La prima puntata di Made in Sud

8 Nov

cominciamme bbene!

La prima puntata di Made in Sud su Rai 2 (in seconda serata) ha totalizzato 657.000 telespettatori e uno share del 6,53% (alcuni gufavano il tracollo che non c’è stato). MiS era preceduta da ingenti polemiche per la presenza di Elisabetta Gregoraci in Briatore. Vediamo comunque i contenuti (puntata visibile sul sito della Rai). Si parte subito con la gag dell’operaio del nord e del sud (uniti dai debiti), poi c’è la sigla con coloradine smutandate in tenuta quasi sadomaso (residui di Convenscion); arrivano Gigi e Ross (DJ Carpentieri alla consolle).

Gag sulle mille lire (Mariano Bruno, ma i nomi dei comici non li mettono?); Gag sulle identità (Pasquale Palma); Introdotto il leggendario professor Fischetti; Introdotta la confermata Fatima Trotta (subito battuta sulle tette piccole); Introdotta la Gregoraci e si crea una situazione da Eva contro Eva con la Trotta; imitazione di Briatore al telefono; Ivan e Cristiano, i due opposti in treno; San Gennaro – Ciro Giustiniani a schiaffo (con scenografia in vidiwall); Michael Bublè – Francesco Cicchella – che diventa neomelodico.

I Malincomici (direttamente da Colorado 2011); Clamoroso: arriva Marco Capretti al centro di furibonde polemiche per un pezzo similare de I Panpers, qui può fare la sua parodia di Yahoo Answer, che è indubbiamente fatta meglio rispetto al duo coloradiano; il grande Lello Musella con le canzoni che scappano (grassie); il Maresciallo Tony Figo; gli Arteteca coi strafatti di Facebook; Alessandro Bove, gag sull’avvento del digitale; I Cyborg – Max e Scossa (al centro di altre furibonde polemiche per troppa similitudine con Enzo e Ramon).

Il celebre Nello Iorio col nonno; Gigi e Ross riesumano Le Iene (di zelighiana memoria) per prendere di mira la Gregoraci (fin qui presenza discreta); Gino Fastidio (direttamente da Colorado 2011); strip cabaret coi Duo per Duo (preceduti da uno stacchetto anni 80, non se ne esceeeeee); battute sull’attualità di Gigi e Ross, la mosca (Gino Fastidio?); Draghetto; Matranga e Munafò il quiz.

Mino Abbacuccio, il timido (Zelig Off quest’anno aveva un’infornata di timidi NDR); Nino D’Angelo – Pasquale Palma (si avvicina il finale); arrapante balletto Trotta – Gregoraci; il papà di Fatima; gran finale coi SUD58.

NB: Lo streaming della Rai è fatto bene, rispetto a quello “respingi utenti” di Mediaset!

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

107 Risposte a “La prima puntata di Made in Sud”

  1. mario gennaio 18, 2013 a 2:26 PM #

    made in sud complimenti,un TRASMISSIONE DA TIRARE SU IL MORALE.ALMENO DOPO TANTO SOFFRIRE CON LA CRISI,CI VOLEVA PROPRIO UN PROGRAMMA COSI’. BARAVI TUTTI.

  2. giovanni novembre 14, 2012 a 9:47 PM #

    Ho visto MADE IN SUD…è divertentissimo. Sono simpatici i comici e mi diverte la conduzione. Un lavoro di format eccellente. Complimenti a tutti. Sono curioso di vedere la seconda puntata, sperando sia bella come la prima

    • Anonimo novembre 14, 2012 a 10:02 PM #

      autocelebrazione ancora una volta

    • Anonimo novembre 15, 2012 a 11:42 PM #

      Tu a che minuto sei andato in onda?

  3. Alter Bactaer novembre 12, 2012 a 10:42 am #

    Ci rinuncio! Siete troppo evoluti per me, vi lascio convinto sempre più che se l’attuale mondo del cabaret è sub-popolato di gente così stressata ed avvelenata, forse ci vuole l’antirabbica.

    • Anonimo novembre 12, 2012 a 11:10 am #

      E’ vero. Alcuni di noi si sono evoluti.

      • Anonimo novembre 12, 2012 a 11:15 am #

        E’ vero. Siamo stressati.

    • Anonimo novembre 12, 2012 a 11:17 am #

      Che è quello che devono aver detto alcuni sauri all’apparire dei velociraptor.

      • ananasblog novembre 12, 2012 a 11:22 am #

        Adesso però basta coi toni offensivi verso una persona che ha l’esperienza e la competenza per dire ciò che dice, anche se può non piacere. O chiudo la discussione. L’Amministratore

        • Anonimo novembre 12, 2012 a 11:43 am #

          Se tutti avessero avuto sin dall’inizio toni educati ed evitassero di far commenti saccenti (e rileggiti i post) si eviterebbero questi tristi finali. Ma esperienza e competenza non mettono al riparo dalle risposte a tono. Poi, chiudi pure la discussione. Non penso interessi a nessuno.

          • ananasblog novembre 12, 2012 a 11:51 am #

            purtroppo Made in Sud interessa in modo spasmodico e una ragione ci sarà pure (più di Colorado, più di Zelig Off, più di Zelig), ma non bisogna scandalizzarsi se produce anche commenti negativi (l’ultimo di Bocca su l’Espresso), viste le troppe contaminazioni con un passato non proprio innovativo. L’A

            • Anonimo novembre 12, 2012 a 3:03 PM #

              Administrator… ma leggi i post o solo alcune righe qui e là? Il ‘non penso interessi a nessuno’ era riferito allo scambio tra me e Alter Bactaer. Mai mi permetterei di dire che Made in Sud sia di scarso interesse. Magari non interessa ‘in modo spasmodico’ ma interessa.

              • Anonimo novembre 13, 2012 a 10:38 am #

                a chi?

  4. Piero novembre 11, 2012 a 1:52 am #

    Io credo che il tutto sia positivo poi credo che questi ragazzi siano una squadra unita perché tutti nuovi e in una realtà senza troppa mafia editoriale…..io zelig e colorado brucherei …è siccome mi piace ridere ben venga tutto il nuovo…sarà il pubblico sovrano a decidere e il fatto che a prima puntata in seconda serata abbiano fatto il 6% in una rete che con bertolino fa il 3 % e ‘ indiscutibile l esordio … Poi sono siciliano e seguo questi 2 comici palermitani che hanno pubblicato per l strade di palermo dei cartelloni pubblicitari distruggendo i politici e facendo ridere una citta
    http://www.gds.it/gds/multimedia/cronaca/gdsid/215018/ ….mi piace anche la velocità del programma e nn mi dispiace la conduttrice Fatima trotto
    Cmq aspetto la seconda puntata e i dati auditel per chiederai scusa e continuare a vedere quella merda di zelig e colocazzo

    • Anonimo novembre 11, 2012 a 2:55 PM #

      permettimi di dissentire quando dici che i comici sono “tutti nuovi”.
      Inoltre a me non è parsa una trasmissione ritmata.

      • Anonimo novembre 12, 2012 a 11:15 am #

        Concordo. Toglici il napoletano/siciliano etc e ti ritrovi in mano Colorado et simili.

  5. stefano chiodaroli novembre 9, 2012 a 10:49 PM #

    non l’ho visto, se il cabaret pero’ e’ fatto bene e’ un buon servizio per tutti noi crea interesse e mercato, buon lavoro ragazzi.

    • Anonimo novembre 10, 2012 a 12:11 PM #

      Basta non copiare.

    • Anonimo novembre 10, 2012 a 1:17 PM #

      Ho visto la trasmissione e devo dire che mi è parsa molto carina, scorrevole e con in più quel quid dovuto alla ‘meridionalità’ che mi pare interessante. Non capisco bene però perchè nei post si contrapponga MiS vs Zelig o Colorado. MiS riprende moltissimo in particolare quest’ultimo (ballerine, co-conduttrici, schiaffi etc etc). Quiondi carino sì ma innovativo no. Cmq complimenti.

  6. Anonimo novembre 9, 2012 a 5:59 PM #

    e’ una squadra di gente affiatata come i vecchi zelig….a me piacciono tuttin 🙂

  7. pedro novembre 9, 2012 a 9:29 am #

    oggi aldo grasso sul corriere ha stangato la gregoraci, non che fosse una novità…però anche tutto il programma “di non grande successo”

    • Anonimo novembre 9, 2012 a 10:17 am #

      La recensione di Aldo grasso conta come il due di picche. Solo il pubblico è sovrano. E per il momento il pubblico approva, con moderazione ma approva. Vediamo quale sarà la sentenza definitiva.

      • pedro novembre 9, 2012 a 11:44 am #

        >La recensione di Aldo grasso conta come il due di picche

        non credo proprio…adesso i flop si chiamano “moderazione”? 650.000 spettatori sono niente, nemmeno “non è la rai” ha mai fatto peggio!:-)

        • Gg novembre 9, 2012 a 6:04 PM #

          Zelig off ha fatto il 5%…quindi moooolto peggio di “non è la rai”!!!

          • pedro novembre 9, 2012 a 6:21 PM #

            >Zelig off ha fatto il 5%…quindi moooolto peggio di “non è la rai”!!!

            sì, ma l’off non conta una mazza…la pubblicità la vendono con l’arcimboldi

            • Anonimo novembre 16, 2012 a 12:48 am #

              La pubblicità la vendono coi criteri share+qualitativa+socioeconomica. Quindi dipende da brand, posizionamento prodotto e singola campagna. Più gli orientamenti del marketing su singolo programma. Per l’ennesima volta: se non ci capite un cazzo, perchè parlate?

      • ananasblog novembre 9, 2012 a 2:13 PM #

        Invece di dividerci tra fan e oppositori, ragioniamo un attimo: Made in Sud è una realtà positiva, e molto buono è il fatto che Napoli si sia staccata dal monopolio Zelig Colorado, mostrando che la scuola partenopea può schierare un cast all’altezza. Detto questo non si può negare che ci siano stati degli interventi da parte della rete che corrono il rischio di invecchiare il format (la Gregoraci, le ballerine sadomaso, una certa aura di Bulldozer – Convenscion). Facciamo un esempio in musica: è come se a un concerto di Napoli Centrale, negli anni 70 – http://it.wikipedia.org/wiki/Napoli_Centrale_(gruppo_musicale) – a un certo punto uscissero fuori Orietta Berti e Raffaella Carrà (che ci azzeccano?). Questi influssi di una Rai allo sbando, possono dare una patina di banalità al format che è già al quinto anno, quindi non più di primo pelo. Insomma, vediamo le cose per quello che sono. L’A

        • real novembre 9, 2012 a 2:23 PM #

          Ma per capirci, obiettivo e corrosivo amministratore, conta piu’ il fatto che il programma sia una specie di Colorado fatto con ancora meno soldi, ancora meno idee nuove e ancora piu’ tette; o che non siano legati a zelig? Chiedo solo x capire il concetto di qualita’ dal suo punto di vista di esperto addetto ai lavori e super partes

          • ananasblog novembre 9, 2012 a 3:23 PM #

            >Ma per capirci, obiettivo e corrosivo amministratore, conta piu’ il fatto che il programma sia una specie di Colorado fatto con ancora meno soldi, ancora meno idee nuove e ancora piu’ tette; o che non siano legati a zelig? Chiedo solo x capire il concetto di qualita’ dal suo punto di vista di esperto addetto ai lavori e super partes

            Made in Sud è il sintomo di uno smottamento del sistema che fino a poco tempo fa era granitico. Secondo me va incoraggiato. Come già scritto e come ribadisco: c’è comunque troppo vecchiume che appesantisce il format: via le tette e via gli anni 80/90, via le battute scontate… insomma la camorra? il disagio delle periferie? Scampia? Giggino a manetta (De Magistris)? A Munnezza? il Rap napoletano? Se riescono ad andare in quella direzione okay, altrimenti verrà visto nel filone negativo della comicità dell’attuale Rai 2. L’A

            • Gg novembre 9, 2012 a 5:07 PM #

              Si ma le battute sui “luoghi comuni” del sud, sono tali proprio per esorcizzare con autoironia, chi del sud vede solo quello!!!

              • ananasblog novembre 9, 2012 a 5:12 PM #

                >Si ma le battute sui “luoghi comuni” del sud, sono tali proprio per esorcizzare con autoironia, chi del sud vede solo quello!!!

                Sì, ma nel frattemmpo ci sono stati Saviano, l’emergenza rifiuti, la rivoluzione arancione di De Magistris, Cavani, Garrone, Sorrentino, Hamsick, De Laurentiis, Scampia, eccetera, certe battute le potevi fare pari pari negli anni 80 che nessuno notava la differenza. L’A

                • Anonimo novembre 9, 2012 a 5:52 PM #

                  QUOTO assolutamente! Ma con un filo di consapevole tristezza. Se mai (dico se mai) qualcuno facesse questo tipo di umorismo, credi che potrebbe uscire dai circuiti intellettual-fighetti? Si riuscirebbe a portare quersti temi alla grande massa? Ho -ahimè-qualche dubbio…

          • Anonimo novembre 9, 2012 a 3:26 PM #

            Conta il fatto che, essendo un non-Zelig, l’Amministratore possa intravedere uno spiraglio in un muro altrimenti per lui impenetrabile. Che il motivo dell’esistenza di sto blog.

            • Anonimo novembre 11, 2012 a 4:59 PM #

              Conta il fatto che, essendo una non-Zelig …..in quanto tutti sono passati da viale Monza e NON sono stati presi?

        • pedro novembre 9, 2012 a 6:09 PM #

          >Invece di dividerci tra fan e oppositori, ragioniamo un attimo:

          bah, secondo me semplicemente non sapevano cosa mandare in onda in un momento di crisi e di incognita…avete voluto tirare 4 soldi con il DTT? CIAPA!.Hanno optato quindi per un format poco impegnativo da tutti i punti di vista, soprattutto economico, vedi cancellazione isola dei famosi…la dice lunga poi il fatto di metterci una straraccomandata alla guida, sintomo che la lottizzazione politica della rai montiana è ancora molto forte (ma il secondo canale non era “gestito” dalla Lega? che c’azzecca un programma “del sud”)

    • Antonio novembre 9, 2012 a 10:52 am #

      Per caso si può leggere on line la sua recensione?

  8. M&M novembre 9, 2012 a 2:39 am #

    ciao a tutti…. la continua ricerca e l unione, fanno si che questo gruppo sia destinato a crescere. la proposta comica la si approfondisce, la si studia, la si lavora, la si mette in discussione. tutti elementi che la rendono perfetta. Made in Sud è frutto di innumerevoli gastriti…. il lavoro paga sempre. paragonare Made in Sud ad altre trasmissioni è da puerili. gli stessi puerili che per futili capricci hanno rovinato i gruppi più solidi come Zelig e Colorado ( come li chiamate voi) e con essi il lavoro fatto. quindi lasciate che avvenga il riscatto di un gruppo che da 6 anni lavora 5 giorni alla settimana senza sosta. GRAZIE.

    • Anonimo novembre 9, 2012 a 8:27 PM #

      …lavorano 5 giorni a gratis per la gioa del mormone che si intasca i soldi delle sponsorizzazioni,gli artisti di strada hanno piu dignita dei comici italiani che si fanno sfruttare per anni pur di avere quei tre minuti di televisione in contrapposizione ad una capacita live che vale meno di zero.quando uno avra la possibilta di avere uno show tutto suo di un’ora in stile Paolo Rossi o Corrado Guzzanti e fa anche il 3% cento di share allora si puo definire un comico ma fino a quando si e parte di un carrozzone si esoltanto un numero da baraccone.
      per concludere caro M&M se la ricerca comica che si approfondisce, si studia, la si lavora per farla rendere perfetta,porta a far mettere ad un idiota un vestito da mosca che esce e dice “C’E’ M***A”.beh allora studiate e approfondite di piu perche la vostra comicita e degna di quella battuta.

      • Anonimo novembre 10, 2012 a 10:37 am #

        Ecco perché il conduttore si schiera a difesa del programma! Perché c’è qualcuno che chiama “idiota” un comico…

      • Anonimo novembre 11, 2012 a 12:59 PM #

        E il tuo post è degno della battuta di quella mosca. Forse un po’ di invidia, forse sei qualche ex comico fallito, o autore finito. Chiunque tu sia, cerca di avere un minimo di rispetto per il lavoro altrui perché nessuno ti dà l’arroganza di chiamare idiota un comico.

      • Anonimo novembre 12, 2012 a 10:46 am #

        aggiungerei alla tristezza generale la presenza inutile degli autori mariconda e sarcinelli.

        • Anonimo novembre 16, 2012 a 1:00 am #

          Mariconda mi risulta ci fosse dalla prima edizione. E se definite ‘inutile’ un autore come Mariconda, chi avete come modello? Dante Alighieri? NO perchè qui leggo delle cazzate (no, non metto c*****e. Queste sono cazzate, non c*****e) che solo Baumgartner ha incontrato, ad altezze siderali. Vi assicuro, amici artisti dall’immenso talento creativo, che se non ci fosse Mariconda (o chi per lui) non arrivereste nemmeno al citofono di Via Mazzini. Perchè è Mariconda (o chi per lui) a dire: “Sì, quello ha la faccia sfigata, è sfigato, è brutto da vedere e nemmeno tanto bravo…ma proviamolo. Ha qualcosa di interessante e magari lavorandoci…”. Lo so, lo so… Mariconda (o chi per lui) è anche quello che vi scarta al provino. Purtroppo Mariconda (o chi per lui) ha il difetto di prender quelli promettenti e lascia a casa i polmoni, Cattivo eh?

  9. Anonimo novembre 8, 2012 a 8:37 PM #

    Ma Gigi e Ross non arrivano direttamente da Zelig?

  10. meloneblog novembre 8, 2012 a 5:53 PM #

    avanspettacolo? varietà? non se ne fanno più perchè arte difficile. A parte tutto, sono stati serviti tutti coloro che avevano previsto 2 massimo 4 di share.

    • Anonimo novembre 8, 2012 a 8:27 PM #

      Come si chiama la ballerina nella foto?

  11. Gg novembre 8, 2012 a 3:29 PM #

    Posso permettermi di aggiungere una precisazione?! Non credo sia corretto aggiungere tra parentesi “direttamente da “Colorado 2011″quando parli di fastidio o dei malincomici. Sono arrivati a Colorado quando avevano già partecipato a due edizioni di “made in sud” su comedy central.

  12. Anonimo novembre 8, 2012 a 3:09 PM #

    70% avanspettacolo???????????????quanto vi piace questa parola…

  13. giulia ricciardi novembre 8, 2012 a 2:51 PM #

    Direi stop alle rosicate! Made in sud funziona ed ovviamente passando su una generalista ha dovuto fare i conti con un sistema che esige il “nome” (motivo della presenza della Gregoraci che altrimenti poteva restare serenamente in una delle sue ville visto che fatima se la cava egregiamente). Per il resto il programma è la prova concreta che quando credi in qualcosa ed investi, prima o poi raccogli i frutti. Soprattutto se nn hai una produzione che ti boicotta come quella che ho avuto io x bambine cattive. Detto questo… In bocca al lupo a MIS.

  14. Ciro novembre 8, 2012 a 1:41 PM #

    Finalmente una trasmissione carina e divertente. Ottima presentazione e comici molto simpatici. Un ottimo prodotto direi. Mi sono divertito tanto sinceramente. Rispetto a Zelig e Colorado, questa trasmissione è veloce ed efficace e vanta un affiatamento di gruppo.

    • Anonimo novembre 8, 2012 a 1:46 PM #

      questo commento è dello stesso nell’altro articolo. Troppi della trasmissione che si autocelebrano

  15. Elisa novembre 8, 2012 a 1:03 PM #

    Per l’ adm del blog : giusto una precisazione per correttezza di informazione, la parodia di Michael Buble’ è un pezzo dei “Doppia coppia” ovvero Francesco Cicchella e
    Vincenzo de honestis.
    Cmq bella puntata ieri, li seguivo su comedy e continuerò sulla rai. W made in sud

  16. rael novembre 8, 2012 a 12:00 PM #

    vidiwall.

  17. bhà novembre 8, 2012 a 11:33 am #

    70% Avanspettacolo. Battute telefonate.

    • Anonimo novembre 8, 2012 a 11:45 am #

      quanto mi sembra “pilotato” e “rosicone” questo commento…..
      brucia il fatto che i tempi comici e il ritmo della trasmissione sia davvero notevole e faccia impallidire lo squallore mostrato in questi anni da zelig e colorado

      • Tony Tornado novembre 8, 2012 a 11:56 am #

        confermo a pieni voti!!! accendiamola… ahahhahah

      • bhà novembre 8, 2012 a 12:10 PM #

        1)nessuno ha parlato di disprezzo, per cui il verbo rosicare non è appropriato.
        2)non esageriamo con i paragoni. Seppur caduti in basso zelig e colorado hanno lavorato tanto negli anni per arrivare ad uno standard di buon livello. made in sud non ha storia…loro sì
        3) non disprezzo l’idea, anzi un ottima intuizione. ma lo sviluppo della stessa è da avanspettacolo e ripeto le battute sono telefonate
        4) alcune cose troppo di nicchia…..Annamaria di Nino D’angelo a Pordenone non la capirebbero mai.

        nessuna polemica e nessun commento pilotato, non trovate sempre una giustifica ad un commento anche se avverso è pur sempre opinabile e personale. anzi sulla base delle criticità bisognerebbe riflettere e ripartire

        • Anonimo novembre 8, 2012 a 12:28 PM #

          Guarda che Made In Sud una storia ce l’ha, visto che va in onda da cinque stagioni su Comedy Central e si è lavorato tantissimo per guadagnare una seconda serata in Rai. E comunque la storia non conta nulla, conta il presente, e questo presente racconta di una trasmissione giovane, innovativa, ritmata e, soprattutto e finalmente, divertente (esattamente il contrario di Colorado di quest’anno).

          • ananasblog novembre 8, 2012 a 12:45 PM #

            >Guarda che Made In Sud una storia ce l’ha, visto che va in onda da cinque stagioni su Comedy Central e si è lavorato tantissimo per guadagnare una seconda serata in Rai. E comunque la storia non conta nulla, conta il presente, e questo presente racconta di una trasmissione giovane, innovativa, ritmata e, soprattutto e finalmente, divertente (esattamente il contrario di Colorado di quest’anno).

            Non esageriamo, ci sono anche cose un po’ datate (mettiamoci un po’ di F*** a fare i balletti che attrae lo spettatore). L’A

            • Gg novembre 8, 2012 a 12:52 PM #

              Mmmm…cose datate: la f***?! Poi?! Quando fai recensioni su altre trasmissioni sei più costruttivo!;)

            • Antonio novembre 8, 2012 a 12:52 PM #

              Fuga???

              • Gg novembre 8, 2012 a 1:02 PM #

                Che Dio la beneduga

            • Anonimo novembre 9, 2012 a 3:55 PM #

              Da che mondo è mondo, comicità fa rima con ‘figa’. Il detto ‘nani e ballerine’ non è casuale. rappresentano una forma di intrattenimento. Un conto è l’impiego osceno e mercificato del corpo femminile, un altro è l’utilizzo del sexy come elemento in più. Certo, sarebbe meglio puntare tutto su una comicità fortissima e innovativa am ricordiamoci sempre che la BBC sta in UK, non qui.

          • Anonimo novembre 9, 2012 a 5:56 PM #

            ‘la storia non conta nulla’ equivale a ‘Il mondo è mio’ di Scarface. La storia conta eccome. E conta il presente. Ma ancor più il futuro. Circa le definizione ‘innovativo’ e ‘ritmato’, il ritmo non l’ha inventato MiS (Colorado, SNL, Central Station etc solo per fare qualchesempio recente) e ‘innovativo’…vabbè

            • Anonimo novembre 12, 2012 a 12:46 am #

              Colorado ritmato e innovativo ? Follia.

              • Anonimo novembre 12, 2012 a 1:55 PM #

                guarda che made in sud ha meno ritmo di colorado.

                • Anonimo novembre 16, 2012 a 12:35 PM #

                  Quoto.
                  E’ il tentativo di emulare ritmi alla colorado. Ma gli manca roba.

              • Anonimo novembre 15, 2012 a 11:46 PM #

                Amico mio, il riferimento al ‘ritmo’ era riferito ai programmi messi tra parentesi (che, sì, sono ritmati). ‘Innovativo’ era fuori parentesi e c’era solo un desolato …’vabbè’ che confermo. Leggete per bene prima di commentare. E non commentate, se siete del programma.

      • Anonimo novembre 9, 2012 a 3:51 PM #

        Ragazzi, capisco che appena si va finalmente sulle reti maggori ci si ecciti… Ma piano perchè non è che stiamo parlando del Flying Circus. E le altre due trasmissioni non è che proprio facciano schifo (infatti parecchi di MiS negli anni scorsi facevano gratamente fior di provini per entrarci)

        • Gg novembre 9, 2012 a 5:12 PM #

          Nessuno fa schifo…ma nessuno è flying circus!

          • Anonimo novembre 9, 2012 a 5:57 PM #

            NESSUNO sarà MAI Flying Circus. Però, Gigi, sei il conduttore, diamine! Ma che diavolo scrivi qui??? E’ come il papà che scassa il ca**o alla gente con quanto è bravo suo figlki, daaaaaai

            • Gg novembre 9, 2012 a 6:09 PM #

              Io?! Se tu leggessi tutte le mie risposte capiresti che non elogio “made in sud” solo perché ne faccio parte! Ho dato ragione a gavelli per la storia delle fighe in tv, (anche secondo me sono anni 80!), ma, se permettete, made in sud l’ho visto nascere, e come accetto le critiche costruttive, così non amo chi spara a zero frasi solo per il gusto di criticare. Tutto qui!

    • Gg novembre 8, 2012 a 12:46 PM #

      Ciao! Credo che sia triste dare ad “avanspettacolo” un’accezione negativa.Ricordiamo che Totò, fabrizi e tanti altri artisti con la A maiuscola hanno iniziato con l’avanspettacolo. Ma forse fa “Figo” dire così (così come dire “fa cagarissimo” o “fa riderissimo” tra gli autori zelig!). Detto ciò, potresti essere più costruttivo con le tue critiche. Prova a motivare. Magari saranno apprezzate. Un saluto a te e al blog. Gigi (uno dei conduttori)

    • Antonio novembre 8, 2012 a 12:56 PM #

      Cioè? Fai qualche esempio se no stiamo a parlare dell’aria tutta la giornata.

  18. Tony Tornado novembre 8, 2012 a 11:32 am #

    Complimenti a tutti.. nessuno escluso.. un bel mix di risate, gag e situazioni ironiche… sinceramente preferisco più questo tipo di cabaret che altri… Colorado e Zelig negli ultimi anni sono scaduti parecchio… forse anche per colpa dei Zelig lab.. che da anni portano avanti sempre gli stessi personaggi non facendo avvicinare volti nuovi a questo fantastico mondo…

    • Anonimo novembre 9, 2012 a 3:55 PM #

      Ti pagano in cambio merce o contanti?

  19. Antonio novembre 8, 2012 a 10:34 am #

    Vabbè ma questa è una telecronaca… i commenti dove sono??

    • ananasblog novembre 8, 2012 a 11:05 am #

      >Vabbè ma questa è una telecronaca… i commenti dove sono??

      Ci sarebbe tanto da dire e nulla, un mondo… L’A

      • Anonimo novembre 8, 2012 a 12:32 PM #

        Non lo fai perchè sei di parte o troppi amici?

      • Antonio novembre 8, 2012 a 12:55 PM #

        Ma questo è il bello di questo blog no?

        • Anonimo novembre 9, 2012 a 3:56 PM #

          Antonio, primo premio per l’ironia! Bravo!

      • Alter Bactaer novembre 8, 2012 a 1:14 PM #

        Ho visto Made in Sud, soltanto per affetto verso Max & Scossa (vincitori del FNDC 2010, ma senza fare i cyborg). Stranamente, perché come si sa io non vedo mai il cabaret in tivù. Bel ritmo, belle gnocche (a quanto pare indispensabili), qualche cosa già vista o raccontata (anche se non vedo il cabaret in tivù me lo raccontano), alcune battute appena un pò nuove ma troppo prevedibili. Embé? In un’ora (sia benedetta la pezzatura!) che volevi di più, un amaro lucano? Evviva l’alternativa e speriamo che arrivi presto su Cielo (per tutti, non solo su Sky) anche la trasmissione realizzata con i comici romani (occhio a Moira Marzi, è proprio brava). Buona la scenografia (per quel che serve, io farei tutto con uno spot e un microfono su asta ma la tivù ha le sue esigenze), poca fantasia la regia: le stesse inquadrature sia sul palco che sul pubblico, già viste e straviste altrove. Forza Peperoncini!!!

        • Gg novembre 8, 2012 a 1:25 PM #

          Bella critica. Grazie!;)

          • Anonimo novembre 8, 2012 a 9:21 PM #

            Sono d’accordo con chi dice che è’ un gradino sopra i vari ZELIG off e Colorado

        • Anonimo novembre 8, 2012 a 9:25 PM #

          anche se non vedo il cabaret in tivù me lo raccontano

          Un po’ come dire che non frequento la f**a ma me la raccontano…

          • Anonimo novembre 8, 2012 a 10:13 PM #

            Anonimo! Tu frequenti p*******i o te li raccontano?

            • Anonimo novembre 9, 2012 a 9:14 am #

              Capisco l’intenzione di insultare, ma mi manca il passaggio logico

              • Anonimo novembre 9, 2012 a 3:59 PM #

                Aahahahahah anche a me! Sono restato 12 minuti a cercare di capire. Sagaci commentatori, o vi fate capire da tutti o è solo farsi le s***e. Se non si è capito, andate a ‘wikipedia’ alla voce ‘seghe’

                • Anonimo novembre 9, 2012 a 4:41 PM #

                  12 minuti e non hai capito…Anni fa, in una tenuta di campagna, dovetti tagliare dell piante malate che sarebbero potute cadere contro la casa. Chiamai una ditta specializzata, persone con tanto di laurea in taglio di piante, cominciarono a tagliare e, ma, l’inclinazione e la posizione del taglio non mi convincevano. lo feci notare con il responsabile dei lavori che mi assicurò che la pianta non sarebbe caduta verso la casa, cosa che sospettavo come probabile, ma dalla parte opposta. Ovviamente non essendo un addetto ai lavori mi ritirai nelle mie stanze, sino a che un rumore di legna che si strappava dal peso e uno strano rumore di tegole rotte. uscii e vidi che un pezzo di tetto venne giù con la pianta, che cadde dalla parte che sospettavo. Guardai il responsabile ed allontanandomi gli indicai dove fosse il bagno.
                  Un modo educato per mandarlo a ******.
                  Con il mio commento sopra volevo constatare se tu fossi cresciuto.

                  • Anonimo novembre 9, 2012 a 6:01 PM #

                    La tua sagacia si schianta contro il fatto che non sono l’Anonimo al quale hai risposto. E 12 minuti non basteranno a capire quest’ultimo post. Non perchè io sia stupido (e non produco nè lauree nè master in questo blog di materia organica decomposta) ma semplicemente perchè i tuoi scritti hanno l’inconsistenza di refoli nel vento. E anche stavolta non si capisce dove vuoi arrivare. Ma per fortuna non ci arrivi.

                    • Anonimo novembre 9, 2012 a 6:09 PM #

                      Continua a guardare MADE IN SUD …. almeno capisci il sarcasmo. Io preferisco ridere. il mio ultimo consiglio frinisce.

                    • Anonimo novembre 9, 2012 a 7:03 PM #

                      Mi stai annoiando con la tua saccenza …. chiudo la sarcinesca.
                      (dimenticanza, errore di battitura, tasto malato…chissà?)

                    • Anonimo novembre 10, 2012 a 1:06 PM #

                      Sono felice che il tuo ultimo consiglio sia ‘frinito’. E saccente vallo a dire a qualcuno dei tuoi amichetti. Non ho bisogno di esser saccente.

                    • Anonimo novembre 10, 2012 a 2:22 PM #

                      AHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! SARCINESCA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Cavolo, ci ho messo davvero tanto a capire stavolta. Adesso ho capito. E me ne frega meno di prima!

          • Anonimo novembre 9, 2012 a 4:00 PM #

            Già. Ma tanto qui chiunque parla a cazzo

          • Alter Bactaer novembre 9, 2012 a 5:48 PM #

            Complimenti per il tuo senso dell’umorismo. Se mi dici chi sei ti procuro un posto di autore in tivù.

            • Anonimo novembre 9, 2012 a 6:03 PM #

              Tesoro, se ravvisi umorismo nei post precedenti comprendo perchè frequenti questo blog. E circa il posto di lavoro… se sei cosi influente, fallo grazie.

              • Alter Bactaer novembre 10, 2012 a 1:36 PM #

                Tesoro, se ravvisi umorismo…

                Scusa, signor NN, o ti devo chiamare Ulisse per dare un tocco di classicità alla tua esistenza? Anche la mia tastiera dev’essere ciucca perché non volevo scrivere “autore” ma “untore”, in quanto mi sembrerebbe il lavoro più giusto per un anonimo come te. Ma poi quanti cazzo…pardon…fallo…di anonimi ci sono in ‘sto blog?

                • Anonimo novembre 10, 2012 a 2:53 PM #

                  La mia esistenza, povera anima spersa, non ti riguarda perchè non sai -naturalmente- con chi stai parlando. Ma, giusto per amor di cronaca… Perchè proprio Ulisse? Altra cosa: perchè ‘untore’? Perchè non sono allineato (come molti del resto) alle sciocchezze che si sentono su questo blog? A margine, non mi sembra tu ti stia firmando con nome e cognome ma con un nick. Il fatto che il nick sia sempre il medesimo non svela certo la tua identità (che conosciamo, sta tranquillo…). E perchè ci sono gli anonimi lo sai bene e non spreco tempo per innescare una polemica vuota.

                  • Alter Bactaer novembre 11, 2012 a 10:23 am #

                    Risponde l’anima spersa, finalmente fiera di avere trovato il suo TomTom (magari uno di quelli con le voci dei comici di Zelig, eh!): Ulisse,Nessuno, NN, Anonimo…Tu ti ritrovi, adesso? Circa la mia firma, sovente in questo blog firmo con il mio pseudonimo da giornalista di settore (Alter Bactaer) unitamente al mio nome (Mauro Giorcelli), forse non lo avrai mai notato ma è così.
                    Di te, invece, quando sapremo il tuo nome? Hai proprio ragione: perchè ci sono gli anonimi si sa bene, specialmente quando riguarda mafia, minacce, lettere minatorie ed altre cosucce attinenti a reati, non certo chiacchiere (anche se pepate) da blog. In questo ultimo caso però, almeno lo sforzo di trovarti uno pseudonimo, magari buffo…eddai, fai uno sforzo…

                    • Anonimo novembre 12, 2012 a 12:55 am #

                      Ho 9 nick disseminati su altrettanti blog. Qui non voglio metterlo. Come mai? Affari miei. Cambia qualcosa? No. Perderò ancora tempo con te? Forse. Perchè mi interessa quel che dici? No. E allora perchè? Ecco, questo davvero mi sfugge.

                • Anonimo novembre 10, 2012 a 2:57 PM #

                  Un attimo!!!! Aspetta aspetta!!! Ma cioè…cioè nel post hai messo ‘quanti cazzo… pardon…fallo…’ perchè eri convinto che nel mio post precedente IO avessi scritto ‘fallo grazie’ intendeno ‘cazzo grazie’???? No!?!? Davvero è così???? Madonna delle Rocce, che *!%@#]$ Incredibile!

                  • Anonimo novembre 11, 2012 a 5:08 PM #

                    Alter Bacter una persona che esclama “..perchè non sai -naturalmente- con chi stai parlando..” ….. che sia la moglie di Bersani?

                    Se ho mancato di mettere un nick a me riconducibile e per tentar di far capire quanta maleducazione ci fosse in codesta persona, che scarseggia nel fantasticare uno pseudonimo o per il suo essere o per far notare una sfaccettatura dimenticata od omessa nella discussione.

                    Con questa mia credo tu abbia capito chi io sia. un abbraccio e saluta i collaboratori a te vicini.

                    • Anonimo novembre 12, 2012 a 12:58 am #

                      Maleducazione? Mio cortese collega d’anonimato, ho scritto ‘non sai con chi stai parlando’ perchè è la pura verità. Non era un ‘lei non sa chi sono io’: se avessi voluto far intendere questo, avrei scritto ‘lei non sa chi sono io’. E ti assicuro che non scarseggio in fantasia, mio caro. E’ solo che la uso per altre cose e non certo qui. Ma tu continua a scrivere cazzate, te ne prego. Senza di te e gente come te, questo blog muore.

                    • Alter Bactaer novembre 12, 2012 a 10:49 am #

                      Ci rinuncio! Siete troppo evoluti per me, vi lascio convinto sempre più che se l’attuale mondo del cabaret è sub-popolato di gente così stressata ed avvelenata, forse ci vuole l’antirabbica.

                  • Anonimo novembre 14, 2012 a 8:10 PM #

                    “Ma tu continua a scrivere cazzate, te ne prego. Senza di te e gente come te, questo blog muore.”

                    A me sembra che ci siano più commenti tuoi che miei.

                    • Anonimo novembre 15, 2012 a 11:49 PM #

                      E’ vero. Ma sono i tuoi che danno quell’improvviso guizzo di insensatezza che fa prender quota all’intero blog. Continua, per favore. Sennò a scrivere sempre cose sensate, noi ci annoiamo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: