La Hit Parade della Tristezza (settembre)

14 Set
La Hit Parade della Tristezza premia quei vip comici che si sono “svenduti male” e che quindi provocano un effetto tristezza. Nel bel mezzo del mese di settembre escono clamorosamente di scena Elio e le Storie Tese con la pubblicità Vodafone del Pinguino Pino. Hanno ricevuto molte testimonianze di stima, a prescindere dai loro spot. Altri hanno segnalato Aldo Giovanni e Giacomo col loro “slapstick” un po’ sottotono, ma attualmente non sono in video (altrimenti sarebbero al top). Invece balza prepotentemente al primo posto:
Kyoto scaccia Kyoto, cosa si fa per campare!

Kyoto scaccia Kyoto, cosa si fa per campare!

1# Giorgio Panariello con la campagna Wind.

Sul primo spot gravavano la modestia delle battute tipo: “Tuo nipote naviga molto?” “Hai voglia, tutte le domeniche va all’Elba” e la stanchezza della recitazione, tanto che su questo battutone grava il dubbio che sia stata detto usando il “gobbo” (Panariello sembra proprio che legga qualcosa, forse un foglio scritto dall’autore col pennarello indelebile su un foglio A4). Qualcuno ha fatto notare il messaggio diseducativo: viene scavalcata con grande maleducazione una signora anziana.

Ma il secondo spot è ancora peggio: Giorgio e Vanessa al ristorante giapponese. Un Panariello incredibilmente cupo e svogliato si esibisce nei capolavori “Kyoto scaccia Kyoto”** e poi “Shangai, per brindare a un incontro…” (inzaccherando la più famosa canzone di Peppino di Capri). Misteri della monetizzazione.

**Forse uno dei punti più bassi raggiunti dalla parodia giapponese assieme a “A Bucatì” in risposta al saluto “Arigato” detta da Enzo Iacchetti nella sitcom Il Mammo.

Tristèza du Bennèttao

Tristèza du Bennèttao

2# I Soliti Idioti.

Prima il format televisivo, poi i due film della coppia Biccio Biggio/Mandelli hanno riscosso un successo insperato tra i ggiovani. Ma quando poi ti aggiri nelle corsie di un ipermercato Bennet, tra le file di capi d’abbigliamento a basso prezzo e, proprio lì, trovi uno stock di magliette de I Soliti Idioti, capisci che la trasgressione era tutta una bufala e che il merchandising è sceso in basso, e dai no, cazzo!

Si sono mai viste le magliette di Bill Hicks in un JC Penney? Anche questa è Italia…

iulenzaaaaa

iulenzaaaaa

3# Diego Abatantuono

stabile al terzo posto. Chi ascolta la radio si imbatte tuttora negli spot Fiat Professional “So Diego ti Spieco” tra storpiature e consonanti invertite (tipo la C al posto della G). Sono i misteri della monetizzazione, profondi e insondabili. Smentiscono il famoso luogo comune dell’attore che, giunto a una certa fase della carriera, “seleziona i progetti”, dice anche dei “no”.

L’età porta a dire di sì a tutto e chi ha le piastrelle firmate Pierre Cardin può capirlo.

Ananas Blog

Annunci

7 Risposte to “La Hit Parade della Tristezza (settembre)”

  1. sandro Vergato settembre 21, 2013 a 2:03 pm #

    Sono assolutamente d’accordo.
    Ma milioni di euro sono una tentazione troppo forte…del resto non possono fare delle cose più intelligenti perché la massa non capirebbe… e non possono farsi neanche troppi scrupoli perché alla prima perplessità li sostituirebbero subito…dando quei sonanti soldoni a qualche altro…e con tutto lo schifo che c’è in giro è meglio confondersi fra gli altri che fare arricchire altri…che pena !!!
    P.s. Lascio la mia e mail nel caso qualcuno (anche il meno dignitoso…) rifiutasse occasioni del genere.

  2. cocchino settembre 15, 2013 a 9:59 am #

    hai dimenticato l’azimut della melanconia: lo spot di Renato Pozzeto per una roba tipo compro oro…di questi tempi, immagino anche per lui, non proprio il massimo….taaaaack

    • ananasblog settembre 15, 2013 a 11:49 am #

      ottima segnalazione, tristissimo, però sembra scomparso dal video da qualche settimana. L’A

  3. rael settembre 14, 2013 a 10:21 pm #

    Biggio, con la G, non Biccio…e tra l’altro il gioco di parole Kyoto scaccia Kyoto lo aveva già fatto Aldo Baglio un po’ di anni fa…

Trackbacks/Pingbacks

  1. la Hit Parade della Tristezza (ottobre) | - ottobre 16, 2013

    […] giunti a popolarità, si vendono male, monetizzano facendo robe tristi. Vedi hit parade agosto e hit parade settembre. Vediamo subito la vetta della classifica, in cui giganteggia […]

  2. Colorado nuova stagione: puntata del 16.09.2013 | - settembre 17, 2013

    […] bravo Gianluca si legge lo scazzo sottile di chi è in disaccordo con ciò che dice (vedi effetto Panariello – Wind) ma potrebbe essere un’impressione e basta; Alessandro Bianchi fa lo steward (il riuscito […]

  3. stand up comedian: il futuro sono gli editoriali in tv? | - settembre 16, 2013

    […] Allo stesso modo, Enrico Brigano interviene su temi più importanti nella trasmissione Matrix condotta da Luca Telese, anche se qui l’effetto tristezza è già scattato: buon senso comune con poca energia, ma tanta svogliatezza, la stessa maledizione che prende gli attori comici italiani quando diventano popolari e, come se fosse una conseguenza, peggiorano le loro performance (vedi Hit Parade della Tristezza). […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: