Colorado, la puntata del 14 ottobre 2013

15 Ott

Ruffini BocciaLa puntata 4 di Colorado, in onda lunedì 14 ottobre 2013, ha totalizzato 2.108.000 telespettatori per uno share del 8.76% (nel segmento Colorado Café 1.468.000, 5,03%, vedi TvBlog, qualsiasi cosa significhino queste cifre). In generale c’è la sensazione di una crisi di contenuti irreversibile.

Vediamo cosa è successo: ancora presente sul palco la sciagurata tribunetta stile Uomini e Donne. Paolo Ruffini poi subito Andrea e Simone a schiaffo (con l’Uomo Ragno); imitazione di Gordon Ramsay – cucine da incubo, di Leonardo Fiaschi; Lorella Boccia e Olga Kent, sigla.

Leggi l’importante inchiesta di Ananas Blog sulla Colorado Film: qui la prima parte, qui la seconda parte e qui la terza e ultima parte.

 Pistillo – Andrea Viganò, l’imbianchino visual; Raffaele D’Ambrosio (ma che piacere, che c**o!); Angelo Pintus con l’ennesimo incipit su come la gente reagisce alla popolarità di Angelo Pintus (il comico più autoreferenziale sulla piazza, neanche Fiorello racconta mai di come la gente reagisce a Fiorello e si è mai visto Walter Chiari parlare di come la gente reagiva a Walter Chiari?), poi monologo sulla mamma + Ibraimovic + Cricetino + Banderas, a un certo punto cita IPantellas (mia madre è satana) + è bello essere bambino con finale poetico che però, invece di chiudersi su un aforisma, scivola sull’imitazione di Berlusconi (un turno di riposo sarebbe così drammatico?).

I Turbotubbies (richiamati in servizio nonostante I Turbolenti si siano separati. Con le dovute proporzioni sembra una di quelle cose tipo la reunion dei Led Zeppelin); ennesimo siparietto in cui Ruffini tenta di fare lo spiritoso con Olga e Lorella; è arrivata la Giovanna – Rita Pelusio ancora trasformata in battutista (ma questa volta le chiuse sono delle clownerie il cui finale è il tormentone “è arrivata la Giovanna”, forse soluzione addirittura peggiore delle freddure): Ruffini, sempre più involuto, interagisce con la gente della tribunetta; Gianni Cyano – Bazzoni più Alex De Santis – Cristian Catenato. Questa volta ben 3 doppi sensi: Grandissima Pu… re tua sorella, Grandissima Pu… tacaso, Grandissima Tro… ppo in gamba; Alessandro Bianchi lo Steward (visual); Max Pieriboni + Francesca Macrì – il principe e la principessa; Raffaele D’Ambrosio.

I Gem Boy con gli automobilisti in coda (e l’inesplicabile guest di Elena Morali); Alberto Farina che cambia la battuta iniziale: “ma che vi siete fumati?”, monologo sugli amici immaginari e quelli veri (a un certo punto dà l’impressione di leggere il gobbo); Andrea e Simone a schiaffo (Mr Fantastic); Mariello Prapapappo – Gianluca Impastato: la caravella più veloce? “La Pinta, che va a tutta birra”; I Fratelli Lo Tumolo da Italia’s Got Talent, intervento breve; Lezioni di ballo di Lorella Boccia con Ruffini che tenta di fare il simpatico lumacone (questi siparietti li dobbiamo a Maurizio Totti, che ha voluto fortissimamente la Kent e la Boccia; Maurizio Totti detto “Pippone”, non con intenti offensivi, ma per distinguerlo dal “Pupone” Francesco Totti); Alessandro Serra con le domande idiote + monologo sulla mamma. Romolo Prinz – Gianluca Fubelli, il più bello d’Italia, interazione con Lorella Boccia (grazie a Maurizio Totti, detto il… eccetera, eccetera); altro siparietto con Olga e Lorella (si stanno moltiplicando come numero, infestano la scaletta, debordano ovunque, anche se è evidente che non funzionano); Andrea Pucci sulle analisi del sangue, la TAC + smettere di fumare su cui viene annunciata una prossima puntata.

Rino Ceronte + Francesca Giannuzzi – l’italiano e l’italiana media; Fabrizio Casalino che torna alle origini: la Canzone di Marinella se fosse stata scritta in Lombardia, Romagna, Sicilia o dai Tiromancino o Battiato o Vasco Rossi (i complottisti diranno che gli hanno segato i monologhi); Tirocchi e Paniconi con la telenovela Cuoratella; ennesima gag Ruffini/Boccia (grazie Pippone!) qui con la parodia di Ghost e tanta animazione; il ritorno di Nando Timoteo con la lista “mi piacerebbe vedere” + battuta (finale demagogo con stipendio da ministro paragonato a pensione di nonna); Michele La Ginestra, il prete – monologo matrimonio; ennesimo siparietto (grazie Pipp!); i Panpers con la mamma (Luca Peracino che fa la mamma con la voce di Peracino Luca) + battute sulle mamme dei supereroi.

Leonardo Manera (clamorosa la sua presenza a Colorado) torna col dottor Massa – humor nero; Daniele Ronchetti (Gabri Gabra) che fa il personal trainer Massimiliano Ciarlatano; Leonardo Fiaschi – Ramsay; Andrea e Simone i gemelli siamesi (hanno sostituito Mauro Villata?) è probabile che dopo furiosi brain storming autorali (di ore e ore) verranno messi a fare il più collaudato sketch delle valigie; esordio di Matteo Cesca recentemente visto a Metropolis, monologo su Cappuccetto Rosso; Margerita Antonelli – Daccela Maranini; secondo intervento dei Fratelli Lo Tumolo (Nella botte piccola si affoga prima).

Pezzo migliore della serata: Fabrizio Casalino, Nando Timoteo.

Mistero: e Stefano Nosei? Qualcuno che conosce i tempi comici non guasterebbe…

Mistero 2: e Mario, il politico smemorato interpretato da Michelangelo Pulci, uno dei personaggi più riusciti della scorsa stagione (che tra l’altro piaceva pure ai bambini)? Una delle tante scelte inesplicabili di questa edizione.

Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Annunci

15 Risposte to “Colorado, la puntata del 14 ottobre 2013”

  1. Gianni ottobre 27, 2013 a 9:35 pm #

    E’ veramenteDEPRIMENTE pensare che possano andare in onda programmi come Colorado dove si esibiscono generalmente “personaggi” patetici che si fanno chiamare attori(sic!!!)

  2. giorgio ottobre 16, 2013 a 8:24 am #

    ho trovato allucinante il pezzo di mariello,veramente povero,braschi non è quello che faceva le imitazioni,che cosa ha di comico?non capisco come possa essere finito a colorado,la puntata in generale è stata di un noioso mortale,mi piacerebbe un ritorno di Cesare Vodani.

  3. Anonimo ottobre 16, 2013 a 6:08 am #

    la verita’ e’ che il cabaret ha rotto il cazzo, ….è un pezzo del varieta’ che soffre di gigantismo,un moto di spirito selvatico che e’ stato sfruttato dalla tv per la sua grande energia ma che ora giace esausto come un cane stanco ai piedi di quei cicisbei che sono gli autori televisivi.

  4. Anonimo ottobre 15, 2013 a 3:59 pm #

    E’ da un po po che mi sono fatta una domanda… ma perchè non cambiano tutto il cast e da zero mettono volti nuovi?

    • ananasblog ottobre 15, 2013 a 5:18 pm #

      troppo rischioso, dovrebbero ripartire dalla seconda serata. L’A

  5. CarloR. ottobre 15, 2013 a 1:11 pm #

    Piattezza, piattezza e piattezza e ciò che non lo sarebbe viene spinto nel calderone. Manca lo spirito di gruppo e l’ interazione dei comici che tanto aveva arricchito Colorado, che belli che erano i pezzi dei Gem Boy con gli altri, i puffi dei Fichi con Belen puffetta e Gabramella, le coreografie, ora, troppi monologhisti che visto uno visti tutti.
    Colorado faceva proprio vera allegria, oggi e’ come il trenino di Capodanno che si fa perché si deve far vedere che ci si diverte.
    Caro Ruffini mi dispiace ma non ci si diverte più ” abbestia “…

  6. Anonimo ottobre 15, 2013 a 12:35 pm #

    Ma nessuno ha mai fatto presente che pintus da anni durante il suo monologo (specialmente qualche anno fa) imitava Teocoli quando faceva Maldini, e Aldo di Aldo Giovanni e Giacomo?!

  7. Alessandro Stamera ottobre 15, 2013 a 12:14 pm #

    Avevano annunnciato anche la presenza di Dario Cassini ma…

    • ananasblog ottobre 15, 2013 a 2:46 pm #

      si aggiunga: prima puntata senza Apetta, Chiodaroli già esautorato da Tempesta ormonale, Casalino che ha fatto in 4 puntate 4 pezzi diversi (monologo, monologo con canzone, Mirko, centoni), 4 pezzi su “Io da bambino e la mamma” (Pintus, Serra, Cesca, Panpers), I Turbolenti già divisi che fanno i Turbotubbies, aumento esponenziale degli sketch tra Ruffini e le due girl. Confusione. L’A

      • Anonimo ottobre 16, 2013 a 9:42 am #

        e che ti aspettavi, che parlassero della terra dei fuochi, dello scioglimento dei ghiacciai o del patto stato-mafia?! quello si richiede oggidì al cabarettista: il nulla cosmico che scivoli sullo spettatore senza lasciare traccia…

        • ananasblog ottobre 16, 2013 a 10:44 am #

          eppure l’autore ribolle, spera di inserire un sottotesto, qualcosa che lo nobiliti, specie se viene dalla sinistra alternativa e da giovane sognava Bill Hicks

          • Anonimo ottobre 16, 2013 a 2:15 pm #

            ma certamente Bill Hicks non sognava lui! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: