La puntata numero 13 di Zelig (battuta da una “gara di burlesque”)

21 Apr

la splendida Luisa Corna in versione Drag King

Ovviamente il titolo è una battuta, ma guardando la bellissima Luisa Corna, travestita da Renato Zero, con 2 metri di gamba, l’impressione era quella (soprattutto dopo che Berlusconi aveva appena definito così il bunga bunga).

Comunque la prima puntata del “Tale e Quale Show”, condotto da Carlo Conti, una gara di imitazioni tra vip, ha battuto nettamente la tredicesima di Zelig: 5.470.000 telespettatori contro 4.386.000.

E’ bastato uno show appena appena competitivo per regalare la vittoria a Rai 1 (eppure il “biscotto” prevedeva il trionfo di Zelig che maramaldeggiava senza avversari).

Ieri sera puntata peggiore di sempre, coi veterani spompati e tempi dilatati all’infinito. Per carità, i veterani hanno già dato tantissimo, hanno già fatto i miracoli. Bertolino ha addirittura riesumato il muratore bergamasco Paramatti. Avrebbe potuto fare il pensionato Cozzi Gino alle prese con i tagli alle pensioni… un momento: un pensionato che si chiama Gino… no, non era proponibile!

Pezzo migliore della serata: Rocco Barbaro (che fa ancora ridere!)

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Annunci

21 Risposte to “La puntata numero 13 di Zelig (battuta da una “gara di burlesque”)”

  1. Anonimo aprile 24, 2012 a 2:23 pm #

    io ho le ***** e ho scritto sulla pagina facebook del ******* Ahahahahahahaha!!!

    • ananasblog aprile 24, 2012 a 5:54 pm #

      >io ho le

      Allora, trovo quello che fai (se sei tu) detestabile. Insultare la gente sui social network è un reato. Non posso fare da vetrina alla tua rabbia nei confronti di chiunque.
      L’Amministratore

      • Anonimo aprile 24, 2012 a 7:36 pm #

        Scusa A, ma sei stato tu ad avvallare questo comportamento non cancellando i commenti precedenti di questo signore, e ora prendi le distanze? Comodo, molto comodo

        • ananasblog aprile 25, 2012 a 8:03 am #

          >Scusa A, ma sei stato tu ad avvallare questo comportamento non cancellando i commenti precedenti di questo signore, e ora prendi le distanze?

          Nessuno qua ha avvallato niente. L’Amministratore

  2. Tom aprile 23, 2012 a 4:41 pm #

    mi piace questo blog, soprattutto quando si parla del lato “tecnico” della comicità, e si lasciano da parte risse e cose poco simpatiche…
    Non seguo Zelig, non credo di aver mai guardato una puntata intera (è un mio difetto, lo so) ma di ques’tultima – battuta dallo show di RaiUno – ho visto un estratto, lo sketch di Raul Cremona nei panni di un personaggio ultramaschilista…ho dovuto controllare la presa scart perché non sentivo le risate del pubblico…poi ho capito che NON C’ERANO risate.

  3. ANONIMISSIMO aprile 23, 2012 a 4:29 pm #

    è brutto minacciare e rimanere anonimi. Io, ad esempio, preferisco non usare il mio nome (visto anche l’aria che tira fuori dentro al blog) … però ho sempre fatto interventi in favore e mai contro. Cerchiamo di rimanere in un ambito di dissenso, ma di civiltà. Peace.

  4. Anonimo aprile 21, 2012 a 12:13 pm #

    Finalmente tra le righe lo hai detto anche tu, ce lo vogliamo dire una volta per tutte che il Raco non fa ridere? Il pezzo di ieri era il peggiore di sempre, lo conosco bene e mi piaceva pure ma ora proprio non lo sopporto.
    Ha pure copiato eddy murphy lo avete scritto anche voi ma a parte tutto non fa ridere
    meno male che anche al lab (ogni tanto ci vado) quasi non presenta più lo fanno due che fanno ****** pure loro ma almeno non c’è lui.
    La storia del wrestling poi ha ***** *****, ho letto qui che ci è rimasto male ben gli sta ha copiato anche quella giusto?

    • ananasblog aprile 21, 2012 a 2:05 pm #

      >Finalmente tra le righe lo hai detto anche tu

      Detto niente di ciò che vorresti farmi dire. Vorrei che la smetteste (o la smettesti) di attaccare Daniele Raco che è uno che sa fare il suo mestiere, che poi si inalbera e insulta Ruben Marosha (che non c’entra niente). L’A

      • Claudio Masiero aprile 21, 2012 a 4:09 pm #

        Daniele è uno dei migliori, potrebbe non piacere perché no, ma di certo è uno dei pochi che sa tenere il palco. Ripeto, sottolineo e ribadisco che, in date non sospette daniele in mia presenza ha dato spettacolo di “Nudo e Crudo”, intorno al 2001/02, mettendo in cartellone che era un INNO ad Eddie Murphy (il suo nome si scrive così), se poi non l’hanno ribadito prima della messa in onda sarà un problema degli autori della trasmissione. Per quanto riguarda la storia del wrestling … ma fagli fare un po’ quel caz*o che gli pare. Chi siamo noi per giudicare?!

        • Stefania Stellini aprile 21, 2012 a 10:34 pm #

          Chiedo scusa per l’intrusione, ma leggendo del lab di Genova non posso non replicare … rispetto chiunque cerchi di fare il suo mestiere soprattutto se lo fa con passione … frequento il Lab di Genova da circa quattro anni e non mi sono ancora stufata di farlo, riesco sempre a divertirmi ogni volta e mi piace cercare le migliorie, le limature o le sfumature di un pezzo; un artista può piacere di più o di meno ma se devo far loro una critica preferisco farla in maniera costruttiva e possibilmente direttamente alla persona interessata, soprattutto non in maniera anonima … credo che nessuno abbia mai obbligato il pubblico a tornare ogni mercoledì, quindi per rispondere al signore che ogni tanto frequenta il Lab, e che magari è uno di quelli che si vanta di essere amico di un comico piuttosto che di un altro, che se non si diverte può pure restarsene a casa o andare altrove … nel rispetto di chi ancora si fa due risate e apprezza uno spettacolo dal vivo senza fronzoli o effetti speciali. Grazie per lo spazio concessomi e buon lavoro a tutti.

        • Anonimo aprile 22, 2012 a 9:44 am #

          Giudicare? ma li hai visti i video? è tutto finto come lui e il suo gruppetto di s*****

      • Skooby Doosha (aka Super Katiusha) aprile 22, 2012 a 8:30 am #

        Raco come chiunque altro può piacere o non piacere. Certo chi lo critica per partito preso non può che essere un cacirro e magari anche un po’ bu•••••o : ).
        Meno pettegolezzi e maldicenza, più critica a prescindere dall’appartenenza o meno ad un certo sistema.
        Ad esempio: ananas considera l’ultimo programma della Guzzanti molto positivamente. Altri -vedi Aldo Grasso- molto meno.

      • Anonimo aprile 22, 2012 a 9:42 am #

        Marosha ha fatto solo bene a smascherare tutta la mafia genovese, fanno schifo

        • Skooby Doosha (aka Super Katiusha) aprile 22, 2012 a 10:14 am #

          Anonimo: viene il dubbio -vaghissimo eh- che i tuoi giudizi sugli artisti genovesi non siano del tutto sereni. Ti hanno fatto del male?

          • ananasblog aprile 22, 2012 a 11:41 am #

            >Anonimo: viene il dubbio -vaghissimo eh- che i tuoi giudizi sugli artisti genovesi non siano del tutto sereni. Ti hanno fatto del male?

            l’Anonimo che conosce bene l’ambiente, sta esagerando, ho dovuto cancellare un suo commento davvero orribile. Purtroppo devo notare (sull’altra sponda) per l’ennesima volta l’aggressività anche di un gruppo ristretto di genovesi… verso il marcio che sta rovinando l’ambiente? Nooo, contro quelli che per primi hanno denunciato quel marcio. Io ci sono passato, altri pure, Ruben Marosha è stato fatto oggetto di una vergognosa valanga di insulti, accuse e minacce. Devo registrare che (a sorpresa) è stato proprio Daniele Raco a sferrare l’ultimo attacco, verso una persona che, tra l’altro, l’ha sempre stimato. E’ successo sull’Espresso.it, sul blog di Riccardo Bocca, a seguito di un post sulla trasmissione Copernico:
            Caro Marosha,
            sei stato solo molto fortunato a non capitare nella mia stessa puntata di Copernico, detto questo, aggiungo solo che almeno a Genova noi tentiamo di fare delle cose, a volte ci riescono bene e a volte no.
            Copernico potrà e dovrà sicuramente migliorare e le critiche servono anche a questo…
            A me questo Marosha-kaufman ha davvero rotto, con la sua inchiesta del nulla e con il suo calpestare i colleghi per mettere la faccia in tv, perchè questa e solo questa è la sua vera ed unica motivazione, mi rammarico solo di non aver capito a suo tempo

            Quello che dà fastidio è (da parte di alcuni genovesi legati agli Zelig Lab) lo scimmiottare l’aggressività e la maleducazione sgradevole di certi peronaggi Zelig (noti per mettere le persone le une contrto le altre). Anzi, certe volte è il personaggio zelighiano a lanciare il primo insulto. Notare nel commento di Raco l’infelice allusione a un’eventuale aggressione fisica. Tra l’altro il commento data mercoledì 18 aprile, cioè dopo aver registrato la puntata di Zelig (quando uno dovrebbe essere sereno col mondo), ma forse è proprio quel mondo lì a non renderti sereno.
            Si è cercato di far capire a certi amici genovesi (un po’ in tutte le lingue) che nessuno ce l’ha con loro. E’ inutile fingere di fare gli “ultrà del sistema” quando il sistema sarà il primo a mollarli quando non serviranno più. Poi sono finiti i bei tempi in cui sotto l’ombrello di viale Monza 140 la gente era intimidita, in cui gli insulti, le false accuse, la maleducazione estrema, le minacce si potevano fare senza pagare alcun prezzo, adesso la gente reagisce e ti manda pure a quel paese.
            R. Gavelli

            • Anonimo aprile 22, 2012 a 2:15 pm #

              Caro A
              Non capisco perchè hai cancellato il mio commento, era solo la verità e poi un pò parli bene di Raco e un pò male, ti vuoi decidere? Il commento sul blog Espesso lo avevo visto anche io ma Marosha deve stare tranquillo, al massimo Raco può picchiare una pizza

              • ananasblog aprile 22, 2012 a 3:40 pm #

                >Non capisco perchè hai cancellato il mio commento,

                Era offensivo e fuori luogo. Raco è un bravo stand up (+), a volte si è comportato in modo aggressivo (-). Punto.
                Comunque, quel che si è riscontrato di spiacevole è una forma di “trollismo”. I cosiddetti Troll infestano la rete insultando e minacciando, per esempio tanto da costringere (pare) Max Novaresi e Rudy Zerbi ad abbandonare Twitter:
                http://www.tvblog.it/post/35213/rudy-zerbi-max-novaresi-twitter
                …ma se qualcuno mi vuole spaccare la faccia se mi incontra e io non ne conosco il perchè…o un altro mi dice stai attento se giri per Roma..bwh..qui non mi offendo. mi preoccupo…
                Questo ha scritto Max Novaresi (autore e conduttore genovese). Ora facciamo il parallelo con le “velate minacce” di pestaggio, investimento in moto, di mettere le mani addosso da parte di Daniele Raco, Carlo Turati, Alessio Tagliento e vedi che si tratta della stessa zuppa. Il peggio è che nessuno sente mai il bisogno di chiedere scusa, l’ammissione di aver esagerato. L’interlocutore, per il fatto semplice di essere un interlocutore, è una “non persona” a cui può essere fatto di tutto. L’A

                • Anonimo aprile 23, 2012 a 12:47 pm #

                  caro Gavelli,
                  in tutta onestà credo che il vostro odio, la vostra presunzione, la vostra spocchia, la vostra invadenza, il vostro dare giudizi, la vostra intrusione nella vita degli altri con telecamere nascoste e impostori finti comici, la vostra prepotenza, il vostro stalking, il vostro sputtanare gente con nomi e cognomi, siano azioni molto più “violente” di quei 4 schiaffoni che – a mio modesto parere – probabilmente vi meritereste, come se li meritavano, ai tempi della scuola, i bambini saputelli che alzavano la mano e dicevano alla maestra che un loro compagno stava copiando il compito da un’altro.
                  con nessuna stima.

                  • ananasblog aprile 23, 2012 a 1:03 pm #

                    >siano azioni molto più “violente” di quei 4 schiaffoni che – a mio modesto parere – probabilmente vi meritereste

                    La solita storia: chi esercita il diritto di cronaca (oppure dissente) è un infame e può essere pestato (essendo un non umano, una creatura di serie B). Invito Daniele Raco a ritirare le sue minacce di aggressione fisica e a chiedere scusa (o a chiarire cosa avesse inteso con quelle parole spiacevoli). Alimentare l’odio verso i “non allineati” al sistema Zelig è triste, irresponsabile, pericoloso, soprattutto adesso che l’impero è in declino e non mette più paura a nessuno. L’A

                  • emy aprile 24, 2012 a 1:10 am #

                    minacce,mazzate,insulti…..siamo comici o caporali?!?!

                  • Ruben Marosha aprile 24, 2012 a 9:53 pm #

                    Caro anonimo,
                    invece sbagli tu di grosso.
                    Se consideri che il registrare di nascosto le ILLEGALITÀ del sistema delle banane (per altro non pubblicando affatto né nomi né cognomi né volti: dovresti controllare è evidente che parli a vanvera) al livello di minacce di violenze fisiche, hai molta confusione sul senso della civiltà.
                    Lo stolking e la prepotenza lo hanno fatto a me persone mai nominate al sottoscritto.
                    Sono stato attaccato per aver smascherato quel che succede dietro le quinte.
                    E non dai regnanti, ma dagli alfieri senza contratto.
                    È evidente che se ho provocato tutta questa rabbia (tralatro attraverso una burla), qualche IRREGOLARITÀ l’avrò pu fatta venire a galla, o no?
                    Non ho mai attaccato nessuno dei colleghi, mentre è esattamente avvenuto il contrario.
                    Sempre.
                    In un solo caso ho risposto ad un singolo perché c’è un limite a tutto.
                    Non c’è infatti scritto da nessuna parte che io debba essere preso a bersaglio da cafoni e maleducati per il semplice fatto di avere smascherato (lo ricordo: con una burla) le brutte e reiterate abitudini del sistema televisivo di chi sfrutta gli stessi cafoni e maleducati.
                    Poi è ora di smetterla di prendere lezioncine da anonimi come te che continuano a mettere in dubbio le mie capacità attoriali, evadendo sempre il problema di fondo: il lavoro gratuito.
                    È palese che a te la sacrosanta denuncia di ciò che è successo di rode parecchio (anche al Berlusca gli rode quando si intercettano le sue porcate).

                    Non è bastato un anno a farti credere che ero -non uno bensí- due personaggi?
                    Preferivi che continuassi in eterno?
                    O preferivi qualche altro personaggio?
                    Dimmi quando vuoi e ti do una prova attoriale, poi la esigerò anche da te.

                    -In un solo anno ho partecipato in 7 laboratori.
                    Ed in tutti sono piaciuto al pubblico e -per quanto mi importasse- anche a due “autori” (figurati quanto mi importa del parere di qualche “collega” invidioso…).
                    -Sono finito in 5 finali di concorsi nazionali ed ho vinto in tre di essi tra premi assoluti e premi della critica (ma potresti attaccare anche giurati e pubblico, accomodati).
                    -Inoltre -per parlare il linguaggio della gente come te- sono pure andato alla tivvù (per un anno ad un programma locale) e una puntata su “scài” (ma sicuramente quando sono apparso io l’audience forse sarà calata…).
                    -E -non ultimo anzi in primis- sono riuscito a denunciare e fare rumore nell’ambiente. Ho sottolineato ciò che già si sapeva ma che nessuno aveva il coraggio di condannare a viso aperto. Lo ritengo infatti DA SEMPRE un ostacolo alla meritocrazia e alla qualità e mi sono tolto una bella soddisfazione facendolo come l’ho fatto: con una burla. Vivo all’estero ed erano anni che volevo farlo (in italia meritate solamente di essere presi in giro per il vostro atteggiamento “spocchioso”, “invadente” ed aggiungo anche “autoreferenziale”).

                    Così, io, ho fatto quel che ho fatto in un solo anno sabbatico dedicato alla tua bella italietta.
                    Magari tu (è palese che sei un “collega”) avresti fatto di meglio in un anno all’estero, purtroppo però qui ti riduci ad attaccare con una identità anonima come passatempo.

                    Io la gente come te l’aspetto sul palcoscenico, i delinquenti in tribunale.
                    Degli anonimi,
                    sinceramente..
                    non so che farci.

                    Figurati scomodare la parola “stima”.
                    Marco Piazza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: