiettivo che non mi pongo) ce ne sia un po’ ovunque.

                  • Matte Risate luglio 29, 2010 a 3:40 PM #

                    Libero di non crederti per quanto riguarda FB cmq diciamo che errori di battitura sono dovuti anche agli orari insani, ci metto anche del mio … a volte.(5am o dopo 12 ore di lavoro)
                    Trovo molto più interessante l’imperfezione che la cura maniacale, anche nello scrivere.
                    l’imperfezione nella scrittura di tanto in tanto sfocia nel doppio senso e lascia anche la possibilità agli altri di giocare con chi la lancia.
                    Spesso faccio domande e l’obbiettivo non è avere risposte.
                    Spesso mi perdo solo per il piacere di ritrovare la strada di casa.

                    matte risate

            • Melady luglio 31, 2010 a 5:51 am #

              Grat mi sono perso una “d” per strada.
              Che dire dell’errore di sgrammatia…… rilasciamento poetico sul ” Vi ci” …
              AMO’……mettimi la m****ia tra le mani che le mie dita hanno scritto una ca**ata.

              con affetto MELADY

              • Melady luglio 31, 2010 a 9:12 am #

                Grat …… A cosa pensi ??!

                Chissa’ a cosa succede quando le dico le Ca****e ???
                Non avrò studiato, ma se avessi messo in pratica le mie doti ….. magari condurrei un tg, oppure ….. maha ??????

                • ananasblog luglio 31, 2010 a 10:36 am #

                  Un commento sul post mai, eh?

                  • valerio ottobre 15, 2010 a 4:44 PM #

                    Debutto anche qui. Penso che tutto l’ambiente televisivo e comico sia proprio degenerato,comunque io credo che il c.v. di un’artista sia importante perchè lo so che ci sono quelli che beccano la barzelletta carina o il tormentone e riescono ad andare in tv,L’IMPORTANTE è che poi non si spaccino per attori, show man, autori! Ragazzi su internet c’è gente che dice ogni sorta di balle e ha le stesse battute da 10anni! Si vivano la botta di culo ma poi fuori dai c…….Saluti.

        • Melady luglio 31, 2010 a 6:00 am #

          Credo che più che essere la stessa persona ….. dormiamo nello stesso letto.

          Siamo una coppia nella vita e sul palco.
          Non mi fare dire di più ….. non vorrei rimetterci serate con zelig ….. non si sà mai nella vita.

          Sempre meglio non prendere posizioni oltre i 90°… potrebbero non portare da nessuna parte.

  3. Matte risate luglio 26, 2010 a 8:05 PM #

    Mi chiedo se anni fa’, i comici prima di andare in viale Monza 140, chiedevano il curriculum vitae a Giancarlo Bozzo e a Gino e Michele?
    Credo che alcuni abbiano appoggiato le idee rivoluzionarie dei soggetti e li abbiano sostenuti … poi il resto è storia.
    Quante seghe mentali … quando salite sul palco chiedete il C.V al pubblico?
    Credo che chi presta fede al C.V prima di conoscere di persona, sia uno che cura di più alla firma dell’assegno dopo che è sceso dal palco … che al divertimento del pubblico!

    Mi fate fare proprio delle “MATTE RISATE”

  4. pierone2 luglio 26, 2010 a 2:05 PM #

    rilassati…

  5. pierone2 luglio 24, 2010 a 9:52 am #

    caro anonimo sono andato a vedere nella home su chi siamo ma ci sono solo nomi come gat alex che sono chiaramente di fantasia, io vorrei conoscere il curriculum non il nome o pseudonimo…

    • ananasblog luglio 24, 2010 a 2:17 PM #

      Pierone, l’offerta di lavoro? Cosa cerchi un Direct Marketing? un Sales Promotion Manager? Per quale azienda? (allegare indirizzo web dell’azienda) Stipendio base?
      Poi si ragiona su CV

      • Grat luglio 28, 2010 a 6:43 am #

        Ho un parente che ha una ditta di pulizie, con l’expo che avanza le prospettive non mancano. Interessa?

  6. pierone2 luglio 23, 2010 a 10:38 PM #

    si potrebbe avere il cv di ananas man? dai dimmi chi sei? posso chiedertelo o mi cancelli?

    • Anonimo luglio 24, 2010 a 4:54 am #

      Ciao Pierone2 credo sia in CHI SIAMO, nella HOME il nome dell’ideatore.

    • Matte risate luglio 24, 2010 a 5:20 am #

      Pierone2 … ottima domanda!
      Italia paese dei pezzi di carta.
      Per guidare un muletto o lavorare in una ditta, devi fare corsi di aggiornamento, test anti droga alcool e oppiacei … tutti a controllare se ALTRI abbiano le caratteristiche attitudinali adatte a svolgere un’attività.
      Molti che controllano e nessuno che lavora…..non trovi?

      Sai che se si chiedessero i C.V. agli autori televisivi o di laboratori di cabaret che MATTE RISATE ti faresti!
      Scopriresti personaggi che hanno la fortuna di essere figli di comici che hanno fatto il loro tempo.
      Pseudo spalle di cabarettisti che hanno abbandonato il palco per il troppo fetido odore.
      Personaggi repressi che vogliono essere idolatrati.

      La cosa che sfugge a molti è che qui nessuno dice cosa FARE, si vuole solo far RIFLETTERE.

      Matte risate

    • ananasblog luglio 24, 2010 a 9:04 am #

      Pierone 2, se c’hai da offrire del lavoro ben retribuito sì (mica 1.000 euro lordi a puntata), altrimenti ciccia… Astenersi perditempo.
      La Redazione

  7. Matte risate luglio 23, 2010 a 5:38 am #

    HAHAHAHAHAAHAHAHHA …..”MANTRA RIPETUTI”?!
    Allora i tormentoni pubblicitari e del cabaret, cosa sono?
    Credo che i 17000 abbiano capito il senso del blog, non parlare a nome di tutti, chi sei DIO?
    A mia lettura questo blog lancia un monito (esemplifico in quanto il tuo status annebbia l’animo)

    1- Attenzione a mangiare sempre da Mc Donald il cibo non è dei migliori e potreste averne dei danni.
    2- il governo attuale tende a fare leggi a uso e consumo di una persona sola, valutate se votarlo di nuovo.
    3- Prima di vaccinarvi per Ah1n1 informatevi prima di acquistare e farvi il vaccino, potrebbe essere un bufala.
    Credo che sia questo lo spirito di un BLOG come questo.
    Se d’altro canto trovo persone che urlano e stridono dei dei continui e laconici SIETE RIDICOLI e per VERBO hanno il “Vieni a letto con me che sono uno che conta” oppure “Se vieni a letto con me ti farò fare strada”, beh! …. Meglio Ananasblog.

    Laurent scendi di qualche gradino.

    • ananasblog luglio 23, 2010 a 8:26 am #

      Aspettate settembre per indignarvi contro o a favore del blog, l’artiglieria pesante entra in scena in quel periodo… L’amministratore

    • Laurent luglio 23, 2010 a 8:50 am #

      Non sono io in cima a qualche gradino, ma tu, probabilmente, sotto la soglia minima di comprensione. Pur adottando la dovuta modestia, a volte non capisco cosa dici.

      • Matte risate luglio 23, 2010 a 8:58 am #

        Prossimamente “Laurent orecchio da mercante” …
        Geova cambierà nome …LAURENT.
        Sopra la soglia o sotto la soglia… hahahahahha

        • Matte risate luglio 23, 2010 a 9:08 am #

          In una cosa devo darti ragione, non ho la tua cultura.
          Mi spiace che tu non possa avere uno scontro con un tuo pari ….. sgrossi paroloni con tanti significati, che alla fin fine risultano sterili.
          Hai capito benissimo cosa intendevo nei post precedenti, ad uno del tuo spessore non serve scrivere per esteso e correntemente in italiano per far capire le cose.
          Ti nascondi dietro ad un dito, in quanto non hai possibilità di replica in quanto ti sei trovato a riflettere che usi gli stessi termini e sistemi di quelli che hai combattuto ideologicamente.

          HAHAHAHAHHAH proprio matte risate HAHAHAHAHAHHA

          • Laurent luglio 23, 2010 a 1:10 PM #

            Ba’…

            • Matte risate luglio 25, 2010 a 1:51 am #

              Bi’

  8. Laurent luglio 22, 2010 a 9:13 PM #

    Oh! Finalmente un po’ di ciccia! A quando uno Zelig man che accompagna una vecchina ad attraversare la strada ma la lascia lì nel mezzo, o che ti chiede se vuoi un caffè e poi pretende che paghi tu, o che ti convince a contrattare un mutuo con una certa banca per incassare una microprovvigione, o che ti ruba la merendina ma poi non la mangia, o che mette in giro la voce che la tua mamma si prostituisce, o che ti dice ‘conta su di me’ ma poi ti lascia lì, o che trova che tu sia ingrassato persino dopo due settimane che hai iniziato una dieta? State adottando, come blog o inconsapevolmente come intimidazione per chi legge, le modalità di un razzismo confuso e ottuso. Lo zelig man non sa formare il comico, è volgare e vuole broccolare la tua amica. Siete davvero ridicoli, anche se i racconti sono esterni e voi come blog replicherete di non c’entrare nulla. Siete oltre ogni grazia divina, aspetto un racconto in cui chi viene a zelig si lamenta di non trovare parcheggio o in cui la barista gli ha sbagliato del dosi del daikiri frozen e poi siamo al completo. Vezzeggiatevi così, poverucci omuncoli senza aspirazioni, succubi di ego ipertrofici e di assenza di un qualunque barlume di capacità relazionale. Chiamate il vigile o l’ausiliare del traffico perchè un monopattivo occlude il passo carraio della vostra profonda stolidezza. Se volete, se no, no. Intanto rido, come molti dei 17 mila contatti che vantate al mondo. Esponetevi pure, rischiate di esporvi all’attenzione ma anche al ridicolo. Attendo replica in cui la rimenerete con i soliti mantra che ripetete come macchinette da che ‘sto blog è blog. Infantili come questo post. Bacini della buona notte.

    • ananasblog luglio 23, 2010 a 8:23 am #

      Ma che fate, commentate? L’ho pure scritto che è un pezzo di riserva e neanche interessante…
      L’amministratore

      • Matte risate luglio 23, 2010 a 8:59 am #

        Se si parlasse di vino “la riserva” ha un’altro pregio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: