Emiliano Petruzzi trionfa a Faenza Cabaret

27 Feb
una tipica posa di Emiliano Petruzzi

una tipica posa di Emiliano Petruzzi

Lunedì 25 febbraio Emiliano Petruzzi si è aggiudicato la finalissima di Faenza Cabaret, decima edizione del Premio Alberto Sordi, concorso ideato da Pasquale Di Camillo. Il premio del pubblico è stato vinto da Omar Pirovano, mentre Pier Massimo Macchini ha ottenuto quello della giuria. Gli altri partecipanti (in una serata di buonissimo livello): Angela De Prisco, Carmine Del Grosso, Giulia Pont, i Suppergiù. Conduttori: Antonio Borrelli, coadiuvato dalla valletta Margherita Molinari (coppia comica notevole). Ospite il grandissimo Rocco Barbaro (antologia di tempi comici non convenzionali e risate quasi isteriche). Imparate gente, imparate…

Nello scenario del teatro Masini di Faenza, Emiliano si è confermato un monologhista di grande impatto, con una comunicativa tutta in divenire, che potrebbe consentirgli di fare  e dire cose importanti. Il premio consiste in ingaggio da 1.000 euro, messo dall’agenzia Ridens. Alla prossima…

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Annunci

42 Risposte to “Emiliano Petruzzi trionfa a Faenza Cabaret”

  1. Anonimo febbraio 28, 2013 a 12:48 pm #

    Scusate, stima e rispetto per tutti quelli che volete, Questo è giusto e direi naturale.
    IL ‘fastidio’ che cita l’Amministratore non è rivolto (e ci mancherebbe pure!!) a Emiliano Petruzzi. Riguarda solo l’inusuale strombazzamento della vittoria da parte dell’Amministratore. Di fronte a un poco proporzionato “WOW”, la prima risposta è naturalmente “these cocks”.
    Ma visto che è ingiusto e poco urbano rispondere così, uno guarda, scava, s’informa. E capisce che la prima reazione era giustificata. Per questo, poi, trapela il fastidio. Per questo, vien da pensare (forse con malizia) che si siano sponsorizzazioni. Cosa che poi Emiliano ha negato e non ho motivo di non credergli.
    E tutto questo perchè?
    Per far capire al mondo che c’è vita oltre Zelig?
    Si sa.
    Per far capire che, davvero, ragazzi, dai, possiamo farcela anche senza tv?
    Si sa anche questo.
    Basta che lo fate.

    • ananasblog febbraio 28, 2013 a 12:53 pm #

      o forse perché c’è qualcuno che decide una linea editoriale e ha sotto mano tutti i santi giorni le statistiche del blog, quindi sa cosa interessa agli utenti e cosa non interessa? Vogliamo parlare del boom di contatti che l’articolo su Petruzzi ha ottenuto? (di cui c’è un parziale resoconto a fine home page) What a Cocks direi. L’A

      • Arrant knaves febbraio 28, 2013 a 3:08 pm #

        Forse il boom di contatti non dipende dall’articolo, ma dal clima di rissa che ne è scaturito…

        • ananasblog febbraio 28, 2013 a 4:07 pm #

          no, è partito prima

          • Anonimo marzo 1, 2013 a 12:26 am #

            Sì, volentieri.
            Parliamo del boom di contatti che l’articolo su Petruzzi ha ottenuto.
            Tanto per esser precisi, il cosiddetto boom di contatti ha inizio il 27 febbraio alle 3:04 pm quando Emiliano inizia a dare dell’ectoplasma.
            Quindi dò ragione ad Arrant quando parla di clima di rissa.
            E dò ragione anche a te: infatti la linea editoriale è quella di fomentare la rissa.
            Infatti quando qui si accusa, si adombrano plagi e si insinua, aumentano i post di gente che giustamente si sente tirata in ballo.
            In caso contrario, la linea ECG è ————————————
            Anche perchè si dà ‘clamorosa’ notizia della -ormai vecchia- partecipazione di Marmugi a Eaters ma non ho mai visto un intervista a, cito a caso, Migone o Ale&Franz. Quindi mi chiedo di quale comicità si parli, su questo pregevole blog.
            Ma, tranquillo, voglio morire senza questa risposta.
            Scrivo qui sopra solo per passatempo.
            Are just bullshits.

  2. LUCA febbraio 27, 2013 a 1:21 pm #

    puntualmente arrivano articoli che sponsorizzano comici-amici dell’amministratore…Faenza?ma che festival è?…cmq bravo petruzzi un festival vinto è sempre un ottima cosa..anche se a me non fa ridere..

    • Emiliano Petruzzi febbraio 27, 2013 a 3:18 pm #

      Ma che festival e’? (Per sdrammatizzare) allora perche sei venuto al teatro Masini a vedere la serata?e se per te non e un Festival perche non hai consigliato ai tuoi amici di non partecipare, non sputare mai nel piatto dove mangi dato che anche tu hai partecipato a dei Festival.
      N.B. non sono amico di Gavelli e lo dimostra che non ci sono i post degli altri 7 festival che ho vinto ma lo ringrazio per la creazione di questo blog che ti permette di dire il proprio pensiero sul mondo della comicita’.

  3. Amore di precisione febbraio 27, 2013 a 11:05 am #

    per amore di precisione, l’ingaggio da 1.000 euro va suddiviso far le 2 serate di concorso faentino + la serata dell’ingaggio, quindi sono 3 cachet da 330 euro. Che solo uno ha vinto, mentre gli altri partecipanti se ne stanno a bocca asciutta.
    O Amministratore del Blog, devo sta la differenza con i laboratori e la tv? Anche lì, uno o 2 vincono una o due serate, a fronte di tanti che fanno tante serate gratis

    • ananasblog febbraio 27, 2013 a 11:13 am #

      credo ci sia un rimborso spese, quindi il tuo calcolo dovrebbe essere invalido, però se vuoi delucidazioni chiedi agli organizzatori. L’A

    • Emiliano Petruzzi febbraio 27, 2013 a 11:38 am #

      tutti i partecipanti hanno avuto un rimborso spese di 150 euro piu vitto e alloggio.paragonare i festival con i laboratori zelig e la tv e come paragonare la cioccolata con la m….a.

      • ananasblog febbraio 27, 2013 a 12:00 pm #

        mi sembra un buon rimborso. L’A

      • Arrant knaves febbraio 27, 2013 a 2:29 pm #

        Beh, se per te la differenza tra la cioccolata e la merda sono 150 euro più vitto e alloggio, allora hai ragione. Però allora mi chiedo l’essere in stagione in un teatro come lo classifichi…

        • Emiliano Petruzzi febbraio 27, 2013 a 3:04 pm #

          agli ectoplasmi non rispondo datti un’identita e poi ne riparliamo ECTOPLASMAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

          • rael febbraio 27, 2013 a 6:22 pm #

            ecco il nuovo Beppe Grillo, si chiama Nonsocome Petruzzi.

            • ananasblog febbraio 27, 2013 a 6:48 pm #

              ragassi ragassi ragassi calma… che mi fai, fingi di scordarti i nomi come faceva Emilio Fede? Vedete rosso se uno vince un concorso? la prossima volta arriverà secondo per farvi contenti, vabbuò? L’A

            • Emiliano Petruzzi febbraio 27, 2013 a 7:25 pm #

              ecco l’ennesimo ectoplasma che ama sputare sentenze dietro l’anonimato,patetici…. voto 3 di stima.

          • Arrant knaves febbraio 27, 2013 a 7:29 pm #

            Questa è una risposta da troll, amministratore. O vale solo per alcuni e non per altri? E non venirmi a raccontare che ECTOPLASMA scritto maiuscolo non è un insulto, perché davvero allora offendi la mia intelligenza. Tra l’altro faccio notare che l’insulto è totalmente gratuito, ma mi sembra che il signor petruzzi non sia nuovo a questo genere di uscite.

            • ananasblog febbraio 27, 2013 a 7:40 pm #

              ectoplasma è poetico, inoltre se uno non mette il nome e il cognome rimane un’entità eterea, quindi ci può stare. L’A

              • Arrant knaves febbraio 27, 2013 a 9:03 pm #

                Amministratore, stai difendendo uno che insulta senza motivo spacciandolo per un poeta. Vero che siamo a casa tua, ma insomma un minimo di decenza. Il mio post non aveva nulla di offensivo, quindi o il signor emiliano petruzzi impara le regole del confronto, oppure tu in quanto moderatore sei costretto ad intervenire. Davvero, rileggi quello che ho scritto io e dimmi se la reazione di Emiliano è proporzionata. Tra l’altro un confronto con lui mi interessava davvero, ma a questo punto non ne sono più tanto sicuro…

                • ananasblog febbraio 27, 2013 a 9:12 pm #

                  Emiliano ha il sangue caldo, non è valdostano, e ci sono stati dei commenti davvero pesanti: non fai ridere, quello non è un concorso, sei sponsorizzato dal blog, sei un “nonsocome” (tipico metodo spregiativo alla Emilio Fede). C’è stato un concentrato di negatività inusuale in quella che è stata una bella serata, in un concorso organizzato con passione e competenza, con una giuria presieduta da un uomo di teatro, vinto con pieno merito. Riprova coi comici valdostani, ma credo che un vaffanculois (alla francese) arriverebbe anche da lì. Ora a nanna tutti, ciao. L’A

                  • Arrant knaves febbraio 27, 2013 a 9:25 pm #

                    Scusa l’insistenza, ma siano terrone anch’io e di fatto l’insulto me lo sono preso io che ero forse l’unico a non avere insultato. Sarebbe carino che emiliano rileggesse, si scusasse é ricominciassimo daccapo con la discussione, troppo?

                  • Emiliano Petruzzi febbraio 27, 2013 a 9:31 pm #

                    caro Gavelli per farti capire in che mondo viviamo, la gente che mi critica qui e che sgamo puntualmente poi ha il coraggio di inviarmi la richiesta di amicizia su facebook.
                    (lo dico PER SDRAMMATIZZARE),ci sono situazioni molto piu serie e delicate che non ne vale la pena di incamerarsi in certe discussioni futili,quindi ricambio la buonanotte a tutti (ectoplasmi compresi).

                  • rael marzo 4, 2013 a 12:16 pm #

                    Caro amministratore qua hai toppato, e basta controllare gli orari dei commenti..l’incavolatura cafona del sedicente artista è arrivata subito dopo il commento educato di A.Knaves…quindi il mio “Nonsocome Petruzzi” è una replica al famigerato ECTOPLASMAAA….
                    Comunque se inizia così non andrà mai da nessuna parte il tale.

                    • ananasblog marzo 4, 2013 a 1:08 pm #

                      ho in mente di video intervistarlo.

                    • Anonimo marzo 5, 2013 a 8:39 am #

                      Perchè non intervisti Maccio Capatonda? O Crozza? Cioè, con tutto l’affetto, ma è possibile che a tutti interessi più la visione della comicità di Crozza rispetto a quella (per carità, rispettabilissima) di Petruzzi.
                      Mi hai già risposto dicendo: “siamo una fottuta community” e lo capisco.
                      Ma proprio perchè “community” di gente che ama il cabaret, a maggior ragione ci interessano i commenti di chi -secondo milioni di persone- ha qualcosa da dire.
                      Altrimenti, qual’è l’aggregante della “community”?

                    • ananasblog marzo 5, 2013 a 10:57 am #

                      Ciao, Crozza non viene certo qua a rilasciare interviste (in generale ne rilascia pochine, mi sembra). I big pure, soprattutto si mettono in moto quando hanno da promuovere il film, lo spettacolo teatrale, il libro (e questo è il luogo sbagliato). E poi i big dicono sempre le stesse cose, i pensieri sopra le righe vengono affidati a Twitter o Facebook. Più interessante è dare voce al “popolo”, raccontare il “dietro le quinte”, soprattutto perché questo ambiente ha preferito ll sviluppo orizzontale. Esempio: Ale e Franz vengono messi sullo stesso piano di Simone Barbato, I Beoni, Paglionico, Corinna Grandi, ecc ecc, confusi nella stessa scaletta, con l’unico privilegio di avere una presentazione di un paio di decibel più rumorosa (ed ecco a voiiii!) rispetto agli altri. L’A

                    • Anonimo marzo 5, 2013 a 11:52 am #

                      Bè, Crozza era un nome a caso.
                      E poi, per avere un ‘no’ come risposta, basta chiedere.
                      IL fatto che dicano ‘sempre le stesse cose’ è vero quando sono su mediua nazionali ma qui sono tra ‘colleghi’ e si andrebbe esattamente al ‘dietro le quinte’ agognato.
                      Solo che lo faresti per Crozza e non per PincoPallino.
                      E c’è differenza, fidati.

                    • Anonimo marzo 5, 2013 a 10:12 pm #

                      tale, cafone, nonsocome.Tu, dove sei arrivato?gia non puoi dimostrarcelo perche sei niente mischiato nel nulla.

                • Emiliano Petruzzi febbraio 27, 2013 a 9:22 pm #

                  confronto!?!?sei amante degli appuntamenti al buio?…io no!!non ti sto insultando ti sto consigliando il nuovo nickname che consiglio sempre a tutti quelli che amano commentare nell’anonimato.ECTOPLASMA!!! io me lo faro scrivere sulla lapide quando muoio “giace qui un Ectoplasma che nella vita ci metteva faccia nome e cognome”.

                  • Arrant knaves febbraio 27, 2013 a 10:30 pm #

                    Emiliano, il tuo rancore è inutile e patetico. Non riesci nemmeno a distinguere gli amici dai nemici. Beato del tuo livore e frequenta un po’ meno la rete perché mi sembra evidente che è un mondo che non ti appartiene. Un conto è avere il sangue caldo ed un altro è mandare di lucidità. Mi dispiace per te e mi dispiace per il blog. Detto ciò, mi rivolgo a quelli che invece hanno voglia di confrontarsi senza pregiudizi. Riteniamo più utile alla crescita un laboratorio (non zelig, per evitare polemiche sterili e già affrontate) o un concorso di cabaret, per quanto prestigioso e fatto bene?

                    • Anonimo febbraio 27, 2013 a 10:50 pm #

                      Arrant, lascia perdere, non val la pena.
                      Nè con questo Emiliano che (hai ragione) non conosce l’abc dello ‘stare in Rete’.
                      Nè con l’Amministratore che (questa serie di post ne è l’esempio) amministra poco e modera ancor meno.
                      LO so, la tentazione è forte ma dovremmo tutti evitare di frequentare questo blog. Non informa, non ci si confronta e non si cresce.

              • Anonimo febbraio 27, 2013 a 10:54 pm #

                Divertente davvero.
                MI sarebbe piaciuto vedere la tua reazione se uno qualsiasi avesse chiamato ‘ectoplasma’ uno dei tuoi protetti.

            • Emiliano Petruzzi febbraio 27, 2013 a 7:44 pm #

              GHOSTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTTT!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

              • Anonimo febbraio 27, 2013 a 10:51 pm #

                Emiliano Petruzzi, buonasera.
                Non ti conosco ma vorrei solo sapere una cosa: perchè ti rivolgi ad altri con l’appellativo di ‘ectoplasma’ o di ‘ghost’?
                E’ un tuo vezzo privato o è un modo di approcciare che ignoro?

                • Emiliano Petruzzi febbraio 27, 2013 a 11:44 pm #

                  ectoplasma per me e sinonimo di anonimo. ed io non affronto nessun discorso costruttitivo e nessun confronto tecnico con chi non a nemmeno le palle di dire chi e’ e cosa fa nella vita.e come un appuntamento al buio con una ragazza e per me non e cosa gradita.tutto qui.
                  aggiungo che non ho bisogno di essere protetto da Gavelli,se mi diceva che avrebbe fatto un post sulla mia vittoria gli avrei chiesto il piacere di non farlo (c’e’ il mio addetto stampa che si preoccupa per i miei comunicati)lo ha fatto a mia insaputa e gli sono grato comunque perche e pur sempre pubblicita.ma da qui ad essere un suo protetto, beh siete fuori strada.

                  • Emiliano Petruzzi febbraio 27, 2013 a 11:54 pm #

                    in tanti che non si firmano,scrivono sempre che dovrebbero evitare di frequentare questo blog ma alla fine della fiera i commenti anonimi vanno sempre per la maggiore…misteri della fede verso Ananas.nei secoli dei secoli vige la legge del “Nel bene e nel male basta che se ne parli” e di ananas blog gira che ti rigira ovunque vada a fare serate ed eventi se ne parla sempre come dimostrano i numeri e i fatti.

                    • Arrant knaves febbraio 28, 2013 a 12:39 am #

                      Sì, ma non è questo il punto. Il punto è che non hai il diritto di diventare aggressivo e che in qualunque altro blog saresti stato bannato. L’accusa all’aaministratore è quella di fare regole ad personam, l’accusa a te è quella di non distinguere chi ti insulta da chi a suo modo ti stima e vuole confrontarsi come nella natura di un blog della rete. Hai ragione ad a secerna con chi non mette la firma, ma io mi firmo . Io sono arrant knaves e a te non deve importare chi io sia nella realtà, perché devi rispettare il mio desiderio di anonimato. A meno che non usi l’anonimato per fare lo stalker, ma non mi sembra il mio caso.

                    • ananasblog febbraio 28, 2013 a 6:10 am #

                      Scusa, ma la stima non si è vista da nessuna parte. Si è percepito (in generale) il fastidio per la vittoria di Petruzzi. Un’irritazione immediata, insopprimibile, che è venuta fuori come unico leitmotiv. Il galateo vorrebbe che si iniziasse con “complimenti per la vittoria, bravo”, cui poi far seguire tutte le eventuali perplessità. Il partire subito con le osservazioni negative è stata una gravissima forma di maleducazione, davvero sbagliata e fuori luogo. Inoltre, nel tuo caso, sollevi delle obiezioni che dimostrano che non hai mai gestito un blog, che non ti rendi conto di cosa significhi e della “croce” che si deve portare. L’A

                    • Anonimo febbraio 28, 2013 a 9:12 am #

                      Criticate pure, intanto squillino le trombe: Petruzzi ha espugnato Faenza, è giusto che se ne parli, è giusto che tutti apprezzino e festeggino con lui e con le proprie famiglie.

                    • Arrant knaves febbraio 28, 2013 a 9:30 am #

                      No dai, veramente mi stai dicendo che emiliano ha diritto di insuktarmi perché non gli ho fatto i complimenti? Ok, allora faccio un passo indietro. Emiliano complimenti per la vittoria e complimenti per ne sei un bravissimo attore. Adesso però mi aspetto anch’io un gesto da parte sua.

      • sempre per la precisione febbraio 28, 2013 a 3:19 pm #

        Mi sono perso tutti i commenti sotto, ma mi paiono litigi e non li leggerò.
        Nulla contro Petruzzi che il suo lavoro lo stimo.

        Sempre per precisione, da bando di regolamento, solo i finalisti hanno avuto 150 euro di rimborso (quindi, se hai fatto 2 serate, sei passato ma non hai vinto, sono 75 euro a serata)
        Più un sostanzioso premio di un ingaggio.
        MOLTO DI PIU’ CHE ALTROVE.
        Ma pur sempre con 2.000 circa euro ti fai 5-6 circa serate, con 20 circa comici.

        Questi, Emiliano, sono i numeri che non mi piacciono.

        A me, vecchio professionista, piacevano gli organizzatori che si facevano spedire un dvd video e sapevano commentartelo quando li richiamavi, e se eri piaciuto una data te la davano senza rispondere, come una segreteria telefonica, “iscriviti al mio concorso” (peggio ancora, il laboratorio, siamo d’accordo).

        Ma è gusto che ciascuno segua la sua strada.

        • Arrant Knaves (mi firmo cosi perche non conosco l'abc della rete) marzo 2, 2013 a 11:38 pm #

          Condivido! Neanche a me piace tutto cio (ma da qualche parte una strada la devi pure imboccare), ci sono festival a cui ho partecipato, dove oltre a non esserci rimborsi non vi era nessun premio in denaro era tutto a mie spese ne ero consapevole sin dall’inizio ma la scelta di partecipare e stata per amore del palco e per visibilita.
          I laboratori Zelig e la tv sono un discorso completamente diverso e un mondo tutto da scoprire io gia lo fatto e cerco di girare alla larga.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: