Quanto vale la Siae di Colorado?

12 Set

L’indiscrezione che Pino e gli Anticorpi quest’anno non facciano Colorado per aver chiesto una percentuale di Siae (proposta rifiutata), è interessante. Ma anche se non fosse vero, non risulta comunque che Colorado abbia mai pagato la Siae a chi andava in video (ovviamente qualsiasi precisazione o smentita è sempre gradita).

I comici (o chi per loro) sono virtualmente proprietari al 100% del materiale che portano in televisione, visto che gli autori (per stessa ammissione ingenua di molti di loro) si limitano a “spostare qualche virgola”, “dare qualche suggerimento”.

Cerchiamo di focalizzare le cifre, cioè quale sia l’ammontare della presunta “Siae negata”. Partiamo da un dato: i diritti Siae vengono calcolati secondo un valore base al minuto di 200/220 euro.

(E’ d’obbligo una precisazione: stiamo parlando di qualcosa che “compensa” gli autori per aver ceduto, al momento della stipula contrattuale della loro prestazione, tutti i successivi diritti di sfruttamento della loro opera. Quindi non è un compenso (come credono molti) che si estingua appena ceduti i diritti, anzi succede il contrario…

Per le trasmissioni in onda su Italia 1, la cifra viene ridotta all’80% per la prima serata (fino alle 22.30) e di un ulteriore 60% per la fascia di seconda serata dalle 22.30 alle 1.00. Colorado fino alla passata stagione durava 155 minuti (più o meno dalle 21.15 alle 0.30).

Approssimativamente (escludendo la pubblicità) ci sono 60 minuti in prima serata e 95 in seconda. Teniamo buoni i 200 euro al minuto per facilitare i calcoli:

Prima serata: 200 euro x 80% = 160 euro (al minuto) x 60 minuti= 9.600 euro;

Seconda serata: 160 euro x 60% = 96 euro (al minuto) x 95 minuti = 9.120 euro.

9600 + 9.120 = 18.720 euro a puntata x 12 puntate a stagione (anche se talvolta sono state di più):

224.640 euro lordi a stagione.

Se il calcolo è esatto si tratta di una somma importante. 224.000 euro, senza contare le repliche su Mediaset Extra, eccetera, eccetera. E’ probabile inoltre che la Siae a puntata sia addirittura più alta del cachet pagato (sempre a puntata) ai comici.

I riferimenti usati per il calcolo sono presi dal documento: “Gli autori audiovisivi e il rinnovo dell’equo compenso (ex art. 46 bis, legge 633/41) Audizione in VII Commissione Cultura della Camera dei Deputati”.

LEGGENDA VUOLE… 

E’ un aneddoto che gira da tempo, raccontato da più voci. Leggenda metropolitana o verità? Una volta un bollettino Siae fu lasciato in giro per sbaglio  e cadde in mano ai comici di Colorado. Da lì gli artisti scoprirono, con una certa indignazione, che la Siae era divisa tra un numero ristrettissimo di persone, vale a dire: i produttori, Abatantuono e poco più.

ZELIG PIU’ REGOLARE?

La suddivisione di Zelig (a meno che non sia cambiata recentemente) sembrerebbe più “distribuita”: Gino e Michele, Bozzo, attorno al 13%, poi a scalare gli altri autori e anche i comici (addirittura) prenderebbero qualcosina a meno che la loro quota recentemente non sia stata “mangiata” dalla quantità di autori (22 la scorsa stagione).

Sappiamo che spesso la Siae è una forma di scambio (non ti pago o ti pago poco, ma ti do dei punti Siae), solo che nel caso di Colorado sembrerebbe essere più un “sottrazione”.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

16 Risposte a “Quanto vale la Siae di Colorado?”

  1. Wiki.Acerenza.Info marzo 12, 2013 a 5:18 PM #

    WOW just what I was looking for. Came here by searching for kitchen sinks

  2. Alex Tommaselli settembre 18, 2012 a 11:11 am #

    Al diavolo la Siae … quadri ,sculture,idee e tanto altro tutto in nero. Ai ladri vampiri burocrati che pensano di guadagnare col mio cervello , dico andate a fare in…BIIIPP !!!!

  3. stefano chiodaroli settembre 17, 2012 a 8:48 am #

    il grande errore e’ sempre quello di considerare i diritti come remunerazione di lavoro, da qui deriva ogni abominio.Italianamente partecipando ad una decina di puntate di Colorado ci si regala 2 o 3 anni di serate di Cabaret con annessi i diritti Siae di quel che vai portando in giro, spesso il proprio spettacolo viene migliorato da aggiunte di autori televisivi di cui poi ci scordiamo,Colorado e Zelig sono dei taxi che ci portano lontano, la corsa in qualche modo va pagata. Ciao a tutti e buon lavoro..

    • ananasblog settembre 17, 2012 a 10:31 am #

      Stefano ciao, a proposito, ho appena scoperto che esistono i “diritti di seguito”, che riguardano le opere d’arte (ogni volta che un’opera viene rivenduta la Siae dovrebbe pagare l’artista in questione, previo versamento, ovviamente, del gallerista). L’A

      • Serpeco settembre 17, 2012 a 9:15 PM #

        Quindi il Sig. Chiodaroli sta dicendo, anche poco velatamente che, i comici della trasmissione Colorado pagano di tasca propria come se comprassero un spazio pubblicitario? Se si cosa costa?

  4. Cesare Vodani settembre 16, 2012 a 1:56 am #

    La SIAE non c’era per mia scelta perché nessun comico che ha vissuto sul palco di Colorado e spesso con idee degli autori si faceva problemi in serata. Escludo i Pini persone serie. Veramente serie. Tranquillizzate Marzio Rossi vi prego !!!!

    • ananasblog settembre 16, 2012 a 8:48 am #

      Il discorso Siae è molto complicato, nel senso che (a partire dagli Zelig Lab) fino alla tv, passando per altri eventi live, non viene mai o quasi mai usata per gli scopi per cui è stata istituita.
      R Gavelli

  5. Marzio settembre 13, 2012 a 11:04 PM #

    Ho visto la registrazione delle prime due puntate di Zelig off. Il locale con la nuova scenografia ha una pedana a cui manca solo il palo per la lap dance..più volte citata anche dalla conduttrice. L’atmosfera e’ quella di un dancing anni 70. I comici sono divertenti e i presentatori bravi, ma secondo me potrebbe essere l’ultimo anno del programma di Gino e Michela. C’era anche il mago Forest in sala che forse prendeva appunti in vista della prima serata.

    • Marzio Rossi settembre 15, 2012 a 11:41 PM #

      Visto che sono un autore di Colorado, sono un omonimo dell’amico che ha scritto qui sopra e il nostro nome è abbastanza raro, tengo a precisare che non ho scritto io questo commento. Lo faccio presente perché in molti mi hanno chiesto chiarimenti in merito. Non ho peli sulla lingua, ma non è mia abitudine criticare i colleghi su un blog. Tanto vi dovevo. Marzio Rossi.

  6. Maurizio Giuntoni settembre 12, 2012 a 4:14 PM #

    ma per gli spettacoli in piazza o i festival come funziona? spesso ti fanno firmare una liberatoria dove dichiari che lo spettacolo è frutto d’improvvisazione ma io sapevo che un iscritto SIAE, per contratto con la SIAE stessa, non può non depositare una cosa che è frutto del suo intelletto, cioè anche se non l’ho ancora depositata quando lo farò mi spetteranno i diritti d’autore postumi… e’ così?

    • ananasblog settembre 12, 2012 a 4:53 PM #

      >ma per gli spettacoli in piazza o i festival come funziona?

      Alla fine non ci sono regole. Siamo in Italia, non dimentichiamolo mai. Per i concorsi credo che la Siae sia una roba del tipo: la diamo all’ospite così lo paghiamo un po’ di meno e c’è qualche soldo in più per il vincitore, insomma è un modo di mischiare gli addendi.
      L’A

Trackbacks/Pingbacks

  1. Brunetta, Fazio, Crozza, Grillo e la SIAE che approda in Parlamento | - ottobre 21, 2013

    […] “grossi”. Di questo tema minore Ananas Blog si è occupata in diversi post tra cui Quanto vale la Siae di Colorado? Oppure in Quanto vale la Siae di Made in Sud? o nell’inchiesta sulla Colorado Film (leggi […]

  2. Colorado Film: i segreti, i retroscena, i bilanci | - settembre 2, 2013

    […] 2) La comicità italiana è finita in un buco nero fatto di poca trasparenza. Al centro del buco nero c’è la liberatoria (leggi articolo). E’ molto probabile che Colorado non “corrisponda” la Siae a chi cede i diritti delle proprie esibizioni video (i comici e relativi autori). Posto che siamo dentro al buco nero dove tutto è fumoso, ma Ananas Blog ritiene che quei soldi ricadrebbero nel cosiddetto “equo compenso” (ex art. 46 bis, legge 633/41). I comici interpellati non ne hanno vista mai neanche in cartolina. (Leggi articolo quanto vale la Siae di Colorado.) […]

  3. Ananas Blog compie 3 anni! | - Maggio 18, 2013

    […] 12 settembre 2012: il blog parla per la prima volta del tema “equo compenso” col post Quanto vale la Siae di Colorado? […]

  4. Quanto vale la Siae di Made in Sud? | - marzo 3, 2013

    […] aver parlato della Siae di Colorado (leggi articolo) concentriamoci su quella di Made in Sud. La Siae al minuto costituisce il cosiddetto “Equo […]

  5. La Grande Guerra contro il Diritto d’Autore « - settembre 20, 2012

    […] a quanto pare non riconosce la Siae a chi va in video (leggi post sull’argomento). Anche questo è un modo per espropriare il diritto d’autore (ovviamente non lo fa solo […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: