Questa sera la prima puntata di SCQR

12 Nov

Questa sera alle 21, su Comedy Central (ch Sky 122 e 123) l’attesa prima puntata di SCQR (Sono Comici Questi Romani), lo show basato interamente sulla comicità romana, condotto da Antonio Giuliani e Ludovica Martini. Il cast della prima puntata dovrebbe essere:

Moira Marzi (la signora che abita sopra alla piazza), Gianluca Irti (il fotografo dei matrimoni), Gianluca Giugliarelli (il romano dei quartieri alti), Stefano Vigilante (l’infermiere Felicetto), Mago Lupis, Paolo Arcuri (il concorrente del quiz), Marco Capretti (l’operatore del call center), Fabrizio Gaetani (il ristoratore rumeno), Tirocchi & Paniconi (le vecchiette), Francesca Milani (la barista), Sergio Viglianese (il re pazzo), I Sequestrattori (Milano-Roma), Fabrizio Di Renzo (l’ispettore Siae), Marco Facchini (il cantante swing).

Riuscirà a seguire il percorso di Made in Sud, a espandersi e ad approdare a palcoscenici importanti? Vediamo…

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Annunci

15 Risposte to “Questa sera la prima puntata di SCQR”

  1. alessio marzo 24, 2013 a 8:51 am #

    ALESSANDRO BARCA E’ IL N . 1

  2. Anonimo novembre 13, 2012 a 12:04 am #

    Sono d’accordo con Emiliano ed invito gli altri a disquisire su Made in Sud in altri forum.

    • Anonimo novembre 15, 2012 a 11:40 pm #

      MA VI SIETE ACCORTI CHE NON C’E’ NEMMENO UN COMMENTO SUL PROGRAMMA? AHAHHAHA. CAVOLO DEV’ESSERE INTERESSANTE EH?

  3. emiliano novembre 12, 2012 a 3:44 pm #

    caro amministratore da comico o presunto tale, cio che mi rattrista e’ il fatto che la comicita’ Italiana si stia ghettizando sempre di piu,auguro a tutte queste varie trasmissino regional- partes i migliori successi e le migliori soddisfazioni,anche se il fenomeno andrebbe analizzato e approfondito,magari con un post dove ci siano commenti costruttivi per dibattere sull’argomento e non come vedo in altri post dove leggo discussioni fatte tra insulti offese e quantaltro che non so quanto possa giovare ad una forma di comunicazione come la comicita.
    Vedere che i genovesi si rinchiudano in “COPERNICO” i napoletani in “MADE IN SUD” i romani in “S.C.Q.R” i settentrionali a loro volta con i vari “ZELIG” e “COLORADO”,mi fa immaginare un futuro tetro, dove ognuno di noi finira per fare cabaret nel proprio quartiere poi nel proprio palazzo fino a rinchiuderci nelle nostre case.
    ..da che i comici erano i baluardi degli interscambi culturali tra le varie regioni con i vari luoghi comuni, le vicissitudini delle proprie origini e dei propri usi e costumi, stanno diventando tutti vittime del loro prodotto madre che una volta esportavano fuori regione.
    Inoltre ho sempre reputato come parte piu bella nel mestiere dei comico, il poter viaggiare, uscire dal proprio territorio poter confrontarsi con un pubblico che non sia delle tue stesse radici,quindi provare ha superarsi; dato che chi gioca in casa a pur sempre un vantaggio.
    Speriamo che nel tempo questo si possa ancora attuare e andare in giro per l’italia isole comprese e provare a far ridere e comunicare.
    C’era una volta qualcuno che inneggiava alla seccesione e al federalismo….la comicita italiana e l’unico settore che ha seguito alla lettera i desideri di una parte della classe politica,che paradosso da sempre i politici erano le nostre vittime preferite adesso siamo noi i loro martiri.
    Un tempo in chiave ironica potevamo dire “una risata vi seppellira” adesso in modo sarcastico dovremmo dire “dobbiamo restare uniti per non morire da soli”

    Con Stima.

    Emiliano Petruzzi

    • Anonimo novembre 12, 2012 a 3:50 pm #

      Concordo assolutamente.

    • Anonimo novembre 13, 2012 a 12:33 pm #

      ‘leggo discussioni fatte tra insulti offese e quantaltro che non so quanto possa giovare ad una forma di comunicazione come la comicita’

      Da anonimi ci si insulta e con la firma si fa la morale? prima un esame di coscienza e poi le belle parole, suvvia…marchese! viva l’incoerenza!
      da anonimo non sei sembrato molto costruttivo…

      • emiliano novembre 14, 2012 a 12:15 am #

        caro anonimo non so cosa tu voglia insinuare io ogni qualvolta ho scritto in questo blog mi sono sempre firmato con il mio nome se leggi nei post del passato c’e una mia denuncia sul mio trascorso con zelig quindi non vedo per quale motivo mi debba nascondere dietro l’anonimato o ad altri nickname.
        inoltre sono libero di esprimere pensieri o di fare morali e tu di rimanere nell’anonimato.
        LIBERO ARBITRIO!

    • arvydas sabonis novembre 13, 2012 a 8:44 pm #

      io non ci andrei a leggere tutta questa dietrologia politica. si tratta semplicemente di un gruppo di comici che dopo aver lavorato insieme per un po’ riesce a realizzare il piccolo sogno di avere una trasmissione propria. a me sembra una cosa figa. e non c’è campanilismo, ma solo affiatamento. e comunque a copernico non c’erano solo genovesi, così come a made in sud non ci sono solo napoletani. secondo me non è importante la proposta, ma la qualità. se devo scegliere tra una trasmissione di valdostani fatta bene ed una di italiani fatta male, beh non ho dubbi nella scelta. chiaro che se invece vedo una trasmissione campanilistica e fatta male, allora tutti i discorsi decadono e mi arrabbio perché vedo l’ennesima occasione sprecata

  4. Anonimo novembre 12, 2012 a 11:30 am #

    Pensa che sulla tv locale romana andrà in onda “comici del nord europa”

  5. Anonimo novembre 12, 2012 a 11:20 am #

    A quando ‘MadeinQuartoOggiaro’? O ‘MadeinZen’? Potremmo fare un format innovativo: tutti comici coi capelli rossi. Che ne so, ‘RedCarpet’ vi pace? O ‘S.R.Q.R.- Sono rosse queste risate’?

    • Anonimo novembre 12, 2012 a 1:48 pm #

      quello che odio è che quelli di made in sud commentano in modo negativo tutto quello che sia altra comicità, credendo che soltanto loro siano la novità! E’ un atteggiamento presuntuoso e ignorante.
      Questo commento è dello stesso che si è autocelebrato nei due articoli su made in sud. La cosa triste è che è un addetto ai lavori ed ha il vizio di lasciare commenti negativi A PRIORI sul web.

      • Anonimo novembre 12, 2012 a 2:59 pm #

        Signore Iddio che ci guardi dall’Alto dei Cieli, che cantonata assurda che hai preso! E lo fai credendo di riconoscere lo stile di scrittura. Non sono mai andato più giù di Napoli e non sono nemmeno un fan della comicità below Rome. Ho solo detto che era buffa questa schematizzazione geografica (che in Italia corrisponde anche a un sentire, ovviamente). Tutto lì. Quindi, prima di sparare robe simili, impara a riconoscere stili ed inflessioni nella scrittura. Eviterai tirate tipo questa in ambito chat.

        • Anonimo novembre 12, 2012 a 4:35 pm #

          Tra tric e trac e altro voi di Made in sud siete unpo’ razzisti, lo si nota dagli scritti. Se non hanno preso tutti di voi a Colorado o Zelig lamentatevi con loro. la trasmissione è frizzante ma vecchia e prevedo una chiusura dopo la 4 puntata, non per colpa vostra ma perché RAI DUE mena sfiga.

          • Anonimo novembre 12, 2012 a 11:04 pm #

            ci grattiamo alla faccia tua tiè tiè

            • Anonimo novembre 13, 2012 a 12:10 am #

              Ah bè, siamo agli scongiuri LOL

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: