La stessa Bananas demolisce il concetto di improvvisazione

21 Giu

Il fatto che i laboratori Zelig non facciano alcuna forma di improvvisazione è scritto ancora meglio (la realtà supera il blog) e in modo che non lascia dubbi sul sito di Area Zelig (vedi link). Riportiamo il tratto saliente, sottolineando solo in rosso i passaggi più illuminanti: 

“Ogni appuntamento di laboratorio prevede due momenti di lavoro: uno pomeridiano in cui comico e autore si confrontano, segue una fase di studio e le prove sul palco del pezzo comico proposto dall’artista. A questa primo momento fa seguito la fase serale in cui si svolge lo spettacolo del comico. L’esibizione e’ coordinata dall’autore secondo una scaletta di interventi dei vari partecipanti al Laboratorio al fine di offrire uno spettacolo unitario al pubblico presente e pagante.”

Qua ci pigliano per i fondelli, veramente (e lo stanno facendo da anni, sulla nostra pelle).

La Redazione di Ananas Blog (è un lavoro pulito, che qualcun’altro doveva fare)

Annunci

7 Risposte to “La stessa Bananas demolisce il concetto di improvvisazione”

  1. Enrico Zambianchi giugno 22, 2011 a 12:32 pm #

    Credo che in democrazia (se ancora ce n’è una) si possa replicare, discutere e lasciare che ognuno tragga le proprie conclusioni, ma detto questo penso che l’amministratore di questo blog, che si sta mettendo in prima persona in una battaglia da Golia contro i giganti meriti il rispetto di molti comici che non hanno il coraggio di ammettere che le sue contestazioni sono inconfutabili. Se siamo di fronte ad un “Coscienze Pulite” sulle trasmissioni comiche tv nei canali nazionali e sulle spartizioni dei proventi a discapito della manovalanza artistica… beh… Dio benedica Gavelli!

    • Enrico Zambianchi giugno 22, 2011 a 1:33 pm #

      prima che qualcuno mi deunci per plagio, “Golia contro i giganti” è una citazione da Mitch Hedberg.

      • Addrienne giugno 5, 2017 a 8:16 am #

        Anlmi³niƒoDÂscuÃpa no había ledo tu último post, está claro que CEDRO contra quién tendrá que arremeter legalmente es contra WordPress que es quien pone la publicidad y no contra ti. Otra cosa es que puedan hacer algo (caso Youtube).

  2. Vetrio giugno 21, 2011 a 10:49 am #

    Il mio commento c’entrerà poco con l post , ma Lele Mora è stato arrestato..e siamo solo a Viale Monza 9

    • ananasblog giugno 21, 2011 a 11:35 am #

      >Il mio commento c’entrerà poco con l post , ma Lele Mora è stato arrestato..e siamo solo a Viale Monza 9

      Vetrio, c’entra poco davvero, anzi, il settore cabaret avrebbe tutti i mezzi per regolarizzarsi partendo dai business più lucrosi (quelli bananiferi), senza attirare nemmeno una multa.
      Poi su Lele Mora (anche se non c’entra niente) che senso ha togliere i soldi dalla propria azienda, per portarli in Svizzera, per poi provocare con quell’ammanco la bancarotta della propria azienda? Boh…
      L’A
      >In verità mi domandavo quanto ci metteranno ad arrivare dal 9 al 140 ..;-)
      Ti sembrerà paradossale, ma sto facendo di tutto perché non accada. E’ il “fattore Veronica Lario”: indicare che qualcosa è malata per fare in modo che si trovi una cura. Anche se poi credo che al 140 di viale Monza non se ne accorgeranno e continueranno a sostenere che Mubarak era l’autore di Ruby e che Noemi Letizia è frutto d’improvvisazione.

      • Vetrio giugno 21, 2011 a 6:24 pm #

        In verità mi domandavo quanto ci metteranno ad arrivare dal 9 al 140 ..;-)

  3. Giovanni giugno 21, 2011 a 10:12 am #

    Pubblico pagante. Significa non fare troppe Ca****e sul palco perchè la gente che paga pretende uno spettacolo quindi, se sono pezzi di repertorio meglio. Ah, a gratis per te ovviamente.Quindi non sei pagato, hai l’obbligo di venire per rispettare un pubblico che paga, fare bene. Ricordo ad un lab tempo fa che per traffico, malattie, erate in contemporanea e coincidenze varie alle otto di sera non si era presentato nessuno. Il panico. poi alla spicciolata eccoli, non tutti ma eccoli… Sono i rischi delle serate gratuite che uno può anche dire vabbè chi me lo fa fare stasera di andare? E se capitasse in contemporanea a tutti? c’è una possibilità sul milione ma c’è. Che risate. Quelle vere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: