la seconda puntata di Zelig Off (vista con un complottista)

7 Nov

Guardare Zelig Off con a fianco l’amico ossessionato dai complotti significa doversi subire tutti i presunti retroscena, spesso strampalati, di quello che succede (inseriti tra parentesi nel testo).

Ieri sera tra il pubblico si è notato Claudio Bisio e quel buffo personaggio che corrisponde al nome di “& Michele” l’unica persona sulla faccia della Terra che di mestiere fa il complemento oggetto (di Gino). Ma vediamo i contenuti di Zelig Off:

Cristian Calabrese – Linea di Confine (Complottista: dopo il mezzo scippo di Kazzenger, cui scrive battute un autore di Zelig, gli danno qualche puntata di riparazione. Inoltre, il duro e competente lavoro autorale di Zelig si mostra tutto: rispetto a Central Station gli hanno tolto il giubbotto, chissà quante riunioni e quanta scrittura per arrivare a questo!).

Poi: Mister Fantasy (Complottista: allora perché non mettere DJ Elia di Fabrizio Fontana?); Joan Peter Sloane; Parodia de l’Uomo Ragno; Bove e Limardi col classicone “Killing me softly…”; Marco Guarena – Ninfo Point (Complottista: dopo aver fatto la prima serata, lo tengono per le palle dicendogli: ricordati che eri Off e che Off ritornerai). In effetti non si è mai visto un diplomato che torna a iscriversi alle scuole medie…

Viviana Porro a schiaffo; Enzo Paci Passadore; Gianluca Giulianelli da Roma (Complottista: in realtà i monologhisti romani Zelig li detesta, ma vuoi mettere il brivido di bruciarli impedendogli di andare altrove usando la lusinga di qualche puntata di Off?); Anna Maria Chiarito Shanti, il pezzo migliore della serata, tormentone: “prendo prana, do prana” (Complottista: si ha l’impressione che da un momento all’altro possa dire “Prendo pene, da Pino”).

Hansel e Frentzen (?): visual carillon; il signor Marìo (provini) nonsense allo stato puro, “torna per la seconda volta”, dicono, ma nella prima puntata non sembra ci fosse…; Andrea Vasumi; Andrea Di Marco (Complottista: che sostituirà il Duo Idea, oppure che verrà messo in competizione strisciante con loro).

L’Amministratore di Ananas Blog (è un lavoro pulito, ma qualcuno lo deve fare) 

24 Risposte a “la seconda puntata di Zelig Off (vista con un complottista)”

  1. giovanni novembre 12, 2011 a 11:18 PM #

    Un paio di cose : il pezzo della Chiarito è ben fatto e forse meno banale di quel che sembra,sull’allusione volgare neanche commento. Darei invece 2 schiaffi a chi fa fare 10secondi di battute a schiaffo a una come Viviana Porro a cui non mancano personaggi anche in 4min e vederla cedere il passo a pezzi e personaggi molto piu’ demenziali mi spiace.
    E con questo chiudo la parentesi rosa che piu’ che una parentesi non puo’ essere dato il solito predominio gelosamente mantenuto dai maschietti.
    Questa edizione è sottilmente molto diversa dall’anno scorso in cui si voleva appositamente lanciare nuovi volti : quest’anno cercano solo di dare continuità a quelli promossi l’anno scorso dandogli ancora visibilità (trattasi solo di comici Ridens,chiaro!) e NON PRESENTANO nemmeno con i loro nomi i nuovi di quest’anno,mentre l’anno scorso tutti avevano persino lo sfondo con il loro nome. E’scorretto perchè come sempre le “dispari opportunità” sono evidenti sin da subito. A tal proposito mi è piaciuto “Armando” al secolo Roberto Carnevale,giusto x fare un es. Infine non so se a voi da’ la stessa sensazione ma rivedere quelli piu’ spinti e lanciati nel circo di zelig l’anno scorso si ha davvero al sensazione che siano destinati a durare 1 al max se attaccati alla bombola ad ossigeno 2 stagioni. Quelle che hanno venduto l’anno scorso come grandi novità oggi rivelano tutti i loro limiti e quasi riescono a stufarci perchè di battute nuove già non riescono piu’ a produrne! Complottista non sarà che qualcuno manco doveva avere il biglietto di andata per zelig? Ringrazi il cielo (e chi sa lui) se quest’anno ha almeno quello di ritorno a zelig off!

    • ananasblog novembre 13, 2011 a 9:57 am #

      >Un paio di cose : il pezzo della Chiarito…

      Giovanni, sì è vero: il pezzo della Chiarito non è male, ma rispetto a cosa? Ai 3 minuti televisivi. Si entra nel trip (questo vale per tutti) quanti altri pezzi ha? (trip televisivo) e se avesse Bisio e la Cortellesi come spalla? (Trip televisivo) è serilizzabile? (trip televisivo) dopo un po’ riesce a variarlo per non stufare? (Trip televisivo) c’è nulla di simile in scaletta? (trip televisivo). E la Chiarito come artista?
      Viviana Porro merita di più, comunque speriamo che la portino in prima serata anche con le battute a schiaffo (ma non potevano dirglielo già nel 2003?) e che poi lavori tanto pagata bene. Con tutti i laboratori gratis che si è fatta ha accumulato un passivo pari a quello della Grecia.
      Il fatto che non mettano neanche una grafica coi nomi dimostra quanto sia spersonalizzante questa edizione. Tutti sul filo dell’anonimato, dal glorioso Salvatore Marino a quelli che fanno l’uomo ragno.
      L’Amministratore

      • giovanni novembre 13, 2011 a 9:48 PM #

        Sui trip concordo in pieno, quel pezzo è un suo must poi non so cosa ci sia di altro o quanto riesca a variarlo ma vale anche per molti altri comici sopravvalutati secondo me. Come dicevo, a parte l’impatto-novità, sono in molti ad essere ripetitivi e le varianti sul tema sono spesso battute non all’altezza. Incrocio le dita per la Porro ma quanto servano queste comparsate e per giunta anonime non so……dimostra ancora una volta umiltà e professionalità!

  2. pino la lavastoviglie novembre 8, 2011 a 11:19 am #

    so che non frega a nessuno, però a me Marìo non è dispiaciuto, con un po’ di carburazione, visto che è anche il sosia di Max Biaggi, potrebbe farne di strada…magari semplicemente con una spalla migliore di Basso e siciliaforever Mannino

    • ananasblog novembre 8, 2011 a 11:23 am #

      >so che non frega a nessuno, però a me Marìo non è dispiaciuto

      pino la lavastoviglie, premettendo che non si giudica un artista dai 3 minuti televisivi, i suoi nonsense non erano male. Bisogna vedere come uscirà dal tritacarne (ammesso che ne esca, a volte ci rimani dentro per 10 anni).
      L’A

  3. MARANZA novembre 8, 2011 a 10:57 am #

    purtroppo quei pezzi visti in tv non rendono come visti dal vivo

  4. porco iimondo che cio` sooto i piedo novembre 8, 2011 a 9:45 am #

    Mah, ma secondo voi questo programma e` interessante?
    Cioe` rappresenta un faro della comicita` come si arroga, o come lo considerano in “molti”?
    C`e` un gran parlare di personaggi, testi, interpreti ma io proprio non riesco a sintonizzarmi piu` di 3 minuti, poi sento un impulso irrefrenabile di cambiare rete…
    Voglio dire, se non rido, sono costretto a farlo sotto minaccia di non capire l`arte oppure il mio giudizio contera` pur qualcosa?
    Insomma io lo dico perche` altrimenti sembra che senza punti di vista come il mio il panorama sia universalmente favorevole alla messa in onda di questo “drive in” che continua immutato e impunito da 20 anni a questa parte…

    • Andrea novembre 8, 2011 a 9:56 am #

      Concordo assolutamente, se accendo su Zelig Off o Colorado non reggo più di 2 comici (3, se uno entra a schiaffo e dura 20 secondi).
      Come il Grande Fratello, o i vari reality, mi obbligo a degli zapping qui e là, o cerco degli spezzoni solo per tenermi aggiornato.
      E non è vero che piaccia a tutti, occhio che la televisione amplifica a falsifica. Avete notato, vero, che su Colorado le risate sono registrate o quanto meno amplificate, le inquadrature su facce al limite della lacrima per battutine da bar vengono montate ad arte, magari si sente ancora un applauso scrosciante mentre il pubblico, inquadrato da dietro, è immobile… ridi perché senti ridere,..

  5. Ruben Mafflosha novembre 7, 2011 a 2:35 PM #

    cosa dice il complottista dell’incasso al botteghino de i soliti idioti? Magari è il trionfo della comicità bimbominkia, però sembra sfuggire all’alternativa cupola laboratori – festival – esclusione… di cui parlate …o no? No è che mi sorprende che non abbiate ancora fatto messo sotto la lente anche questi…. ah vabbeh nel we ci sono stati Colorado e Zelig Off…

    • ananasblog novembre 7, 2011 a 5:28 PM #

      >cosa dice il complottista dell’incasso al botteghino de i soliti idioti?

      De “I Soliti Idioti” se ne può parlare. Sicuramente è un fenomeno nato dal basso, senza star televisivo/cabarettistiche, prodotto da MTV, rilanciato da YouTube, divenuto di culto tra i ggiovani, preso al volo da Valsecchi (pare su suggerimento del figlio).
      Sicuramente hanno avuto il merito di “esagerare” in anticipo, mentre nel frattempo in questi anni la società diventava sempre più esagerata, sboccata, mostruosa, fino ad arrivare a un leader governativo che si esprime a rutti, diti medi e pernacchie, con un figlio Trota. Alla fine gli è andata bene e il pubblico li sta premiando.
      AB

    • Andrea novembre 7, 2011 a 7:09 PM #

      I Soliti Idioti per me sono molto brutti.
      O meglio, mi spiego prima di fare pa larte di quello che si lamenta di tutto.
      Su MTV, prima di decidere di autoprodursi (con un suo stesso VJ) I Soliti Idioti, hanno dato per un paio d’anni (sottotitolato) una serie chiamata LITTLE BRITAIN.
      Consiglio vivamente a tutti di procurarsela, a proposito di comicità fatta bene.
      Praticamente lo stesso identico format televisivo dei Soliti Idioti, fatto da due attori inglesi (Matt Lucas e David Walliams) ma di un livello molto superiore… con sketch molto più divertenti… personaggi molto più azzeccati…

      Quindi non è che i Soliti Idioti siano un prodotto scarso… è che visti gli originali, sulla stessa emittente, proprio fino a poco prima che iniziassero i Soliti Idioti… caspita, non ce la faccio a farmi piacere la copia fatta peggio.

      • Anoninomo novembre 7, 2011 a 8:32 PM #

        Pensa se tu venissi a scoprire che all’epoca delle registrazioni, Matt Lucas e David Walliams, si dividevano in più professioni .. sai le matte risate che si farebbe Serpeco?!

        • Serpeco novembre 7, 2011 a 8:59 PM #

          Anominomo ..ma va a cagher!

        • Andrea novembre 7, 2011 a 9:15 PM #

          🙂

      • ananasblog novembre 8, 2011 a 10:43 am #

        Su MTV, prima di decidere di autoprodursi (con un suo stesso VJ) I Soliti Idioti, hanno dato per un paio d’anni (sottotitolato) una serie chiamata LITTLE BRITAIN.
        Consiglio vivamente a tutti di procurarsela, a proposito di comicità fatta bene.

        Andrea, è vero, I Soliti Idioti è ispirato a Little Britain, che è superiore in tutto. Poi, per l’autocelebrazione antipatica, ti segnalo che ho fatto 2 stagioni, come unico co-sceneggiatore a “Neurovisione, prodotto da MTV, una sketch com creata da quel geniaccio di Latino Pellegrini (ora regista di Ale & Franz Show) e da quei genialiodi di Bianchi e Pulci (nella prima stagione con l’aiuto autorale e attoriale di Davide Colavini e nella seconda ha provato a metterci il “nasone” Matteo Monforte). Neurovisione ha avuto un percorso inverso: è diventato di culto presso gli addetti ai lavori, è apprezzato da Ezio Greggio, Carlo Conti, Nicola Savino e tanti altri. Ti segnalo 2 piccoli gioielli, il mini musical “La bella e il punkabbestia” e il docu fake su Jim Elevator Morrison (ssssh, non dirlo ad A**B**ti che ho fatto sta roba…)


        Fa ridere, non c’è un az da fare!!!
        R G

        • Anonimo novembre 9, 2011 a 8:23 am #

          posso fare un piccolo commento tecnico-estetico? i punkabestia non sembrano punkabestia… sembrano ragazzetti dei centri sociali. solo il cane sembra un cane da strada, al limite.

          • ananasblog novembre 9, 2011 a 10:51 am #

            >posso fare un piccolo commento tecnico-estetico? i punkabestia non sembrano punkabestia… sembrano ragazzetti dei centri sociali. solo il cane sembra un cane da strada, al limite.

            Mi son persa nel centro sociale
            e tre no global mi voglion trombare
            noooooooo
            (si desume che i ragazzi siano no global)
            il cane è del produttore
            L’A

      • Anonimo novembre 14, 2011 a 5:05 PM #

        Andrea, l’idea dei Soliti Idioti è nata proprio da Little Britain. Volevano fare una versione italiana del “mocumentary” britannico (giuro che il genere si chiama così), ma senza pagare il format agli inglesi. Ciò che ne è venuto fuori non lo commento neanche.
        Se poi vogliamo considerare che Lucas e Walliams sono due mostri, allora meglio non fare alcun tipo di raffronto.

  6. Alter Bactaer novembre 7, 2011 a 12:42 PM #

    Tutto cordialmente noioso, perfettamente in linea con quell’altro programma di casa Mediaset. Il vero problema è che se ha successo un film come quello dei soliti idioti (nome/battuta noto alla maggioranza di tutti noi fin dalle elementari), non c’è da stupirsi se a Zelig-Colorado daranno prima o poi lo Scroto d’Oro per la comicità. Che due palle!

  7. io novembre 7, 2011 a 11:05 am #

    Chi lo dice al signor complottista che magari vanno i comici che hanno fatto la prima serata a Zelig, magari tornano come guest? Credo che la battuta sulla Chiarito sia molto bassa, anche perchè nel pezzo non c’è nessuna allusione.

    che recensione del …….

    • ananasblog novembre 7, 2011 a 11:39 am #

      >Credo che la battuta sulla Chiarito sia molto bassa, anche perchè nel pezzo non c’è nessuna allusione.

      L’amico complottista dice cose non sempre condivisibili, comunque è stato reputato il pezzo migliore della serata

      >magari vanno i comici che hanno fatto la prima serata a Zelig, magari tornano come guest?

      ahahahahahahahahahahaha! (Buona questa)

      L’A

      Aggiornamento: oltre alla battuta bassa del complottista, stigmatizziamo anche il pezzo di Mister Fantasy: il personaggio adorato dai bambini che si fotte la mamma del ragazzino che ha mandato la letterina 😦 (di cui è anche il padre suo e del futuro fratellino)

  8. MARANZA novembre 7, 2011 a 11:04 am #

    non è MARINO
    è MARìO

    • ananasblog novembre 7, 2011 a 11:37 am #

      >non è MARINO
      >è MARìO

      Ma mettere un sottopancia con il nome del comico e del personaggio che interpreta, mai?
      L’A

      • MARANZA novembre 7, 2011 a 12:44 PM #

        lo dice chiaramente
        Mario troppo banale
        meglio Marìo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: