Archive | gennaio, 2013

Maurizio Crozza, Cristian Calabrese, gli UFO e altri misteri

30 Gen
l'oggetto volante non identificato (13 maggio 2001)

l’oggetto volante non identificato (13 maggio 2001)

Domenica 13 maggio 2001 ho casualmente fotografato un UFO nel cielo sopra Lido di Spina (FE). Nell’immagine si può vedere il dettaglio dell’oggetto (il puntino a sinistra sopra gli alberi e, a destra, ingrandito). Maggio è il mese delle rose (la Spina fa parte della rosa), ma è soprattutto un “mese mariano”, dedicato alla Madonna. Perché dico questo? Perché l’oggetto assomiglia notevolmente a quello nel famoso quadro detto “La Madonna del disco volante”

La Madonna dellUfo (fai click per ingrandire)

‘Il quadro in questione è esposto nel Palazzo Vecchio a Firenze, all’interno della “Sala di Saturno”: si tratta de “La Madonna e San Giovannino”, una natività attribuita alla scuola di Filippo Lippi, pittore fiorentino del Quindicesimo secolo.’ (per info vedi il sito nonsoloufo).

Da questi eventi inspiegabili, partono diramazioni che giungono fino al presente, legate alle incredibiili analogie col caso Maurizio Crozza – Cristian Continua a leggere

Russi a confronto

29 Gen

Il declino di Zelig (ieri battuto nettamente da una fiction Rai in replica) si spiega solo con “motivi artistici”? Oppure deriva anche da un accumulo di comportamenti quasi scorretti o ai limiti dell’amoralità? (Come quelli denunciati nel video di Antonio Covatta). I comici sono visti come produttori di materiale in eccesso, le cui registrazioni non si sa che fine facciano? (vengono ignorate, vengono viste da qualcuno? qualcuno senza dire niente a nessuno “prende spunto” da ciò che si registra nei laboratori?) Fai dei sacrifici enormi per frequentare gli Zelig Lab e poi ti trovi qualcosa di simile in tv, che sostanzialmente rende inutile il tuo lavoro. QUESTO E’ IL VERO GUAIO. Antonio Covatta ha pubblicato un video comparativo tra il russo di Raul Cremona e quello che lui faceva (prima e con la benedizione dell’autore Zelig) al laboratorio di Roma:

Questo tema era stato trattato nel post “l’autunno delle liberatorie” del 25 novembre 2012, in cui si faceva notare come fosse sottolineata la cessione totale di ciò che viene registrato durante le serate di laboratorio. A che titolo? Cedi qualcosa se quel qualcosa va in tv, altrimenti deve rimanere tuo.

Zelig/Bananas dovrebbe fare un’unica cosa per migliorare la situazione: A) ristabilire la corretta dichiarazione Siae (chi è salito sul palco e cosa ha fatto) B) firmare una liberatoria in cui si stabilisce che ciò che si gira rimane di proprietà del comico, che può disporne a piacimento.

Sarebbe un modo per uscire dal “disonore”.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Zelig Circus: la puntata 3 del 2013

29 Gen

Fabio di DarioLa puntata 3 di Zelig Circus ha ottenuto 4.457.000 telespettatori per uno share del 15,88%. Vediamo cosa è successo: Inizia con una doverosa dedica a Bruno Arena (in platea l’altro “Fico” Max Cavallari). Qualche battuta tra Teresa Mannino (da noi appalermo) e Mr Forest, poi I Beoni a schiaffo, che fanno addirittura una gag su Teresa (era meglio una con 2 tette così). Annunziato il re del gossip Fabrizio Corona – Giovanni Vernia, che purtroppo delude perché ripete più o meno gli stessi tormentoni (a testa alta, la musica di c’è posta per te e Belen). Alla fine viene portato via dai Carabinieri (grande trovata autorale?). A questo punto scegli l’originale che è più trasgressivo.

Paolo Migone con le donne da venere e gli uomini da marte (forse l’avremmo capito che le donne rompono le scatole). Giorgio Verduci con l’uomo con la mazza (uno dei tanti ritorni); Andrea Perroni: i coatti ai concerti (Paoli, Modà, Renga) il pezzo (ben fatto) è una supercazzola di cose funzionali: le imitazioni; le battute sui testi, le canzoncine, mancano solo i centoni; I Senso D’Oppio sempre bravi, poi lo Speed Date con Gianluca e Marta (ex Sagapò orfani di Pozzoli) qui si ride perché Continua a leggere

stasera Zelig Circus: ci sarà l’aggiornamento su Corona?

28 Gen

il promo su Canale 5

il promo su Canale 5

Questa sera la terza punta di Zelig Circus. A quanto pare ci sarà l’imitazione di Fabrizio Corona da parte di Giovanni Vernia, (leggi su tvblog) che settimana scorsa era stata “scavalcata” da A) la condanna, B) la fuga, C) la latitanza D) l’arresto… Riuscirà la trasmissione comica più superficiale, commerciale e lontana dalla realtà a fare almeno un pezzo di satira d’attualità degno di tale nome?

Mediaset ha mandato in onda degli spot con Vernia Corona (leggi su tvblog) che sembravano promettere qualcosa in questo senso. L’unico problema è che intanto la latitanza è diventata cattura e quindi arresto nei giorni a ridosso delle registrazioni (mercoledì e giovedì) quando il pezzo è già stato assemblato da tempo dai maniscalchi della scaletta.

Comunque, chi volesse, può aggiungersi al manipolo di masochisti che questa sera commenteranno la puntata di Zelig su Twitter, con gli hashtag #ancoraZelig e #ZeligCircus … la noia televisiva si combatte facendo almeno 2 o 3 cose contemporaneamente (si consigliano anche degli snack).

Ananas Blog

i poteri medianici di Cristian Calabrese

26 Gen
Guarda Cristian e poi Maurizio

Guarda Cristian e poi Maurizio

I fenomeni paranormali esistono, come esiste la preveggenza, ne è la prova Cristian Calabrese, comico e medium. Questo novello Nostradamus riesce a profetizzare il repertorio del sommo sacerdote della satira Maurizio Crozza, riproducendolo in anticipo. A volte per conoscere cosa farà Crozza è sufficiente andare a Verona (città magica per eccellenza) al Cabaret Ridens Factory (mi è successo personalmente NDR).

Cristian Calabrese era riuscito ad anticipare lo sketch “Kazzenger” facendo molto prima qualcosa di simile, cioè “Linea di confine” nello stile della parodia e perfino in 2 battute uguali (leggi post sull’argomento) riuscendo tramite proiezione corporea a materializzare addirittura l’actoplasma dello stesso autore. Qualcuno, afflitto da materialismo cronico, aveva pensato addirittura a un plagio, oppure a un microchip impiantato nel sistema nervoso di Calabrese e collegato alla sala autori di Crozza.

Errore! Sicuramente sono gli UFO, oppure i Templari, oppure le Piramidi o il Santo Graal. Altroché profezie di quei cialtroni dei Maya, Cristian Calabrese è molto più affidabile: il 3.01.2013 (numero palindromo, infatti può essere letto anche al contrario!) egli pubblicava su YouTube la parodia di MasterChef e del cattivissimo chef (uno dei 3 giudici) Joe Bastianich.

Ora, il 25.01.2013 (cioè 22 giorni dopo, 21, giorno di equinozi e di solstizi + 1) la profezia Calabresesca si è avverata: Maurizio Crozza ha mandato in onda la parodia di Master Chef usando proprio la figura di Joe Bastianich (non di Cracco o di Barbieri):

http://www.la7.it/crozza/pvideo-stream?id=658061

Inchiniamoci di fronte a questo personaggio che probabilmente è un grande maggo oppure un grande profeta.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

PS il Gran Maestro Calabrese, quando capitò l’affaire Linea di confine/Kazzenger si dichiarò lusingato e non fece alcuna polemica, da vero Spiritualista egli sapeva che tutto era nato dalla preveggenza (vedi intervista a L’Arena di Verona):

Articolo Crozza Calabrese

Laboratori indipendenti: Mald’estro Cabaret

25 Gen
Mald'estro Cabaret

Mald’estro Cabaret

Mald’estro Cabaret è un laboratorio che ha avuto inizio nel 2010 presso il Centro Giovani di Calenzano (Firenze), di fronte a 20 spettatori e che è poi approdato al prestigioso Nuovo Teatro Verdi di Montecatini Terme (1.200 spettatori l’ultima data), diventando varietà comico. Si tratta di uno show di contaminazione con altre forme d’arte, pezzi di vita, musica e poesia. Il regista dell’operazione Emiliano Buttaroni ci tiene a sottolineare che:

“Per un comico trovare un palco disposto ad accoglierlo è sempre un problema…quindi noi ce lo siamo costruito! Ecco come e perché nasce MALD’ESTRO! Nasce da questa esigenza, dall’urgenza di fare ciò per cui siamo nati: far ridere e divertirsi con il pubblico; dettare tempi diversi, buttare all’aria i classici tre minuti, dove l’ansia da prestazione ti logora… A Mald’estro il comico, l’artista, lavora tranquillo, il lato umano viene prima di tutto… Niente facce trIsti, niente paura di essere meno di altri. I comici più’ “bravi” non esistono, esistono quelli con più esperienza e la loro esperienza viene messa a disposizione di tutti. Noi tutti sappiamo dove vogliamo arrivare (e non è scontato che ci riusciremo)… se poi non ci riuscissimo rimarrà comunque un bel viaggio.”

Lo spettacolo di Maldestro verrà trasmesso in TV dall’emittente TVL, disponibile al canale 11 del digitale terrestre in quasi tutta la Toscana e sarà visibile anche in streaming su www.tvl.it

Vedi il sito ufficiale di Mald’estro Cabaret; mentre da YouTube segnaliamo la sigla dello show:

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

La vignetta del momento: mai nato?

24 Gen

In seguito a un recente articolo di Riccardo Bocca su l’Espresso, dal titolo “Zelig è  morto, Gaber no“, Marco Mengoli suggerisce che non ci sia stata alcuna nascita…

Listener

E se la “mancata nascita”, l’atroce delusione per la “comicità tradita” trasformata in un “supermarket delle risata”, non sia dovuta anche all’accumulo di comportamenti come quello denunciato in questo video? (di cui abbiamo parlato nel post precedente) Ananas Blog

 

 

Zelig e il furto delle idee (video di Antonio Covatta)

22 Gen

Il comico professionista Antonio Covatta ha appena pubblicato su YouTube un video di protesta, nel quale lamenta la seguente situazione: dopo una lunga frequentazione con materiale di repertorio, quest’anno ha portato allo Zelig Lab di Roma il personaggio del magnate russo. Ieri sera ha constatato che a Zelig Circus Raul Cremona faceva il personaggio del magnate russo, (di fatto “bruciando” il suo lavoro, poiché d’ora in avanti chiunque gli dirà: “ma questo lo fa già Raul Cremona a Zelig” NDR).

Comunque nel video Antonio spiega molto bene i motivi della “lamentela”. In un post precedente si è fatto notare come il plagio comico in Italia sia inesistente (leggi articolo), ma questo sembra un caso diverso, non di plagio, ma di mancanza di conoscenza, rispetto, considerazione del lavoro che i comici fanno (a loro spese) nei laboratori.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico) 

La puntata 2 di Zelig Circus 2013

22 Gen

Andrea Perroni

Andrea Perroni

La seconda puntata di Zelig Circus 2013 (lunedì 21 gennaio 2013) ha totalizzato 4.236.000 telespettatori e uno share del 15,25%, durante la registrazione che è avvenuta giovedì 17 gennaio si è verificato il grave malore che ha colpito Bruno Arena dei Fichi D’India, attualmente in condizioni stazionarie (leggi articolo) oggetto di una grande, commovente ondata di affetto cui si unisce anche Ananas Blog. Proprio per questo il resoconto alla puntata sarà più neutro (annullato il commento su Twitter), visto che considerazioni ironiche, critiche, polemiche suonerebbero davvero fuori tono.

Contenuti: parte con la scritta “Forza Bruno, siamo con te!” (il pezzo registrato dai Fichi D’India giovedì non andrà in onda per rispetto); partono Forest e Teresa Mannino con alcune battute, entra Gianluca De Angelis a schiaffo con le intercettazioni (Sgarbi con Heidi; Paperino con Niki Vendola); Andrea Carlini (presente anche con I Beoni) che qui fa il suo classico Bear Teddy, parodia di Bear Grylls; Andrea Perroni con la sua chitarra e i concerti visti dal punto di vista dei coatti romani (Ligabue, Gazzè, Daniele), che probabilmente si è guadagnato Continua a leggere

Made in Sud: l’ultima puntata

19 Gen

ImmagineL’ultima puntata di Made in Sud (del 17.01.2013) ha registrato 821.000 telespettatori e il 7,55% di share. Ospite d’onore Alessandro Siani pure in promozione cinematografica. Contenuti: Gigi e Ross salutano e parte la sigla. Fischetti cerca di prendere in controllo del microfono; il postino di C’è posta per te; Larsen il microfonista – Marco della Noce; ultimi insulti sulla bellissima Fatima Trotta (San Gennaro compreso); Elisabetta Gregoraci in giallo; parodia di Quarto Grado; calembour tra Maria de Filippi e la “maria”.

Vivo D’Angelo, Pasquale Palma; Duo x Duo strip cabaret; San Gennaro – Giustiniani; tutto come da copione consolidato: Ivan e Cristiano, gli opposti; Alessandro Bolide – prima e dopo; gli Arteteca, coppia rivelazione, con gli strafatti di Facebook (clamorosa Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: