la lunga estate calda

26 Lug

Fine luglio, il blog si prepara ad andare in vacanza, per tornare a settembre, anche se non staccherà del tutto. C’è stato un evidente salto di qualità nelle inchieste e la cosa rimane attiva comunque.

Ma cosa ci riserva la prossima stagione? La solita annata trionfale (priva di concorrenza) del duopolio ColorZelig. Ci saranno probabilmente su La7 le prime serate di Crozza e di Fratelli e Sorelle d’Italia, condotta da Veronica Pivetti, una trasmissione di monologhi e racconti, spesso di alto livello, che è andata molto bene.

Ma per il resto la Rai è allo sbando, impegnata ad affossare le sue trasmissioni di maggiore successo. C’è il rischio che contro Zelig ci sia Pupo o Dj Francesco o qualcosa di simile.

Colorado potrebbe andare verso la sua edizione più brutta di sempre. Belen Rodriguez al posto di Rossella Brescia è un miglioramento estetico e basta. Italia 1 interverrà maggiormente sul prodotto, mentre verrà diminuito il ruolo del capo progetto Cesare Vodani, quindi è probabile che si andrà verso un maggiore trash e una comicità sempre più puerile e Olgettina Friendly.

Sul lato Bananas (che gestisce Area Zelig 51, uno dei luoghi più misteriosi della Terra: ) si registra il solito isolamento dal mondo reale. Ci sono inchieste e reportage che stanno evidenziando una serie di comportamenti irregolari, ai limiti dell’illegalità, ma la risposta è il silenzio.

In quel mondo lì prevale l’atteggiamento del “va tutto bene, non parlate con nessuno, è tutto meraviglioso”. Si lascia solo che qualche seconda o terza linea attacchi a testa bassa chi osa prendere posizione pubblicamente.

Da manuale è il trattamento riservato a Vanessa Incontrada (vedi surreale articolo su Sorrisi & Canzoni). Sono le donne stesse (non i capi) che attaccano Vanessa sostenendo che se si è lamentata c’è qualcosa in lei che non va, qualche disturbo mentale o caratteriale. Loro sono il modello corretto: non si lamentano, non criticano, anche perché non c’è nulla da eccepire, nel mondo perfetto.

Resta lo stupore per la superficialità con cui tutto il sistema dei laboratori è stato costruito: indifferenza verso le persone, indifferenza verso le regole. Difficile spiegare a un “esterno” di cosa si tratti, anche se adesso ci sono le conoscenze (e un’ampia biblioteca) per poterlo fare.

Si potrebbe dire che sono stati sorpresi con le mani nella marmellata, anche se è difficile definire cosa sia quella sostanza gelatinosa di cui sono sporchi. Ma questo non ditelo a chi lavora lì dentro, facciamogli credere che vada tutto bene… ssssh…

Ananas Blog

Una Risposta a “la lunga estate calda”

  1. Giovanni luglio 27, 2011 a 1:12 am #

    La parola “Io mi dimetto” in Italia non esiste. E’ stato beccato Silvio con le mani nelle mutande di qualcuna e non è successo niente. Vuoi che a Viale Monza succeda qualcosa se li beccano con le mani nella marmellata? Loro si faranno ciucciare le dita e via andare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: