Michele che dice? bo bo…

25 Apr

Premessa: qualcuno (o più di uno) sta prendendo di mira il comedian Daniele Raco: insulti su Facebook (con un profilo “Anonimo”) e su questo blog, sempre con l’ombrello dell’anonimato. I commenti che passavano il limite  sono stati cancellati. Ciò è deplorevole, ed è un esempio degli effetti collaterali del web: l’aggressività.

Nello stesso periodo (senza che le 2 azioni avessero un’attinenza) Daniele Raco ha compiuto un’azione davvero scorretta, nei confronti di Ruben Marosha: la minaccia (velata) di un’aggressione fisica, il lasciare intendere che “potrebbe anche succedere”. AGGIORNAMENTO (2 MAGGIO 2012): DANIELE RACO HA PRECISATO NON TRATTARSI DI UNA MINACCIA E SI E’ IMPEGNATO A CERCARE DI FAR RIMUOVERE IL POST (AMMETTENDO DI AVER USATO TONI SBAGLIATI) DAL BLOG DI RICCARDO BOCCA – Questo in un commento postato sul blog Gli Antennati di Riccardo Bocca, su l’Espresso.it, realtivo alla trasmissione Copernico. (“Caro Marosha, sei stato solo molto fortunato a non capitare nella mia stessa puntata di Copernico…). Data 18.04.2012

Siccome non è la prima volta che vengono pronunciate minacce di questo tipo, che arrivano comunque da persone in qualche modo vicine alla cosiddetta “Area Zelig”, in cui si lascia intendere che potrebbero esserci pestaggi e investimenti in moto per i critici del sistema comico, data la reiterazione nei toni e nello stile, prendo la cosa molto, molto sul serio. Ciò è aggravato dal nervosismo che attanaglia l’ambiente. A Colorado (pare)  sono già volati cazzotti.

.

Nel contempo, Michele Mozzati, ha scritto sulla pagina facebook di Daniele Raco (in data 21.04.2012) il seguente messaggio. Vedi immagine:

Quello che colpisce è la scurrilità del linguaggio, davvero fuori luogo (per la caratura manageriale del personaggio) e soprattutto dato il clima in cui volano già insulti, denigrazioni e minacce. A chi si riferisce Michele? boh. Sembrerebbe voler indicare un nemico esterno. In un commento successivo afferma che si tratti di “roba nostra”. Ma se è “roba tra loro” perché la mette su un social network così affollato?

  Michele Mozzati dovrebbe essere un fattore calmierante, il saggio della coppia  (contrapposto al più distante Vignali) che stempera tutto portando i cabarettisti a bere una birra. Il mondo comico è in crisi profonda e questo può scatenare un clima di “tutti contro tutti”, di infinite faide nel tentativo di occupare i residui posti al sole. Oppure può essere una magnifica occasione in cui saremo tutti forse un po’ più poveri, ma infinitamente più liberi.

R. Gavelli Amministratore di Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

10 Risposte a “Michele che dice? bo bo…”

  1. alf aprile 26, 2012 a 10:46 PM #

    È da tempo che nn scrivo. Poi nn riesco a fare a meno di fare un salto su sto blog per puro piacere di pettegolezzo. dopo questo post credo nn mi vedrete piu. È diventato un problema psicologico di uno contro una pseudocasta..intervallato da inutili post su altri argomenti di comicità. Sig. Gavelli faccia qlc per la sua ossessione.Saluti

  2. Daniele Zocca aprile 25, 2012 a 5:31 PM #

    Scusate una domanda. Ma il cabaret non deve essere leggerezza e divertimento? Come si fa a minacciare uno è poi mettersi a scrivere pezzi divertenti con questo livore? Spiegatelo voi che siete del settore.

    • ananasblog aprile 25, 2012 a 6:09 PM #

      >Scusate una domanda. Ma il cabaret non deve essere leggerezza e divertimento? Come si fa a minacciare uno è poi mettersi a scrivere pezzi divertenti con questo livore? Spiegatelo voi che siete del settore.

      Credo che la situazione sia questa: ambiente ad alta pressione, sovraffollato, in cui ci sono sempre meno opportunità per tutti. Da qui nasce la cattiveria di fondo. Ma è sempre una guerra tra poveri. Conosci il “dividi et impera”? Negli scazzi tra addetti ai lavori, se si andasse a vedere, sono convinto si scoprirebbe sempre qualche “potentato” che soffia sul fuoco. Io ho compreso la “trappola”, se devo sparare ad alzo zero lo faccio sempre contro i grossi papaveri. Poi spesso tocca rispondere a qualcuno che ha esagerato, pur non ritenendolo minimamente responsabile della situazione. L’A

  3. ananasblog aprile 25, 2012 a 5:08 PM #

    Commento: su questa storia bisogna andare fino in fondo. Se esiste una scuola di pensiero per cui i blogger o gli indipendenti meritano il pestaggio (se capita) perché in fondo se la sono andata a cercare (con tutte le cose che hanno osato scrivere), allora rendiamola esplicita e pigliamoci tutte le responsabilità del caso. E’ grave che personaggi in vista (e Daniele Raco per esperienza e professionalità lo è) diano questo tipo di esempio malevolo e ambiguo che, magari, potrebbe anche essere “raccolto” da qualcuno più fragile di nervi. L’Amministratore

    • paceebene aprile 25, 2012 a 9:12 PM #

      scusa Gavelli,
      ci fai vedere per cortesia la frase dove Raco avrebbe minacciato di botte te o marosha? sennò così sono calunnie.
      seconda cosa: mi dispiace dirti che tu non sei un giornalista e nemmeno il povero marosha, tantomeno questo blog è una testata giornalistica, fino a prova contraria.
      peace!

      • ananasblog aprile 26, 2012 a 7:57 am #

        >scusa Gavelli,
        ci fai vedere per cortesia la frase dove Raco avrebbe minacciato di botte te o marosha? sennò così sono calunnie.
        seconda cosa: mi dispiace dirti che tu non sei un giornalista e nemmeno il povero marosha, tantomeno questo blog è una testata giornalistica, fino a prova contraria.
        peace!

        Rileggi l’articolo. Poi: su questo post, per favore, commenti con nome e cognome. Ribadisco comunque che si parla di
        “la minaccia (velata) di un’aggressione fisica, il lasciare intendere che “potrebbe anche succedere”. ”
        Cosa che purtroppo si sta ripetendo nel tempo (in passato Carlo Turati, Alessio Tagliento, e altri, tutto documentato, sempre nello stesso stile: far balenare qualcosa, far capire che potrebbe succedere e che, se succede, è meritato). Come ha commentato il 23 aprile un Anonimo (che si prenderà comunque la responsabilità di ciò che ha scritto):
        ” il vostro sputtanare gente con nomi e cognomi, siano azioni molto più “violente” di quei 4 schiaffoni che – a mio modesto parere – probabilmente vi meritereste”
        Traduzione: per fare ciò che fate, meritate il pestaggio (siamo al delirio). Lo stesso Raco sembra voler fornire una giustificazione:
        “A me questo Marosha-kaufman ha davvero rotto, con la sua inchiesta del nulla e con il suo calpestare i colleghi per mettere la faccia in tv, perchè questa e solo questa è la sua vera ed unica motivazione”
        Calpestare i colleghi? A parte la falsità dell’affermazione che tra l’altro non significa nulla, tutto sembra costruito sul “se te becco te corchio (principale), perché sei uno che calpesta i colleghi (subordinata)”. Però se Daniele ha una spiegazione migliore, si faccia avanti.
        L’Amministratore

        • Anonimo aprile 29, 2012 a 10:31 am #

          http://www.danieleraco.it/?p=262

          • ananasblog aprile 29, 2012 a 11:15 am #

            >http://www.danieleraco.it/?p=262
            A QUESTO INDIRIZZO IL SEGUENTE COMMENTO DI DANIELE RACO:

            Come ho annunciato qualche giorno fa sto provvedendo a rendere la mia pagina Facebook personale fruibile solo a chi mi conosce davvero, questo perchè da un pò di tempo una o più persone non meglio identificate (che ovviamente sono già state segnalate) mi hanno eletto a bersaglio dei loro insulti e minacce.

            Oltre a questo un blog che si occupa di cabaret mi rivolge l’accusa di aver fatto minacce io stesso ad un suo collaboratore attraverso questa frase “E’ stato molto fortunato a non essere capitato nella mia stessa puntata”.

            Io non metterei mai le mani addosso a nessuno se non per difendere me o i miei cari, sono uno sportivo e di uno sport da ring, la prima cosa che mi hanno insegnato è quella di non usare ciò che ho imparato per fare male.

            Ho ingenuamente creduto che fosse chiaro, la mia frase si riferiva al fatto che nel caso avrei chiesto alla produzione di scegliere tra me e la persona di cui sopra, semplicemente difendendo la mia libertà di non apparire nella stessa puntata con qualcuno a me non gradito.

            Sul perchè non mi è gradita mi sono già ampiamente espresso (sbagliando) in passato

            Ora i redattori del blog sulla comicità potranno prendere questa cosa come vorranno, sono uno stronzo? Me ne importa davvero poco, vado avanti per la mia strada, voi per la vostra, spero non si incrocino più.

            Sulla coincidenza tra il mio commento e l’inizio delle minacce ed insulti anonimi (che sono partiti proprio sul blog in questione) lascio trarre a chi legge le conclusioni

            DANIELE RACO HA FATTO BENISSIMO A SEGNALARE IL MOLESTATORE. IO FARO’ LA STESSA COSA CON COMPORTAMENTI SIMILI DI CUI SONO STATO OGGETTO (LA QUERELA E’ DI PARTE). UNA PRECISAZIONE:
            A) NON ESISTE ALCUNA RELAZIONE TRA LE “MOLESTIE” RICEVUTE DA DANIELE RACO E IL BLOG. ANANAS BLOG NON HA IN ALCUN MODO PROMOSSO O INCORAGGIATO NULLA DI SIMILE. ANZI, HA DIFESO DANIELE RACO E HA CANCELLATO I COMMENTI RITENUTI OFFENSIVI.
            B) CHIUNQUE VOGLIA APPARENTARE LE SUDDETTE “MOLESTIE” ALL’AZIONE DEL BLOG (ACCUSANDOMI, IN QUANTO AMMINISTRATORE, DI UN REATO) SE NE ASSUME LA RESPONSABILITA’ E VERRA’ IMMEDIATAMENTE DENUNCIATO.

            FORSE PER SFORTUNA L’USCITA DI DANIELE RACO E’ MOLTO SIMILE AD ALTRE RICEVUTE IN PASSATO (ANCHE QUESTE SEGNALATE) IN CUI LA MINACCIA ERA NON ESPLICITA, MA SOTTINTESA. QUESTE “USCITE” FORMANO UNA TRACCIA DI EPISODI CONDANNABILI (TUTTI DOCUMENTATI). RIBADISCO SIA SIA TRATTATO DI UN PASSAGGIO ALMENO SBAGLIATO, PERLOMENO AMBIGUO, IN UN CLIMA CHE E’ GIA’ ABBASTANZA TESO. FACCIO PRESENTE CHE IL 23 APRILE, SU QUESTO BLOG, E’ APPARSA UN’APOLOGIA DI PESTAGGIO (VERSO ME E MAROSHA) SOTTO FORMA DI COMMENTO ANONIMO.
            NELLA VERSIONE DI RACO, SE FOSSE CAPITATO NELLA STESSA “SCALETTA” EGLI AVREBBE FATTO PRESSIONI PER NON ANDARE LUI IN ONDA, OPPURE PER IMPEDIRE A RUBEN MAROSHA DI NON ANDARE IN ONDA CON LUI. LA FORTUNA DI MAROSHA SAREBBE STATA QUESTA (COSA ASSOLUTAMENTE NON DESUMIBILE DAL COMMENTO DI RACO).

            DEVO INOLTRE LAMENTARE LA LUNGA TRACK DI INSULTI E CALUNNIE CUI E’ STATO FATTO OGGETTO RUBEN MAROSHA (INFINITAMENTE PIU’ PESANTE E PROLUNGATA DI QUELLA OCCORSA A RACO E SPESSO PROVENIENTE DA “AMBIENTE GENOVESE”) CHE SI CONFIGURA NELLA PATOLOGIA COSIDDETTA DEL “TROLL”. IO RITENGO SIANO ENTRAMBI CONDANNABILI, E VORREI CHE ANCHE DANIELE RACO (IN NOME DEI TONI SBAGLIATI DEL PASSATO) LO DICESSE CHIARO E FORTE (PUR NEI CONFRONTI DI CHI GLI SEMBRA COSI’ INDEGNO DA NON VOLERGLI FIGURARE ACCANTO NELLA STESSA PUNTATA).

            INVITEREI TUTTI A DARSI UNA CALMATA. IO SONO CONVINTO CHE STIAMO ASSISTENDO A UNA “GUERRA TRA POVERI” E DIETRO LE GUERRE TRA POVERI C’E’ SEMPRE UN PRINCIPIO CHE SI CHIAMA “DIVIDI ET IMPERA”. “BLOG MALEVOLI”, “SUBDOLI INFILTRATI FINTO ALBANESI” E MONOLOGHISTI GENOVESI NON SONO LA CAUSA DEI NOSTRI ATTUALI GUAI.

            R.Gavelli Amministratore di Ananas Blog

            • ananasblog Maggio 2, 2012 a 12:26 PM #

              >COPIO E INCOLLO CIO CHE…

              La persona ha cancellato il post che hai segnalato. Ciò rende inutile la mia replica e anche il copia e incolla che hai fatto tu. Merito tuo alla fine. L’Amministratore

              • illegal Maggio 2, 2012 a 1:27 PM #

                non e un merito mio e una questione di coscienza….averne una pulita tutti, nessuno escluso, dai gerarchi ai sudditi… e si eviterebbero tanti inutili dissensi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: