Una voce dal coro

9 Apr

 

Un comico lettore del blog ci scrive da quella prima linea che è fatta di sovraffollamento, laboratori, provini, sempre le stesse facce, eccetera eccetera…

Leggo sempre con interesse gli articoli di Ananas. In questi mesi mi sono fatto un’idea però. Secondo me non è Zelig in sé. Secondo me è proprio l’ambiente cabaret che è marcio.
Guarda i concorsi che ti fanno fare 15 semifinali, locali che si inventano laboratori fini a se stessi e si riempiono di cabarettisti. La colpa è nostra. Gli altri sfruttano il momento storico, ma imploderà questo mondo.
 
Già nelle province remote la gente non lo segue il cabaret. Gli “schiaffi” non li capiscono e non piacciono, i personaggi strampalati tanto cari a Zelig non funzionano, la gente normale da serata vuole vedere ancora il “pezzo”. Sul posto funzionano gli “artisti locali” magari dialettali più vicini alle esigenze della gente che magari non guarda neanche Zelig.
 
C’è troppo e tutti corrono a esibirsi, il professionismo non esiste più. Guarda, io ho partecipato alla serata provini “saturday night live Italia” al teatro delle Lumache e speravo di non essere preso. Sono sempre gli stessi autori, sempre gli stessi cabarettisti, se non sono quelli di Zelig sono quelli di Colorado, sennò sono mischiati.
Basta! Ognuno si fa la sua parrocchietta e chiama gli amici anche se fanno pietà. Gira programma e ci sono sempre le stesse cose.
Almeno Gino, dico io, avrà di che rispondere a qualcuno più alto di lui immagino; almeno lui se vede qualcuno di diverso e gli piace, lo prende. Lui deve portare a casa la trasmissione, i milioni di spettatori e tutte ste balle qui, che non siamo nemmeno in grado di comprendere bene i giri.
 
Poi Bananas fa le sue scelte a prescindere dai gusti di Gino Vignali. Tanto Ormai fai una stagione e vieni cestinato che ce ne sono milioni dietro di te. La colpa è del dilettantismo dilagante stile “grande fratello” del cabaret. Hanno vinto loro. I mestieranti hanno perso. ” La mia generazione ha perso” come diceva Gaber.
Ananas Blog (è un lavoro pulito, ma qualcuno lo deve fare)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: