Archivio | febbraio, 2012

la vignetta del momento: affonda Italia

28 Feb

Marco Mengoli commenta l’attuale posizione dell’Italia. Ricordiamo, infatti, che la crisi della nostra comicità non è altro che una delle tante dirette conseguenze della crisi generale del nostro paese.

Ananas Blog

Annunci

“Tra me e me”: il nuovo spettacolo di Pietro Sparacino

27 Feb

la locandina di TRA ME E ME

Pietro Sparacino è un giovane e bravissimo stand-up comedian. Nonostante l’età vanta  un curriculum intenso. Allievo anche dei portentosi Antonio Rezza e Flavia Mastrella, non si è negato un Colorado Cafè (nel 2008) ed è cresciuto anche grazie alla gavetta delle “aperture”, cosa purtroppo negata a molti giovani. Pietro fa parte del gruppo di comedian “Satiriasi” di cui si è parlato più volte su questo blog.

Lo spettacolo “TRA ME E ME…sono schizofrenico ma stiamo guarendo…” andrà in scena a Roma, presso il Teatro dei Satiri (via di Grottapinta 19 – Campo de’ Fiori) da mercoledì 29 febbraio fino a domenica 11 marzo. E’ uno spettacolo orgogliosamente VM18 e vi consigliamo, se ne avete la possibilità, di non perderlo. Guarda il trailer dello spettacolo.

Altre info:  il link dell’evento su Facebook:
http://www.facebook.com/events/182185228553148/

L’intervista a RaiNews
http://www.youtube.com/watch?v=eKFPL4NDX0A

Per scaricare il coupon riduzione:
http://www.eventizero9.com/

E, per concludere, una “spiegazione poetica” di “suo pugno” dall’autore.

Io sono un uomo.
E in quanto uomo sono un Continua a leggere

Le domande che contano davvero

25 Feb

Questo post contiene domande a cui non è facile dare una risposta, ma che consentirebbero di farsi un quadro reale sullo stato della comicità in Italia.

Ricordiamo che l’attore comico/cabarettista è l’unica “non categoria” esistente in Italia, dove anche i terzi violoncelli delle orchestre sinfoniche di periferia hanno una loro minima lobby.

Se esistesse una categoria, terrebbe sotto controllo le cifre dell’industria comica e, grazie anche a questo, cercherebbe delle contromisure alla crisi terribile che attanaglia il settore.

Il peso politico dei comici potrebbe essere tremendo. Basti pensare agli sconquassi prodotti da un vecchio stand-up comedian come Beppe Grillo.

Le domande riguardano i guadagni, ed è logico che su questo ci sia una certa discrezione, ma facciamole lo stesso (e sono tante):

1) Qual è l’attuale media Continua a leggere

Zelig, la puntata numero 6 (post sanremese)

25 Feb

La puntata numero 6 di Zelig ha ottenuto 5.050.000 telespettatori e il 19,57% di share (che sia il più basso di sempre?). Si sa, non c’è più la neve, i giovani al venerdì sera escono, questo spiegherebbe l’essere arrivati appena appena alla soglia “psicologica” dei 5 milioni… Oppure hanno collegato male i fili com’è successo per i neutrini ;).

La puntata ha visto pochissime parodie sanremesi (Sgrilli, De Angelis, qualche battuta di Bisio). La novità è che non c’è stato Checco Zalone che, nell’ottica dei piani alti, doveva tornare con la coda tra le gambe a fare i pezzi tv che l’avevano fatto diventare famoso, sfruttando qualche canzone resa popolare da San Remo. Il suo “ritorno” avrebbe coinciso con un “ridimensionamento”. Per il momento Checco ha dribblato la trappola e rimane il numero 1 .

C’è stata la novità dell’ottimo esordio stagionale di Daniele Raco, con standing ovation. Altra novità: Simone Barbato ha interagito col noir di Ale & Franz (il più amato, assieme ai più amati del passato?). 

La novità in negativo è stata che alle 23.15, cioè dopo 2 ore di trasmissione, non era entrato nessun esordiente in uno show (forse anche per questo?) mai così ripetitivo e stanco.

Si rischia la querela se si dice che Ale & Franz, Mr Forest, Gioele Dix ormai annoiano a morte? Che sono spompati? Gioele Dix (il più bravo attore del cast Zelig) ormai ha esaurito tutte le osservazioni di costume sugli automobilisti (è arrivato alle 4 frecce quando si va dal tabaccaio a comperare le sigarette) e incombono altre 9 puntate… Arbre Magique? Liquido Antigelo? Il sassolino che ti incrina il parabrezza… Aiutooooooooooooooooo… la serializzazioneeeeeeeeeeee

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

L’unica volta che ho gestito un laboratorio…

23 Feb

 

il palco del Garag a Bellaria

Sì, sì, sì, me la ricordo bene l’unica volta che ho gestito un laboratorio. Correva l’anno 2004/2005, in quel periodo iniziava la collaborazione a Zelig Off, esordivo su Italia 1 (Mai dire Grande Fratello e figli…) col mio format La Famiglia Bernardoni, “riabilitavo” comici che erano stati dati per “persi”. Giancarlo Bozzo mi definiva un ragazzo in gamba, Daniele Raco mi dava pacche sulla spalla dicendo “Sei un grande”, eccetera.

Era un buon periodo creativo, nessuno mi aveva spiegato che l’autore moderno deve fare il meno possibile, concentrarsi sulla scaletta e non dare fastidio… Urca, scusate, ho dimenticato la premessa: perché racconto ‘sta storia?… Allora, perché in quell’unica volta ho fatto cose che non dovrebbero essere fatte. Capito? Ovviamente no. 

Comunque: il locale era il Garag di Bellaria e mi sembrò subito adattissimo. I proprietari furono d’accordo e si decise di aprirlo al cabaret. In quei tempi non c’erano tutti i Continua a leggere

Made in Sud al teatro San Carlo?

23 Feb

Made in Sud

Diciamolo: Made in Sud, lo show comico prodotto dall’agenzia Tunnel di Napoli e in onda su Comedy Central, sta funzionando. Giunto alla 4° edizione, come show è recentemente approdato al Teatro Cilea e in seguito al prestigioso Augusteo, e corre voce che potrebbe addirittura arrivare al Teatro San Carlo.

Ma questo non importa. La cosa interessante è la creazione di una realtà locale che faccia, in qualche modo, da argine alla colonizzazione televisiva. Altre città o altre regioni non hanno questa fortuna o, meglio, questa potenzialità. E siamo in un’epoca in cui c’è necessità di “drenare” più energie possibili da sacrificare sull’altare televisivo, senza lasciare nulla in zona.

Lo show, condotto da Gigi e Ross e da Fatima, rappresenta un punto di riferimento per la comicità napoletana a cui si appoggia un’agenzia forte e radicata sul territorio e un locale storico come il Tam. Una “filiera” nulla di eclatante, ovvio, ma almeno c’è un progetto.

Insomma, per questo il Tunnel – Napoli ha potuto, quest’anno, portare dei comici a Colorado (I Malincomici, Nello Iorio, Gino Fastidio, Gigi e Ross…)  come scelta libera e con un minimo di “potere contrattuale”.

Ananas Blog (è un lavoro pulito, ma qualcuno lo deve fare)

I Buratori (burocrati autori) seconda parte

22 Feb

ricomincia lo Zelig Brontosauro Lab

In che modo la professione dell’autore comico è diventata una sorta di caporalato.

Ananas Blog pubblica una lunga, dettagliata analisi sulla strana figura dell’autore di cabaret Zelig, scritta in collaborazione con Omar Bashuner. Si tratta di un documento notevole in cui, per la prima volta, vengono evidenziate le motivazioni e le routine di questa bizzarra forma di autorato artistico/burocratico (leggi la prima parte).

SECONDA PARTE – (Maestri ed allievi, guadagni e rimborsi, la Siae, colpo gobbo, autostima, raccolta di esseri umani, quote di produzione, caporalato).

 I “maestri” devono avere qualcosa da trasmettere agli “allievi” altrimenti che maestri sarebbero? Zelig funziona a compartimenti stagni, una forma di Continua a leggere

la vignetta del momento: Adriano Celentano e i fischi sanremesi

20 Feb

Marco Mengoli commenta l’agguato a suon di fischi, avvenuto a Sanremo, nei confronti di Adriano Celentano che, ricordiamolo, è comunque il miglior cantante di sempre, il miglior attore comico di sempre, il miglior show man di sempre.

Marco Mengoli sito ufficiale

Ananas Blog (è un lavoro pulito, ma qualcuno lo deve fare)

i misteri della conduzione: Giorgia Surina

20 Feb

Giorgia Surina

La conduzione in Italia è qualcosa di “intangibile”. Piove dal cielo e così rimane, nonostante ci sia stata negli anni un’esplosione del numero di autori (quindi delle teste pensanti). Dopo aver trattato Victoria Cabello, Paola Cortellesi, Geppi Cucciari, passiamo a Giorgia Surina che, venendo dalla scuola della MTV degli anni d’oro, passò indenne per due edizioni di Zelig Off e uno Zelig in Tour estivo.

Visto che sono stato testimone diretto dell’evento, vorrei provare a farne un perfetto esempio dell’inedia autorale che allora stava sommergendo (e che adesso ha sommerso) tutto.

Giorgia Surina aveva alle spalle ore e ore e ore di conduzione e di dirette. Oggettivamente bellissima, di grande presenza di spirito, non si lasciava Continua a leggere

i misteri della conduzione: Geppi Cucciari

20 Feb

 

Geppi Cucciari

Il primo mistero della conduzione è: come mai non si eliminano mai i propri difetti? Il secondo mistero è: quanto conta la nostra tradizione, quella in cui, per esempio, Mina faceva da spalla a Gaber o a Walter Chiari?

Dopo aver trattato Victoria Cabello e Paola Cortellesi, passiamo a Geppi Cucciari che conduce il quotidiano G’day su La7 e che sta vivendo un periodo d’oro, ospite applauditissima alla serata finale di Sanremo.

Recentemente Aldo Grasso ha parlato di lei, concentrandosi sul fatto che, pur bravissima, non riesca Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: