Martelli Frax tornate assieme!

12 Ott
Di Gat
Didi Mazzilli
La prima volta che vidi i Martelli Frax sul palcoscenico del Barrios di Milano (ex Scaldasole) rimasi sconvolto: tiravano acqua sul pubblico, urlavano, rimanevano in perizoma. La seconda volta andò meglio e dopo una frazione di secondo ero a terra a rotolarmi dal ridere.
I Martelli Frax, duo composto da Paolo Brandolini e Didi Mazzilli, portavano avanti un cabaret estremo, figlio di tanto Jango Edwards, in cui la provocazione clownesca non era mai fine a se stessa, pur arrivando all’eccesso di violare la sacralità della Barbie (brandita a gambe aperte come un esorcismo).
Dei Martelli Frax, Didi Mazzilli era (obiettivamente) quello che aveva il maggior “tiro” comico, però…
Qualche anno dopo mi capitò di assistere casualmente alla “lamentazione” di Paolo. Difficile interpretare il suo stato d’animo, che sembrava angosciato (per motivi facili da immaginare). I Martelli Frax erano approdati a un laboratorio Zelig (forse l’Artistico) e l’autore stava cercando di dividerli. «Paolo tu non fai ridere» gli diceva.
Insomma, c’è da chiedersi, si va a un laboratorio per migliorare i gruppi o per distruggere i gruppi?
Si va a un laboratorio per rafforzare i punti deboli o per far leva sulle presunte debolezze altrui mettendole in evidenza senza risolverle?
Non si rischia (facendo azioni simili) di incrinare soprattutto un’amicizia che, almeno dalle mie parti, è una delle cose più sacre esistenti sulla faccia della Terra?
Bah…  
Comunque l’azione ha avuto successo: i Martelli Frax si sono divisi e Didi Mazzilli è approdato a Colorado (nella sezione “entrate a schiaffo”.
Però… Però un duo crea più sicurezza, fa rendere di più anche il singolo, soprattutto in un ambiente in cui sempre meno gente regge uno spettacolo da solo. E poi in tv si viene triturati velocemente di questi tempi (soprattutto gli interventi brevi, tanto che alcuni autori Zelig stanno pensando a laboratori solo di entrate a schiaffo).
Inoltre, una comicità fulminante come quella di Didi Mazzilli avrebbe anche bisogno di “rifiatare”, avrebbe più possibilità se interagisse con un partner.
E poi non è vero che Paolo Brandolini non fa ridere.
I due soggetti hanno anche un lavoro serio, di giorno, forse non sono interessati alle problematiche del live, comunque da questo blog con tanta stima per tutti e due, lanciamo un appello: MARTELLI FRAX, TORNATE INSIEME!

31 Risposte a “Martelli Frax tornate assieme!”

  1. Pierone ottobre 13, 2010 a 10:35 PM #

    maestro unico sapessi scrivere cose comiche come ne sai di grammatica!..perché cancelli le cose che non ti piacciono gavellino?..
    mi fai un pò ridere…
    Piccolo..

    • ananasblog ottobre 14, 2010 a 8:20 am #

      Pierone, wordpress mi ha segnalato i tuoi ultimi due commenti come spam e me li ha messi in “frigo”. Li ho visti adesso, ma ho dovuto approvarli.
      Besos
      L’Amministratore

  2. pierone2 ottobre 13, 2010 a 7:40 PM #

    finalmente ho capito!
    sei un maestro elementare e sei arrabbiato con la Gelmini, allora te la prendi con Zelig perchè non hai il temperino per la matita rossa e blu per correggere gli errori.
    ah! sapessi scrivere cose comiche così come conosci la grammatica italiana caro il mio Gavelli!…la storia del maestro unico è una brutta faccenda…ti consiglio un comico molto bravo che illustra il tuo stato al meglio, guarda un pò?po’?pO?po;? proprio a zelig off…
    asta Asinen siempre!

  3. pierone2 ottobre 13, 2010 a 1:10 PM #

    irregolarità abbruzzesi inventate? non sò…sentendo le due fazioni chi ha ragione? quello che sò è che ananasso ce l’ha con zelig e non ci lavora più…
    Aldo hai ragione forse un pò arrogante ma sei d’accordo con me che ananasso ha perso credibilità su tutto parlando per sentito dire?
    che ne pensi Aldo?

    • ananasblog ottobre 13, 2010 a 2:34 PM #

      >irregolarità abbruzzesi inventate?
      Pierone, ripeto: chi si è inventato quella roba lì non è a posto col cervello, e magari decide della sorte dei comici, quando dovrebbe curarsi. Tra l’altro non ha neanche il coraggio di confrontarsi direttamente col bersaglio delle sue invenzioni (guarda un po’)… siamo dalle parti di Asinen e dei suoi attacchi alla vita privata delle persone. Però, ripeto, se questo gli serve ad affrontare meglio la realtà, che ci creda pure.
      Sò = si scrive senza accento (so).
      Pò = si scrive con l’apostrofo (po’)
      Per la precisione
      L’Amministratore

  4. Pierone ottobre 12, 2010 a 1:11 PM #

    Quello che pensa al complotto sei tu ananasso!
    e adesso abbiamo capito che parli per sentito dire..parli ancora?..ma và và..
    hai perso la poca credibilità che non avevi..
    sempre a cambiar discorso..
    capitan Bovisa…

    • ananasblog ottobre 12, 2010 a 1:59 PM #

      >parli ancora?..ma và và

      Insomma, Pierone, è ufficiale: neghi l’esistenza della crisi così com’è stata esposta? Neghi i contenuti del blog? Speravo che dopo l’espulsione di Asinen certi toni si fossero placati (delegittimazione continua e a tutti i costi anche frugando nella vita sentimentale del passato delle persone, tutto pur di negare)
      L’Amministratore

    • Aldo ottobre 12, 2010 a 2:05 PM #

      Pierone, ti dimostri come al solito arrogante. Il blog ha sbagliato, ma tu pure.

      • ananasblog ottobre 12, 2010 a 2:43 PM #

        >Pierone, ti dimostri come al solito arrogante. Il blog ha sbagliato, ma tu >pure.
        Aldo quoto quello che dici: abbiamo preso nota subito della smentita. Però sembra che qualcuno abbia la bavetta alla bocca dalla smania di delgittimare sempre e comunque.
        L’amministratore

    • ananasblog ottobre 12, 2010 a 2:48 PM #

      Pierone, un’altra cosa: tu che ami la precisione, cosa ne pensi della fallimentare campagna “delegittimiamo l’infame che ha parlato” basata su presunte irregolarità abruzzesi totalmente inventate?
      Non ti sembra che sia stata un flop?
      Non pensi che chi si inventa certe cose a tavolino sia malato?
      Non pensi che bisognerebbe strappargli più comici possibile dalle grinfie?
      Okay uno apre il blog, mette in conto qualche trattamento alla Boffo, la cosa lo lusingherebbe anche, ma sta roba qua è patetica…
      L’Amministratore

    • Top Gum ottobre 13, 2010 a 5:50 am #

      Mi accodo a pierone solo per simpatia, non a replicare.
      Considero che tutti i lavori vadano presi seriamente e chi lavoro di giorno ed inoltre si esprime artisticamente si da stimare. Ma come sappiamo l’invidia porta a prese di posizione particolari.
      Arriviamo al dunque.
      Ma tutti quelli che parlavano dei dopolavoristi ORA DOVE SONO ?
      Sempre pronti a sputare contro quelli che iniziano a dare consigli morali e non dicono niente a soggetti come Bertolino che nonostante la carrira artistica LUI PER PRIMO ha sostenuto in alcune interviste che non avrebbe lasciato di buon grado il primo lavoro.

      Credo che sia vero che la SIMPATIA PERSONALE ci faccia cambiare lo sventolar della nostra bandiera.

    • Cabarettista Mascherato ottobre 13, 2010 a 4:23 PM #

      Ma se non ti da fastidio sto blog, perchè lo leggi?

  5. pierone2 ottobre 12, 2010 a 11:36 am #

    ananasso mi sembra di capire perciò che tutto quello che scrivi lo scrivi per sentito dire e per voci sussurrate di tuoi pseudo informatori.
    a questo punto silenzio e cambia post, non puoi attaccare mensana, quello che non sa sei tu, si evince da quello scritto sui martelli…
    saranno più credibili le voci di chi vive il campo o di chi manda fantomatici 007 a spiare il nemico?
    ti ho trovato un pò arrogante…
    lunga vita ai mensana e a tutti i lab che li porteranno lontano!

    • ananasblog ottobre 12, 2010 a 11:53 am #

      >ananasso mi sembra di capire perciò che tutto quello che scrivi lo scrivi per sentito dire e per voci sussurrate di tuoi pseudo informatori.
      PIERONE 2:
      Il blog sta pubblicando racconti diretti, non di pseudoinformatori (vedi anche gli outing al femminile)
      Il blog racconta il declino della comicità in Italia dovuto soprattutto al monopolio Zelig/Colorado, alla crisi del live e all’eccesso di laboratori, cose che erano risapute anche prima dell’apertura di Ananas, solo che esisteva un vuoto informativo e la paura di parlare. Il Blog dà delle interpretazioni della crisi e, arrivando per primo, diciamo che è più criticabile di uno imbavagliato e muto.
      Ora non so se sei parte della catena di comando o meno, ma bisognerebbe almeno riconoscere da parte di chi comanda che la crisi c’è: riconoscere che sempre più gente sta facendo un saldo negativo tra impegno gratuito e risultati, che c’è un malcontento diffuso, che c’è sempre meno lavoro, che gli autori sono oggetto di un sarcasmo e di un disprezzo crescente (non scrivono, non ti seguono, non contano nulla, eccetera).
      Però se vuoi continuare a pensare al complotto fai pure, ognuno ha i suoi schermi per sopportare la realtà…
      L’Am

      PS State (se fai parte della catena di comando) oppure stanno caricando sempre più passeggeri su un treno che sta finendo in un binario morto dopolavoristico.

  6. pierone2 ottobre 12, 2010 a 10:45 am #

    evviva il cicco simonetta! spegni la tv e facci un salto!

  7. pierone2 ottobre 12, 2010 a 10:45 am #

    ahi ahi ahi ananasso…informati prima di dire cose non vere…
    si rischia di perdere credibilità…credibilità? dai scherzo quando mai!

    • ananasblog ottobre 12, 2010 a 11:01 am #

      >ahi ahi ahi ananasso…informati prima di dire cose non vere…
      >si rischia di perdere credibilità…credibilità? dai scherzo quando mai!
      Appunto 😉

    • ananasblog ottobre 12, 2010 a 11:04 am #

      Pierone 2, dovrei corchiare di mazzate chi me l’ha detto, ma va bene così…

      • Un lettore ottobre 12, 2010 a 5:00 PM #

        Secondo me non va bene.
        Così passi per quello che “pur di scrivere male di…” si inventa o gonfia le notizie.
        Come spesso capita da queste parti, secondo me.

        • ananasblog ottobre 12, 2010 a 6:20 PM #

          >Secondo me non va bene.
          >Così passi per quello che “pur di scrivere male di…” si inventa o gonfia le notizie.
          >Come spesso capita da queste parti, secondo me.
          Lettore, ciao, è giusto che ognuno si faccia la sua opinione sui contenuti del blog.
          C’è un vantaggio non indifferente: arrivando per primi non c’è neanche un paragone possibile con altri. Il campionato con un solo iscritto non si gioca neppure, si assegna il titolo direttamente, anche se la squadra è scarsa.
          Tutti i settori del mondo dello spettacolo e della tv sono stati analizzati, investigati, criticati dai mezzi di informazione in modo massiccio, approfondito, spesso aggressivo. Solo la comicità è andata avanti nel totale silenzio, con pratiche spesso bizzarre, di iper sfruttamento, punitive, eccetera eccetera per un numero notevole di anni.
          Il blog ha messo un faro a illuminare un’area rimasta all’oscuro.
          L’abbiamo fatto per primi. Soprattutto l’abbiamo fatto.
          Se qualcuno riuscisse a puntare dei fari più efficaci, riconosceremmo la sua tecnica superiore.
          E’ un po’ strano, oh fedele lettore, prendere lezioni da chi ha fatto di tutto per tenere tutti gli interruttori spenti…
          L’Amministratore

        • AAA ottobre 12, 2010 a 6:40 PM #

          Ma che strana gente siete, apeena uno erra o non scrive qualcosa che corrisponde al vostro senso del vero …. subito a criticare o lanciare illazioni atte a screditare.
          Ma appena pongono delle domande, NESSUNO che si sbilanci a dare risposte.
          SIETE PROPRIO STRANI!

          • Un lettore ottobre 15, 2010 a 10:55 am #

            Qual era la domanda?

  8. Vincenzo Albano ottobre 12, 2010 a 10:19 am #

    Ciao, sono Vincenzo dei MENSANA e anche io…(vedi Ciccio Rigoli).
    Questo post è frutto di una conoscenza molto limitata della situazione ATTUALE del cabaret milanese.
    Io ho avuto l’occasione di vedere l’amministratore di questo blog(che seguo e mi trova d’accordo su alcuni post) solo ad una registrazione per Central, e non alle miriadi di serate di laboratorio milanesi tanto denigrate, al punto di non conoscerne i comici che vi partecipano.
    Su Paolo e Didi non voglio aggiungere altro che sia stato già detto già da Ciccio ed il Ge.
    La tv non è sempre lo specchio della realtà. Fortunatamente.
    Con immutata stima,

    Vincenzo

    • ananasblog ottobre 12, 2010 a 10:58 am #

      >Ciao, sono Vincenzo dei MENSANA e anche io…(vedi Ciccio Rigoli).
      Vincenzo e Ciccio ciao, diciamo che le lamentele sul cabaret milanese sono simili a quelle del laboratorio veneto che sono simili a quelle di… (non anticipiamo, ma è così in tutta Italia).
      Le smentite vanno bene, ce ne fossero! Avevo chiesto a un loro amico intimo (dei Martelli Frax) e mi aveva confermato che il duo non c’era più.
      Poi, del tentativo di dividerli, attuato presso un laboratorio Zelig ho raccolto la testimonianza diretta (magari era uno sfogo temporaneo).
      Il blog sta diventando uno spazio pubblico in cui la gente esprime anche critiche pesanti con nome e cognome. Quindi ben vengano quelle sul presunto tritacarne, sulle presunte spremute di sangue…
      MENSANA, ALCUNE CONSIDERAZIONI:
      Forse mi sono perso alcune serate di laboratorio milanese, ma il problema è che Milano è desertificata sul lavoro live: mentre i milanesi staccano 80 milioni di euro l’anno per andare a teatro, il cabaret pagato è quasi estinto (anche nel tempio di viale Monza che pare abbia avuto una flessione di qualche centinaia di migliaia di euro).
      Ora, voi comici, dovreste rendervi conto di tre cose che sono brutali e inequivocabili:
      1) la crisi del live è il vero problema, il tumore che affligge l’ambiente.
      2) l’ondata di laboratori ha contribuito a mandare in coma il live.
      3) la televisione restituisce sempre meno (in modo dra mmatico)
      Questo è…
      L’Amministratore

  9. Ciccio Rigoli ottobre 12, 2010 a 9:06 am #

    Ciao, sono Ciccio dei Mensana, altro duo di cabaret attualmente nel “tritacarne”, protagonista delle “spremute di sangue” e della “strategia dell’ansia” e delle tante definizioni lanciate da questo blog col quale talvolta convengo ma dal quale molto più spesso dissento.
    Sono contento che Germano abbia già commentato e precisato in maniera encomiabile, perché altrimenti l’avrei fatto io. Il definire i Martelli Frax divisi implica una scarsa conoscenza della scena milanese, o quantomeno di una delle realtà più interessanti, ovvero il Cicco. I Martelli inoltre sono spesso protagonisti di serate in giro per la Lombardia e oltre, con mia somma gioia ho avuto l’occasione di dividere il palco con loro.
    Poi non capisco l’astio di Andrea verso chi ha un altro lavoro di giorno oltre al comico, ma tant’è, ognuno può lamentarsi come vuole.
    Tante belle cose.
    Ciccio

  10. germano lanzoni ottobre 12, 2010 a 8:54 am #

    Ciao sono ge, amico e collega dei martelli, quello che hai scritto di loro è vero in parte
    cioè è vero che sono una forza comica , è vero che Paolo fa ridere, l unica cosa non vera è che si sono divisi. Continuano a fare spettacoli insieme, la tv non è l unico o il più importante luogo dove facciamo spettacolo è uno forse dei più pagati forse, io non la faccio per cui non so, però non dobbiamo applicare la formula non sei in tv non esisti , gli artisti esistono quando si manifestano, in più Didi e Paolo prima di essere a mio avviso 2 grandi artisti sono e sottoscrivo due grandi uomini, li vivo da quasi 10 anni tra scaaldasole e democomica.. le due realtà comiche più interessanti degli ultimi 15 anni
    non so se sei di Milano ..esistono luoghi dove il cuore e l anima dei comici vengono protetti e fortificati… I martelli volano ancora in testa alla gente… dal vivo !
    ti aspettiamo al cicco simonetta tutti i martedi a milano …..
    hasta la risata siempre
    il ge

    • ananasblog ottobre 12, 2010 a 10:42 am #

      >Ciao sono ge, amico e collega dei martelli
      Ciao Ge, okay, prendiamo atto che sono assieme! Magari spostiamo il tema su una “reunion” in tv…
      L’Amministratore

  11. Andrea ottobre 12, 2010 a 8:54 am #

    “hanno anche un lavoro serio, di giorno”

    “hanno anche un lavoro serio, di giorno” ?!?!?

    ma vaff!!!
    anche io, che faccio il comico di mestiere, ho un lavoro SERIO, di sera quando salgo sul palco, di giorno quando faccio le prove, la mattina quando prendo il telefono in mano per proporre gli spettacoli…

    Qua ci si lamenta del fatto che gli artisti non sono tutelati, e poi…

    • ananasblog ottobre 12, 2010 a 10:40 am #

      >hanno anche un lavoro serio, di giorno”
      >“hanno anche un lavoro serio, di giorno” ?!?!?
      >ma vaff!!!
      Andrea, era ironico l’accenno al lavoro serio!!! Quello dell’attore è il più serio del mondo…
      L’Aministratore

      • Top Gum ottobre 12, 2010 a 11:08 am #

        Dipende da come si vede la scala dei lavori.

        Operaio/impiegato = Normale
        Libero professionista = Serio
        Attore/artista = Serissimo
        Politico = Mantenuto

        Vedrete che le affermazioni cambierebbero.

        Effettivamente la televisione non è la realtà.

        Quello che non riesco a capire è che se Didi da solo è meglio o peggio che in coppia?
        Il fare serate in coppia significa che da solo non le riuscirebbe a sostenere?!

        Non sarebbe meglio farli lavorare assieme, in maniera tale di vedere la complicità dei due soggetti sulla scena e quindi poter vendere lo spettacolo del DUO. (ex trio se non sbaglio)

        Quindi la tv e gli autori migliorano o peggiorano?

        CERCATE DI ESSERE COSTRUTTIVI NEI COMMENTI PER FAVORE.

        Ci sono persone che vi leggono e si appassionano sia nel leggervi che nel vedervi esibire su di un palco.
        Rispettateli perché sono quelli che pagano il biglietto

      • Andrea ottobre 12, 2010 a 11:10 am #

        ok, non avevo colto l’ironia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: