dialogo tra un Michele e un “non so”

20 Apr
Grazie a tecnologie sempre più raffinate, siamo riusciti a intercettare un dialogo tra “Ginius” e “MaiKele”, i due capoccioni di Zelig Bananas. Visto che molta gente si interroga su quale sarà il futuro della trasmissione più amata dagli italiani, riteniamo di vitale importanza pubblicarlo (decrittazione a cura di Alex).

 

Mich – Gino, Gino, cosa stai facendo?

Gino – Non so… mmmn, diciamo che sto facendo progetti per il futuro… vieni qua!

Mich – Dovevo andare a bere una birra con Cirilli, per spiegargli il motivo intrinseco per cui, fraternamente, in un senso di amicizia e rispetto, gli abbiamo fatto fare Krusca. Vorrei dirgli: “lo so che ti girano le balle, ma un giorno capirai…”

Gino – L’avrà già capito da solo… Ven chì, ostrega… Ascoltami: secondo me la stagione prossima è meglio che facciamo una pausa…

Mich – (Sguardo sognante, saltella per la gioia) Giusto, così abbiamo il tempo per sperimentare, per fare cose nuove, per rinnovarci! 

Gino – Michele, per favore, la vuoi piantare con questo tuo entusiasmo un po’ zelota? 

Mich – Checco Zelota: una delle nostre più grandi scoperte! Grandissimo! Appena l’ho visto ho pensato “questo fa ridere”… 

Gino – Michele, segui il labiale: ci prendiamo una pausa per rinfrescare la richiesta del marchietto “Zelig”, per tornare a fare quello che abbiamo sempre fatto: una scaletta di pezzi televisivi preconfezionati, tanto ritmo, per tutti i gusti…

Mich – (Deluso) Ah…

Gino – E poi pensiamo al Claudio Bisio.

Mich – Bisio non ce la fa più: ha la congiuntivite a furia di sgranare gli occhi. E poi ha guadagnato un altro milione di euro, quindi come tutti i comici miliardari di sinistra deve fare un omaggio a Gaber e Pasolini a teatro, leggendo brani contro il consumismo… Se trovassimo un sostituto?

Gino – Ascolta bene: Bisio non deve scendere dal carro prima che il carro finisca su un “binario morto”. Sennò tutti dicono: “era merito del Bisio”. Non deve succedere! Non esiste che il Bisio affondi prima che affondiamo noi… A meno che non troviamo qualcuno che spacca gli ascolti come Fiorello!

Mich – (Rinfrancato di colpo) Fiorello! Ti ricordi che ci siamo sentiti al telefono una volta? E poi un’altra volta era nel nostro stesso ristorante a due tavoli di distanza! Fiorello è un po’ nostro figlio, fa parte del nostro mondo… Fiorello, uno di noi!

Gino – Ecco, se Fiorello fosse disposto a venire qua, al Bisio dobbiamo fargli calare il gelo attorno, per fargli capire subito che non è più gradito… ti sei allenato a fare il sorriso cortese ma gelido?

Mich – Non ancora.

Gino – Esercitati con la Cortellesi, che abbiamo deciso essere il capro espiatorio del calo di ascolti.

Mich – Okay, adesso passo davanti alla Paoletta e le faccio quel sorriso lì che le farà crollare l’autostima di colpo… Poi posso portarla a bere una birra per tirarla su?

Gino – Dopo fai quel che vuoi… L’hai preparata la siringa con il mezzo litro di Red Bull?

Mich – Sì, tu lo distrai un attimo mostrandogli uno specchietto e delle perline colorate, io gliela inietto nel collo.

Gino – Mi raccomando, che abbiamo un servizio fotografico e il Giancarlo mi deve fare un’espressione sveglia!

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

 

Annunci

Una Risposta to “dialogo tra un Michele e un “non so””

  1. Anonimo aprile 21, 2012 a 12:40 am #

    che tristezza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: