La versione di Matteo Marini su Zelig Off

23 Ott

Ci è arrivata la precisazione di Matteo Marini sul tema sollevato dalla puntata di Zelig Off del 20 ottobre 2010. La pubblichiamo subito. (Redazione di Ananas Blog)

Ho notato che la mia vicenda ha alzato un bel vespaio e ci tengo molto a precisare alcuni punti.

Per cominciare voglio dire che le somiglianze tra il mio personaggio e quello interpretato da Cinelli su Zelig Off dello scorso mercoledì sono, a mio parere, decisamente palesi.

Nel secondo anno del laboratorio Zelig di Rimini, oltretutto, il mio personaggio parlava in dialetto umbro stretto, esattamente come il calciatore Gioacchino, ho anche dei filmati che lo provano.

Detto questo vorrei puntualizzare che non è assolutamente mio interesse buttare fango su colleghi o sul programma Zelig in quanto tale, perché se avessi frequentato i laboratori di Colorado e la stessa cosa fosse accaduta in quel programma o su un qualsiasi programma della rai, non sarebbe cambiato niente.

Io sono decisamente arrabbiato perché dopo anni di lavoro vedo improvvisamente la copia del mio personaggio andare in onda su Zelig Off, dopo che io, da diverso tempo, ci sto lavorando proprio all’interno dei laboratori Zelig.

Se i Boiler Project non avevano mai visto prima il mio personaggio, c’è il caso che qualcuno glielo abbia suggerito, fingendo di inventarlo di sana pianta e in ogni caso, e questo secondo me è il punto fondamentale, chi di dovere doveva intervenire e far presente che esisteva già qualcuno che stava rappresentando da anni un personaggio troppo simile a quello, come risulta evidente anche dalle riprese delle serate dei laboratori che dovrebbero essere viste dagli autori.

Se le nostre idee non sono tutelate dall’interno, allora mi viene da pensare….noi nei laboratori che cosa ci stiamo a fare?

Vi ringrazio se vorrete pubblicare questo commento come mio chiarimento personale in mezzo a tutto il polverone

 Matteo Marini

30 Risposte a “La versione di Matteo Marini su Zelig Off”

  1. Aldo ottobre 25, 2010 a 2:39 PM #

    Pierone, forse certe volte faresti meglio a guardare un po di piu la televisione la domenica e scrivere meno stupidaggini. Come possono i comici farsi le ossa in questo modo? Sono d’ accordo anch’io, qui si stanno prendendo fischi per fiaschi, ma vista la reazione di Matteo e’ impensabile che adesso lui possa continuare la sua esperienza nel Lab di Rimini. Se lui salisse ancora su quel palco, vorrebbe dire diventare complice di un sistema che lui stesso ha criticato nelle piu’ importanti testate locali. La coerenza a questo punto cosa impone? Passare al lato oscuro e perorare la causa di Ananass blog o andare avanti e portare tutti gli scontrini delle rusichelle per farsi almeno rimborsare le spese sostenute inutilmente in questi anni? Cordialità.

    • Adam ottobre 25, 2010 a 10:57 PM #

      Già, cosa farà ora Matteo?

  2. ananasblog ottobre 25, 2010 a 8:56 am #

    AGGIORNAMENTO:
    Sono rimasto stupito guardando sulle mappe quanto siano vicine Spoleto (paese di Gianni Cinelli) e Terni (Paese di Matteo Marini). Si tratta di uno “scherzo del destino” ben congegnato!
    Inoltre: Matteo Marini si è accollato le trasferte Terni-Rimini e l’inferno della E-45 per due anni? Bisognerebbe calcolare quanto gli è costato…
    La cosa, come ci è stata segnalata da un lettore, sta interessando anche gli organi di informazione locali.
    La discussione sul caso Marini ha portato a quasi 3.000 contatti in 3 giorni. Verrà ripresa presto anche perché abbiamo cercato di chiedere alcune precisazioni a Bananas. La cosa insomma non finisce qui.
    Il dibattito sul blog è stato molto valido. Sono stati citati Pericle, G B Shaw, Buster Keaton, i Fratelli Marx… Inoltre ha avuto il merito di stemperare i toni, data la reazione iniziale emotiva (che non è partita da qui) data da una comprensibile incazzatura.
    Ananas Blog ha aiutato a incanalare e visualizzare il tema: la “copia” è avvenuta nell’ambito Zelig, senza consultare matteo, a sua insaputa, ignorando il suo lavoro, questo è il vero scandalo.
    Alla prossima.
    L’Amministratore

  3. Pierone ottobre 24, 2010 a 2:13 PM #

    mi inserisco solo ora nel dibattito perché penso che prima di urlare “merda” “ladro” o “copione” ci si debba documentare. Fatto.
    devo dire che sinceramente vedo poche similitudini tra il personaggio di Marini e quello di cinelli, ( due tipi di comicità diversi) mentre devo dire la contesa si fa notevole tra il marini e Ubaldo pantani di quelli che il calcio della domenica pomeriggio. Forse non tutti hanno il decoder per il digitale terrestre ma credetemi tra i due ci sono molte similitudini. Entrambi hanno dietro di loro il pannello sponsor, entrambi hanno un nome italo americano ( bazzuccone john e mark pettinato), la comicità di entrambi si basa solo sulla cialtroneria del calciatore mentre nel pezzo di cinelli hanno molta importanza le domande dei giornalisti.
    Detto questo..chi prima dei due italo americani?..chi ha preso da chi?..da che parte sta la paternità? La vittima si trasforma in imputato?
    Forse qualcuno scopre semplicemente di non essere così unico e geniale e che ci sono altri che, in totale buona fede, hanno avuto un’idea sullo stesso argomento, peraltro poco conosciuto come il calcio ed i calciatori.
    prima di urlare allo scandalo meglio riflettere.
    lo sbaglio è di chi istiga gli altri per interessi propri.
    ananasso lascia che i ragazzi si facciano le ossa , lavorino sereni, crescano e si dimentichino di te.

    • Top Gum ottobre 24, 2010 a 3:48 PM #

      Secondo me tra due puntate ci saranno Andrea Gioacchino e John Bazzucone seduti assieme al tavolo dei Boiler Project.
      Così mettono a posto tutto.

    • Shortcut ottobre 24, 2010 a 7:22 PM #

      >Pierone

      Credo che gli interessi di questo blog siano molto più alti dei vostri, e quindi mi schiero a favore, non vi è una pubblicità e si esprime un malessere che alcuni più in alto generano.
      dire “Ananasso lascia che i ragazzi si facciano le ossa” è un po’ come dire lascia che lo prendano in quel posto ….. che te frega!
      aggiungere che ” lavorino sereni, crescano e si dimentichino di te” ….lasciami dire, si lavora e si cresce meglio senza situazioni del genere ….

      Questo blog ha chiesto chiarezza sul fatto che tutto è successo dentro le mura di Zelig Off, Matteo Marini credeva in zelig non in un’altra trasmissione….. ma voi come al solito fingete che la cosa non sia importante.

      Poi se si parla ad un livello più alto, cioè a tutto quello da te sopracitato per il personaggio, mi trovi pienamente d’accordo con te.

      Aggiungo questo link a confermare che anche altri si stanno interessando alla faccenda e quindi un comportamento più corretto nei confronti di quelli che credono in un progetto sia doverosa.

      ( http://www.terninrete.it/headlines/articolo_view.asp?ARTICOLO_ID=252542 )

  4. Rephil ottobre 24, 2010 a 12:55 PM #

    A proposito, che ve ne pare di questo?


    Entrambi hanno ‘Don’ nel nome ed entrambi si richiamano a una generica immensità e, in due tre punti dei video, hanno delle espressioni facciali alquanto simili… Secondo me è molto probabile persino che si conoscano, essendo entrambi musicisti, insomma… non voglio accusare nessuno, ma…

    • Shortcut ottobre 24, 2010 a 1:41 PM #

      Rephil …… carina come associazione.
      Fammi capire se vuoi far pubblicità ad uno o all’altro?

      • Rephil ottobre 24, 2010 a 1:47 PM #

        Era così, per sfumare il clima…

        • Shortcut ottobre 24, 2010 a 2:02 PM #

          Speravo fossi Don Bachi, peccato. 😉

  5. Uno vale l'altro ottobre 23, 2010 a 6:32 PM #

    Quanto buonismo!
    Qualcuno vuole dire che l’argomento “calcio” è uno dei più inflazionati in Italia? E che forse fanno più ridere i calciatori veri delle loro parodie?
    Avessero fatto entrambi il personaggio del coltivatore di kiwi, svizzero, con un nasone buffo ei piedi piatti, l’avrei potuto capire, ma il calciatore no! Il calciatore no!
    Il calciatore? NO!

    • Claudio Masiero ottobre 23, 2010 a 7:13 PM #

      Uno vale l’altro sono d’accordo con te, hai toccato un tasto che nessuno ha valutato.
      Creare un personaggio è ben differente che fare una parodia.

      Sono uno di quelli che non frequenta i laboratori, e non conosco quali siano organizzati e le sfaccettature agli Zelig on the road, Matteo credo faccia bene a chiedere spiegazioni.

      Claudio Masiero

    • emanuele ottobre 23, 2010 a 9:07 PM #

      Sbaglio o di solito si ironizza proprio sugli aspetti della vita di tutti i giorni? Su ciò che è popolare?
      Gli snob che prendono di mira i falegnami del Kazakistan non mi sembra facciano mai troppa strada!
      Credo anche un’altra cosa, il Sig. Marini dovrebbe essere lusingato di tutte queste attenzioni.
      Di solito vengono copiati gli artisti famosi, lui lo è stato da emergente, mi sembra un ottimo inizio.

      • Uno vale l'altro ottobre 23, 2010 a 9:55 PM #

        Qui non si tratta di plagio, ma si tratta di un argomento (il calcio) sotto gli occhi di tutti,che ha ispirato un personaggio (il calciatore) che viene proposto da anni. Non dimentichiamo che lo stesso Totti o Gattuso ci “mangiano” con questa storia.
        Quando un’idea la hanno in molti, forse poi non è così originale quanto si crede.
        Bisogna solo interrogarsi sull’onestà degli autori che hanno permesso che “Bazzucone” (si pretende ancora che si faccia ridere con il nome!) andasse avanti con il personaggio.

        Ps:
        Bella l’idea del falegname del Kazakistan!

        • Aldo ottobre 25, 2010 a 4:14 PM #

          Non e’ una bella idea, altrimenti dicono che hai plagiato Borat..

  6. Topojoe ottobre 23, 2010 a 4:50 PM #

    Buster Keaton diceva
    ” se mi rubano un’idea non mi preoccupo perchè se ne ho avuta una buona ne avro’ sicuramente un’altra ancora migliore”

    • Adam ottobre 23, 2010 a 7:22 PM #

      “Se guardiamo un pezzo di legno perfettamente diritto, immerso nell’acqua, ci sembra curvo e spezzato. Non ha importanza che cosa guardi, ma come guardi: la nostra mente si ottenebra nello scrutare la verità.” (Seneca)
      Buon Natale

    • Maurizio Giuntoni ottobre 24, 2010 a 6:00 PM #

      Questo non esclude che Buster Keaton fosse un pò incavolato con chi gli aveva rubato l’idea e ciò non toglie che anche G.B.Shaw avesse ragione quando diceva: “com’è comica la verità”.

  7. Torre Pedrera ottobre 23, 2010 a 4:49 PM #

    Mariuccio,sei “arrivato lungo” come si dice in gergo. La polemica è iniziata sul web e poi è finita su AnanasBlog. Si vede che non hai seguito gli sviluppi altrimenti non dicevi che Matteo fa i copia e incolla (e altre stupidaggini)

  8. lino banfi ottobre 23, 2010 a 4:30 PM #

    …..ma chi à sbaliàto?!
    paliùca?!

  9. Un lettore ottobre 23, 2010 a 3:25 PM #

    Caro Matteo il “format” (come è stato chiamato sul blog) del pezzo in questione non è “il calciatore” ma è “la conferenza stampa”. Se hai visto gli altri sketch noterai che il protagonista della conferenza cambia sempre (un politico, un autore di libri). Cinelli parla così perchè è nativo di Spoleto, che mi risulta essere ad una trentina di chilometri da Terni. Questo per fugare ogni dubbio sulla buona fede di Cinelli (tanto più che il testo e il senso dello sketch sono ben diversi).
    Invece vedo che non te la sei presa con Ubaldo Pantani.

    Questo solo perchè non ha l’accento come il tuo?

  10. Shortcut ottobre 23, 2010 a 11:18 am #

    Aldo … curati!

    • Mariuccio ottobre 23, 2010 a 11:27 am #

      E una volta curatosi potrà parlare con dei ‘savi’ come voi, sperando che gli si risponda con argomenti e non con inviti alla terapia?
      La lettera di Matteo è assolutamente inutile, perchè sembra suggerita sintatticamente, linguisticamente e persino nell’uso e nell’ordine dei termini, dai proclami dei post di ananasso. Ci sarebbero interi copia e incolla che ognuno può riscontrare. Questo si, è un plagio, per quanto consapevole, ma che va a scapito di una freschezza e di una sincerità individuale che sarebbe apprezzata.

      • Shortcut ottobre 23, 2010 a 11:46 am #

        >Mariuccio
        Sinceramente non mi viene in tasca nulla se sia stato imbeccato o plagiato, di certo è EDUCATAMENTE PACATA.
        Mentre i vostri commenti atti a screditare e mininizzare sembra quelli di una setta che vuole schernire invece che fare chiarezza o semplicemente chiedere scusa ed ammenttere la loro poca saggezza nel gestire le persone.
        Usate toni intimidatori da Ghestapo curatevi che è meglio, state perdendo il lume della ragione.
        Sapete che giuridicamente non potete esssere toccati e quindi continuate sulla vostra strada, a testa alta e con il mento in fuori.

        • Mariuccio ottobre 23, 2010 a 12:09 PM #

          Ti garantisco che non tutti i commenti che non vi piacciono sono attribuibili a persone corrotte dalla macchina e protette giuridicamente da non so cosa. Alcuni leggono e si fanno un’idea e commentano. I toni intimidatori a mio avviso sono i vostri, ma più che himmler mi ricordano bossi e le sue doppiette.

          • Shortcut ottobre 23, 2010 a 3:16 PM #

            AH! AH! AH!

            Non siamo tanto dissimili sai…sempre a scornarci, sempre noi, due lati della forza, uno sul lato oscuro e l’altro sul lato oschiaro.
            Buona domenica

      • Matteo Marini ottobre 23, 2010 a 4:19 PM #

        Caro Mariuccio mi sembra che tu pesi poco le parole nell’esprimere la tua opinione definendo la mia lettera pilotata.
        quella lettera l’ho scritta proprio per chiarire EDUCATAMENTE dei concetti.
        l’ho scritta proprio per evitare che la mia vicenda sia un mezzo per scatenare discussioni che vanno oltre e che a me non interessano.
        invece tu hai preso spunto proprio per iniziare una di quelle discussioni.
        io, come ho scritto nella lettera gradirei semplicemente avere delle spiegazioni coerenti che finora non mi sono state date.
        io porto avanti con estremo piacere e con sacrifici il mio personaggio da molto tempo all’interno del laboratorio zelig e quando mercoledì sera ho visto il calciatore Gioacchino sono rimasto molto poco contento.
        non confondere l’educazione con una qualche forma di strumentalizzazione da parte di qualcuno perchè per fortuna riesco ad elaborare pensieri ed idea da solo, anche belle…come quella del calciatore
        saluti

        • Andrea ottobre 23, 2010 a 4:29 PM #

          Matteo ciao, cosa dice l’autore del laboratorio che frequenti? L’hai sentito? Credo che la sua opinione sia imprescindibile, per proseguire nel discorso

  11. Aldo ottobre 23, 2010 a 11:09 am #

    “Detto questo vorrei puntualizzare che non è assolutamente mio interesse buttare fango su colleghi o sul programma Zelig..” e’ vero, bisogna sottolineare che i toni della polemica sono sempre stati pacati, anche sul tuo profilo facebook, come sottolineato già da altri su altri post.. Detto ciò, desolato per la questione. Rimango dell’idea che parlare di plagio sia un azzardo, ma ormai il simpatico blog pasteggia con quello che rimane nel frigo. Non penso che nel caotico mondo del cabaret li tuo personaggio sia stato “televisivamente bruciato”. Se funziona, interessa. Per quanto riguarda l”operazione trasparenza”, preferirei non commentare. Secondo me farebbero bene a rispondere il giorno in cui la censura finirà su questo luogo di informazione a senso unico.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Cosa interessa ai lettori del blog? « - gennaio 7, 2011

    […] visto fare un pezzo similare a quello che portava da 2 anni al laboratorio Zelig di Rimini. Anche La versione di Matteo Marini su Zelig Off ha raggiunto i 711 […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: