Clamoroso: Giovanni Vernia rinuncia a imitare Corona

3 Feb

giovanniverniaatvblog-586x390Giovanni Vernia dice addio all’imitazione di Fabrizio Corona, annunciando la cosa in un’intervista a tvblog (leggi intervista completa) lunedì prossimo sarà quindi l’ultima apparizione a Zelig Circus. Giovanni spiega molto bene il motivo:

“Ho iniziato a pensare il personaggio e a svilupparlo a marzo del 2012. Poi Zelig lo ha voluto ed è andata in onda la prima puntata proprio una settimana prima che venisse condannato. Quindi la sua fuga all’estero ed infine l’arresto. Nel giro di pochi giorni una serie di eventi che hanno rivoluzionato la sua vita ma anche quella del mio personaggio: tutti i pezzi scritti risultavano obsoleti e si potevano buttare via. Il pezzo andava scritto due ore prima di andare in scena col rischio che succedesse qualcosa (come in effetti è stato per la seconda puntata) che lo facesse diventare superato, anche perchè Zelig non è in diretta quindi star dietro al susseguirsi di questi eventi così repentini diventa ancora più difficile. La paura quindi di diventare stucchevole con cose poco attuali unito anche al pensiero di un uomo che ha commesso sì degli sbagli, ma si stava avvicinando a pagarli con il carcere, mi ha portato alla decisione di sospendere la mia parodia.”

In effetti è impossibile stare dietro alla realtà con alcuni giorni di ritardo. Se ne va l’unico pezzo di cronaca dello scalettone Zelig, peccato. Intanto Maurizio Crozza, andando in diretta, quindi in tempo reale con ciò che succede ormai fa numeri importanti: nell’ultima puntata 2.979.000 telespettatori e 10.27%, degni delle puntate più riuscite di Colorado.

Però, data la formidabile condivisione e diffusione delle puntate online di Crozza nel Paese delle Meraviglie e dei singoli sketch, si può azzardare che i numeri globali siano nettamente superiori a Colorado e si avvicinino di molto a Zelig.

Intanto i varietà di successo sono Tale e quale show (che ha rilanciato alla grande il talento di Gabriele Cirilli, un tempo costretto a fare Krusca) e Italias got talent (ieri ha superato gli 8 milioni di telespettatori.

La comicità italiana riuscirà ad affrancarsi dal varietà (quella formula che l’ha ammazzata artisticamente)? Le vie d’uscita sono lì davanti, quasi oscene nella loro brutalità: la diretta, l’ora di trasmissione, il ritorno al cabaret che si sintonizzi con ciò che succede nel nostro mondo.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

7 Risposte a “Clamoroso: Giovanni Vernia rinuncia a imitare Corona”

  1. Andrea P. febbraio 4, 2013 a 7:31 PM #

    Al di là delle vicende legate a Vernia o Corona esce un dato di fatto: il cabaret deve riprendersi il suo spazio naturale che è sempre stato quello di uno spettacolo di nicchia, abbandonare varietà e pupazzoni, prime serate e ballerine, caratteri, travestimenti, parodie e apette farfuglianti e ritornare ad essere se stesso e riappropriarsi della sua stessa parola: cabaret.

    • ananasblog febbraio 5, 2013 a 8:22 am #

      Seguiamo l’esempio di Crozza al limite. L’A

  2. Anonimo febbraio 4, 2013 a 7:47 am #

    chi ha avuto paura sara’ stato Gino,…avra’ sibilato qualcosa a qualcuno che poi l’avra’ clericalmente suggerito all’autore di Vernia il quale non essendo un cuor di leone e sentendosi solo senza editore si e’ arreso,Zelig forse e’ una fabbrica di comici sicuramente non e’ una palestra di gladiatori.

    • ananasblog febbraio 4, 2013 a 10:20 am #

      Qua siamo in pieno complottismo, non so se sia stata una sconfitta per Vernia (come dice rael), però per fare i pedanti antipatici l’imitazione ha bisogno di una chiave di lettura, vedi quella geniale di Crozza/Ingroia basata sull’indolenza, qua quella di Scarface non funzionava, poiché Corona è già super spavaldo di suo. L’A

  3. oss febbraio 3, 2013 a 6:28 PM #

    Impossibile fare pezzi su Corona sfasati di 5 giorni, le minacce sarebbero una sorpresa, visto che quel tipo lì gode se parli di lui

  4. Anonimo febbraio 3, 2013 a 6:06 PM #

    se avesse avuto tatto nei confronti di corona che deve farsi il carcere non avrebbe neanche tentato di fare la seconda uscita. probabilmente quindi il motivo soltanto il prima…ha capito che i pezzi preparati non erano più attuali. questo denota la sua incapacità di scrivere in poco tempo. volendo esagerare uno si può porre una domanda: e se corona o chi per lui lo avessero minacciato?

    • rael febbraio 3, 2013 a 11:05 PM #

      come ho commentato su TvBlog, in Italia si ha una paura immensa di gente come Corona o Berlusconi o Briatore..chi tocca i fili muore.
      Ma è necessario davvero tirare in ballo “il tatto” per uno che di tatto non ne ha mai avuto anzi è andato avanti grazie a minacce e ricatti?
      Vernia esce sconfitto da questa situazione…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: