la puntata 7 di Colorado (senza Belen)

30 Ott

Libero dal peso di gag forzate

La settima puntata di Colorado, quella senza Belen Rodriguez per motivi di maternità, ha comunque raggranellato 2.763.000 spettatori e uno share del 10.9%. Lo scalettone è filato via liscio con Paolino Ruffini più a suo agio ed evidentemente sollevato (sappiamo bene quant’è frustrante fare delle gag con chi non ha i tempi comici). Vediamo alcuni high lights: parte l’apetta Nicoletta Nigro (gag numero 1 milione del comico che esce di scena e dopo un po’ si sente rumore di vetri infranti);

E’ arrivata la Giovanna, Rita Pelusio; Mariello Prapapappo, Gianluca Impastato (I Pilates dei Caraibi…); I Panpers con la parodia di Yahoo… eccetera eccetera; Gianluca Fubelli il più bello d’Italia, con Abatanpucci (molti ritengono che questo splendido truzzo sia la migliore interpretazione di Andrea Pucci); Angelo Pintus sulla vita del comico; i Gem Boy con la parodia di Matrix cui partecipa la ex del trota (ultimi residui di Colpo Grosso, Drive In, gli anni 80, l’immaginario berlusconiano…).

Gianni Cyano – Bazzoni con Alex De Santis (gag con le Coloradine. Gli stacchetti delle Coloradine ricordano quelli di Convenscion, a dimostrazione di quanto tutto siamo invecchiati); tutto fila liscio senza Belen… Herbert Cioffi con telefonate a schiaffo un po’ alla De Angelis; Andrea Pucci monologo classico con finale poetico; Mimmo Quaqquaraqquà con la cinese Luna: battuta numero 1 miliardo con la chiusa sul cibo in calabrese (ma non siamo tutti stanchi lui compreso?); Michelangelo Pulci, Mario, 42 anni, il politico smemorato.

I Turbolenti con gli angeli (schema classico by Turbolenti); finalmente l’esordio di Carlo della Santa, uno dei migliori interpreti della comicità visual, con le fototessera; Barbara Foria che vorrebbe sostituire Belen, poi farà un monologo; I Panpers vita da zombie; Moglie Modello Annalisa Aglioti; Enzo e Sal con l’urlo di Munch (una profezia di Ananas Blog, fatta dopo la prima puntata, che si autoavvera); Andrea e Simone con lo sketch tipo Strano Interludio di Eugene O’ Neil.

Poi, in ordine sparso: l’importante esordio di Eugenio Chiocchi, comico di grande mestiere,  maestro nell’arte dell’improvvisazione sul pubblico, dopo le due puntate di un altro professionista come Carlo Bianchessi. Chiocchi fa Salvador Daqui (ex “domande inquietanti” che fu mezzo massacrato dagli autori di Zelig NDR); Stefano Chiodaroli, il panettiere (qualsiasi cosa si dica, c’è qualcuno che protesta ;)…

Jason Max Pieriboni; Gianluca Fubelli col Giulio Cesare; Alessandro Bianchi con Lesc Dubrov; la rivelazione Alberto Farina; Cioffi e D’ambrosio, Dario Cassini…

Pezzo migliore della serata: Carlo della Santa.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

21 Risposte a “la puntata 7 di Colorado (senza Belen)”

  1. Alter Bactaer ottobre 31, 2012 a 9:04 am #

    Preciso (per chi ancora non lo sapesse) di non vedere abitualmente le trasmissioni delle due maggiori Fabbriche delle Risate ma di seguire ogni tanto quanto in esse accade esclusivamente tramite questo sito. Tuttavia, dalla narrazione puntuale del tenutario di questo utilissimo balcone sulla comicità nostrana, mi accorgo drammaticamente che alcuni comici continano a proporre roba che avevano già portato negli anni (parecchi) passati al FESTIVAL NAZIONALE DEL CABARET, e non solo in quello ufficiale ma anche in ogni altra manifestazione/concorso minore anche se pomposamente definita “nazionale”. Vogliamo darci una mossa?

    • Anonimo ottobre 31, 2012 a 11:28 am #

      Darsi una mossa, includerebbe anche il vedere di persona i programmi da criticare e non riferirsi manifestazioni defunte, no?

      • Alter Bactaer ottobre 31, 2012 a 12:06 PM #

        Il FESTIVAL NAZIONALE DEL CABARET non è defunto ma sospeso. Le motivazioni sono sul sito http://www.festivalnazionaledelcabaret.it. I programmi di cui parliamo, secondo me, non valgono più la pena di essere visti. Si può giusto parlarne, così, per passare il tempo. Per quanti invece ci credono ancora e sperano prima o poi di essere chiamati, beh…buona visione e buon divertimento.

        • Anonimo novembre 2, 2012 a 5:36 PM #

          A parte il sorriso circa il ‘non defunto ma sospeso’ (‘Rqagazzi, tutto bene! Riccardo non è morto! E’ solo in coma!”) questo blog parla della comicità italiana e si accanisce contro le tenebrose macchinazioni dei due satanici centri di potere. Non seguire le due trasmissioni che si stanno criticando è come denigrare la nazionale di calcio senza mai aver visto un incontro. Partito preso. Punto e basta. Il perchè? Boh.

          • Alter Bactaer novembre 5, 2012 a 9:30 am #

            Carissimo NN, informati bene prima di parlare, e vedrai che le risposte le troverai da solo. Ribadisco il mio peronalissimo punto di vista, ovvero che non seguo più le trasmissioni di cabaret in tivù perchè ritengo che quel tipo di cabaret non ne valga più la pena. Non so quanta esperienza tu ti sia fatta nel settore, ma io lo seguo dagli anni 70, prima come giornalista e poi come organizzatore dell’unico festival nazionale del cabaret riconosciuto con patrocinio ministeriale (anche se volutamente non abbiamo mai chiesto fondi). Ah, dimenticavo: la prima cosa di cui, fin da bambino, non me ne è mai fregato meno che niente è il calcio. Scommetto che a te invece piace un sacco, quasi come il cabaret in televisione.
            Alter Bactaer (Mauro Giorcelli)

            • Anonimo novembre 10, 2012 a 3:14 PM #

              Non so, sono interdetto. Che c’entra il calcio? IO veramente sarei appassionato di basket ma a parte questo ho solo detto che quel Festival è sparito dalla scena e ho fatto un parallelo con la prima cosa che mi è venuta in mente e potesse essere compresa da tutti. E solo per chiarire bene la sostanza: che tu critichi senza sapere. E mi ritrovo schedato come patito di calcio e suppongo tu intendessi anche come ignorante.
              Ma che succede agli aficionados di questo blog?
              Ragazzi, voi siete quelli che criticate. Siete quelli bravi. Belli. Avanti. Perchè state qui? Dimostrate di essere dei fighi. Come?
              Ah, lo so… è difficile.
              Vabbè.
              Un’altra volta và…

              • Anonimo novembre 25, 2012 a 1:39 am #

                Ahahhaha dopo due settimane, ancora nessuna risposta. Ho posto il quesito perfetto a quanto pare

  2. nico pelosini ottobre 30, 2012 a 5:26 PM #

    ciao sono Nico Pelosini uno dei due comici toscani di cui si sta parlando. anche a nome di Giacomo Terreni ci tengo a dire che c’è stato un chiarimento con Simone Gallo. chiarimento totale e definitivo, per cui caso chiuso.

    • ananasblog ottobre 30, 2012 a 7:25 PM #

      >ciao sono Nico Pelosini uno dei due comici toscani di cui si sta parlando. anche a nome di Giacomo Terreni ci tengo a dire che c’è stato un chiarimento con Simone Gallo. chiarimento totale e definitivo, per cui caso chiuso.

      Molto bene. L’Amministratore

      • Serpeco ottobre 30, 2012 a 7:51 PM #

        Quindi ci si deve fidare di un commento e basta, qualche particolare, NO?!

        • Anonimo ottobre 31, 2012 a 11:29 am #

          NO. Se sono chiariti diretti interessati, a te cosa importa? Non sai come occupare le giornate?

          • Serpeco novembre 1, 2012 a 3:32 PM #

            Non so con che tono lei abbia scritto, ma ci trovo del sarcasmo…eh eh eh! (secchi senza sorriso) Quindi non so come risponderle, se educatamente o consigliarle qualche luogo da visitare.

            Parlare aiuta ad apprendere, potrebbe essere stata un’occasione per insegnare ad alcuni come ci si comporta, ma anche a lei vittima del suo livore o status alza la voce.

            Se nel pormi la domanda su come impegnare la giornata, vi era celata in pensiero la risposta …. potremmo tenerci compagnia.

            • Anonimo novembre 2, 2012 a 5:42 PM #

              Mio caro utente, forse la sue frequentazioni la abbagliano e la spingono a pensare che io avessi voluto profferire un insulto di natura sessuale- Niente di più lontano dalla mia idea. La domanda era spontanea e genuina: ‘Non sai come occupare le giornate?’. La risposta può essere ‘sì’, ‘no’ o varianti varie.
              Circa il sarcasmo, era totalmente inesistente.
              Se i diretti interessati si sono chiariti, no, non c’è bisogno di alcun particolare.
              A meno che a qualcuno non interessi vedere due persone attaccarsi.
              O rimestare nel torbido.
              O passare il tempo scrivendo post velenosi.
              O inventare inesistenti trame.
              Qualcuno ma non Lei perchè (intuisco dal tono leggermente risentito della sua missiva) sa bene come occuparle.
              Quindi, si rassereni e si feliciti come tutti noi che nessun plagio vi sia stato.
              Perchè ne è felice, suppongo?

  3. Anonimo ottobre 30, 2012 a 12:43 PM #

    Ed anche alla settima puntata … si sente aria di plagio ….
    Due Comici toscani riportano sul loro profilo facebook l’accusa di vedersi davanti agli occhi in tv il loro sketch di cabaret .
    La solita storia infinita ….

    • Anonimo ottobre 30, 2012 a 1:37 PM #

      Pazzesco…. Che pezzo è?

      • Anonimo ottobre 30, 2012 a 2:41 PM #

        NON NE SONO PIENAMENTE SICURO, ma il pezzo dovrebbe essere quello di Simone e Andrea al 90%.

        • Anonimo ottobre 30, 2012 a 3:09 PM #

          si ma dicevo…. qual’è il pezzo dei toscani? o chi sono i toscani?giusto per capire se c’è similitudine

    • stefano chiodaroli ottobre 30, 2012 a 1:54 PM #

      ciao Ananas , non mi dispiace che ci siano proteste! molte volte piaccio molto e molto non piaccio per lo stesso motivo! ti confesso che ogni tanto mi detesto …….l’importante e’ essere vivi, poi si puo’ sempre migliorare, ciao e scusami se ti spacco i maroni.
      stefano chiodaroli

      • ananasblog ottobre 30, 2012 a 2:47 PM #

        Stefano, quando vuoi, senza neanche chiedere 😉

    • ananasblog ottobre 30, 2012 a 3:10 PM #

      >Ed anche alla settima puntata … si sente aria di plagio ….
      Due Comici toscani riportano sul loro profilo facebook l’accusa di vedersi davanti agli occhi in tv il loro sketch di cabaret .
      La solita storia infinita ….

      L’unica cosa che si può dire è che quel tipo di racconto (c’è un “fermo immagine” e l’attore dice cosa pensa) risale al dramma di Eugene O’Neil “Strano Interludio” del 1928, citato anche in “C’eravamo tanto amati”, capolavoro di Ettore Scola. L’A

      • Anonimo ottobre 30, 2012 a 4:01 PM #

        >Ed anche alla settima puntata … si sente aria di plagio ….
        Due Comici toscani riportano sul loro profilo facebook l’accusa di vedersi davanti agli occhi in tv il loro sketch di cabaret .
        La solita storia infinita ….

        L’unica cosa che si può dire è che quel tipo di racconto (c’è un “fermo immagine” e l’attore dice cosa pensa) risale al dramma di Eugene O’Neil “Strano Interludio” del 1928, citato anche in “C’eravamo tanto amati”, capolavoro di Ettore Scola. L’A

        Il comico che accusa il plagio è Giacomo Terreni, Laboratorio Zelig di Firenze e Livorno. Il pezzo non penso sia in rete, ( almeno per ora, molto probabilmente lo inseriranno per giustificare le accuse ).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: