Archivio | giugno, 2013

stand up in tv, una buona notizia e una cattiva

28 Giu

Si è da poco conclusa #Aggratis! (mercoledì 26 giugno; 604.000 telespettatori e lo share del 3.57%.), trasmissione che è partita quasi a voler sdoganare gli stand up comedian (un microfono, una luce, un comico e basta, detti anche monologhisti) e ha finito per escludere quasi tutti gli stand up comedian e ha imboccato una direzione opposta.

A seguire, in un prossimo articolo, ci sarà una noiosa riflessione sul rapporto tra monologhi e trasmissioni comiche. L’inizio è il seguente:

“Una cattiva notizia e una buona: la cattiva è che il monologo, lo stand up comedian è stato totalmente sradicato dalla tv; la buona è che la formula stand up (un palco, una luce, un microfono e basta) è ancora lì,  vergine e può essere usata.”

Si potrebbero aprire delle praterie…

Ananas Blog

Annunci

Norberto Midani: process song su Berlusconi

25 Giu

Norberto MidaniIl grande Norberto Midani, nell’ambito del canale YouTube Tele Tele Canto ha composto una canzone istantanea sulla sentenza del processo Ruby che ha condannato Silvio Berlusconi a 7 anni.

Le note volano leggere e improvvisate mentre sul computer appaiono le immagini a commento della notizia appena avvenuta.

Appena prima c’è un riassunto dei prossimi guai giudiziari del cavalier Berlusconi, a partire dal lodo Mondadori.

Ecco il video:

Da segnalare anche la precedente canzone sulle espulsioni grilline (guarda video “Expelled Ballad”) a rimorchio dell’epurazione della Senatrice Gambaro.

Nell’ambito del Video Blog Project c’è da segnalare che Roberto Mercadini (recensioni libri) ha superato i 200 iscritti e che Carletto Bianchessi Inno alla Vita ha prodotto il video La vita è una palla; mentre è in preparazione un canale Youtube di recensioni b-movie genere “exploitation”.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Mannes Chiarini e i gameplay vintage (virtual inseminator)

23 Giu

il giovane Mannes Chiarini

il giovane Mannes Chiarini

Mannes Chiarini (vedi canale youtube) è un simpatico ed eclettico youtuber che sta collaborando al video blog project voluto da Ananas Blog .

Recentemente si è dato alla recensione di video giochi vintage o trash o brutti. Qui si produce nell’esplorazione di Virtual Inseminator, porno adventure di produzione italiana risalente agli anni 90 (1997).

Nel gioco si segnala la presenza dell’allora porno star Luce Caponegro alias Selene.

Warning, warning, il video è infarcito di un linguaggio e di contenuti sconvenienti, adatti a un pubblico adulto e vaccinato:

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

¡Satiristas! l’esordio librario di Comedy Subs

22 Giu

il primo libro tradotto di Comedy Subs

il primo libro tradotto di Comedy Subs

Comedy Subs (vedi sito) è quella importante realtà che si occupa di sottotitolare in italiano i video dei grandi stand up comedian anglosassoni, rendendoli fruibili anche a chi non conosce a menadito l’inglese. La novità è l’uscita del primo libro tradotto: “¡Satiristas! – La rivincita della satira” tramite l’editore Sagoma Comedy.

“corposo libro di interviste ad alcuni dei comici anglofoni più importanti del mondo della stand-up comedy. L’autore delle interviste è Paul Provenza (regista di The Aristocrats), un comico a sua volta, che ci darà l’opportunità di conoscere l’opinione dei più grandi stand-up comedian sui temi più spinosi concernenti la comicità: quali sono i suoi limiti, se sono necessari paletti, se può cambiare la società, che rapporto ha con la verità.  Il libro è impreziosito dai ritratti fotografici di tutti i comici intervistati, a opera del fotografo Dan Dion.”

“Parleremo di censura con Trey Parker e Matt Stone, di infelicità con Doug Stanhope, della risata secondo Jay Leno e secondo Bill Maher, di contesto con Lewis Black, di Groucho Marx con Conan ‘O Brien, di fori di proiettile stuprati con Paul Krassner, di Monty Python con Terry Jones, del perché gli autori di The Onion hanno deciso di non pubblicare la battuta “L’America è più forte che mai, dichiara il Tetragono” nel numero dedicato all’11 settembre, e tanto altro, tra cui soprattutto l’ultima, illuminante, intervista-fiume concessa da George Carlin appena una settimana prima della sua morte.”

(Leggi articolo completo) Si tratta di un documento imperdibile per chi naviga nell’asfittico mondo della comicità italiana, perduto negli eterni dibattiti su satira, censura, Rai, Mediaset: non può che far bene conoscere il punto di vista dei maestri. Il libro è in uscita il 10 luglio ed è prenotabile fin da ora, tramite Comedy Subs e Sagoma Comedy. Personalmente l’ho già fatto, ho allungato la lunghezza del “braccino corto” è ho dato fondo alla mia poste pay… Fatelo anche voi!

R. Gavelli Amministratore di Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Daniele Raco Kombat Comedian (il film)

21 Giu
una scena di Kombat Komedian - The Movie

una scena di Kombat Komedian – The Movie

Daniele Raco, uno dei più efficaci monologhisti italiani, protagonista anche delle ultime stagioni di Zelig, sta portando avanti l’interessante progetto Kombat Komedian: un comico con un peso specifico importante, non più giovanissimo che tenta di salire sul ring degli incontri della ICW – Italian Championship of Wrestling (vedi sito), dopo 300 giorni di training e allenamenti specifici.

Il film Kombat Komedian – The Movie (guarda una clip di KK in action) è una testimonianza dell’impresa. Girato con la formula della docu-fiction è stato caricato su Youtube in attesa di capire in quale contesto potrà essere diffuso.

Il film si avvale di guest del Wrestling come Lothar (che si presterà a fare da nemesi a Raco e che lo aggredirà brutalmente nell’incontro d’esordio), The Bull, Red Devil Alessio Pin alias Dottor Dispiacere, Luca Franchini “il Godzilla” e Michele Posa “il Bardo” (questi ultimi due in veste di commentatori). Inoltre sono presenti i saluti affettuoso – goliardici di tutti gli amici – colleghi di Zelig che si sono prestati nessuno escluso.

KK the movie è stato scritto in collaborazione con Alessio Pin e Manuel Orlandi e realizzato da Daniele Raco con la partecipazione dei sostenitori grazie al cosiddetto sistema del “crowdfunding” tramite la società produzioni dal basso. Il film rappresenta sicuramente la testimonianza di una bella sfida e  anche un interessante retroscena del mondo del wrestling, visto con gli occhi di un “apprendista” che non rinuncia al punto di vista comico.

Daniele Raco ha ancora un fisico integro, altrimenti non avrebbe potuto sopportare certi terrificanti atterramenti di schiena o di testa, preclusi al popolo di quelli che soffrono di cervicale i quali collassano solo a guardarli 😉

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

#Aggratis!, la puntata del 19 giugno 2013

20 Giu

Raffaella Fico ad AggratisLa puntata del 19 giugno 2013 di #Aggratis! ha totalizzato 652.000 telespettatori, per uno share del 3,52%, anticipata d’orario poiché su Rai 1 a mezzanotte l’Italia calcistica sfidava il Giappone di Zaccheroni. Vediamo i contenuti: questa volta Max Tortora fa Celentano in video (ah ah); sigla, fingono di condurre Simone Montedoro, Raffella Fico e Federico Russo, poi Canino, Francini, Delogu, Stockolma ballano Dancing Queen degli Abba; puntata dedicata alla tv; video con la Francini fiction parodia di Pupetta; di nuovo Celentano Tortora che fa Rugantino in romanesco; Fabio Canino intervista la Fico.

Video con Filippo Giardina che fa il piacione; parodia The Voice, il concorrente è Rosanna Cancellieri; Max Paiella, in promozione a “Paiella tutto compreso” che andrà ogni sabato mattina alle 8 su Raio 2 a partire da luglio; video con Pietro Sparacino imbianchino pittore; guest Chiara Galiazzo che canta “Vieni con me”; saluti alla Raffa che ha compiuto 70 anni, in suo onore la Galiazzo chiama una persona dall’elenco; il Twitter Thon è dedicato a Scialpi; il pedalatore misterioso è Tiberio Timperi; Video con Giorgio Montanini, cui è concesso di fare addirittura un monologo (breve): su Balotelli e il razzizmo: Balotelli è un bianco. Altro ospite musicale, il trio  elettro pop Power Francers con “Io Vorrei”. Sigla. Annientamento monologhi riuscito. Stop.

Puntata rivedibile su Rai.tv.

Ciao Scialp!

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Norberto Midani: te le canto subito, la ballata degli espulsi di Grillo

19 Giu

Norberto Midani tele tele canto

Norberto Midani tele tele canto

Norberto Midani, importante comico professionista, ha lanciato la sua sfida: produrre canzoni “istantanee” sull’attualità. Midani è un campione delle “istant song” fatte dal vivo, improvvisando sul pubblico, ma qui si tratta di fare un salto di qualità, intervenire nel tumulto degli avvenimenti quasi in tempo reale.

La prima canzone è la Expelled Ballad (la ballata degli espulsi) dedicata alla lunga fila degli epurati del Movimento 5 Stelle per ordine di Beppe Grillo e Casaleggio, proprio in contemporanea con l’avvenuta espulsione della senatrice Adele Gambaro (sancita pochi minuti fa).

Ma la ballata parte da lontano, perché il cantastorie racconta l’attualità attraverso la memoria, infatti si parte dal “dimenticato” Valentino Tavolazzi, passando per Favia, Salsi, Mastrangeli…

Norberto Midani tele tele canto fa parte del Video Blog Project, assieme a Carletto Bianchessi Inno alla Vita. e Roberto Mercadini recensioni libri.

Prossimamente altre new entry clamorose.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

concorso “il grullaio”: gli ultimi diventano i primi (nel paese di Benigni)

18 Giu
visi sconvolti in premiazione

visi sconvolti in premiazione

Si è da poco svolta a Vergaio (Prato) la seconda edizione del concorso di Cabaret “il Grullaio”, organizzato dalla pro loco, che ha voluto così rendere omaggio all’illustre concittadino Roberto Benigni:

Sabato sera (15 giugno) un’affollata piazza della Chiesa ha assistito alla gara tra cinque comici che si sono sfidati a colpi di battute e doppi sensi. Alla fine l’ha spuntata il duo di Arezzo “Glimpuniti” che ha battuto quattro agguerriti concorrenti: Maurizio Borgogni di Monte San San Savino, Rolando Bettazzi di Prato, Alan Tavanti di Pistoia e  I 4 formaggi di Firenze. A scegliere il Grullaio di Vergaio una giuria di esperti tra cui l’ attore Francesco Ciampi gli illustratori Niccolò Storai, Franco Kappa e Mario D’imparzano” (leggi articolo su Il Tirreno.it).

Tra gli ospiti Emiliano Buttaroni dei Gemelli Siamesi (reduci da Italia’s got Talent), alla conduzione Ciccio Toccafondi affiancato da Monica Panozzo. Ma l’evento singolare è stato il verdetto finale, che ha scatenato (raccontano i testimoni) un profondo psicodramma tra i comici. Infatti, a mano a mano, la giuria ha provveduto a “retrocedere” tutti i classificati per premiare (evangelicamente) gli ultimi, che sono diventati primi.

Forse ciò è avvenuto per alcuni errori d’interpretazione (o sottovalutazione) del regolamento che prevede l’esibizione di materiale rigorosamente inedito. A questo si è aggiunta la beffa di veder sfumata la vittoria e il premio in denaro. Maurizio Borgogni è stato eliminato per aver portato lo stesso pezzo presentato alle semifinali; I 4 formaggi, Rolando Bettazzi e Alan Tavanti per aver inserito nei loro pezzi, chi più chi meno, barzellette note. Chi restava? Glimpuniti, che tenendo fede al nome hanno vinto.

Buffo destino che in un paese il cui più illustre cittadino è noto per le sue posizioni irriverenti, proprio nella patria di quel diavolaccio di Benigni, si sia applicato alla  lettera un principio evangelico.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Dado Tedeschi: lo spettacolo a favore del Tibet

17 Giu
la locandina di Tashi Delek

la locandina di Tashi Delek

Dado Tedeschi che, detto per i pochi profani che non lo sanno, è un comico e autore professionista (leggi articolo qui), sta portando in tournée uno spettacolo a favore del Tibet, da decenni sotto l’oppressione cinese: “Ladies and Gentlemen Tashi Delek” (sognando un Tibet libero tra risate e riflessione). Tashi Delek è il tipico saluto benaugurale tibetano.

“Si può raccontare tutto questo in modo comico, senza mancare di rispetto a chi soffre e a chi ha perso la vita a causa di questa tragedia? La risposta è in questo spettacolo che mescola teatro civile e cabaret e che racconta non solo la recente e tragica situazione tibetana (usando spesso metafore comiche pescate dal nostro buffo quotidiano), ma anche la storia di questo paese, il Tibet, che con spirito pacifico, filosofia e preghiera ha cercato sempre di uscire a testa alta dalle mille invasioni e ingiustizie che ha dovuto subire. Un percorso storico e filosofico, immerso in un racconto che spesso odora di quotidianità divertente, tra cene al ristorante tibetano, piccole storture del microcosmo italiano, fraintendimenti di aforismi, televendite di bandiere e un piccolo ricordo di Gaber, il tutto messo in scena con finto disincanto da un “convertito che prima da cattolico non faceva niente di cattolico ed ora da buddista non fa niente di buddista (però almeno Buddha è un modello fisico più raggiungibile di Gesù)”. Dado Tedeschi, stand up comedian di formazione cabarettistica, affronta uno spettacolo necessariamente tragico, ma ricco di comicità, sperando che le risate amare provocate, possano trasformarsi in un giorno non troppo lontano in sorrisi di autentica speranza per il Tibet e per il suo popolo…. “ (vedi info spettacolo su Facebook)

Parte del ricavato sarà devoluto alla Tashi Orphan School di Tashi Lama che ospita i bambini che scappano dal Tibet -Kathmandu -Nepal… Forse il sociale è l’ultima frontiera praticabile per il comico (leggi articolo qui), in un ambiente che annulla ogni significato in nome dell’intrattenimento fine a se stesso, l’unica via d’uscita è riuscire a “raccontare qualcosa di utile”, divertendo comunque il pubblico.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Made in Sud, la prima serata del 13 giugno 2013

14 Giu
Gregoraci Fischetti Trotta

Gregoraci Fischetti Trotta

La seconda volta di Made in Sud nella prima serata di Rai 2, il 13 giugno 2013, ha fatto 1.968.000 telespettatori per uno share del 8,51%. Vediamo i contenuti: Gigi e Ross presentano la crisi interpretata da Lello Musella; Sigla; Gigi e Ross salutano Alemanno (sale Marino)Mariano Bruno – a certo certo; I Ditelo Voi – Gomorroidi (dove li prendi tutti questi termini? a Roma, alla Stazione Termini); Pasquale Palma – identità; il professor Fischetti che parla delle variazioni della parola Uocchie (occhi); Alessandro Bolide a schiaffo. Fatima Trotta presentata come scamorza, vestita in bianco, solite battute offensive +  Salvatore Gisonna – c’è posta per te.

Michael Bublè – Francesco Cicchella + traduttore Vincenzo de Honestis: bye bye a sister – salutami a soreta (che faceva parte del repertorio di Manzoeto e Pezzella) esce San Gennaro – Giustiniani; Elisabetta Gregoraci che sbrocca in calabrese; Enzo e Sal – l’incazzatore personalizzato; Salvatore Gisonna ha perso la bicicletta; Maurizio Battista da Roma, monologo super classico sulla moglie che rompe le scatole (e qui potevano esserci Migone o Pucci o altri) Battista interagisce col portiere del Napoli Morgan De Santis tra il pubblico; Gigi e Ross poesia offensiva su Fatima; Tony Figo – Antonio D’Ursi (che imita anche Michael Jackson + Gregoraci – Tonya Figa + Mariano Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: