per Zelig un buonissimo “5.946.000 spettatori”

26 Feb

BisioCortellesi

ieri sera Zelig è risalito notevolmente, con 5.946.000 spettatori (24% di share). Contro c’era una versione special (e un po’ tristina) de L’Eredità condotta da Carlo Conti, che aveva sostituito lo speciale Sanremo, con Paola Perego e Francesco Facchinetti (non andato in onda per le note diatribe tra il manger Lucio Presta e Rai 1).

Qualcuno immagina una coppia peggiore di Facchinetti/Perego? Quasi meglio Pupo/Emanuele Filiberto. Be’, no, non esageriamo!

Manca il “live blogging” sulla puntata. Dicono che ci sia stato l’esordio stagionale di Zuzzurro & Gaspare e che Leonardo Manera sia tornato al cinema polacco con Caludia Penoni (tra un po’ rifarà Energia Pura…). Risulta un pezzo non male di Ficarra & Picone sulla riscrittura dei 10 comandamenti,  di cui però i media online non stanno dando notizia notizia (vuol dire che non ha fatto scalpore).

Sembrerebbero scomparse anche le imitazioni di Paola Cortellesi.  In questo momento la brava Paola potrebbe essere in qualche trasmissione di sinistra (tipo Parla con me) a scatenarsi con l’imitazione della Santanché e di altre passionarie berlusconiane. Certo più povera… magari è stata sottratta alla concorrenza anche per questo.

Katia & Valeria? Brignano? I delusi che aspettano una puntata di contentino? Boh…

Ananas Blog

34 Risposte to “per Zelig un buonissimo “5.946.000 spettatori””

  1. Francy marzo 1, 2011 a 6:12 pm #

    ” i media on line non ne stanno dando notizia”
    Come vedi il fatto quotidiano di oggi martedì 1 marzo pubblica il testo integrale. Onore che era toccato solo a benigni
    A proposito del tuo non male!

  2. giovanni febbraio 27, 2011 a 12:35 pm #

    Noooo mi spiace tantissimo per il pendolino, non fare cosi’! Mentre non ho ancora capito se chi amministra il blog critica Zelig ma poi siccome forse ci campa anche lui è compiaciuto se si alzano gli ascolti….istiga alla satira feroce verso questo governo e poi critica chi la fa,beh ma che è? Il mio pensiero l’ho detto e l’ultima volta è rimasto nel nulla :
    “Ma scusate ci rendiamo conto che è come se si fosse chiesto al Drive in di fare satira su Andreotti!!! Zelig, Ficarra e Picone (li trovo grandi nelle cose nazional-popolari,piu’ semplici e non è denigratorio) non hanno neanche le menti fare certa satira, il problema semmai è che c’è anche un livello di comicità “pulita” e originale bassissimo ma a che serve porre sempre la questione della satira??!! Guardate Parla con me e iniziate a usare il telecomando come il voto politico,CAMBIATE CANALE! Oltretutto mediaset è l’unica che riesce a farsi concorrenza inflazionandosi sul web in ogniddove!”
    Forse che sono andato giu’ pensante richiamando alla coerenza? Inviterei anche a separare internet con il vero valore dei comici, perchè come avevo già accennato non è youtube o i contatti dei video a misurare il valore di un comico,anzi piu’ sei volgare e scontato e piu’ i ragazzini ti seguono, se fai satira o discorsi un po’ al di sopra della banalità non ti si fila sul web, ma chi se ne frega! Le novità hanno certamente piu’ seguito,ovvio tra amici, parenti e la curiosità vengono piu’ cliccati dei comici consolidati e sempre “onesti” come Gnocchi o Cevoli ma finiti i tormentoni? Spero che continuino a lavorare davvero quelli che meritano!
    Piaciuto ricordare Parla con me e vorrei che si parlasse anche di CENTRAL STATION 3edizione, non se ne puo’ piu’ di questo zelig! Troppa pubblicità quando già si è detto piu’ volte del monopolio, ma spostare i riflettori sulle numerose attività ed eventi in giro per l’Itali no eh?

    • Anonimo Milanese febbraio 27, 2011 a 1:43 pm #

      @Giovanni
      Evidentemente non sei al corrente che Central Station 3 è stato usurpato, invaso, spodestato, colonizzato dagli autori di Zelig. Central Station era un programma low cost, di nicchia, laboratoriale, ma rappresentava un’oasi di libertà espressiva, un luogo di sperimentazione, un progetto orientato verso il rischio sia autorale che contenutistico. Proprio per questo il sistema monopolistico di Zelig lo ha dovuto fagocitare: per non averlo come concorrente (non parlo certo di audience né di investimenti finanziari, ma di intenti e onestà professionale). Evidentemente i produttori di Central Station, cedendo il format a Zelig, avranno avuto il loro tornaconto. Buona giornata, nonostante tutto.

      • ananasblog febbraio 27, 2011 a 2:16 pm #

        >Evidentemente non sei al corrente che Central Station 3 è stato usurpato, invaso, spodestato, colonizzato dagli autori di Zelig

        Anonimo Milanese, puoi citare i nomi dei presunti autori zelighiani? Non ci sono più Skizzo e Boin e Fatechi? C’è Banans in coproduzione? Il cast comprende artisti Bananas? Altrimenti dici cose non documentate. In realtà Central Station è sempre stato un laboratorio per Colorado (quindi poco indipendente), coi soldi di Telecom Italia Media (questo sarebbe il vero scandalo).
        L’A

        • Anonimo Milanese febbraio 28, 2011 a 1:07 am #

          Sapete perfettamente che a Central Station 3 è rimasto solo Skizzo. Gli altri autori insediati sono rigorosamente zelighiani, così come i cabarettisti (Luca Klobas non appartiene forse a Bananas?), tranne un paio che avevano già partecipato alle edizioni precedenti.
          Fino all’anno scorso gli autori di Central Station erano gli stessi di Colorado, ma i due programmi hanno sempre viaggiato su binari distinti (a parte qualche travaso).
          Buonanotte!

      • giovanni febbraio 27, 2011 a 6:44 pm #

        Grazie,no non sono uno che ha le mani in pasta,quindi grazie per le informazioni.Concordi con me che allora sarebbe il caso almeno nei blog di avvallare sempre meno il monopolio e dare piu’ spazio e pubblicizzare iniziative sprimentali o di nicchia?
        Saluti.

        • ananasblog febbraio 27, 2011 a 7:42 pm #

          >sarebbe il caso almeno nei blog di avvallare sempre meno il monopolio e dare piu’ spazio e pubblicizzare iniziative sprimentali o di nicchia?
          Si accettano recensioni. Scrivi bene, potresti mandare qualcosa.
          L’A

    • Francy febbraio 27, 2011 a 1:54 pm #

      E arrivato o tabaccaio!!! Ma andate a studiare prima di sparare sentenze!

      • ananasblog febbraio 27, 2011 a 2:09 pm #

        >E arrivato o tabaccaio!!! Ma andate a studiare prima di sparare sentenze!

        Francy, mica per criticare, ti trovo un po’ aggressivo e un po’ intollerante (non ai livelli di *** o di ***** “espulsi” a loro tempo dalla loro stessa aggressività) come mai? Cosa ti rode? Con chi ce l’hai? Per criticare bisogna essere rilassati… Non vorrei semplificare, ma dall’atteggiamento sembri a) comico di secondo piano frustrato b) autore di secondo piano frustrato. Magari mi sbaglio, un saluto, continua a leggerci.
        L’Amministratore

    • Top Gum febbraio 27, 2011 a 4:20 pm #

      A Giovanni

      Grazie per l’appoggio emotivo al pendolino.

  3. Francy febbraio 26, 2011 a 5:07 pm #

    Spesso i pettorine i commentatori di questo sito dimostrano di conoscere la storia dei comici di cui parlano. FIC e PIC hanno sempre sparato grosso ma hanno sempre puntato sulla risata, mai sui comizi. Per tutti andate su youtube e guardate i militanti di sinistra fatti all’ottavo nano o alcuni pezzi a striscia o alcuni pezzi su zelig quando l’allora ministro castelli saltò davanti al parlamento al grido di chi non salta italiano è e loro lo mandarono a quel paese. W FIC e PIC w la Sicilia.

  4. Anonimo febbraio 26, 2011 a 5:02 pm #

    Cosa dovrebbero leggere in questo sito che ritiene un pezzo “magistrale” “ti sputtanerò” ( Luca e Paolo a sanremo) e “non male” il pezzo di ieri sera di ficarra e Picone?
    Evidentemente c’è della prevenzione. Stavolta ananas dovresti metterti tu sui ceci e studiare il pezzo sui dieci comandamenti. O magari essere obiettivo e dire la verità ma naturalmente…tutto ciò che esce da zelig per te è m***a quindi….

    • ananasblog febbraio 26, 2011 a 7:13 pm #

      >Evidentemente c’è della prevenzione. Stavolta ananas dovresti metterti tu sui ceci e studiare il pezzo sui dieci comandamenti

      Guarda, c’è un pezzo pari pari scritto da me e provato al lab del caffeteatro credo un paio di anni fa. Dovrei avere il video. Si trattava di La Famiglia Bernardoni, un format indipendente andato in onda su Italia 1 (“Mai dire Grande Fratello e figli” e lo special “La corta notte dei Bernardoni”).
      La Gialappas una volta aveva commentato che era la tipica famiglia berlusconiana!
      Avevamo provato a farne un adattamento live che poi non è stato portato avanti. In questo caso erano il capofamiglia e sua moglie a cancellare i comandamenti scomodi. Le battute sono praticamente uguali, anche se sicuramente la cosa è casuale.
      C’è un video di una puntata col commento Gialappas su YouTube (http://www.youtube.com/watch?v=sji4l42uD-M).
      Da ricordare l’ottimo risultato di share dello special, alcune battute che sono poesia allo stato puro, e quella calmorosa sull’incesto, andata in prima serata che, curiosamente, era anche quella che faceva più ridere.
      Scusate l’autocelebrazione, ma se mi chiedono che cavolo di stile hai, orgogliosamente gli faccio vedere Bernardoni e basta…
      L’Amministratore Roberto Gavelli

      • Francy febbraio 26, 2011 a 8:09 pm #

        Come al solito scantoni. Ti è impossibile seguire l’italiano. Tu avevi scritto che ficarra e Picone dovevano studiare la satira straordinaria di Luca e Paolo. Ho detto che dovresti studiarla tu stavolta visto che non hai celebrato il pezzo di ieri sera. Che poi tu abbia fatto qualcosa di simile è evidentemente un caso e sopratutto non lo hai riferito a Berlusconi quindi non era satira politica.

        • Vetrio febbraio 26, 2011 a 8:40 pm #

          Ciao Francy, io non ho mai capito dove finisce la satira e dove inizia la cattiveria ed il cattivo gusto.
          Potresti farmi un esempio?

      • Francy febbraio 27, 2011 a 12:19 pm #

        Per correttezza perché non voglio parlare a vanvera come fai tu, ho visto la puntata linkata. Ebbene tu prendi in giro la società mostrandoci una famiglia senza valori e truffatrice, dei 10 comandamenti non c’e traccia assolutamente. Di battute simili non c’e ne sono. L’ unico collegamento con Berlusconi sarebbe un commento della Gialappa’s. Semmai mi sembra il pezzo una sceneggiatura filmata dei pezzi di ficarra e Picone a zelig circus di qualche anno fa e tutti precedenti al 2004 della puntata in oggetto. Dove appunto rappresentavano due siciliani che vivevano senza valori e truffando tutto e tutti, facendo doppi lavori pensioni rubate etc etc. Sorvolo sulla tua recitazione degna di una rappresentazione parrocchiale e la totale assenza di tempi comici degni di questa parola. Invito tutti coloro che leggono questa specie di delirio di un uomo che serba un rancore verso zelig e i suoi protagonisti, a visionare la puntata linkata per capire il delirio di autocelebrazione.
        P.s. Per vetrio
        La satira irride il potere. La volgarità e il cattivo gusto è offendere gratuitamente durante un pezzo qualcuno per proprie convinzioni politiche. Un comico quando è tale è sempre al servizio del popolo e contro il potere chiunque esso sia. Chi vuole fare comizi può anche candidarsi

        • Francy febbraio 27, 2011 a 12:21 pm #

          Inoltre la cattiveria e il cattivo gusto è la parzialità dei giudizi come il nostro ananas proprietario di questa bottega di periferia!

        • ananasblog febbraio 27, 2011 a 2:02 pm #

          >Per correttezza perché non voglio parlare a vanvera come fai
          Ciao Francy, per chiarire: il pezzo sui 10 comandamenti non è andato in onda su Italia 1. Come ho scritto nel commento è stato provato in qualche laboratorio. Però era proprio uguale, compresa la riscrittura dei comandamenti “comodi”. La storia di Bernardoni vale la pena di essere raccontata e a questo punto credo che lo farò, prima o poi.
          L’Amministratore

          • Francy febbraio 27, 2011 a 4:37 pm #

            Dai non farci mancare la storia di Bernardoni la metterò vicino alla lettera di Totò e Peppino. Tra i classici della comicità italiana. Per quanto riguarda il profilo psicologico tu mi sembri entrambe le cose: un comico e un autore frustrato. Ma continui a non rispondere nel merito. Io sono una grande tifosa di FIC e PIC siciliani come me. E tra voi sparate cretinate senza conoscere la storia di FIC e PIC. Dimostrate questa ignoranza quando dimenticate di citare “io mi vergogno di essere fiero” il pezzo su padre Puglisi, i numerosi pezzi di satira sparsi in 10 anni di tv, il pezzo dei pizzini ne “la matassa”. Se l’intento di questo blog e di fare una critica seria bisogna prima documentassi altrimenti siete facilmente attaccabili. Sei tu che dovresti limitare il rancore e l’aggressività inutile cosicché saresti un punto di riferimento(se fossi obiettivo). E non permettere a chi scrive altri commenti di scrivere FIC e PIC non hanno le menti per fare satira, quella è un offesa. E comunque con affetto. A me piacciono le discussioni agonistiche.

            • Vetrio febbraio 27, 2011 a 7:30 pm #

              Grazie Francy

            • Pippo febbraio 27, 2011 a 11:56 pm #

              Visto anch’io il link di questi Bernardoni. Secondo il mio gusto personale è qualcosa di molto lontano dalla comicità, del tutto improduttiva, se non letale, in una logica (dichiarata) di autocelebrazione.

        • antinore wild febbraio 27, 2011 a 7:59 pm #

          francy non ti conosco… non capisco il tuo accanimento come se fossi Gino E michele in persona… però io Bernardoni a Mai dire Goal me lo ricordo e mi faceva molto ridere… l’idea della famiglia truffatrice berlusconiana mi scompisciava dalle risate…
          se posso permettermi… perchè qui mi sa che a pensarla diversamente (in questo caso da te) si prende pugni in faccia di rabbia…

    • ANONIMO VENEZIANO febbraio 27, 2011 a 8:16 pm #

      caro anonimo… ho lavorato a sanremo come autore e credimi: è molto più difficile lavorare in questi programmi eventi dove tutto diventa difficile da citare e toccare (questo non puoi perchè c’è il suo braccio destro tra il pubblico, la religione no perchè abbiamo monsignore cappella… ecc)
      si tratta di eventi mediatici popolari, di forte richiamo e molto nazional-qualunquisti…
      Zelig è sempre stata l’alternativa di sinistra quella che osava… ma che ora, a malincuore, sembra abbia paura di ferire e si autoanestetizza…. ed il bello che potrebbe tranquillamente fare satira più pesante di quella che già fa…

      Per Francy non so chi sei… ma sembri molto di parte… io non ho nulla con FIC & PIC… bravi ragazzi… non li trovo eccezionali, li trovo bravini… interessanti… parli dei loro successi… come tutti hanno fatto anche cose brutte (Nati stanchi era inguardabile)…. però per questo non devono essere denigrati…
      quello che voglio capire è il tuo fanatismo contro tutto e l’amore per loro: o sei un loro autore (e io li conosco bene) oppure una fidanzata…
      baci siciliani

      • Francy febbraio 27, 2011 a 10:33 pm #

        Finalmente un post moderato. La comicità è sicuramente soggettiva quindi mi sta bene che tu li possa trovare bravini…io li trovo eccezionali ma siamo nel campo del gusto. Per me nati stanchi è delizioso. Un film piccolo che ha un idea originale e surreale….ma sono gusti. Giustamente non vanno denigrati. Questo è quello che avvenuto in questo blog e mi sono arrabbiata. Luca e Paolo( che apprezzo e che trovo bravini) ( ma è il mio gusto) avrebbero fatto un pezzo che FIC e PIC avrebbero dovuto guardare sui ceci ( ecco il moderatore ananas) e quando venerdì hanno fatto un pezzo eccezionale sui dieci comandamenti ha scritto non male. Qui non si tratta di gusto ma di mala fede ecco perché ho risposto. Ed ho risposto anche a chi ha scritto che FIC e PIC non hanno la mente per fare satira. Perché non conoscono la loro storia. La loro ( per me) è una comicità sempre intelligente, mai banale da siciliani hanno avuto coraggio ad attaccare la mafia con il pezzo dei pizzini nella matassa ( e questo è oggettivo non si tratta di gusto ).
        La tua moderazione dovrebbe essere il punto di partenza delle discussioni. Il gusto personale dovrebbe essere sempre messo n ben in evidenza e non dare giudizi e pontificare come se fosse l’unto dal signore sulla comicità ( ananas). In lui leggo un astio verso zelig non giustificato. Che poi tutti si possa fare di più è indubbio anche a me tante cose di zelig non piacciono ma non voglio offendere nessuno perché penso che quei comici magari non hanno avuto ancora l’intuizione giusta. Tu scrivi ” anche loro hanno fatto cose non belle”. Non c’è dubbio! Anche Benigni ( che adoro ) ha fatto delle cose non belle come gli ultimiduef film. Molti ricordano la sua satira sinistrorsa ma pochi ricordano che andò a telette alla festa di Mastella. Non proprio da comunista! Ma nessuno ne parla. Perché? È lesamaesta?
        P.s. Non sono fidanzata…sono un poco grande per loro.
        Non sono una loro autrice. A quanto ne so non ne hanno. Hanno degli sceneggiatori che li aiutano nei film.

  5. A. febbraio 26, 2011 a 3:59 pm #

    Di certo i due non hanno tempo da perdere leggendo questo fantastico blog come facciamo noi o come fanno tutti quelli che non hanno un ***** da fare

    • Vetrio febbraio 26, 2011 a 4:50 pm #

      “Di certo i due non hanno tempo da perdere leggendo questo fantastico blog come facciamo noi o come fanno tutti quelli che non hanno un ***** da fare”

      A. non ne sarei così certo, gli artisti negano ma poi sotto sotto il chiacchericcio piace, è il loro nettare quotidiano.
      Se lo ha letto Flavio Oreglio, non vedo perché no, Ficarra e Picone, o chi per loro.

      Ananasblog non è un semidio o un dispensatore di verità, ha le sue lacune, ma può aiutare a riflettere.

      • A. marzo 1, 2011 a 2:01 am #

        Aiuta a ridere credimi!

  6. Vetrio febbraio 26, 2011 a 3:39 pm #

    Potrebbe essere che abbiano alzato il tiro, e quindi ad una satira di livello più alto, non perché non ne fossero capaci anche prima, ma per il semplice fatto che qualcuno glielo abbia fatto notare.

    Bravo ananas blog. quando si suol dire ” CRITICA COSTRUTTIVA”.

  7. Top Gum febbraio 26, 2011 a 11:41 am #

    Io ho bruciato il pendolino.

  8. Francesco febbraio 26, 2011 a 10:02 am #

    Ragazzi stavolta Ficarra e Picone…
    ci hanno smentito (piacevolmente), hanno fatto un pezzo obiettivamente straordinario!
    Satira di altissimo livello, mi sa che hanno trovato la strada giusta.

    ciao

    • Anaconda febbraio 26, 2011 a 10:14 am #

      Verissimo!!! Stavolta niente da dire! bravi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: