Ananas Blog non è responsabile…

16 Feb

Ananas Blog non condivide l’iniziativa di Ruben Marosha di pubblicare video (precisazione: non si contesta il video che è validissimo, ma il fatto di pubblicarlo coi “volti scoperti”) ripresi con telecamere nascoste, dietro le quinte degli Zelig Lab, relativi spesso a liberatorie fasulle elaborate da Bananas; Video che si era convenuto pubblicare coi volti e le voci oscurate.

La cosa è stata annunciata per venerdì 17 ore 17, con grande enfasi su Facebook e da un video invettiva (leggi post). Ananas Blog invece segnalerà solo il link, per diritto di cronaca.

Ogni responsabilità è da considerarsi esclusivamente del suddetto Ruben Marosha, (Marco Piazza). Solo lui deve rispondere, nel bene o nel male, delle dirette conseguenze…  Comunque, per chiarire meglio, una breve cronologia di come si è arrivati fin qua:

1) l’infiltrazione di un cabarettista negli Zelig Lab fu resa nota da un articolo su Repubblica (leggi articolo).

2)  il primo video fu postato su YouTube (13 giugno 2011) e rimosso dopo appena 2 giorni, fu in seguito messo su un’altra piattaforma (leggi post sul tema)  meno soggetta a “censure”.

3) il 16 giugno ricevevo un documento Pdf da parte dell’avvocato di Bananas srl in cui si chiedeva, tra l’altro, di consegnare il materiale video per un’indagine interna a Bananas (richiesta assurda, non disponendo io di quel materiale) .

4) il 18 giugno ricevevo, sempre dallo stesso avvocato, una mail contenente la seguente frase allusiva: “Sui contenuti dei Suoi post successivi avremo modo di discutere nei prossimi giorni.”, vaga minaccia che si è poi concretizzata il 28 luglio con la cosiddetta “diffida balneare

5) Intanto il blog aveva avviato una profonda analisi delle liberatorie fatte firmare negli Zelig Lab, giungendo alla conclusione che fossero quasi del tutto “farlocche” (a questo link tutti gli articoli).

6) il secondo video veniva reso pubblico il 10 dicembre 2011 (leggi post) e verteva sulle “ossessioni della fabbrica di pezzi televisivi”.

7) Bananas srl sembra aver reagito al reportage “sbroccando”, definendo gli Zelig Lab “una scuola di recitazione” e inserendo nelle liberatorie una norma per impedire qualsiasi racconto di ciò che succede all’interno (Leggi post), cosa che sicuramente ha fatto “sbroccare” cone reazione inversa, anche il Marosha.

Questo è. 

R. Gavelli, Amministratore di Ananas Blog (è un lavoro pulito, ma qualcuno lo deve fare)

151 Risposte a “Ananas Blog non è responsabile…”

  1. Anonimo febbraio 22, 2012 a 1:38 PM #

    Tu dici di non avercela con il gruppo di Genova, ma leggendo i commenti appare l’esatto contrario. Non c’è traccia di un attacco preciso al “grande sistema”; se i documenti di cui Ruben parla saranno prodotti allora inizierà la battaglia vera (e forse giusta), per ora leggo solo un attacco ad un gruppo di amici che tu denigri continuamente (servi, sia-mo un grup-po uni-to, più lealisti del re…pare che tu debba insegnare a vivere a tutti dall’alto della tua fierezza).
    Parli di coraggio. Io non ne vedo. Il coraggio ci sarà quando tutta questa confusione diventerà un discorso civile, articolato e con un obiettivo preciso; per ora è solo un brutto carnevale pieno di assurda acredine.
    Vuoi una discussione civile? Inizia a trattare i tuoi interlocutori come uomini liberi; lo so, è più comodo pensare di discutere con dei servi, ci si sente eroi, ma così non è.

    • Ruben Marosha febbraio 22, 2012 a 3:42 PM #

      Io parlo per me.
      Il post è un video su una città che non è la tua nè parlava di te o del “tuo” gruppo.

      Il video denuncia comportamenti illeciti di un “altro gruppo”. Punto.
      L’acredine proviene da chi non ha assolutamente commentato questo che è il tema princiipale, ma deviato -con acredine- le discussioni altrove.

      Si è fatta pubblicità, per me della peggiore (poichè ho anche partecipato a quel lab e lì ho conosciuto (non tutti) ma belle persone. Ma questo non c’entra nulla (avrei potuto farlo in qualsiasi città dove “imperano” questi sconci franchising commerciali a scapito degli artisti, parere mio, ovvio e lo sottoscrivo).

      Quello che viene fuori dai commenti è triste, a chi devo rispondere, incivilmente a un gruppo maleducato o singolarmente e civilmente ad opgnuno?

      Detto questo sono stanco dell’acredine.

    • Anonimo febbraio 23, 2012 a 12:14 am #

      per L’INCAZZATO: son paradossi? 😉

  2. ananasblog febbraio 22, 2012 a 11:51 am #

    commento del cosiddetto “l’incazzato” cancellato per le accuse “anonime” che conteneva. Salvo questo passaggio “Quello che dice Ruben nei suoi video è tutto vero.” che QUOTO.
    L’A

    • Antonio febbraio 22, 2012 a 12:03 PM #

      non male, dopo 6 giorni hai avuto la capacità di ritrovare un post un po’ eccessivo in mezzo a un mare di anonimi (suppongo che, invece, Incazzato fosse un cognome..chissà quanto lo prendevano in giro da bambino), di genovesi ingiustamente offesi e giustamente servili, di indicazione, più o meno serie, di lieve atteggiamento antidemocratico e di inviti, per lo più civili, a provare a passare nel covo del male, senza una telecamera nascosta, ma con l’onestà di capire come vanno veramente le cose. Bravo, apprezzo

      Come dice una persona che stimo: “E’ un lavoro sporco, ma qualcuno lo deve pur fare” (C. Dickens)

      ps già che ci sei, riferisci a Marosha *******************************************************

      ANTO’ QUESTA DENIGRAZIONE OSSESSIVA DEL MAROSHA HA SCASSATO LE PALLE. HA AVUTO PIU’ CORAGGIO DI VOI, FATEVENE UNA RAGIONE. STATE RIPETENDO LO STESSO CONCETTO OVUNQUE. BASTA. L’A

      • Antonio febbraio 22, 2012 a 2:35 PM #

        pre-scriptum –

        ANTONIO, COME TE LO DEVO SPIEGARE: QUA NESSUNO HA DENIGRATO PRESUNTI LADRI O ALCOLIZZATI E SE L’AVESSE FATTO MERITEREBBE UNA QUERELA.
        UN ANONIMO HA USATO DEGLI ACRONIMI, MA E’ STATO CANCELLATO. l’A

        • Ruben Marosha febbraio 22, 2012 a 3:33 PM #

          Il mio video del post si riferisce alla parodia di un video riferito al lab di un’altra città.
          Il video postato nei commenti per rispondere ad un lettore (che ha scatenato attacchi personali indecenti alla mia persona e che si assumerà le proprie responsabilità di quello che dice) si riferisce alla tua.
          In entrambi i casi sono delle registrazioni per ribadire lo stesso concetto da sempre: Il lavoro gratuito e le dichiarazioni mendaci sono illecite, ma si continua a far finta di niente. E il rigurgito di commenti inadatti si spreca.

          Infine in nessun caso io ho MAI attaccato e offeso nessun artista, al contrario di molti del (come devo chiamarlo “vostro gruppo”?). Io, dal mio canto sereno e continuando a non offendere nessuno (tra l’altro se vedessi il video esprimo addirittura il mio apprezzamento per D.R. , ma non importa tanto è bello offendere Marosha), ribadisco la mia indignazione nei confronti di pseudoautori e manager incompetenti e approfitto per rinvigorire il mio todale sdegno per quello che stanno facendo a danno di tutti. Magari a qualcuno sta bene, a me no.

          “non credo sia difficile da capire, vero?”

          • Antonio febbraio 22, 2012 a 3:54 PM #

            …Mi spiace che tu ti senta offeso, credimi, ma a volte il silenzio è pari all’assenso.

            ANTONIO, ANCORA? QUA NESSUNO HA ASSENTITO SU ACCUSE DI BESTEMMIE, ALCOL, LADROCINIO. IL COMMENTO E’ STATO CANCELLATO ANCHE SE NON CONTENEVA NOMI E COGNOMI, MA SOLO ACRONIMI E, FACCIO NOTARE, IL COMMENTO ARRIVAVA DA QUALCUNO CHE FREQUENTA QUEL LUOGO DI PACE E AMORE E AMICIZIA TOTALE CHE STATE SBANDIERANDO A DESTRA E MANCA. L’A

            • ananasblog febbraio 22, 2012 a 4:16 PM #

              >e non sarebbe stato tanto bello e educato, prendere subito posizione a favore di D.R.,

              L’Amministratore pretende una presa di posizione su un link specifico, perché lo considera un chiaro esempio di servilismo. E nessuno di voi ha avuto il coraggio di farlo. Non è amicizia, il vero amico sa indicare quando c’è un errore, sa dire: Carluccio, lì hai esagerato.
              Faccio notare che il commento su D. R. è stato cancellato.
              Ho molta stima di Ruben Marosha perché ha saputo mettersi contro il sistema comico, è stato GRANDE, voi non sapete neanche fare “toc toc” su una spalla e dire “quell’uscita lì è sbagliata”. Non è che ci voglia molto. Siete aggrappati alla totale fedeltà che, oggettivamente, è ridicola, suona vuota. Cos’è, il primo che fa un passo indietro rischia di essere fucilato?
              Marco Piazza è una persona corretta, ha subito degli attacchi ingiusti personali, ma nessuno è MAI entrato nel merito delle sue inchieste, questo significa TOTALE MANCANZA di argomenti. Questo signofica che ha fatto centro, proprio per l’incapacità di entrare nel merito.
              Lo stimo e mi onoro di aver ospitato le sue inchieste.
              L’A

              • Antonio febbraio 22, 2012 a 4:26 PM #

                se Marco Piazza sa parlare per sè, lascia che sia lui a dire cosa pensa e perchè ha scelto di non criticare quel post che ha letto, visto che il primo commento era il suo e il testo, se non ricordo male, era “grazie”. Ora, a casa mia, questo commento significa condivisione del contenuto e, nel contenuto, c’era l’accusa a DR di approfittarsene in modo al limite del furto. Posso chiedere a Marco Piazza se ha voglia di dire: “Incazzatuccio, lì hai esagerato” o devi per forza rispondere tu?

                Si chiama, sempre a casa mia, “un peso una misura”. Cordialmente 🙂

                • Antonio febbraio 22, 2012 a 4:30 PM #

                  Marco, mi scuso, non avevo visto la tua risposta. Rimane che, se lo credi, potresti comunque dire cosa pensi dell’idea che DR fa la cresta, anche se -concordo- è fuori dal tema del post. Ma siccome il post de L’incazzato l’avevi commentato con ‘GIUSTO’, suppongo che ti trovasse d’accordo sia il contenuto, sia il fatto che fosse stato messo proprio in questo tread. Mi scuso per la pignoleria ma, a non rispondere mai, è difficile capire cosa veramente la gente pensa. E in questo caso, perdonami, ma o era sbagliato il tuo commento “GIUSTO” o è stonata il tuo ultimo post

                  • ananasblog febbraio 22, 2012 a 4:48 PM #

                    >Rimane che, se lo credi, potresti comunque dire cosa pensi dell’idea che DR fa la cresta, anche se -concordo- è fuori dal tema del post.

                    Io credo che il problema non sussista: D R come comico di maggior esperienza è giusto che prenda la giusta parte di cachet. Una volta si faceva così: c’erano le aperture al comico esperto e quello era l’unico laboratorio,

                    Ora vai e non peccare più e leggiti 3 volte tutti i pipponi dell’amministratore.
                    L’A

                    • Anonimo febbraio 22, 2012 a 4:57 PM #

                      Io credo che il problema sussista a prescindere dagli acronimi. Se no mi lasci scrivere che RG si è appropriato indebitamente di soldi e diritti che non gli competevano, senza che tu possa in alcun modo irritarti o pretendere delle spiegazioni? Prendere posizione a volte può aiutare a capire come la si pensa.

                    • ananasblog febbraio 22, 2012 a 5:54 PM #

                      >Io credo che il problema sussista a prescindere dagli acronimi. Se no mi lasci scrivere che RG si è appropriato indebitamente di soldi e diritti che non gli competevano,

                      A dire il vero per anni hanno detto (credendoci, questo è il bello) che RG prendeva sia i soldi dalle banane che dai comici (doppia cresta?). Forse in un universo parallelo… Comunque mi sembra che il clima si sia rilassato. Che facciamo? chiudo io? Qua ci sono commenti infiniti, è stato detto di tutto, ognuno si può fare la sua opinione (non è che ripetendo una cosa 50 volte quella cosa diventa più vera).
                      Potrei disattivare i commenti su questo post e chiudere in bellezza.
                      Parafrasando Bob Dylan:

                      Raco, take this post off of me
                      I can’t use it anymore
                      I feel like I’m knockin’ on heaven’s blog

                      (Traduzione)
                      Raco, porta via da me questo post
                      io non lo posso usare più
                      sento che sto bussando alle porte del blog (o al paradiso del blog)

                      Brividi, brividi…

                      PS: Ruben, pure in Vaticano!!! 😉
                      http://www.davidemaggio.it/archives/54247/gli-intoccabili-parla-il-corvo-che-ha-fatto-la-spia-in-vaticano-rabbia-contro-lomerta

            • Anonimo febbraio 22, 2012 a 4:20 PM #

              Io credo certamente che accusare Daniele di quello che è scritto è sbagliato anzi molto grave e penso anche che avrei potuto fare una parentesi sia per rispetto a lui sia soprattutto perchè non so assolutamente cosa faccia lui nella sua vita privata.
              Non posso avere gli occhi dappertutto e NON SONO comunque l’amministratore di questo blog né, come ha detto qualche pusillanime, “affiliato” a lui come a nessun altro. Quello che posso dirti è che il commento che ha scatenato tutto era già totalmente fuori tema (trattandosi tralaltro di un altro video) ed ho cercato di ricondurre alla questione principale che denuncio e REITERO:
              Il lavoro gratuito e le dichiarazioni mendaci sono ILLEGALI.
              E qui non faccio domande È CHIARO e PULITO.

              Per tornare a te io CREDO che si possa serenamente e civilmente chiedere ad un amministratore di blogs di rimuovere o prendere distanze da una accusa (se non lo fa responsabile lui) ma in nessun modo scatenare “gruppi” contro chi come me ha fatto e continua a fare da quasi un anno la mia denuncia tra mille difficoltà, subendo anche attacchi inutili e personali come se la mia validità artistica (che non c’enta NULLA qui) fosse relazionata con il marcio che c’è attorno a voi tutti, gruppo compreso.

              Non voglio fare mai polemica, ma spero davvero che almeno tu lo abbia capito, visto che ti ho dedicato una risposta civile e corretta.

              • Ruben Marosha febbraio 22, 2012 a 4:23 PM #

                non ha preso il nome sono RUBEN

            • Anonimo febbraio 22, 2012 a 4:55 PM #

              sì, se un commento a un post che comprende accuse sparse è “GIUSTO”, si suppone che tale commento aderisca alle accuse sparse. Se no, perchè metterlo? Credo che in questo clima di generale pacificazione, potrebbe essere utile che chi ha scritto “GIUSTO”, spieghi le sue ragioni. D.R. ruba? O sì o no? Mica ci sono delle vie di mezzo…cosa ne pensi, Marco Piazza?

        • Anonimo febbraio 23, 2012 a 12:58 am #

          o dio mio,

          ANCORA CON QUESTA STORIA DEGLI ACRONIMI? BASTA, E’ GIA’ STATA CHIARITA. SE NON SAI COSA DIRE NON DIRE. L’A

  3. Antonio Ornano febbraio 22, 2012 a 12:40 am #

    Sono Antonio Ornano e, sempre che mi sia concesso, scrivo per ribadire che certe accuse a Daniele Raco sono falsità, peraltro assai meschine perché riguardano la reputazione dell’uomo più che del comico. Per me Daniele Raco non è solo un comico straordinario ma è un amico. Carlo Turati è un mio carissimo amico, Teo Guadalupi è un mio carissimo amico, Matteo Monforte è un mio carissimo amico. E sono profondamente convinto che continueranno ad esserlo a prescindere dal cabaret e da zelig. Io a Raco a Turati a Guadalupi a Monforte gli voglio proprio bene, non so se vi ho reso l’idea. Sarò allineato e servo del potere, pensate ciò che volete, ho l’impressione che tanto qualunque cosa io dica rimarrete di questa opinione. Avete ragione, a Genova, al laboratorio, non siamo dei numeri uno. Ma vi assicuro che in quella splendida cantinaccia, ci si diverte sempre tanto. E alla fine, come ben sapete anche voi che di cabaret vi occupate, quello che conta è proprio questo. Saluti

    • ananasblog febbraio 22, 2012 a 10:00 am #

      >Sono Antonio Ornano e, sempre che mi sia concesso, scrivo per ribadire che certe accuse a Daniele Raco sono falsità

      Antonio Ornano ciao. Mi dici in quale passaggio c’è scritto che “Daniele Raco è…”. Il blog non ha MAI pubblicato nulla del genere, lo dico nella mia responsabilità di Amministratore. Se ci fosse un passaggio simile lo cancellerei immediatamente. L’usare la terza persona plurale “voi scrivete, voi volete…” mi sembra scorretto. Forse c’è stato un commentatore che ha usato delle sigle. In certi casi cosa si fa? Si inoltra una richiesta di cancellare il commento (cosa già successa in passato, quando per esempio, qualcuno favoleggiava di prestazioni dietro le quinte).
      “urlare la propria appartenenza” serve a poco, solo a dare l’idea della rissa.
      L’Amministratore

      • anonimo febbraio 22, 2012 a 10:53 am #

        Beh direi che la richiesta di rettifica e cancellazione è arrivata ormai no? nonostante questo ti guardi bene dal cancellare o chiedere rettifiche a chi ha scritto il commento… ergo cosa dobbiamo pensare? Che sei d’accordo con quello che scrive “l’incazzato”? Rispondi alla domanda Ananas….

        • ananasblog febbraio 22, 2012 a 11:44 am #

          >Beh direi che la richiesta di rettifica e cancellazione è arrivata ormai no? nonostante questo ti guardi bene dal cancellare o chiedere rettifiche a chi ha scritto il commento… ergo cosa dobbiamo pensare? Che sei d’accordo con quello che scrive “l’incazzato”? Rispondi alla domanda Ananas….

          Mo fammelo trovare, che è sepolto da decine di commenti (Genova patria di scrittori!). L’unica riserva è che non aveva fatto nomi e cognomi, ma solo sigle e che alcune richieste arrivano da “Anonimi”. Vabbè.
          L’A

  4. Stefano Lasagna febbraio 21, 2012 a 3:52 PM #

    @ Simone
    L’unico rimpianto è quello di aver perso tempo e neuroni per cercare di intavolare una discussione civile e aperta in un ambiente che – scimmiottando proprio gli atteggiamenti che critica – civile e aperto non è per niente.
    Forse non ci meritano, o forse non li meritiamo. In ogni caso, se mai ce ne fosse stato bisogno, abbiamo ricevuto altre conferme sulle qualità umane e professionali di chi ci critica.
    C vediamo al Lab, e tutti i partecipanti a questa discussione sono invitati a toccare con mano le perequazioni, gli insulti, le torture, la tensione, il malcontento e le disonestà che inquinano le nostre serate. Ah, dimenticavo: si può anche ridere in compagnia di amici, e le birre sono eccellenti.

    • Karl Turatciolo febbraio 21, 2012 a 3:59 PM #

      ….buuuuuurp!

    • Ruben Marosha febbraio 21, 2012 a 4:16 PM #

      Io credo che con me si può parlar sinceri e onestamente, come hai fatto prima (mi spiace che ti abbiano cancellato l’intervento, forse lo meritavano più altri). Comunque per quanto mi riguarda la discussione civile è assolutamente benvenuta. Non ritengo civile per esempio dover essere costretti a lavorare gratis, a causa della continua invenzione di strutture sempre più sofisticate per negare l’evidenza, e uno bravo come te dovrebbe saperlo bene che significa quello di cui sto parlando).
      Farsi pubblicità a quanto pare è nel diritto di tutti, no? 😉 Vedo che giustamente si cerca di portare acqua a progetti faticosi e ci mancherebbe che non lo faccia tu, come altri (a quanto pare non proprio tutti onesti intellettualmente). Ma vale per tutti, quindi considero una contraddizione criticare, per esempio, un intervento video mio che cercava di sdrammatizzare una situazione che di per sé è grave (pazienza i tribunali parleranno).
      Quello che però mi indigna è mettere da parte umanità e civiltà varie quando è conveniente farlo perché è un desiderio-strategia delle banane.
      Per concludere, se non avessi tastato l’accoglienza ligure con mano vedrei personalmente anche a vederti, ma sono sicuro che la pubblicità non serve a più di tanto in certi casi, quindi in bocca al lupo.

      PS parlo con i singoli le persone, umane, non con gruppi, e soprattutto non parlo per un gruppo.

    • Karl Turatciolo febbraio 21, 2012 a 10:09 PM #

      BUUUUUURP!!!

  5. Stefano Lasagna febbraio 21, 2012 a 3:47 PM #

    @ chiara. I miei commenti sono stati democraticamente cancellati dal democratico amministratore di questo democratico blog.
    Un detto genovese, portato alla ribalta da un comico ligure, può essere tradotto in “siamo tutti finocchi con il culo degli altri”… E quando il coraggioso Amministratore del blog ha scoperto che alcuni commenti possono non essere sempre “allineati” alla sua filosofia del negativo, l’unica soluzione che ha trovato è stata quella di cancellarli.
    Il solo fatto di creare un blog per criticare a 360 gradi sempre e comunque, per vivere parassitariamente sulle spalle di altri, la dice lunga sulla perversione del singolo; se Zelig e tutti i laboratori chiudessero domani, di cosa scriverebbe l’Amministratore? Del prezzo delle banane? O cercherebbe altre entità su cui sparlare e criticare? Non so chi tu sia, Chiara, e mi spiace che questo blog onesto e aperto alle discussioni abbia cancellato i miei commenti. Erano solo riflessioni e obiezioni a quello che veniva espresso. Obiezioni civili, credo. Ma evidentemente la civiltà non è di casa, qui.

  6. Simone febbraio 21, 2012 a 3:44 PM #

    Basta leggere per vedere dove è scritto ciò che cito.
    se i documenti ci sono benissimo, attendiamo le sedi opportune, deduco allora che questa sia una sede inopportuna, pertanto non capisco perché si è dato il via a questa discussione o a questo blog, dato che, a quanto pare, non è possibile discutere con tutti gli elementi necessari.
    Noto anche che del mio commento, si è risposto solo ad una piccola parte, si vede che le altre erano troppo ingenue.
    Lascio agli scaltri ed agli intelligenti che popolano questo mondo virtuale l’astio necessario per colmare le mie lacune di ingenuità.

    • Ruben Marosha febbraio 21, 2012 a 3:56 PM #

      L’ho visto anch’io, per la verità ho faticato un po’ (è perché c’erano le iniziali, che tralaltro un poco nascondono), e posso essere anche d’accordo con te, comunque non amministro questo blog, ma gli illeciti a cui mi riferivo sono riconducibili a lavoro gratuito reiterato.
      Le “sedi opportune” non sono questo blog, ma è indicativo che bisogni andare sempre a giudizio e a sentenza definitiva per ottenere ciò che è già garantito per legge. Purtroppo manca il buon senso e in Italia si deve sempre arrivare ad alzare drammaticamente i toni pur di non ammettere ingiustizie, sistemi scorretti o -nel caso- illeciti, pazienza.

  7. Karl Turatciolo febbraio 21, 2012 a 2:47 PM #

    Bravi ragazzi!
    State facendo quello che vi ho detto alla perfezione!
    St’anno le cose con me a Genova cambiano…

    E quindi… per tutti birraaaaaaaaa!

  8. Simone febbraio 21, 2012 a 2:18 PM #

    Buongiorno a tutti,
    Mi permetto di dire la mia, con molta tranquillità.
    Sono davvero l’ultimo arrivato al Lab, lo frequento da poco più di un anno. Conosco i ragazzi, non conosco gli amministratori di questo blog, conosco solo Marco Piazza, seppure poco (l’ho visto ancora poco più di un mese fa a Genova – Belo Horizonte – deduco in pausa dall’esilio).
    Vi dico cos’è lo Zelig Lab di Genova per me e cosa è Zelig, sempre per me ovviamente.
    Il primo è un posto dove ho trovato degli amici. Molto commovente? No. Faccio spettacolo di mestiere, con alterne fortune, come tutti noi, credo, ma una cosina l’ho imparata: se riesci ad avere un gruppo di amici con i quali parlare, bere, ridere e cercare (insieme) di scegliere quella parola “esatta” per il tuo pezzo, forse riesci a scrivere qualcosa di decente. A me con l’astio non è mai riuscito di concretizzare niente.
    Riguardo a zelig penso che sia una possibilità di lavoro in più. Puoi scegliere di investirci o no, puoi scegliere di provare i pezzi o no, puoi scegliere.
    Detto questo il sistema può non piacere, è legittimo, come legittimo è pensare ad un sistema migliore; però ci vogliono prove per le accuse, disponibilità ad ascoltare e le palle di poter sbagliare.
    Le accuse che fate sono molto gravi (ladro, servi, alcolizzato…ma come vi permettete?!) e le prove non le avete, se le avete mostratele; disponibilità ad ascoltare non ne avete, ho letto i commenti un’ora fa e alcuni sono già spariti, complimenti, scusate ma penso che se il sistema vigente non è il massimo, quello che proporreste voi potrebbe essere molto peggio; e anche le palle non mi sembrano così fumanti…se siete così convinti della battaglia, perché oscurare i volti, rimandare ad altri siti, declinare le responsabilità?…prendetevele le vostre responsabilità.
    Dimostrate che siete migliori, sul web, sotto e sopra il palco: prendete un teatro, riempitelo, fate ridere, pagate profumatamente i vostri comici e verremo tutti a chiedervi un posto in scaletta…

    • Andrea febbraio 21, 2012 a 2:22 PM #

      Quoto in pieno!

    • Ruben Marosha febbraio 21, 2012 a 2:36 PM #

      Mi incuriosisce il tuo invito a far vedere i volti.
      Le cose sono due: o sei un ingenuo totale (e da quel che scrivi potrebbe essere molto probabile) o pateticamente cerchi di forzare qualcosa che non avverrà mai né per utilità né per legalità.
      Se non lo sai te lo spiego.
      Far vedere un illecito coprendo i volti, descrive palesemente che l’illecito esiste.
      Coprire i volti, non copre anche l’illecito, serve solo a rispettare una giusta legge di privacy.
      Confondere la Privacy con in fatto che in privato puoi fare quel cazzo che ti pare è un grossolano errore, compris?

      Prove ce ne sono eccome, nelle sedi adeguate si tireranno fuori, qui invece si sta tirando fuori un orgoglio genovese che non c’èntra nulla con la discussione (certo che questo fa pensare).

      Sul palco, personalmente, ho dimostrato e dimostro molto (evito di elencare), ma non posso vantare nulla sia perché non è bello, sia perché non sarebbe bello nemmeno l’opposto. Togliere gli spazi per esibirsi e fare “quadrato” perché qualcuno non possa esibirsi non è né sintomo di correttezza né tantomeno di “sicurezza” artistica

    • ananasblog febbraio 21, 2012 a 2:37 PM #

      >ladro, servi, alcolizzato…

      Simone, cosa ti sei bevuto? Dimmi dove ho dato dell’alcolizzato o del ladro a qualcuno, altrimenti correggi la cosa subito e chiedi scusa. Sul servilismo è un fenomeno italico, molto diffuso.
      L’A

      • Andrea febbraio 21, 2012 a 2:45 PM #

        c’è un commento qui sotto (che ti guardi bene dal commentare) che lo dice.
        Sei Amministratore? E allora amministra e impedisci ai tuoi utenti di insultare le persone

        • ananasblog febbraio 21, 2012 a 2:54 PM #

          >c’è un commento qui sotto

          Andrea, ciao, sono il Carletto, dì hai ragazzi che stanno facendo un bel lavoro… ci vediamo a Genova… mi raccomando: nelle comunicassioni mettere sempre il claim “siamo un gruppo unito” e che “ci divertiamo”… Cribbio, qualcuno a scritto che sono una brava persona… sai che la piaggeria pias minga… Ora, se qualcuno volesse insinuare che il Gavelli l’ha rubà i danè ai comici… così, tanto per suggerire… siete un gruppo meraviglioso, mi commuovo pensandovi, adesso prendo la A14 e vi raggiungo… ops, ho sbaglià! era un altro laboratorio… Mi accomnado, stiate uniti, che il mondo esterno è pirla… è ostile… noi siamo i migliori… burp… CT

      • ambasciatornonportapena. febbraio 21, 2012 a 3:31 PM #

        gavelli, ma com’è che tutti ti devono chiedere scusa a te? ma chi ti credi di essere? ma chi sei? ma come ti permetti? perchè non sei a lavorare mai? LADRO è stato dato da un tuo lettore in un post qui sotto, SERVI da te; ALCOLIZZATO sempre da un post qui. com’è che non dici anche a loro di abbassare i toni, ma solo a chi ha un opinione diversa dalla tua? loro offendono eppure i LORO post NON LI CANCELLI VILMENTE E SUBDOLAMENTE come quelli che non la pensano come te. quelli che offendono te li cancelli, quelli che offendono gli altri, te ne sbatti la minchia. com’è ‘sta cosa?
        mi sembra che schecchi un tantino, quando le cose ti sfuggono leggermente di mano, tipo adesso, che pensavi di essere il paladino dei comici e i comici, invece, a quanto pare, ti stanno voltando le spalle,firmandosi con nome e cognome, perchè con te non ci vogliono avere niente a che fare, visto anche che come autore non lavori da lustri e non hai in curriculum neppure qualche comico degno FAMOSO (sì gavelli, FAMOSO) che faccia parlare un pò di te nell’ambiente, se non come un poveretto.
        e secondariamente, mi dispiace per il tuo ego immotivatamente grosso, ma QUESTA NON E’ CASA TUA. siamo in rete, lo sai? se ti esponi ad una cosa libera come internet, poi non puoi privatizzarla come cazzo vuoi te. com’era quella roba di guzzanti sulla casa delle libertaà? FACCIAMO UN Pò IL CAZZO CHE CI PARE! ecco, fatti due conti.

        • Karl Turatciolo febbraio 21, 2012 a 3:41 PM #

          …buuurp!

          • Karl Turatciolo febbraio 21, 2012 a 9:25 PM #

            burpissimo, quanto mi diverto

            • Karl Turatciolo febbraio 21, 2012 a 9:26 PM #

              ma sei lo stesso Karl Turatciolo di prima?

              • Karl Turatciolo febbraio 21, 2012 a 9:26 PM #

                dici quello cretino o l’altro?

                • Karl Turatciolo febbraio 21, 2012 a 9:27 PM #

                  no, no quello cretino

                  • Karl Turatciolo febbraio 21, 2012 a 9:28 PM #

                    ah, ecco, buurpissssimo

                    • Karl Turatciolo febbraio 21, 2012 a 9:48 PM #

                      …mai come quello originale:

                      BUUUUUUURP!

  9. LucaF. febbraio 21, 2012 a 2:16 PM #

    Ho letto l’articolo, che tratta di un video relativo ad un attacco ad un laboratorio (o il sistema più in generale), adesso leggo i vostri tanti commenti, ma sembra ci sia un gruppo di persone gravitanti l’aria di genova che si sia inserita in un tema che pare riguardasse un’altra città (o è la stessa?). Non comprendo bene.
    Pare che qualcuno accusi qualcun altro di volere farsi pubblicità, ma è il primo a volersela fare. Ad ogni modo che c’èntra una città con la critica ad una società privata?

    • Ambasciatoreconmoltapena febbraio 21, 2012 a 3:38 PM #

      Certamente nella semplicità sta il punto. Hai centrato la questione: un gruppo di cabarettisti di genova ha preso lo spunto in questo articolo per farsi pubblicità. Direi una pessima pubblicità: ha respinto le accuse di pratiche illecite che a quanto pare sono verificabili (e addirittura ammesse in certi casi) per trovare spazio in quella società privata di cui tu parli (pare ci siano vaghe promesse per loro da parte di “managers”, sufficienti per rinnegare illeciti vari). Quindi anche se non c’entra molto, si sentono offesi perché fondamentalmente in mala fede, così fanno “gruppo” e accusano come possono, senza curarsi di nulla, tantomeno delle ragioni. Una pessima immagine direi (forse hanno fatto bene a occultare i loro volti). Caro Luca è un declino inesorabile.

  10. ananasblog febbraio 21, 2012 a 1:55 PM #

    Stefano lasagna, ti tolgo momentaneamente la parola. Ora segui la procedura: vai al seguente
    link https://www.facebook.com/home.php#!/media/set/?set=a.181110991943.152470.150824326943&type=3

    leggi, fatti un’opinione degli insulti turatiani. Poi scrivi a commento su facebook cosa ne pensi. E’ un test per verificare quanto servilista e poco coraggioso e conformista sei.

    Immagino che gliele canterai sul muso al Carletto bacchettandolo per essere stato eccessivo.

    • damiano febbraio 21, 2012 a 3:48 PM #

      dici questo: “Carlo Turati provo nostalgia 🙂 vi voglio un sacco di bene, ragazzi e -se non scoccia- sono molto orgoglioso di tutti voi, tarallo compreso…siete la miglior dimostrazione che si può fare (e alla faccia di quel cazzone di gavelli) 🙂 (27 giugno 2010 alle ore 7.45)

      avevo inteso che ‘cazzone’ fosse affettuoso, mi sembra di intuire che non lo era 🙂

      • Karl Turatciolo febbraio 21, 2012 a 4:03 PM #

        …buuuurp!

        • damiano febbraio 21, 2012 a 4:28 PM #

          burp?

  11. Ruben Marosha febbraio 21, 2012 a 1:46 PM #

    @Stefano Lasagna

    Non ho mai attaccato colleghi (tanto meno te e il tuo lavoro che non ho mai nascosto di apprezzare) ma solamente i manager che impongono un sistema che anche tu non fai fatica a trovare spesso ingiusto, anche se per te il lavoro gratuito può essere congruo e per me no. Mi fa piacere che tua figlia si diverta e che non abbia da dire. Sull’albanese (tralaltro travestimento finito da un anno, ma magari ti sarà sfuggito) prima si accoglie qualcuno perché si pensa non farà mai spazio, appena lo spazio è in pericolo… gli si chiude la porta in faccia. E sull’accoglienza genovese stenderei un velo pietoso…

    @Bottesnini. Non commento il tuo di lavoro… anche se certamente ho un giudizio personale, sinceramente non è mia abitudine abbassarmi ad attaccare il lavoro di un (…) artista, lo considero squallido e ancor più in mala fede quando un proprio avvelenato parere si estende alla “maggior parte del pubblico” (e sai bene quanto la verità sia distante da ciò che dici). Invece io ti dico in bocca al lupo per la tua carriera, so che hai avuto delle sofferenze, io a differenza tua le riconosco ma ti consiglio di provare -magari come me- a non affiancarti a nessuno e ad andar da solo, senza appoggiarti o ricevere per osmosi la bravura e umanità di altri (in te tristemente assente)

    @ mugugnoni: continuate a leccare il cxxo alle banane e “spaccherete”i!

    • ananasblog febbraio 21, 2012 a 1:58 PM #

      Bottesini ha appena concluso che faccio pietà. Secondo me fa pietà lui, nel senso che l’aggressività e la maleducazione gli sembrano perfettamente normali. Gli sembra normale andare a traino del capetto che insulta e minaccia, e questo è penoso,

      • Ruben Marosha febbraio 21, 2012 a 2:06 PM #

        …lo conosco, ahimè

      • Anonimo febbraio 21, 2012 a 4:54 PM #

        Roberto…io non ho mai leccato il culo a nessuno e non seguo nessun capetto!Dico le cose come stanno,chiare,precise e non mi nascondo!Marco non mi piace come artista ma penso che possa avere dei valori come persona…non lo conosco come uomo!sembra invece che tu lo conosca benissimo…oppure ti fa comodo,forse sei come i cattivi,forse non lo stai aiutando!Marco svegliati!

        • Anonimo febbraio 21, 2012 a 4:55 PM #

          Andrea Bottesini

        • ananasblog febbraio 21, 2012 a 8:43 PM #

          >Roberto…io non ho mai leccato il culo a nessuno e non seguo nessun capetto

          Hai dimenticato il mantra finale: “sia mo un gru ppo uni to, tut ti ami ci, nes sun no pu ò pre met tersi di di re qual cosa”.

          • Anonimo febbraio 22, 2012 a 10:44 PM #

            Amministratore il tuo socio e collega scrive :

            Sei un pusillanime incivile, ANCORA? IL COMMENTO CON GLI ACRONIMI E’ STATO CANCELLATO. RUBEN MAROSHA E’ STATO SUBISSATO DI INSULTI IN MANIERA VERGOGNOSA, HA TUTTO IL DIRITTO DI RISPONDERE PER LE RIME. ANZI GLI DO UNA MANO IO: CHI LO HA INSULTATO E’ UN IPOCRITA CHE SI NASCONDE DIETRO NICK ANONIMI, VA BENE? L’A

        • Ruben Marosha febbraio 21, 2012 a 9:30 PM #

          Ma con chi credi di parlare, con un novellino?
          Sono piùdi 15 anni che faccio questo mestiere e ti rivolgi a me per farmi delle “critiche” professionali, te lo puoi permettere?
          Già 20 anni fa ho gestito gruppi di lavoro di spettacolo e fin dall’inizio ho riconosciuto ciò che di marcio c’è nel “mondo del lavoro italiano” e mi son sempre fatto nemici per la mia onestà, unico riferimento. Da 20 anni.
          Il mio repertorio varia da città a città italica e da nazione a nazione e non hai visto proprio un bel nulla di me e mi tuoni con cafonaggine le tue accuse del tutto estranee al tema del post in questione?
          Mi piacerebbe discutere in modo adulto. Di quale sensibilità parli? Hai idea della sofferenza di quello che posso solamente aver provato per portare avanti queste battaglie?
          Oramai chi si esprime civilmente deve sempre ricevere l’ultima parola di qualche cafone, comune e corrente che si vanta di un “passaggio televisivo” come ultima giustificazione ad una dubbia professionalità.
          Quale interesse si può avere nel parlare con te e le tue “perplessità” non mi toccano nemmeno da lontano. “Svegliati” “non l’ostai aiutando”. In altro modo più rispettoso potrei accettare le opinioni di chiunque. Ma così no.

    • Chiara A. febbraio 21, 2012 a 3:29 PM #

      scusate, tutti: ho letto il commento di Marosha su Bottesini, ma l’intervento di Lasagna di cui si parla dove lo posso trovare?

      ps chi è L’Incazzato (che suppongo non sia un vero nome, nemmeno manzoniano)?

    • Anonimo febbraio 21, 2012 a 4:49 PM #

      Marico tu non mi conosci,non ho fatto nessun attacco personale,semplicemente una critica artistica…Tu invece mi attacchi personalmente…l*****o,so che hai avuto delle sofferenze,ti consiglio di andare da solo…ma chi c***o sei per fare delle considerazione sulla mia persona?Sei scarso e questo ti da il diritto di criticare il sistema…come persona magari sei anche simpatico,non lo so,non so chi sei…l’unica cosa che so è che ti sei affiliato all’Amministratore…il giorno che avrai la mia valenza artistica ed umana probabilmente potremmo riparlarne…nel frattempo puoi solo baciarmi il cxxo!Simpaticamente :-)!

      • Ruben Marosha febbraio 21, 2012 a 5:07 PM #

        Beh, sto imparando a conoscerti adesso.
        Non ho proprio bisogno di “leccarti il cXXo” (non lo faccio con nessuno, figurati se lo faccio con te), non faccio “critiche artistiche” perché -ripeto- non è il mio stile, non sono certamente scarso e soprattutto non confondo le tue “critiche artistiche” con arbitrari giudizi di eventuali “maggior parti del pubblico”. Ma anche se fossi “qualcuno” riterrei questa pratica di cattivo gusto. Constato che e probabilmente abbiamo una diversa idea di essere “qualcuno” e soprattutto dell’educazione. Tranquillo non desidero affatto la tua “valenza artistica” né tantomeno quella “umana”(…) e a parte sbagliare ad offendere nel lessico (maricón si scrive così…forse ti servirà in futuro), sbagli tristemente anche ad offendere così una persona.

        Simpaticamente (ma mica tanto)!!

        • Ruben Marosha febbraio 21, 2012 a 5:16 PM #

          PS e tu chi sei? (senza il “cXXXo”, non amplificherebbe la risposta)

        • Anonimo febbraio 22, 2012 a 1:14 am #

          Il vostro difetto è che volete insegnare senza imparare…mi fa piacere che vi siate trovati tu e gavelli…siete una coppia perfetta!Gentilmente ti pregherei di non offendermi piu’…predichi di un mondo di falsi e poi se uno ti dice “non mi piaci” ti incazzi!C’è il concorso all’Esselunga!Fallo!

          • Ruben Marosha febbraio 22, 2012 a 1:33 am #

            “vostri”? Io sono Marco Piazza non un gruppo, ripeto ma con chi credi di parlare, con un novellino?
            Sono piùdi 15 anni che faccio questo mestiere e ti rivolgi a me per farmi delle “critiche” professionali, te lo puoi permettere?
            Già 20 anni fa ho gestito gruppi di lavoro di spettacolo e fin dall’inizio ho riconosciuto ciò che di marcio c’è nel “mondo del lavoro italiano” e mi son sempre fatto nemici per la mia onestà, unico riferimento. Da 20 anni.
            Il mio repertorio varia da città a città italica e da nazione a nazione e non hai visto proprio un bel nulla di me e mi tuoni con cafonaggine le tue accuse del tutto estranee al tema del post in questione?
            Mi piacerebbe discutere in modo adulto. Di quale sensibilità parli? Hai idea della sofferenza di quello che posso solamente aver provato per portare avanti queste battaglie?
            Oramai chi si esprime civilmente deve sempre ricevere l’ultima parola di qualche cafone, comune e corrente che si vanta di un “passaggio televisivo” come ultima giustificazione ad una dubbia professionalità.
            Quale interesse si può avere nel parlare con te e le tue “perplessità” non mi toccano nemmeno da lontano. “Svegliati” “non l’ostai aiutando”. In altro modo più rispettoso potrei accettare le opinioni di chiunque. Ma così no.

            PS offendere io te? Ma dove mai io l’ho fatto? Tu a ogni rigo usi una offesa che viene censurata con asterischi vari e accusi me di offendere? Non rispondi mai e continui a dar sfoggio della tua volgarità e poca umiltà tralaltro molto aggressivamente e poi di che “concorsi” parli? Quelli che ho vinto io non sono della “esselunga” ma potresti certamente usare la tua “educazione” per dare “valutazioni” artistiche anche ai loro organizzatori, pubblici e giurie, fai pure… Di certo io non posso essere offeso dalla critica proveniente da un personaggio come te, anzi a dire il vero mi lusinga parecchio. Di corsi di italiano e di bontòn potresti invece vedere di fare qualche sforzo tu (ma non dovevi non rvolgermi più la parola?)

            • anonimo febbraio 22, 2012 a 9:46 am #

              > Hai idea della sofferenza di quello che posso solamente aver provato per portare avanti queste battaglie?

              Questi toni da martire rivoluzionario hanno rotto il razzo… Qui tutti giudicano tutti mi sembra…. e ad alcuni è anche dato il diritto di insultare dando del ladro, del bestemmiatore e dell’ubriacone… a questo punto se Ruben Marosha si sente dire che non fa ridere e che il suo valore artistico non è poi così alto non mi sembra una tragedia… fa parte dell’atmosfera che l’amministratore del blog crea in questo spazio… che è tutto tranne che civile.

              • Anonimo febbraio 22, 2012 a 10:41 PM #

                A Genova e nel “mondo” del Cabaret sanno chi sono e come sono…mi dispiace dirti che IO spesso sono stato preso,Tu NO!Fatti delle domande…forse il mondo del cabaret conosce anche te!Ribadisco l’ultimo concetto caro il mio saccente non ti ho mai offeso…tu si!Cosa cerchi?

                • ananasblog febbraio 23, 2012 a 8:00 am #

                  >A Genova e nel “mondo” del Cabaret sanno chi sono e come sono…mi dispiace dirti che IO spesso sono stato preso,Tu NO!Fatti delle domande…forse il mondo del cabaret conosce anche te!Ribadisco l’ultimo concetto caro il mio saccente non ti ho mai offeso…tu si!Cosa cerchi?

                  Peccato che il commento sia anonimo!!! e poi l’affermazione “io sono stato preso tu no” è l’affermazione più triste che letto negli utlimi 10 anni.
                  L’A

            • Anonimo febbraio 22, 2012 a 8:46 PM #

              Ascolta Marco,non vedo asterischi nei miei commenti…

              NON SO CHI SEI MA QUESTO COMMENTO ERA UNA SEQUELA DI INSULTI E DI LUOGHI COMUNI CONTRO MARCO. DAVVERO SQUALLIDI, RIPETITIVI, BASATI SULLA DEMOLIZIONE DI CHI HA OSATO PARLARE CONTRO IL SISTEMA. BASTA!!! L’A

    • Enzo febbraio 22, 2012 a 8:20 am #

      Buongiorno a tutti, sono Enzo Paci un comico del Lab Di Genova. intanto volevo dichiarare che nella coppia Paci e Bottesini nessuno vive all’ombra dell’altro e che se facciamo coppia da sei anni ci sono chiaramente dei motivi artistici ed umani che reggono la coppia. prego gentilmente chiunque ne avesse intenzione di astenersi dall’entrare in merito al rapporto mio e di Andrea che non solo è privato ma saldo e proprio in virtù dell’umanità e della stima che abbiamo e proviamo reciprocamente. Rivolgendomi invece all’INCAZZATO non capisco veramente il movente di queste sue dichiarazioni così crude nei toni e infondate nei fatti. il signor Raco mi ha aiutato e non poco quando avevo problemi di soldi grazie proprio alle sue serate. A Daniele Raco, che vanta un repertorio di almeno 6 ore, ( e non sto esagerando) non costerebbe nulla reggersi le serate da solo senza aver bisogno di comici che fanno sporcature o monologhi di 4 minuti come il sottoscritto. Per quanto riguarda la differenza di cache penso che sia ovvia. Non tutti anno le sue capacità e in più lui lo fa di Mestiere da almeno 18 anni. e nelle serate è sempre stata buona abitudine fare aperture ai Big. Grazie della cortese attenzione. mi sembrava giusto intervenire.

      • Enzo febbraio 22, 2012 a 8:23 am #

        sono sempre Paci 🙂 …. non tutti hanno le sue capacità …. hanno con l’h chiaramente 🙂

        • ananasblog febbraio 22, 2012 a 10:23 am #

          Ne approfitto per dire qualcosa agli amici genovesi: non ce l’ho minimamente con voi. Capisco benissimo le Vostre difficoltà: come tanti, in questo ambiente, siete presi tra l’incudine (la crisi terribile che attanaglia il settore) e il martello (la speranza di fare o di continuare a fare tv). L’unica novità è che adesso lavorano poco anche i cosiddetti “televisivi”.
          Ci sono molte responsabilità, in questo, dei capi supremi del cabaret (che non sono né Turati né Guadalupi). Io ce l’ho con loro, coi loro metodi, con gli effetti che i loro metodi hanno prodotto. Con loro e coi loro avvocati Ananas Blog ha incrociato davvero i “guantoni” e dopo un’esperienza simile non hai nessuna voglia di fare a cazzotti con chi è un attore comico che sta vivendo una situazione difficile e che talvolta si deve adeguare a metodi che in condizioni normali disapproverebbe.
          Aneddoto: tempo fa, un pomeriggio, a dei provini per una trasmissione tv, feci pressione perché un comico potesse esibirsi davanti al pubblico. Gli “autori” volevano mandarlo a casa dopo le prove del pomeriggio. Trovai che fosse scorretto giudicare un artista(che aveva fatto centinaia di chilometri per essere lì) in base alla fredda esibizione in un “teatro vuoto”.
          Bene, ora quel comico è uno dei più “aggressivi” nei miei confronti, tanto da blaterare di azioni legali. Non racconto questa cosa per farla “pesare”, era naturale per me il rispetto e una maggiore attenzione verso chi sale sul palco, anche per lui che si era fatto il culo per preparare il suo pezzo da 5 minuti e che aveva investito tempo, benzina e pedaggi autostradali.
          Però a volte seguire chi comanda può farti fare cose stupide, tipo prendersela con nemici che nemici non sono.
          Anche per questo mi sento legittimato a parlare: quando si stava formando la “trappola del lavoro gratuito” ero già schierato dalla “parte opposta”, facevo resistenza, non collaboravo, certe cose che adesso sono diventate la prassi mi facevano schifo (ero già molto più ubriaco di voi…).
          Voglio ricordarvi che il sistema è indifferente a ciò che vi succede. Qualsiasi “porcata” sia stata fatta o verrà fatta nei vostri confronti, rimarrà sepolta dal silenzio. Le liberatorie che firmate mettono il “segreto di stato” su ciò che succede nei laboratori. Ma chiunque subisca una porcata troverà solo una realtà pronta ad aiutarlo e quella realtà è Ananas Blog.
          Cordialmente
          R. Gavelli (L’amministratore di Ananas Blog)

          • Luca febbraio 22, 2012 a 12:28 PM #

            Non ce l’hai con noi, ma sei pronto a attaccare sul personale, sull’artistico, sul lavoro che facciamo, sul nostro gruppo che definisci una corporazione, quando in realtà siamo 10 amici che lavorano fianco a fianco e si sostengono nei momenti di difficoltà e godono quando qualcuno riesce.

            Vuoi che prendiamo una posizione nei confronti di Turati, di Guadalupi, di Tagliento, l’abbiamo presa, sono persone che stimiamo e con le quali non abbiamo mai avuto problemi. Come ha detto Antonio Ornano, il cabaret non c’entra, sono rapporti umani.

            A volte vanno bene, a volte no…

            • ananasblog febbraio 22, 2012 a 12:47 PM #

              Cari amici genovesi, ho appena mangiato uno yogurt alla bananas frullata, e subito (proustianamente) sono partiti altri aneddoti.
              Flash 1: con Teo Guadalupi col quale c’è sempre stata stima/affetto, 6 anni fa o giù di lì, a Caffeteatro, raccontai di come gli zeliglab, secondo me, fossero una sorta di “truffa legalizzata”, basata sul lavoro gratuito e sul far tornare le persone all’infinito (ero molto più ubriaco di voi…).
              Poi cosa succede? inizi a incontrare gente che racconta le brutte esperienze subite e TUTTE coincidono con ciò che avevi visto tu. Allora prende forma l’idea del blog, la scintilla del “dai, facciamolo” e anche più goliardicamente “dai, spariamogli nelle palle ;)”. I racconto arrivano anche da Genova che non è quell’isola felice che si vuol far passare. E’ come tanti altri gruppi, c’è del buono e c’è del cattivo.
              Flash 2: è il 2004, sta partendo Zelig Off e vengo chiamato a salire le scale fino all’ufficio di Roberto Bosatra, per perfezionare gli accordi della collaborazione. Alla fine Bosatra mi congeda dicendo secco: “Chiamami Turati”. In quel momento penso “anvedi che s****, mandano l’ultimo arrivato a chiamare l’autore veterano, gli fanno salire le stessa scale che l’ultimo arrivato ha appena sceso”.
              Mi è chiarissimo il tipo di sottile umiliazione (in fila come tutti gli altri), penso che non ho alcuna voglia di rendermi partecipe di quella cosa. Trovo una soluzione: lo faccio riferire da un altro molto più importante.
              Ora, quella sottile forma di rispetto verso il Turati non viene raccontata per farlo pesare, e devo ammettere che ho visto spesso questa persona comportarsi in modo aggressivo, sgradevole, maleducato, ma per farvi capire che quel mondo lì è molto gerarchico e che forse una certa aggressività (anche vostra) potrebbe nascere da frustrazione. E’ normale quando il manico è detenuto da qualcun’altro.
              Flash 3: Ananas Blog è aperto da poco. Incontro un amico cabarettista che mi dice: “Hai mai letto Ananas?” io “Sì” e lui: “Secondo me l’ha fondato Daniele Raco, che lo sanno tutti non ne può più di Zelig…”
              Su questo ultimo episodio un minuto di riflessione.
              Un abbraccione
              R.Gavelli

              Si aggiunga: le testimonianze positive sul blog sono imbarazzanti, un coro di “continua così”. “è tutto vero”, “apprezzo la tua battaglia”. E’ la maggioranza silenziosa, quella che conta…

              • Antonio febbraio 22, 2012 a 1:18 PM #

                gustoso l’episodio di Turati, interessante l’interpretazione che ne dai, brillante il tuo modo di giudicare una persona di cui altre persone (che immagino lo frequentino più di te) dicono bene. Chissà chi ne sa di più…al solito tu, che hai sempre testimonianze fresche e di prima mano e frotte di fan che silenziosamente ti appoggiano. Gli altri, quelli che vivono e si emozionano e a volte anche si incazzano, quelli…beh, cosa vuoi che capiscono? sono solo schiavi del sistema, mica sono stati umiliati come Roberto Gavelli

                Come diceva una persona che stimo: “E’ un lavoro sporco, ma qualcuno lo deve pur fare” (C. Dickens)

                • ananasblog febbraio 22, 2012 a 1:32 PM #

                  >sono solo schiavi del sistema

                  Antonio, non esageriamo. Non c’è nulla di male nel far notare che Genova abbia perso la sua indipendenza a favore dei milanesi. In altre città non è così. Per esempio Napoli ha saputo resistere. Perché? Perché lì c’è una realtà locale forte, un’agenzia forte e una trasmissione televisiva propria (Made in Sud). La realtà locale può decidere di allearsi con Zelig o con Colorado o con tutte e due o con nessuna dei due.
                  Questo è successo a Napoli, non è successo a Genova. Ci mettiamo a fare del vittimismo per questo? E’ un dato di fatto ed è un dovere raccontarlo. Non ci si deve vergognare. Il più forte comanda, e il centro di comando non sta sotto la Lanterna.
                  L’A

                  PS ma l’hai capito che la sottile umiliazione era verso l’autore anziano?

                  • Antonio febbraio 22, 2012 a 2:26 PM #

                    Ma possibile che non ti entri in quelle orecchie un segnale diverso?

                    ANTONIO, MO’ BASTA, CONTINUI AD ACCUSARE DI AVER DATO DEL LADRO O DELL’UBRIACONE, QUANDO QUESTO ERA PRESENTE IN UN COMMENTO ANONIMO CANCELLATO.

                    DIMMI DOVE IO HO SCRITTO O RUBEN HA SCRITTO O ALTRI HANNO SCRITTO CHE IL TAL DEI TALI E’ UN LADRO, UN BESTEMMIATORE, UN UBRIACONE, SE NON SEI CAPACE DI INDICARE IL PASSAGGIO PRECISO, SPARISCI PER SEMPRE.
                    L’A

                    • ananasblog febbraio 22, 2012 a 4:28 PM #

                      >Ma possibile che non ti entri in quelle orecchie un segnale diverso?

                      Antò, ne approfitto per fare un altro pippone a fin di bene: quello che stupisce è la mancanza di un progetto: la prossima stagione il sistema Zelig Coloradiano butterà nel calderone altri 30 – 40 comici e già c’è un sovraffollamento pazzesco, bisognerebbe “sfoltire” del 50% minimo.
                      Il lavoro pagato sta calando paurosamente così come i cachet. La qualità è a picco (per via dell’incredibile sovraffollamento sia comico che autorale). Molti comici, spinti dalla mancanza di soldi, stanno tentando (o tenteranno) di riciclarsi come autori (continuando però a salire sul palco), ma anche lì c’è sempre meno trippa per gatti.
                      I neo autori si apriranno un loro laboratorio (che andrà a moltiplicare il lavoro gratuito) nella speranza di accreditarsi come “mini fabbriche” di pezzi televisivi e di accrescere un po’ il loro prestigio. Ma incomberà un’altra stagione, con altri 30 – 40 disperati buttati dentro.
                      Salirete la Milano-Serravalle per l’ennesima volta a fare l’ennesimo provino (anche se vi conoscono a memoria). Da quanto lo fate? 4, 5, 6, 7, 8 anni? Quanto pensate di andare avanti ancora? Tanto poi i capi rilasceranno interviste in cui si dice che il 90% di quello che si vede hai provini è “trito e ritrito”.
                      Vogliamo risentirci tra un anno? Quando altri 30 – 40 saranno entrati nella “scatola di sardine”?
                      L’A

                    • Anonimo febbraio 23, 2012 a 12:54 am #

                      accipicchia, questo mi era sfuggito,

                      IO NON HO MAI VISTO COSI’ TANTA OTTUSITA’. IL POST DEGLI ACRONIMI E’ STATO CANCELLATO!!! L’A

            • ananasblog febbraio 22, 2012 a 12:51 PM #

              >Non ce l’hai con noi, ma sei pronto a attaccare sul personale, sull’artistico, sul lavoro che facciamo

              Luca ciao, spero di non averti offeso. Quest’anno a Zelig Off c’è stata un’inflazione di entrate a schiaffo e (a parte un Rocco Ciarmoli in gran spolvero) c’è stata la sensazione della roba buttata lì, un tot al chilo. Anche le tue. Si può dire o esiste una commissione giudicante preposta?
              Si può dire che un attore bravissivo come Enzo Paci si è come “involuto” e che questo sembrerebbe il frutto di qualche intervento autorale pasticciato? Scusa eh.
              L’A

              • Luca febbraio 23, 2012 a 2:31 am #

                No non si può dire e ti spiego perché.

                Perché trovare involuzione in Enzo Paci è come trovare cazzi in un convento di badesse carmelitane… a volte ci sono, ma molto raramente.

                Riguardati bene tutti i passaggi, riguarda ancor meglio il suo personaggio, guarda cosa sta facendo con Bottesini , vieni, davvero, vieni una volta davvero a vedere cosa fa Enzo Paci LIVE sul palco di Genova, vieni e ascolta i suoi monologhi, guardatelo in streaming al Bingo Night Show con Repetto e la Garitta, analizzalo a tutto tondo, giudica, se puoi, il cabarettista e l’autore Paci, chiediti quanto ha collaborato, anche durante le varie trasmissioni, a migliorare i pezzi di altri comici, con la sua esperienza, la sua tecnica, il suo mestiere.

                Io non vedo traccia di involuzione in Enzo Paci, MAI, nemmeno se me la racconta Gesù Cristo,l’amicizia che ci lega è nulla in confronto, la sua tecnica e il suo bagaglio non si confina in un virgolettato buttato lì, tanto per trovare un altro errore, l’ennesima critica al sistema.

                Io l’ho visto e lo vedo di continuo sul palco Enzo Paci, ho visto e sentito autori dire “cazzo quanto è bravo”.

                Nessuno ha mai detto “mmm, forse Paci si è involuto!”

                Davvero, l’ho già chiesto una quarantina di post fa, lasciaci fuori da questo circo, non ne vale la pena cercare di tirarci dentro uno a uno…
                ,

                • ananasblog febbraio 23, 2012 a 8:07 am #

                  >No non si può dire e ti spiego perché.

                  Luca, provo simpatia nei tuoi confronti, però si può dire tutto. Guarda caso la comicità migliore viene dal mondo anglosassone, quello che ha la maggior tradizione di democrazia e di libertà di parola. I cabarettisti della Corea del Nord somo pessimi, invece.
                  Un suggerimento: così sembri un po’ troppo zelante, rischi di ottenere l’effetto opposto.
                  L’A

                • ananasblog febbraio 23, 2012 a 8:37 am #

                  Saluto i ragazzi del liceo Turati di Genova…

                  Come preannunciato chiudo ai commenti questo post (appena capisco come si fa).

                  Ricordo che un commento molto controverso con insinuazioni pesanti (ma con acronimi) è stato cancellato. Ricordo anche che il commento arriva dall’interno di quel laboratorio che definite unito, solidale, amorevole, granitico, tutti amici, clima meraviglioso, eccetera. Succede quando si pretende di essere gli unici “puri”.

                  Avete usato questo spazio come uno sfogatoio. Dove se non qua? è l’unico spazio libero e indipendente. E non chiedete mai neanche grazie. Perché non scrivete da un’altra parte? Perché non c’è… Anche Zelig mi sembra che abbia un suo blog. Potreste “inondarlo” e renderlo un luogo di discussione pubblica. Potreste aprirne uno voi. Di solito funziona così: se uno vuole dimostrare che Repubblica sbaglia, lo scrive sul Giornale o su Libero. E’ destinato alla sconfitta attaccare Ananas Blog sullo spazio che gentilmente vi mette a disposizione (e che non è obbligato a fare). Non solo è pretenzioso, ma è anche maleducato.

                  Tre cose non mi sono piaciute per niente:

                  1) ho chiesto di prendere posizione su un episodio squallido di insulti su Facebook. Io ritengo a ragione che questo sia servilismo o peggio, paura di uscire di un millimetro dal seminato. Nessuno ha avuto quel briciolo di coraggio che porta a prendere un minimo di distanza. E pensare che bastava poco, davvero…

                  2) l’insistita denigrazione di Marco Piazza, Ruben Marosha, per sminuirlo, nell’incapacità di sminuire le sue inchieste. Come ho già scritto questa tecnica si chiama Dead Agent: è usata anche da alcuni controversi gruppi settari ed è basata sul seguente principio: per cancellare ciò che dice una persona non si entra nel merito di ciò che dice, ma si denigra la persona.

                  3) il tentativo di gettare sul blog le opinioni contenute in un commento, usando la terza persona plurale (voi), e poi l’insistenza continua su questo punto, come se fosse l’unico argomento cui aggrapparsi. Anche quando il commento era già stato cancellato. Insistenza ossessiva e fuori luogo. Nei commenti sul post “I laboratori Zelig sono un business?” un commento mi accusa di appropriazione indebita (con chiaro riferimento al periodo di Lanciano). Accusa falsa e fabbricata a tavolino di aver derubato Bananas. Ho invitato più volte Bozzo e Turati a smentire quelle voci. Credo che a scrivere il commento sia stato un certo C T, insomma (nel dubbio c’è l’IP, ma questo solo in caso di cause legali), se fosse vero riflettete sul fatto che sia l’ambiente (dall’interno) a produrre questa mania delle accuse false. Se vi scannate tra di voi non lamentatevi.

                  Questo è stato deludente, ma mi rendo conto che non si poteva pretendere di più. Nessuno vi chiede di immolarvi.

                  Ora basta, potete tornare a produrre pezzi televisivi (e non lo dico con sarcasmo) ne avete bisogno, siete in centinaia e ogni giorno se ne aggiungono altri e cala il lavoro.

                  Un abbraccio

                  L’Amministratore

          • Anonimo febbraio 22, 2012 a 2:09 PM #

            Il Grande Gavelli improvvisamente spolvera una democratica leccata di fondelli ai ragazzi del lab di Genova!Semplicemente perchè lo stanno massacrando!ahahaha!Poi Lui su Turati non ha mai detto niente,lo ama alla follia…Gavelli!!!????PRRRRRRRRRRRRR

            • ananasblog febbraio 22, 2012 a 2:19 PM #

              >Semplicemente perchè lo stanno massacrando!ahahaha

              Anonimo, qua dobbiamo capirci. Il blog è sopravvissuto a un attacco legale vigoroso da parte di Bananas srl, che aveva come dead line ferragosto. Dopo che hai affrontato i carri armati e (per il momento) ne sei uscito indenne, qualche manciata di ghiaia (da parte dei ragazzi di Genova) non fa male. E’ il destino: il capo della stampa indipendente (per quanto piccola sia) alla fine si confronta coi capi dell’estabilshment. Che vvuoi…
              L’A

  12. Daniele febbraio 21, 2012 a 12:14 PM #

    Ciao Incazzato, io sono il ladro, aspetto che tu venga a dirmelo in faccia, con le prove di quello che dici ovviamente, scrivo qui anche se avevo promesso a me stesso di non farlo perchè questa accusa è grave e non corrisponde al vero, io non faccio lo splendido, io faccio il comico e l’ho fatto anche quando dalla vita mi sono arrivati cazzi e martelli (cit.) e se mi conosci si di cosa parlo.
    di soldi non ne voglio nemmeno parlare ma invito i ragazzi del lab a dire qui la loro verità.

    • Anonimo febbraio 21, 2012 a 12:37 PM #

      Andrea Bottesini

      Daniele lavoriamo assieme da anni e di merda ne abbiamo mangiata…anche troppa!Lasciamo il palco una sera a questi fenomeni del “LUI SBAGLIA,LUI E’ DISONESTO,LUI E’ UNA MERDA” e vediamo le loro grandi capacità!Poi li paghiamo per come lavorano!In relazione al come gestiamo le serate a genova sfido chiunque nel trovare una “squadra” di comici cosi’ affiatati e presenti nel lavoro!questo significa che le cose funzionano perfettamente!Cmq quando verranno a dirtelo in Faccia voglio esserci anch’io!Ma non verranno mai…sono fatti cosi’ i supereroi moderni!

    • Luca febbraio 21, 2012 a 12:52 PM #

      Ciao Amministratore, ciao Ruben, ciao Daniele …

      Sono Luca Bondino, per farmi riconoscere al volo sono “esce un giovane a schiaffo ma non è dato sapere chi sia”…

      Fatte le presentazioni del caso, credo sia quantomeno corretto spendere due parole per farvi capire una cosa, vi sta sfuggendo un concetto che sono sicuro potrà migliorarvi la vita.

      Non ce l’ha detto il Dottore. Ovviamente, non mi sto riferendo a Matteo Monforte, uno dei più bravi bestemmi-autori che abbia conosciuto in questi quasi dieci anni di laboratori e “tritacarne”.

      E attenzione perché sto per svelare il più grosso segreto dell’Universo, dopo i Men in Black: siamo perfettamente a conoscenza del fatto che i laboratori non sono retribuiti. Wow!

      Ruben nel suo reportage meraviglioso anche in quel di Genova, per altro raccontando storie di come al suo paese si trovasse molto spesso a contatto ravvicinato con gente che gli puntava contro un fucile carico – what a sad story – penso che abbia toccato le corde dell’unico gruppo che riesce a essere la dimostrazione che “si può fare” [cit. di Carlo Turati] indipendentemente da tutto e da tutti, siano questi finti albanesi che imitano male Andy Kaufman, blog sulla comicità indipendente, trasmissioni tv e via discorrendo.

      Io vi invito. Venite, una volta, a Genova… ma non con la telecamera nascosta a fare lo scoop dei miei coglioni, venite una volta e provate a condividere quello che facciamo, provate a osservare quello che siamo.

      E poi parliamo. Dal vivo. Parliamo di quando Daniele Raco si è sobbarcato tutti i costi del laboratorio quando abbiamo cambiato “casa”, parliamo di quando Matteo Monforte tra una bestemmia e l’altra ti migliora il pezzo in UN MINUTO, parliamo di quando Carlo Turati ci ringrazia per il lavoro che abbiamo fatto, con umiltà e voglia di crescere, parliamo di quando Andrea Bottesini ti tratta come un fratello minore e ti fa crescere sul palco e fuori, parliamo di Antonio Ornano e Maurizio Lastrico che quando sono lì ti fanno capire quanto sia importante il senso di appartenenza, parliamo del N.O.I, di Ale, Andrea, Stefano, Mario, Sergio, Marco, Fede.. insomma, parliamo… però dopo aver parlato, magari fermatevi a guardare anche la serata, che forse, col tempo, poi imparate anche a far ridere.

      • ananasblog febbraio 21, 2012 a 1:11 PM #

        >Ciao Amministratore, ciao Ruben, ciao Daniele …

        Saluto gli amici genovesi e Luca Bondino.

        Ricordo che alcuni di voi hanno partecipto allegramente a un pestaggio via facebook fatto di insulti, false accuse e minacce nei confronti del sottoscritto. Tra i più attivi, Daniele Raco, Bottesini…

        Ricordo che sembravate molto determinati nel sottolineare la sprezzante violenza verbale di Carlo Turati, Alessio Tagliento, eccetera.

        Ricordo che nessuno si è sognato neanche lontanamente di chiedere scusa per quell’episodio squallido, di triste servilismo verso il “potentato zelighiano” e di aggressione a chi legittimamente (e unico) aveva preso parola pubblicamente contro il sistema.

        Ricordo che l’abitudine del “il capetto indica il nemico” e i servi sciocchi lanciano i loro sassi, è ancora evidente a questo link: https://www.facebook.com/home.php#!/media/set/?set=a.181110991943.152470.150824326943&type=3

        c’è addirittura che trova tutto ciò meraviglioso, chi si commuove… C’è solo da provare pena per certa gente

        Ricordo che Genova, allo stato attuale, è una fabbrica di pezzi tv per Milano.

        Per favore, evitate di venire nel mio blog, a fare le vostre prediche ipocrite.

        L’Amministratore

        • Andrea febbraio 21, 2012 a 1:18 PM #

          e tu evita di parlare di Genova senza sapere quello che dici o verificare le tue fonti.
          Thx

          • ananasblog febbraio 21, 2012 a 1:32 PM #

            >e tu evita di parlare di Genova senza sapere quello che dici o verificare le tue fonti

            Ancora? ho detto di girare al largo, prima le scuse per le offese gratuite, gli insulti, poi se ne può parlare.

            Non venite a fare prediche qua perché vi siete mostrati servili, aggressivi e ipocriti.

            Compris?

            L’A

          • ananasblog febbraio 21, 2012 a 1:49 PM #

            >e tu evita di parlare di Genova senza sapere quello che dici o verificare le tue fonti.

            Si aggiunga: perché avere così paura dal prendere le distanze quando qualcuno sbaglia? Tipo un Turati che insulta qualcuno pubblicamente. Cosa pensate che succeda? Pensate di finire nella lista nera? Solo appecoronandovi riuscirete a sopravvivere? Non state facendo una bella figura. Pessima figura davvero.
            La difesa corporativa del votro gruppo è fuori luogo. Nessuno l’ha mai messo in discussione. Si mette in discussione il fatto che il vostro gruppo fa parte della filiera di produzione pezzi tv che oggi mette sotto pressione Genova, domani, quando l’avrà spolpata, si butterà su altre zone più fruttifere.
            Questa ortodossia zelighiana è ridicola soprattutto perché ai piani alti nei vostri confronti c’è quasi totale indifferenza. Le pecore empatizzano coi negozi di macelleria? Il macellaio no.
            Ma davvero pensate che un giorno Gino Vignali darà una pacca sulla spalla a uno di voi e dirà “sei fisso nel gruppo”, che vi farà entrare nel loro “cerchio magico”? Poveri illusi, dovete giustificare il vostro andare avanti e indietro tra provini e laboratori da anni e non volete vedere la verità.
            Cosa sta producendo il sistema? Quanto locali che facevano cabaret hanno chiuso? Quanto sono calati i cachet? Quanto poco si lavora? I vostri capi e capetti hanno contribuito (con la vostra leale sottomissione) a creare l’agonia del cabaret italiano.
            Orgogliosamente finirete a fare serate a 50 euro.
            L’Amministratore

            • Anonimo febbraio 21, 2012 a 1:54 PM #

              > La difesa corporativa del votro gruppo è fuori luogo. Nessuno l’ha mai messo in discussione.

              Ah no??? E allora spiegami perché uno sul tuo blog può dare del ladro a Daniele Raco (che è il capocomico del nostro gruppo) senza essere né cancellato, né redarguito da te che saresti l’amministratore senza macchia e senza paura amico del pluralismo, della democrazia e delle cose giuste?

              Ti meravigli perché ci incazziamo? Qui Bananas non c’entra niente. Gli insulti sono partiti da questo blog diretti al gruppo di Genova e stanno tornando indietro…

        • Luca febbraio 21, 2012 a 1:35 PM #

          Curioso per altro, come il primo blog sulla comicità indipendente riesca a dare sinceri colpi di mannaia a risposte non proprio allineante con la linea editoriale del “potentato dell’ananas”.

          Tanto ci basta.

          • ananasblog febbraio 21, 2012 a 1:52 PM #

            Luca ti tolgo momentaneamente la parola, prima devi farmi una cosa. Vai a questo link, leggi i commenti, dimmi cosa ne pensi degli insulti di Turati. Scrivi ciò che pensi scrivendo un tuo commento su facebook. A dopo

            https://www.facebook.com/home.php#!/media/set/?set=a.181110991943.152470.150824326943&type=3

            • Luca febbraio 21, 2012 a 2:04 PM #

              Guarda abbi pazienza, io sono per una bella democrazia e per un pluralismo di idee e opinioni, sono abituato a relazionarmi via web su forum, blog, social network et similia, ti giuro, il fatto di sentirmi dire “ti tolgo momentaneamente la parola” mi fa un po’ sorridere.

              Così come scrivi ciò che pensi con un commento su facebook è un’imposizione alla quale non sono assolutamente incline a ottemperare…

              Io sono da sempre dell’idea che se uno si incazza è perché ci sono motivi… più o meno validi, ma ci sono.
              Non entro in merito alla questione insulti Turati, non me ne frega niente.

              Ti ricordo solo, così come avevo scritto nel post che hai prontamente eliminato, siamo disposti a star fuori da questo circo, l’abbiamo fatto per tutto questo tempo, ti chiediamo solo di lasciarci fuori a nostra
              volta.

              Perchè ti ripeto, siamo tanti, siamo uniti, siamo una bella famiglia, ci troverai sempre…

              • ananasblog febbraio 21, 2012 a 2:11 PM #

                >Guarda abbi pazienza

                Luca, oltre a fare interventi a schiaffo fatti maluccio (e con scarsa tecnica e con molto insicurezza) sei un paraculo mica da ridere, giri attorno ai concetti per paura che il barbuto di viale Monza non ti dia più pacche sulle spalle.

                Domanda diretta: approvi l’insulto di Turati sì o no? Lo trovi meraviglioso? Se sì, vai in ginocchio fino a Milano a baciare l’anello papale, perché quello sai fare, strisciare, se disapprovi spiega perché e SPIEGALO bene.

                Mai visto uno tanto impaurito.

                L’A

                • Luca febbraio 21, 2012 a 2:17 PM #

                  Ah ma ok ma allora sei uno molto confuso.

                  Ti incazzi quando ti insultano, magari con ragione, e poi dai botte di verme, paraculo e via dicendo senza problemi…

                  • ananasblog febbraio 21, 2012 a 2:20 PM #

                    >Ti incazzi quando ti insultano, magari con ragione, e poi dai botte di verme

                    Luca, ti voglio bene, davvero, ma possibile che non riesci a prendere una posizione? L’insulto di Turati (accompagnato dai complimenti al gruppo) come a dire “noi siamo i buoni, quello è il nemico”, lo trovi giusto? Lo sottoscrivi? Oppure è sbagliato? Se sì quanto è sbagliato? Perché? Chi ha scritto che era tutto meraviglioso ha fatto bene?
                    L’A

                    Luca, notare come i tuoi amici, la tua grande famiglia unita, ti stia lasciando da solo in questa schermaglia.

                • Anonimo febbraio 21, 2012 a 2:18 PM #

                  Meno male che su questo blog non si insulta nessuno eh Ananas? Se adesso ti metti anche a insultare e criticare il lavoro dei comici poi non ti lamentare se noi Genovesi inondiamo il tuo bel blog con commenti… tra l’altro facci caso… nessuno parla mai del tuo percorso artistico…? vuoi che cominciamo?

                  • Andrea febbraio 21, 2012 a 2:32 PM #

                    > Luca, notare come i tuoi amici, la tua grande famiglia unita, ti stia lasciando da solo in questa schermaglia.

                    Ma come ti permetti?

                    Di parlare ancora del gruppo in primis e di criticare il lavoro di un comico in secundis. Con che faccia poi scrivi articoli su cosa è giusto e cosa è sbagliato? Sei tu il primo a essere illiberale e capace solo di insultare giudicando il lavoro degli altri dall’alto di cosa…. del tuo “promontorio 7”?

                    • ananasblog febbraio 21, 2012 a 2:45 PM #

                      >Sei tu il primo a essere illiberale e capace solo di insultare

                      Andrea, continui a far finta di niente: gli insulti sono arrivati da voi, come sappiamo bene, a difesa del sistema e a traino di qualcuno che contava un po’ più di voi. La figura pessima che avete fatto e che continuate a fare è una “parte in commedia”. Dovete mostrarvi più lealisti del re. Per questo vi chiedo di prendere le distanze dagli insulti turatiani, ma non potete. Non siete liberi. Punto.
                      Fai un elenco di cose di cui non si deve parlare.
                      A Genova ci sono stati I Cavalli Marci, i Broncoviz, valevano 50 volte più di voi (Crozza e Luca e Paolo sono numeri 1), quindi si può parlare anche del vostro gruppo (che fa gola a Zelig finché sarà una riserva di pezzi tv, poi vi molleranno)
                      L’A

                  • ananasblog febbraio 21, 2012 a 2:33 PM #

                    >tra l’altro facci caso… nessuno parla mai del tuo percorso artistico…? vuoi che cominciamo?

                    Ancora? Ricapitoliamo: “appropriazione indebita” (Turati) “tutto quello che hai scritto faceva schifo” (Tagliento e Betti e Turati e qualceh genovese).

                    Qua amministro io, siamo in “casa mia”, non mi faccio insultare facilmente, mica vai ospite a casa di qualcuno e scrivi insulti al padrone di casa. Insomma, prova a ricicciare le solite accuse, ma la vedo dura…
                    L’A

                  • Ruben Marosha febbraio 21, 2012 a 2:40 PM #

                    quindi tu hai la patente per farlo?
                    o è la tua umanità?
                    o qualifica?

                    attendo…

          • ananasblog febbraio 21, 2012 a 2:04 PM #

            >Curioso per altro, come il primo blog sulla comicità indipendente riesca a dare sinceri colpi di mannaia a risposte non proprio allineante con la linea editoriale del “potentato dell’ananas”.

            Luca, ma tutti questi anni di laboratorio… Devo dirti una cosa a cuore aperto: gli interventi a schiaffo, durando pochi secondi, dovrebbero essere un concentrato di “ENERGIA” comica o di clownerie. I tuoi erano pesantemente sottotono, nessuno te l’ha mai fatto notare? E’ un parere tecnico, scusa.

            L’A

            • Luca febbraio 21, 2012 a 2:12 PM #

              Non serve scusarsi, anzi ti ringrazio per il parere tecnico. Se hai altri suggerimenti, inviti, idee, spunti riferisci pure, può solo aiutare.

              • ananasblog febbraio 21, 2012 a 2:17 PM #

                >Non serve scusarsi, anzi ti ringrazio per il parere tecnico. Se hai altri suggerimenti, inviti, idee, spunti riferisci pure, può solo aiutare

                Lo vedi che sei un emettitore di aria fritta? Voglio il tuo parere su Turati! Tira fuori un po’ di spina dorsale.
                L’A

                • Luca febbraio 21, 2012 a 2:18 PM #

                  Un bravo autore, una brava persona…

                  • ananasblog febbraio 21, 2012 a 2:34 PM #

                    >Un bravo autore, una brava persona…

                    Grazie

                  • Antonio febbraio 21, 2012 a 2:56 PM #

                    un bravo autore, una brava persona

                    • ananasblog febbraio 21, 2012 a 3:14 PM #

                      >un bravo autore, una brava persona

                      QUIZ: dopo il forfait di Teo Guadalupi, chi segue il laboratorio Zelig di Genova?

                      NB: sarebbe scorretto tentare di indovinare seguendo le tracce di saliva presenti in alcuni commenti di questo blog, sarebbe troppo facile!

                  • Karl Turatciolo febbraio 21, 2012 a 3:10 PM #

                    buuuurp!

  13. Anonimo febbraio 21, 2012 a 12:14 PM #

    Andrea Bottesini

    Buongiorno a tutti,mi permetto un commento,partendo dalla mia esperienza e dal mio giudizio su quello che ho vissuto,che vivo e che vivro’ facendo questo mestiere.
    Marco Piazza (io metto i nomi veri,come metto il mio…vero!) a me non fa ridere e nemmeno alla maggior parte del pubblico che lo ha visto esibirsi in mia presenza…il pezzo non è originale e non mi piace!Forse si dovrebbe impegnare un po’ di piu’ nel lavoro che vorrebbe fare,utilizzare la telecamera per registarsi,rivedersi e correggere i propri errori.

    • Anonimo febbraio 21, 2012 a 12:19 PM #

      Cosi’ il lavoro va avanti e ci si migliora.Coprire di “merda” gli altri non aiuta a crescere almeno umanamente (tralascio il fattore umano del fingersi albanese di questo ne parleremo…o forse no).Io ho fatto il primo lab zelig a genova nel 2005…dal primo anno mi hanno portato ai provini…ogni anno ho avuto la soddisfazione di esserci…nel 2008 ho fatto la trasmissione,poi il mio valore artistico non coincideva con i progetti futuri e quindi ho percorso altre strade!Per due anni sono rimasto fuori,ho pensato,mi sono messo in gioco e l’anno scorso sono tornato in ballo…ho rifatto il provino,oggettivamente non bene,cosi’ ci siamo rimessi a lavorare sul pezzo per farsi’ che quest’anno possa “spaccare” …se non sarà li,sarà altrove!Vivo cosi’ perchè in un
      modo o nell’altro io devo “lavorare” per vivere!!!Se non avessi un cazzo da fare dalla mattina alla sera,se fossi ricco di famiglia e mi piacesse l’arte del “mugugno” beh probabilmente non seguirei il vostro cammino e mi dedicherei alla Figa!Sembra banale,ma tante volte aiuta!

      modo o nell’altro io devo “lavorare ” per vivere

      • Anonimo febbraio 21, 2012 a 12:20 PM #

        Sono sempre io (sopra) Andrea Bottesini

        • Ruben Marosha febbraio 21, 2012 a 3:03 PM #

          Trovami una dichiarazione mia dove denigro il pezzo di un collega e ti offrirò serenamente una birra e chiederò scusa a chi ho offeso. Se non lo trovi dovresti chiedermi tu scusa e spiegarmi come mai questo attacco a me ed in particolare in questo momento, visto che ci siamo visti e non hai mai fatto parola di nulla e soprattutto in questi commenti desideri che le cose vangano dette vis a vis.

          • Anonimo febbraio 21, 2012 a 4:59 PM #

            Io con te non ci parlo,semplicemente perchè Non mi fido piu’ di te!Perchè hai tradito la mia sensibilità!Non so chi sei!Io critico l’artista non l’uomo!Sei un ragazzo intelligente e dovresti accettare la critica e la sincerita!Occhio a chi ti idolatra troppo,amgari gli fai comodo,come ai cattivi!

            • Ruben Marosha febbraio 21, 2012 a 6:18 PM #

              Ecco non parlarci più allora, “uomo” sensibile, ma fallo! Non posso pretendere scuse da uno come te, ti ho dato la possibilità e dimostri cafonaggine pura, useresti qualsiasi scusa per non guardarti, e non solo in telecamera.

              • ananasblog febbraio 21, 2012 a 8:53 PM #

                Nessuno risponde alla domanda: “è legittimo insultare qualcuno su facebook, additandolo come ‘nemico’, soprattutto quando si ha una posizione educativa e di insegnamento?”
                Ragazzi avete una paura fottuta, siete incapaci di prendere una posizione. Mezza parola… “è stata una caduta di stile…” ci vuole poco, invece di questo ridicolo disonore, di questa finta indignazione contro un nemico che non esiste, se non nella testa di certi “autori”.
                Su, coraggio, non ci saranno ritorsioni…
                Ma non lo farete, non potete mostrare le vostre opinioni, perché dall’altra parte le ritorsioni ci sono eccome (ci sono soprattutto nella vostra mente, la paura di essere esclusi)…
                L’A

            • ananasblog febbraio 21, 2012 a 8:48 PM #

              >Io con te non ci parlo,semplicemente perchè Non mi fido piu’ di te!Perchè hai tradito la mia sensibilità!Non so chi sei!Io critico l’artista non l’uomo!Sei un ragazzo intelligente e dovresti accettare la critica e la sincerita!Occhio a chi ti idolatra troppo,amgari gli fai comodo,come ai cattivi!

              ragazzi, quando tutta la vostra sensibilità e integrità di carattere verrà rivolta contro chi detiene il potere, chissà cosa ne verrà fuori! Ci sarà la vera rivoluzione!!! Chissà quanta sensibilità eromperà dai vostri cuori infranti (da serate a 50 euro perché non ci sarà più nulla)
              PS qua stanno sbroccando: trovano normale che un Turati insulti pubblicamente le persone e poi fanno i permalosi e minacciano di rivolgersi all’avvocato (quando poi, in passato, deploravano chi agisce per vie legali).
              Meritate che qualcuno, meno educato, vi prenda a parolacce sul serio.
              L’A

              • Karl Turatciolo febbraio 21, 2012 a 9:53 PM #

                ghe pensi mi, BUUUUUUURP!

              • Anonimo febbraio 22, 2012 a 1:17 am #

                Voi parlate di prendere delle posizioni???Gavelli dicci la tua posizione dai!!!Scrivi i nomi dei tuoi nemici!!!Dai!Hai il coraggio!

                • Ruben Marosha febbraio 22, 2012 a 12:46 PM #

                  Ancora con questo “voi”? Prova a usare una volta il singolare e a rivolgerti da singolo,se ce la fai. Gran maleducato e incivile che nonsei altro.

  14. Ruben Marosha febbraio 17, 2012 a 3:49 PM #

    @ giggilatrottola,
    ambasciatorsenzapene,
    lanciatoridisassidalcavalcavia & co

    Il lavoro non retribuito è illegale. Punto.

  15. jajajaja febbraio 17, 2012 a 2:21 PM #

    “caro Roberto, ho visto il video con i volti oscurati di Ruben e so perfettamente chi sono quelli dai volti oscurati. Autore aiutante M.M.; comico famoso D.R. il locale ed il resto lo puoi trovare in questo link http://circospetto.net/2008/04/09/zelig-lab-zena-al-checkmate-nuovo-appuntamento-nuovi-comici/.. dimenticavo l’autore di banans è C.T. tutte cose note ed A.R.C.I. note. Dov’è il problema? loro fanno i loro interessi, a volte ci riescono ed a volte no (più si che no). Quello che dice Ruben nei suoi video è tutto vero. C’è una lobbies, che fa esibire comici allo sbaraglio promettendo loro non si sà cosa , tu vai, ti esibisci, ti offrono una birra ed un panino, poi ogni tanto viene C.T., che prende per il c**o tutti, è sempre ubriaco e quando è astemio è peggio, M.M. fa il dottore e bestemmia, nessuno ci fa caso neppure Bagnasco. Poi arriva D. R., fa lo splendido, da consigli a tutti, organizza le serate da solo ( a pagamento) e chiama chi vuole lui e gli da una misera ( il resto lo tiene lui ). …..”

    Per non lasciare niente di intentato e nel pieno spirito di trasparenza e onestà, diamo un nome a quelle iniziali? Per esempio, chi è il bestemmiatore aiutante MM? Metropolitane Milanesi, Mirko Mazzullo, Matteo Monforte, Manfredo Mintuzzini? E D.R., il ladro? Drago Ralfoy, Diderot Donzallini, Daniele Raco o Drusillo Razzarelli? E via così. Sono tutti nomi inventati, quindi perchè preoccuparsi di accuse che vanno oltre il reato in questione (cupidigia, bestemmia, alcolismo) e includono il villipendio della persona?

    Ah, dimenticavo e RM è Rimini

    • ananasblog febbraio 17, 2012 a 2:33 PM #

      >Ah, dimenticavo e RM è Rimini

      E due!!! jajaja, dopo “Ambasciator non porta concetti”, non ho capito che caspita vuoi tu, non si capisce a cosa alludi, non si capisce il senso dell’ironia, non si capisce un tubo. Siamo in un mondo in cui non si parla chiaro mai, non solo senza dire il proprio nome, ma senza declinare le generalità delle proprie idee.
      Hai presente “Tema” e poi “svolgimento”? Hai presente la costruzione di un periodo? Se fai pace con la tua confusione idiomatica, e con la rabbia che senti dentro, forse riuscirai a dire qualcosa di compiuto. Anche perché il primo video di Ruben (quello che fece scattare gli avvocati bananiferi) sembra sia stato girato altrove.
      L’Amministratore

      • jajajaja febbraio 17, 2012 a 3:09 PM #

        ho presente, ho presente. non c’è rabbia, se ci fosse userei altri modi e termini. il video a cui fa riferimento RM è stato girato dove è stato girato, il secondo è stato girato a GE e a quello fa riferimento L’I. Siccome siamo dell’idea che occorra smascherare i D******I, perchè non essere trasparenti? RM lo fa, massì facciamolo anche noi!!

        Per parafrasare una persona che stimo: “E’ un lavoro sporco ma qualcuno lo deve pur fare”

  16. giggi febbraio 17, 2012 a 1:32 PM #

    @Avvocato Bernardo
    Scusami eh ma dove sta “il delitto, l’ ingiustizia o un semplice fatto di cronaca?”. Nel dire “Non è che questi fanno i laboratori per fregare i testi ai comici?”. (peraltro frae accompagnata senza uno straccio di prova) o nel dare del “Delinquente” alla gente che lavora e che non ha colpa se un comico non piace poi su al resto degli autori Viale Monza? A casa mia (e non sono Avvocato quindi forse mi sbaglio) questa è semplice diffamazione. O sbaglio?

  17. ambasciatornonportapena. febbraio 17, 2012 a 11:35 am #

    secondo me questo vostro modo impostore di condurre un’ichiesta giornalistica – RUben lo è? – fingendovi altre persone e riprendendone senza il permesso altre ancora, oltre che passare dalla parte del torto, vi farà perdere un sacco di grano. perchè secondo me adesso iniziano a fioccare denunZie sul serio. oh… ho anch’io le mie “spie”, mica parlo a cazzo.
    le cose vanno fatte nella legalità.
    ah… ambasciator non porta pena, ok? 😉 buona fortuna a tutti. e da una parte, e dall’altra.

    • Avvocato Bernardo febbraio 17, 2012 a 12:52 PM #

      Beh, secondo te. Probabilmente perché non hai cultura legale.
      Illegale è inviare immagini riconoscibili senza il consenso dell’interessato. Informare (anche attraverso registrazioni non consentite) un delitto, una ingiustizia o un semplice fatto di cronaca assolutamente no. Fin quando non cambiano l’articolo 21 della costituzione. Purtroppo ultimamente disinformazione e malizia la fanno da padroni, i tempi giudiziari sono lunghi e spesso non si arriva a sentenza definitiva lasciando un panorama di illegalità desolante in cui chi ha più danaro è sicuramente più avvantaggiato di chi è nel diritto o nella ragione.

      • ambasciatornonportapena. febbraio 17, 2012 a 1:56 PM #

        avvocato Bernardo, se lei pensa che bananas e zelig stiano commettendo un illecito, o qualcosa di illegale ha il dovere morale di denunziare il tutto alla polizia. Non di pubblicare link di siti dove vengono mandate in onda delle immagini carpite con l’inganno e senza il permesso degli interessati. E poi il semplice giochetto delle “scatole cinesi” (cos’ in voga tra politici e imprenditori) del tipo: siamo la stessa “associazione” però io faccio pubblicità a me stesso attraverso un sito di “rappresentanza” in modo che non sembro io ma quell’altro (che poi son sempre io o qualcuno a me vicino) magari potrebbe venire scoperto …
        i suoi assisiti Piazza e Gavelli , che fingono la litigata in diretta, sembrano Totò e Peppino. Con tutto il rispetto per Totò e Peppino che hanno sempre fatto ridere, mentre Gavelli e Piazza mai.

        • Avvocato Bernardo febbraio 17, 2012 a 3:36 PM #

          Mi ripeto. L’illecito non può provenire da una “registrazione” fin quando questa registrazione non infrange i termini di legge (nel caso specifico legge sulla privacy) per il resto il diritto di cronaca è un’altra cosa.
          Mi rinnovo. Non assisto assolutamente i signori che lei cita, ho solo dato un parere professionale che a quanto pare qui era carente. Tutto qui, ma mi dissocio assolutamente da questa piattaforma poiché è troppo tesa e non credo ci siano i presupposti né per informare (consulenza peraltro gratuita e a che pro?) né tantomeno per discutere serenamente. Chiudo.

          • giggi febbraio 17, 2012 a 3:39 PM #

            “ma mi dissocio assolutamente da questa piattaforma poiché è troppo tesa e non credo ci siano i presupposti né per informare (consulenza peraltro gratuita e a che pro?) né tantomeno per discutere serenamente”

            Eh no caro Avvocato, troppo facile. Rispondi alla mia domanda.

            • jajajaja febbraio 17, 2012 a 4:15 PM #

              per dirla tutta è un gran sparar dissociazioni in un mondo in cui niente è illegale. molto divertente, davvero
              auguri uomo di Pristina in un mondo in cui la legge è uguale per tutti 🙂

              • Lucio Sestio febbraio 18, 2012 a 4:10 am #

                tu, per esempio, sei illegale

                • Antonio febbraio 19, 2012 a 2:07 PM #

                  @lucio sestio – può darsi, ma mi diverto molto

                  • Lucio Sestio febbraio 19, 2012 a 2:44 PM #

                    Non è giovedì…

                    • Antonio febbraio 19, 2012 a 7:12 PM #

                      e neanche l’antica roma, dove i luci sesti giravano liberi e innocui

    • ananasblog febbraio 17, 2012 a 2:21 PM #

      >oh… ho anch’io le mie “spie”, mica parlo a cazzo.

      Amba, se volevi parlar chiaro non ci sei riuscito. Che fai, lanci il sasso e nascondi la mano?
      L’Amministratore

  18. Ruben Marosha febbraio 16, 2012 a 10:54 PM #

    grazie

    • jajajaja febbraio 17, 2012 a 8:57 am #

      le iniziali le smentisci tu, ruben, o lasciamo il compito a chi ha notizie note ed A.R.C.I. note?

      • Ruben Marosha febbraio 17, 2012 a 9:50 am #

        Credo si riferisca alle iniziali di chi gestisce quest’anno (non l’anno scorso quando lo feci io). Ad ogni modo il video di oggi tratterà dell’altro “laboratorio” svoltosi in un’altra città (come è noto io mi infiltrai in più laboratori contemporaneamente e con differenti identità) dove non c’erano nemmeno né birra né panino… Quindi direi una G al posto di una C (tanto per “milanesizzare”) e che le iniziali non cambiano l’identico sistema e la identica becera e delinquenziale sostanza.

        • jajajaja febbraio 17, 2012 a 10:11 am #

          no, credo si riferisca al video, a meno che non sia completamente distipico

          • Ruben Marosha febbraio 17, 2012 a 11:08 am #

            invece si riferisce proprio al secondo video ed è come ho già commentato, tornano iniziali ed aggiornamenti:

            e ribadisco non cambia la sostanza.

            • jajajaja febbraio 17, 2012 a 11:15 am #

              deciditi, o è il video o la situazione attuale. e se è il video 2/3 degli acronimi sono sbagliati

              • Ruben Marosha febbraio 17, 2012 a 12:44 PM #

                ?

                • Maurizio Giuntoni febbraio 17, 2012 a 4:36 PM #

                  Confermo.. il video è quello riportato da Ruben e gli acronimi sono giusti,almeno fino all’anno scorso (2011)

  19. Lanciatori di sassi con mani nascoste febbraio 16, 2012 a 4:09 PM #

    Mamma mia che odore… hai controllato le mutande Ananas?

    • ananasblog febbraio 16, 2012 a 4:40 PM #

      >Mamma mia che odore… hai controllato le mutande Ananas?

      Ma che stai a dire?! cerco di mediare!!!
      L’A

Trackbacks/Pingbacks

  1. ecco il video… « - febbraio 17, 2012

    […] video di Ruben Marosha (vedi articolo precedente) è disponibile facendo click sulla scritta […]

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: