Zelig a 5.7 milioni di telespettatori

12 Feb

Ieri sera Zelig ha realizzato 5.7 milioni di telespettatori (Top Gum ci ha azzeccato), in leggero calo rispetto a settimana scorsa e al boom delle prime puntate (per i dati completi guarda tvblog). Si tratta comunque di cifre da capogiro rispetto alla crisi attuale.

La Cortellesi è regredita, quasi sempre impacciata a parte quando canta. Faccia buffa e occhi sgranati a manetta (a fine registrazione sarà coi lineamenti indolenziti) PS: articolo di Aldo Grasso sull’argomento.

Ieri il turn over selvaggio ha fatto registrare uno dei punti più bassi. Sembrava una puntata di fine stagione: monologhi vintage sulla telefonata con la musichetta in sottofondo e la voce registrata, sul fratello maggiore che ti passa i vestiti smessi, sui regali che ti fanno gli uomini. Lastrico si è buttato in endecasillabi su una crisi intestinale. Il Duo Idea sui Pooh da bambini.

Tenete presente che questo è il meglio della comicità italiana, in regime di quasi totale monopolio, distillato da centinaia di comici, per 25.000 ore di lavoro gratuito l’anno, per anni e anni.

Sono entrati in scena Antonio Ornano, Cirilli, Fullin (in promoziona sul suo libro). Sarà durissima arrivare in fondo alle 12 puntate. Tutto già visto, già sentito, ripetuto. Gl scontenti saranno tantissimi, quasi tutto il cast ne uscirà insicuro e destabilizzato (missione compiuta nell’ottica zelighiana: rendere la gente instabile).

C’è stato un gesto minimo di coraggio: Paola Cortellesi e Debora Villa hanno invitato ad aderire alla manifestazione “Se non ora quando?” di domenica 13 (vedi sito) che nasce come reazione allo scandalo Ruby. La spiegazione è stata timida, allusiva.

Zelig ha comunque battuto un colpo sull’attualità. Ma non potevano certo affermare che l’iniziativa va anche contro chi gli sgancia (tramite Mediaset) più di un milione di euro a puntata e che garantisce 65.000 euro a puntata alla Cortellesi, e che produce (tramite Medusa) il film Femmine contro maschi che Claudio Bisio non perde occasione di promuovere ogni settimana… e che garantisce a Ficarra e Picone ogni anno un’intera stagione primaverile su Striscia la Notizia.

La Redazione di Ananas Blog (è un lavoro pulito, ma qualcuno lo deve fare)

9 Risposte a “Zelig a 5.7 milioni di telespettatori”

  1. Giuseppe febbraio 14, 2011 a 1:21 am #

    Tutti e due certo, Bisio e Cortellesi. Fa schifo pure vedere la Mannino presentare alla manifestazione “Se non ora, quando?” a Milano, sapendo benissimo che sta sputando nel piatto dove mangia. Ma la colpa è soprattutto a chi le dà queste opportunità.

  2. Angelo Visconti febbraio 13, 2011 a 11:38 PM #

    Va bene prendersela con la Cortellesi per il cachet ma Bisio prende se non sbaglio il doppio e con il pugno alzato saluta entrando negli studi,

  3. Top Gum febbraio 12, 2011 a 6:59 PM #

    Lo dico subito o lo dico venerdì prossimo …. venerdì prossimo.

  4. Giuseppe febbraio 12, 2011 a 12:23 PM #

    Dico che la Cortellesi per quello che fa è uno sputo in faccia ai milioni di lavoratori precari, di operai che ogni giorno rischiano il posto di lavoro, di pensionati da 400 euro al mese. La fiat se ne va in America e questi ridono e scherzano con cazzate pagati dagli sponsor che poi rincarano i prodotti e ce lo mettono a noi nel di dietro. Ficarra e Picone con l’ultimo pezzo sulla dormita di Berlusconi ai bunga binga lo fanno risultare pure simpatico e bonaccione. Ma è la linea che si è ripromessa mediaset di riabilitazione mediatica del premier. Allora non dicano di essere di sinistra sti servi.

    • ananasblog febbraio 12, 2011 a 3:08 PM #

      >Ficarra e Picone con l’ultimo pezzo sulla dormita di Berlusconi ai bunga binga lo fanno risultare pure simpatico e bonaccione.

      Giuseppe, non lo volevo dire ma è stata una pagina poco edificante: in effetti nel pezzo di Ficarra e Picone Berlusconi è un tenerone che si addormenta alle feste senza aver fatto sesso. Tutto il pezzo era contro il bersaglio più debole: Emilio Fede, giocatore d’azzardo, infido, avido, traditore.
      L’A

      • Giuseppe febbraio 12, 2011 a 9:59 PM #

        A questo punto il Drive In aveva più stile e manco pugnette mentali.

  5. Top Gum febbraio 12, 2011 a 11:41 am #

    Se azzeccavo il superenalotto avrei preferito.
    Sono sinceramente dispiaciuto del calo, ma la verità è che è quasi inguardabile quest’anno.

    • giovanni febbraio 12, 2011 a 7:02 PM #

      ah ah ah e ci credo!
      Diciamo anche che sta al primo posto perchè gli altri canali praticamente non passano nulla di decente? O meglio, c’è mai qualcosa di decente in tv?
      Voglio il pronostico per venerdi’ prossimo……ma non c’è sanremo? Si prevedono cali paurosi?

      • Top Gum febbraio 13, 2011 a 12:24 PM #

        Effettivamente uno controprogrammazione ci vorrebbe, Zelig sembra l’esercito di Napoleone.
        Spesso conquistava senza combattere.
        Mi diverte contrapporlo a “La Corrida”, per una buona parte i cabarettisti non sono dei professionisti, e alla Corrida sono dei “dilettanti allo sbaraglio”, che sia così anche per i comici?

        Sanremo abbasserà di molto gli ascolti di Zelig, credo andranno a 4,3 massimo 4,6 milioni. Mentre dopo Sanremo ritorneranno ad uno splendore intorno ai 5 milioni lo manterranno. Mentre La Corrida incrementerà, dopo Sanremo e si consoliderà programma comico dell’anno.

        per le notizie di fantacabaret è tutto.

        Top Gum il Paolo Fox della comicità astrale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: