breve resoconto di un video rimosso

23 Nov

Nel finale del racconto di Emiliano Petruzzi (leggi la prima parte, la seconda e la terza), dopo la sua clamorosa esclusione da Zelig Off (dopo che aveva consegnato addirittura i dati bancari, ricevuto il piano di produzione e anticipato le spese di trasferta) gli è stato detto che il  motivo era che l’autore dello Zelig Lab di Napoli era stato “licenziato”. Invece, un video su YouTube lo mostrava al suo posto, in piena attività.

Il video, appartenente all’emittente campana “Canale 9” è stato rimosso per violazione di Copyright da parte (addirittura e non solo) di R.T.I. e Lega Calcio. Ne riproponiamo il testo (togliendo ogni marchio commerciale) e proponendone una breve sequenza fotografica. Ecco qua:

“Grande successo per il casting organizzato da Z**** Lab di Napoli, diretto da Michele Caputo, in una location particolarmente bizzarra, proprio come gli oltre 50 aspiranti comici che si sono esibiti in vari sketch.
I provini si sono tenuti nei locali della concessionaria (nome di concessionaria), una delle ultime marche arrivate arrivate nel bouquet (marchio commerciale), in via Reggia di Portici.
In giuria, oltre a Michele Caputo, anche (nome di due consulenti) consulenti alle vendite di casa (nome marchio), Claudia Mirra del teatro Diana  e Salvio Cianciabella, uno degli autori di Z****, arrivato a Napoli proprio per scegliere i migliori comici.
Una bella emozione per tutti i vincitori del casting. Questo è solo il primo di una serie di appuntamenti che vedranno Michele Caputo e il suo laboratorio artistico esibirsi al Diana nell’ambito della rassegna “il mercoledì prendila a ridere”. Il programma prevede, nei prossimi appuntamenti, guest star del calibro di Rosalia Porcaro e Peppe Iodice, inoltre tanti altri divertentissimi comici.”

due provinanti

direttore artistico e autore

 

i locali del provino

conduzione - spalla

la commissione giudicante

Ananas Blog (è un lavoro pulito, ma qualcuno lo deve fare)

5 Risposte a “breve resoconto di un video rimosso”

  1. Alter Bactaer novembre 23, 2011 a 1:48 PM #

    Scusate…scusate…scusate… qualcuno mi accuserà di avere la puzza sotto il naso, oppure di essere un inguaribile romantico attaccato ai tempi belli quando il cabaret era fatto a mano: ditemi come si fa a prendere sul serio un qualsiasi spettacolo teatrale (il cabaret, se qualcuno se lo fosse dimenticato, sempre al teatro appartiene!) o anche soltanto dei provini, in una concessionaria d’auto! Già mi sembra impossibile farli in bar, ristoranti o discoteche, a quando il macello o i mercati generali? Tanto, di cabarettisti bestie e gente che tratta i comici come sacchi di patate è pieno il nostro mondo.

    • KL novembre 23, 2011 a 8:00 PM #

      Condivido in pieno Alter ed è allucinante che scelgano i comici anche 2 addetti alle vendite di una concessionaria……comici che in via del tutto teorica potrebbero arrivare un giorno a Zelig. Bisogna rafforzare il marketing, è importantissimo portare gli sponsor e coinvolgerli……ma lo sponsor di una squadra di calcio non si permetterebbe mai di decidere chi deve giocare! Mi scandalizzavo quando vedevo fiorai, macellai, gommisti….nelle giurie di piccoli festival ma c’è di peggio….e non c’è mai limite al peggio!

      • ananasblog novembre 24, 2011 a 10:19 am #

        >Condivido in pieno Alter ed è allucinante che scelgano i comici anche 2 addetti alle vendite di una concessionaria

        KL forse è la cosa meno scandalosa di tutta l’intera vicenda. L’aspetto più grave è aver chiesto e fornito tutta la documentazione relativa al partecipare a Zelig Off, tutte le mezze bugie, le mezze verità e le mezze palle (o intere) che ci sono state dietro, un salto di qualità nella routine zelighiana.
        Poi: coi criteri di selezione Bananieri anche mio zio gommista (per dire) potrebbe dire la sua, in modo autorevole. Mettici più battute, bel personaggio, non sei ancora pronto…
        L’Amministratore

        • KL novembre 25, 2011 a 8:53 am #

          concordo che sia la cosa meno grave ma è la classica “ciliegina sulla torta”!

  2. A lavorare in miniera anzicchè copiare novembre 23, 2011 a 11:17 am #

    allora è un vizio… “l’impero delle banane” comincia a scricchiolare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: