Inizia a trapelare la verità su Vanessa Incontrada e Zelig

12 Lug
La copertina di Vanity Fair

Che tra Vanessa Incontrada e Zelig fosse successo qualcosa di spiacevole, l’avevamo capito da tempo, ma adesso le cose si stanno chiarendo. Vanessa ha rilasciato un’intervista a Vanity Fair in cui approfondiscono per la prima volta le cause del suo disagio.

 
“E’ successo una domenica. Dovevo andare a Milano a fare le prove e, per la prima volta, la cosa mi pesava da morire. Lavorare, anche quattordici ore di fila, non era mai stato un problema per me. Eppure quel giorno avrei pagato qualunque cifra pur di non andare”.
Perché le pesava tanto andare alle prove di Zelig? “Si era rotto qualcosa con le persone con cui lavoravo. L’ambiente è sempre stato maschile – ci lavorano cento uomini e forse una quindicina di donne – e maschilista. Ma la cosa più triste è che proprio delle donne ho un brutto ricordo”. Perché? “A parte tre o quattro di loro, tra cui la sarta e la mia vocal coach, non hanno mostrato alcuna solidarietà nei miei confronti quando sono diventata mamma. Già durante la gravidanza, mentre tutti mi attaccavano per il peso, non una che mi abbia detto: mi spiace.”
 
Ora può sembrare che la colpa sia delle donne zelighiane, però nell’intervista c’è il riconoscimento del maschilismo dell’ambiente. Il fatto che Vanessa sia stata attaccata per il peso, il fatto che non si siano capite le sue esigenze di madre è ripugnante, ma la colpa è dell’ambiente in generale (che è profondamente maschilista). Le donne, che nulla contano là dentro, si sono semplicemente adeguate.
 
“…Ho chiesto che mi venissero incontro, un aiuto, ma non me l’hanno dato. Allora il mio atteggiamento nei loro confronti è diventato di indifferenza. Ma il dolore è rimasto e me lo porterò sempre dentro, a quarant’anni e anche a cinquanta. Per questo me ne sono andata. Con Zelig è finita quando sono diventata mamma”. 
 
C’è anche un pensiero per Claudio Bisio:
 
Con Bisio si era confidata? “No, ho preferito non coinvolgerlo: non volevo che subisse condizionamenti”. Però siete amici. “Lui va oltre Zelig. A una diffidente come me ha fatto scoprire che, anche in questo ambiente, l’amicizia tra colleghi può esistere”.
(Notare il fatto che Claudio Bisio non si è mai accorto di niente e la massacrava di battute sull’obesità… Forse le percezioni non sono il suo forte, vedi anche le dichiarazioni su “Mediaset regno della libertà espressiva”)
 
Conclusione: nel post Tre alici nel paese delle meraviglie ci si chiedeva quale fosse la percezione da parte delle conduttrici Zelig del massacro, del tritacarne che viene fatto dietro le quinte zelighiane, ma non si sapeva ancora che una di loro, Vanessa Incontrada, avesse subito un’esperienza così negativa.
 
La Redazione di Ananas Blog (è un lavoro pulito, ma qualcuno lo deve fare)
 
Annunci

13 Risposte to “Inizia a trapelare la verità su Vanessa Incontrada e Zelig”

  1. Vetrio luglio 14, 2011 a 11:07 am #

    Non credo ci sia una maledizione che vada di pari passo alla gravidanza, almeno partendo dal presupposto che Teresa Mannino se pur in gravidanza e dopo aver partorito, ha comunque proseguito la sua carriera e comunque nell’ambiente Zelighiano.
    Molto probabilmente non tutte le gravidanze sono uguali……

  2. Alter Bactaer luglio 13, 2011 a 9:24 am #

    A questo mondo tutto è possibile, perfino che la Incontrada sia obesa…E ce ne fossero!
    Potrà anche trattarsi di marketing, o di cognati in calore, o di quel che cacchio si inventeranno ancora coloro i quali devono vendere se stessi e i personaggi che rappresentano, ma lei rimane comunque e principalmente una attrice interessante con delle buone potenzialità. Della televisione di oggi può sicuramente farne a meno.
    Alter Bactaer

  3. Una qualunque luglio 12, 2011 a 8:51 pm #

    Bah! La maggior parte delle donne che lavorano subiscono una bella operazione di “perculaggio” quando sono gravide e soprattutto quando hanno figli piccoli e, sinceramente, c’è pure il suo bel perchè (e sono donna e di figli ne ho due)!!! L’esperienza della maternità è totalizzante ma del tutto personale nel senso che non si deve pretendere il coinvolgimento nè, tantomento, la solidarietà di chi ti circonda nell’ambiente di lavoro!!! Vero è che la sindrome di Calimero sta dilagando: evidentemente paga!

  4. KL luglio 12, 2011 a 4:32 pm #

    ..ok è vero è stata qualche etto in più ma grazie a quei pochi etti in più e probabilmente grazie alle prese in giro di Bisio è diventata la testimonial di un noto marchio di moda per “taglie forti” (con pubblicità che umiliano le vere obese).
    Se permettete la “obesa” Incontrada dovrebbe solo ringraziare Bisio e Zelig per la storia dell’ obesità altrimenti a nessuno sarebbe mai venuto in mente di ingaggiarla per la campagna pubblicitaria di vestiti “over size” (che penso gli abbia fruttato parecchi soldi).

    Poi dolore, umiliazioni…ma dai ragazzi, siamo seri…..se vogliamo parlare del dolore e delle umiliazioni che hanno le ragazze e i ragazzi che fanno i laboratori ok…. ma delle sofferenze della “obesa” Incontrada mi pare tanto una presa in giro…..

    In fondo poi il vittimismo è la moda del momento e la Incontrada è sempre all’ultima moda (con i suoi vestiti per ciccione).

    • ananasblog luglio 12, 2011 a 4:57 pm #

      >In fondo poi il vittimismo è la moda del momento

      KL, continuo a registrare la mentalità italiota di attaccare chi denuncia qualcosa, invece di chiedersi cosa ci sia dietro. La cosa contiene sempre un implicito invito all’omertà (stai zitta, non parlare). Mi risulta che Vanessa Incontrada abbia tutto il diritto di denunciare un’esperienza negativa, così come ce l’ha chi frequenta i laboratori. L’Incontrada è stata attaccata da Libero e da Studio Aperto, esponendosi corre dei rischi, l’ambiente è vendicativo. Lei è stata coraggiosa.
      L’A

      • KL luglio 12, 2011 a 5:16 pm #

        qua è semplicemente MARKETING!!! Le ciccione sono spesso depresse e talvolta sottostimate sul lavoro per la loro obesità e se lei è la “donna in cui si devo rispecchiare le ciccione” deve sembrarlo anche lei….
        E’ marketing! Puro e semplice marketing…..
        L’ambiente sarà pure vendicativo ma magari fa più soldi come “donna simbolo delle obese” che come presentatrice…. chi può dirlo…..
        Se avesse sofferto tanto, se permetti ora non ci lucrerebbe sulla sua “obesità”, non credi?

    • ANONIMA MILANESE luglio 12, 2011 a 7:50 pm #

      Vanessa incontrata ha un vocal coach? AHahhahahahhaaaaaaahh!!! E per cosa? Avrebbe bisogno di un mental coach.

      E è evidente che queste cicliche lamentazioni sono il prodotto di un progetto marketing pianificato dal suo ufficio stampa per farla risultare la povera vittima di donne cattive, insensibili, uomini spregiudicati, persone indifferenti al suo grasso e alla sua gravidanza.
      Perché questa campagna martirizzante?
      Semplice: perché la signorina in questione ha scaricato il marito per il cognato, cioè ha portato via il marito alla sorella del marito. E il pubblico popolare di Zelig l’ha condannata pesantemente.
      E ora ci devono asfissiare con questo battage che dovrebbe santificarla e riabilitarla.
      Ciao Vanessa, metterti col cognato è stata la mossa più simpatica di tutta la tua breve carriera.

      • ananasblog luglio 13, 2011 a 7:28 am #

        >Perché questa campagna martirizzante?

        Anonima, forse perché Zelig è un ambiente un po’ di m***a? Qualcuna ai livelli alti se n’è accorta, vivaddio!

  5. Anonimo luglio 12, 2011 a 3:28 pm #

    L’attacava sull’obesità?? mi spieghi quando mai è stata obesa?? hai il concetto di obesità??

    • Giulia Ricciardi luglio 12, 2011 a 3:33 pm #

      Le persone NORMALI ce l’hanno, gli altri NO!!!!!

    • ananasblog luglio 12, 2011 a 4:52 pm #

      >L’attacava sull’obesità?? mi spieghi quando mai è stata obesa?? hai il concetto di obesità??

      Infatti non è mai stata obesa, quindi non si capiscono le battute di Bisio sul fatto che fosse obesa (non si capiscono neanche le battute su Bisio anziano: non si è mai visto un 50enne più in forma)
      L’amministratore

      • Pippo luglio 12, 2011 a 8:23 pm #

        Ma l’idea che le premesse di una battuta estremizzino le caratteristiche anche fisiche di una persona (una sovrappeso diventa obesa e un 50enne un matusalemme) non ti sfiora nemmeno?

Trackbacks/Pingbacks

  1. Clamoroso: Valeria (di Katia e Valeria) dà ragione a Vanessa Incontrada! « - ottobre 6, 2011

    […] da Zelig per la gravidanza e il presunto soprappeso). Nel blog avevamo trattato l’argomento (leggi qui) e la risposta di Zelig (leggi […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: