Seconda puntata di Colorado 2011 (quasi tutta)

24 Set
gli USA hanno Sofia Vegara, noi Belen Rodriguez…

 

Parte Ruffini entra e fa dire in coro Co-lo-ra-do al pubblico, e già si capisce uno dei pilastri di questa stagione: animazione sul pubblico a cui si fanno ripetere più cose possibili. Arriva Belen, questa volta senza nude look. In questa puntata la Rodriguez sarà più spigliata, meno rigida, della serie: “ho voglia di ballare, di cantare, che bello essere in tv!”.

Alla fine ci saranno 2.552.000 telespettatori e un 12,2% di share (dovuto forse anche alla chiusura a mezzanotte), ma comunque in calo.

Festa, festa, festa, la feeeeeeesta! Fa girare la testa, testa, testa (chissà se è un pezzo depositato).

Arriva DJ Angelo con Chiara Francini (che vorremmo vedere di più) Entra Max Pieriboni che fa il neonato (10 e lode per il coraggio). I Fichi D’India fanno i Puffi, Belen Puffetta, (tormentone: “Io odio che mi dici…”. Altro pilastro della stagione: tormentoni sparati ossessivamente. “Perché sei blu a metà?” “No, sono blu-tut”. Altro pilastro di Colorado 2011: calembour a raffica.

I Panpers (uno dei due è da “dopolavoro” non diciamo quale) col classico: “Vi è mai capitato?” a schiaffo. Baz Revolution: classicone + clip trailer. “Lo show dei record” condotto da Enzo Polidoro (ma Galli e Villo, ma Santonastaso, ma Omar Fantini? … Fantasmi che aleggiano…).

I Ditelo Voi fanno il rebus animato. Non ci sono Gigi e Ross. Forse le “quote Tam di Napoli” prevedono che se ci sono I Ditelo Voi non ci siano Gigi e Ross e viceversa. Entra Pucci, a schiaffo “è cambiato tutto” e Possa col Sindaco di Ibiza a schiaffo (10 e lode per il coraggio). Didi Mazzilli, numero di magia comica con l’evergreen della moviola. “Un numero che va oltre la credenza, quindi al di là della cucina” (evvai col calembour selvaggio!).

Belen e Ruffini mostrano le letterine coi disegnini dei bambini. L’opera gratuita di tanti bambini consente di fare 1 minuto di trasmissione: educhiamoli fin da giovani! ;). Capitan Blatta dei Jem Boy.

Intanto David Letterman (su Rai 5) sta intervistando Sofia Vergara (protagonista della serie tv Modern Family), colombiana, oggettivamente splendida, ma anche brava attrice, personalità vibrante, battuta sempre pronta, eccetera. Insomma una superiorità schiacciante sulla Rodriguez. PER UN CASO DEL DESTINO HANNO LO STESSO VESTITO!!! Belen ha il pizzo anche sulla minigonna e sul decolleté, ma per il resto è UGUALE. Poi stessa pettinatura, stesso colore dei capelli… “L’ho comperato da Kmart” dice Sofia “è costato 49 dollari”. Produzione Colorado: siete al risparmio? Mettete a Belen abiti da outlet?

Orso Abbracciatutti. Pucci col monologo classico; lui da bambino, frignante e sottomesso (chi ci crede: uno così lo si immagina che ruba le merende, fa scherzi pesanti e manda a quel paese la maestra ;). Chiara e DJ Angelo. Fichi D’India col classicone “Ferma a Colorado?” Tu da ne che co sa vu oi?. Pistillo/Vigano con comicità visual.

Nella pubblicità di “E-Bay Annunci” Belen invece di dire: “in caso di vendita” dice: “In gazzo di vendita…” (?!?).

Panpers: battuta a schiaffo. Gag: Belen, con la bacchetta magica, fa sparire Ruffini e fa sparire se stessa (mai vista una metafora così azzeccata della loro conduzione!!!). I malincomici con la parodia di Harry Potter. Pintus: “Sfighe” classicone. Bombazza fatto da Ruffini, anche con parodia di Casa Vianello (l’attesa di come avrebbero usato “che noia che barba” rimane disattesa, manca la chiusa…).

Gabri Gabra: monologo classico (stile Pipitone, stesse posture, ma più lento) con un po’ di rap. Mariello Frapapappo: calembour a iosa, “Questa città in cui costa tutto: il Cairo” “ragazza romana piccolissima: Erminiatura” (Amurri e Verde, inventori della Ketty Possi a Mazzara, si sono rivoltati nella tomba). Si ride comunque. Di nuovo: il papà di Sofocle: Sofoclone (ma davvero alludono a quella roba lì?).

Pino e Gli Anticorpi: la stato del Babbudoiu, Pino la lavatriglia, classicone. Tornano quasi subito con “Dov’è il gatto Fuffi” violando una delle leggi ferree della scaletta comico televisiva: se uno fa più pezzi, allora bisogna distanziarli tra loro.

Alle 22.55 fanno il loro grande esordio Enzo e Ramon, col loro virtual life. Bellissime tute nuove fiammanti (rispetto a quelle degli inizi). Il pezzo sembra andato bene.

Di nuovo Andrea Possa sindaco di Ibiza, Mimmo e Chiara, torna in questa stagione Menunni con Enzo Love.

Pucci con è cambiato tutto, ma con la rivoluzione copernicana addirittura del video esterno: con Belen che dopo diventa Bruno dei Fichi. Scintilla Imperatore: classicone. Pucci entra anche su DJ Angelo: serata Pucci, sono i veterani che tirano la carretta!

Il pubblico si abbraccia: entra l’orso abbracciatutti “Cenerentola mi fa sempre fare la scarpetta” (calembour selvaggio tonight). I Panpers: lo zombie dallo psicologo. Il simpatico Gino fastidio. La brava Laura Magni con Norma Passarin. Quando azzarda una rima tra mulo e fan**** aleggia lo spettro di Ceccon e del maestro Fangala.

Chicco d’Oliva mega super classicone. Torna Gino Fastidio. Didi Mazzilli personal stopper (2 calembour ed esce).

I ditelo Voi col pezzo “Capacchione” oggettivamente il loro pezzo peggiore di sempre. Chef Olivier. Rispetto a Central Station il pezzo è diventato di doppio senso pesantissimo: il pesce è il c***o e l’ostrica la f**a.

Adesso si ride: comincia Fracchia la belva umana…

Ananas Blog (è un lavoro pulito, ma qualcuno lo deve fare)  

 

11 Risposte a “Seconda puntata di Colorado 2011 (quasi tutta)”

  1. Matteo dicembre 25, 2011 a 7:11 PM #

    Ciao sono Matteo volevo dirvi che siete fantastici soprattuttoPino e gli Anticorpi,Pintus,Pucci,Pistillo,i Gem Boy e i Fichi d’India

  2. tvbond2010 settembre 29, 2011 a 12:39 PM #

    domani parte la festaaa
    http://www.facebook.com/pages/Pianeta-Moto-GP-Pagina-Ufficiale/234085483292698#!/
    -1

  3. Zazzis settembre 27, 2011 a 9:54 am #

    Giusto una precisazione sull’abito della Belen , non la faccio tanto per lei ( che non adoro particolarmente ) quanto per la stilista che ha firmato il vestito della Rodriguez …che NON è assolutamente uguale a quello della Vergara comprato a 49 $ da Kmart , ma è bensì un favoloso ( parlo in maniera soggettiva eh ..) Stella Mccartney , questo giusto per dovere di cronaca .

    • ananasblog settembre 27, 2011 a 5:02 PM #

      >Giusto una precisazione sull’abito della Belen ,

      Grazie per la precisazione, però qualche assomiglianza c’era (anche la pettinatura e il colore dei capelli).

  4. Andrea settembre 24, 2011 a 1:27 PM #

    Ieri sera ho guardato spezzoni di Colorado. Non lo facevo da tempo, e confermo che… non riesco a resistere che per pochi minuti, ma magari è un problema mio, d’altronde da ragazzo mi annoiava il Drive In.
    Poi ad un certo punto sono come uscito dal mio corpo, ed ho visto la mia faccia sbadigliare mentre sentivo, dalla tv, risate OCEANICHE, applausi SCROSCIANTI, e vedevo primi piani di visi in LACRIME.
    Ma no, non ci posso credere.. sta a vedere… sta a vedere…

    Sì, fateci caso anche voi. Entra il comico, l’applauso dura 2-3 secondi in più, se ci scappa un’inquadratura sul pubblico di spalle, sono tutti fermi. Cercate di notare le risate: una battutina, innocua, di quelle che non rideresti mai, e parte una risata che sembrano in 1.000 in sala, col primo piano di persone che non trattengono sussulti delle spalle e lacrime agli occhi.

    Ma davvero siamo tornati al Drive In delle risate registrate e gonfiate?

    • ananasblog settembre 24, 2011 a 3:42 PM #

      >Ma davvero siamo tornati al Drive In delle risate registrate e gonfiate?

      In effetti stanno facendo un gran lavoro di postproduzione, boati di risate, inquadrature di gente in lacrime, esagerando. Chi ha assistito alle registrazioni di Colorado sa bene quanto sia stancante assistere a 8 blocchi di registrazione, non ti passa più, alla fine esci barcollando.
      L’A

      • Alter Bactaer settembre 25, 2011 a 8:25 am #

        Ma almeno Drive In (a parte lo storicissimo Non Stop di Mamma Rai, vero e proprio capostipite di una nuova comicità in tv) era una cosa relativamente nuova, e anche le risate erano messe apposta in quel modo per significare qualcosa, nello specifico la futilità del’operazione nel suo complesso. Del resto, la filosofia “ricciana” si è sempre basata sulla destrutturazione del mezzo dal suo interno. Oh, se scrivo troppo difficile ditelo che vado a lavarmi le mani.

        • ananasblog settembre 25, 2011 a 3:33 PM #

          >Ma almeno Drive In (a parte lo storicissimo Non Stop di Mamma Rai, vero e proprio capostipite di una nuova comicità in tv) …

          Se la memoria non inganna, Non Stop faceva parte dell’onda di rinnovamento in cui si sperimentavano nuovi linguaggi televisivi, successiva alla riforma della RAI. Drive In deriva da lì (e sempre se la memoria non inganna, Antonio Ricci era assistente di Enzo Trapani o qualcosa del genere).
          Colorado fa parte dell’onda regressiva, sicuramente innescata dalla formidabile macchina di pezzi televisivi attivata da Zelig che, di fatto, ha bloccato ogni innovazione.
          L’A

      • Andrea settembre 25, 2011 a 10:24 am #

        Ma allora è – definitivamente – una presa per il c**o!!!

        • Vetrio settembre 25, 2011 a 12:47 PM #

          Una presa da 32 amp a 5 poli

Trackbacks/Pingbacks

  1. Come mai si scrive così poco di cabaret? « - ottobre 13, 2011

    […] alcuno sforzo, risulta primo in tutti i motori di ricerca sugli argomenti cabarettistici. Il post la seconda puntata di Colorado 2011 (quasi tutta) è arrivato a 2400 contatti e c’è il caso paradossale del post sul cast di Zelig 2011 che è […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: