Colorado e il teatro con i piedi

30 Ott
Monsieur David a Colorado

Monsieur David a Colorado

Non si fa in tempo a notare che a Colorado almeno qualche sketch originale c’è, che qualcuno ti segnala che non è esattamente così. La segnalazione mi è arrivata lunedì sera. Nello specifico si tratta di Monsieur David (David Rausa) col Teatro del Piede. E’ un pezzo visual che aveva esordito la passata stagione, in cui i personaggi, a ritmo di musica, vengono costruiti sui piedi dell’artista (guarda video della puntata del 28.10).

Monsieur David prende chiaramente (e non lo nasconde) ispirazione da una famosa artista italiana, Laura Kibel, nota anche a livello internazionale per aver portato il “teatro del piede” a una forma raffinata d’arte visiva (guarda sito di Laura Kibel). Come si può anche notare in uno dei tanti video presenti su Youtube:

Posto che David Rausa ha tutto il diritto di sviluppare questo tipo di sketch, visto che non esiste un monopolio sul teatro del piede, che ha origini che risalgono a fine 800 – inizi 900 (vedi cenni storici) allo stesso modo è importante dare la giusta attribuzione a Laura Kibel, al suo ruolo, al suo background, in un mondo di addetti ai lavori comici molti dei quali ignorano la di lei esistenza.

La televisione semplifica tutto. Il primo che arriva diventa, nella percezione di chi guarda, quello che “ha inventato il genere”. Colorado, poi, è un formidabile banalizzatore di generi, messi uno dopo l’altro nella scaletta, senza soluzione di continuità.

Dietro questa vicenda ci sono delle polemiche molto accese. Semplificando al massimo, alcuni anni fa David Rausa contattò Laura Kibel, “folgorato”  (termine suo) dalla sua arte e le chiese di diventare suo allievo. Laura rifiutò (ha un’allieva che è Veronica Gonzalez). David decise di fare da solo e iniziò ad andare in televisione, “inseguito” dalle “diffide” della Kibel che ha anche contattato la redazione di Colorado, nella persona di Michele Totti, segnalando quella che lei ritiene sia una pessima copia.

Personalmente ho suggerito a tutti e due che bisognerebbe trovare una “riappacificazione”.

Però, comunque è giusto dare a Laura Kibel ciò che è di Laura Kibel, artista il cui ruolo dev’essere tenuto presente, artista che merita comunque di essere conosciuta.

R. Gavelli Amministratore Ananas Blog (l’unico servizio pubblico cabarettistico)

Annunci

21 Risposte to “Colorado e il teatro con i piedi”

  1. Scrivo questo commento, da parte mia e di Federica Bisegna della Compagnia G.o.D.o.T. di Ragusa, per la grande stima ed amicizia che ci lega ad un’artista straordinaria quale è LAURA KIBEL:
    pochi giorni fa accendiamo la TV e per caso, passando i canali, vediamo la fine di uno sketch convinti che Laura Kibel fosse ospite di Colorado. Poi scopriamo con grande stupore che non era lei ma un uomo.
    Esprimiamo la nostra solidarietà nei confronti di Laura Kibel per quello che ci pare possa considerarsi un plagio.
    Ispirarsi è una cosa, appropriarsi delle idee altrui un’altra.

    Vittorio Bonaccorso

    • ananasblog novembre 7, 2013 a 5:04 pm #

      Bungiorno, bisogna dire che siamo in Italia e il plagio non è chiaro cosa sia, non ci sono regole. L’A

  2. Erika Rossi novembre 5, 2013 a 2:03 am #

    Ho visto Laura dal vivo due o tre volte e sono incappata in Colorado vedendo un numero simile e ora leggo questi commenti a screditare un’artista che reputo grande. Ho scoperto questo articolo che parla di David come unico e originale, cosa che non è. Non è tanto per l’articolo in sé ma sono interessanti i commenti a seguito. Giusto per par condicio.
    http://www.cinematto.it/2013/monsieur-david-e-i-piedi-come-marionette-a-colorado-del-18-aprile-2013-video/

  3. Marta novembre 1, 2013 a 9:50 am #

    Penso che non ci sia niente di più bello,originale e semplice di Monsieur David! I suoi spettacoli attirano l’attenzione di tutti, grandi e piccini. Infine spero vada avanti con le sue idee e il suo successo xk anche se il suo talento é “semplice” allo stesso tempo é speciale.

  4. Anonimo ottobre 31, 2013 a 4:07 pm #

    Io trovo che David sia davvero molto bravo, è una persona fantastica anche dietro le quinte, un uomo che adora i bambini, simpaticissimo e pieno di talento. Sono sicura che si sia impegnato moltissimo in questi ultimi anni e che sta veramente facendo un ottimo lavoro. Si, quello che fa lo considero arte, lui per me è bravissimo e si merita amore da tutti e successo. TI ADORIAMO DAVID!!! ❤ ❤

    • Luli ottobre 31, 2013 a 5:21 pm #

      Semplicemente per dire che lo spettacolo di Monsieur David è stato molto divertente ed originale! Peccato solo che sia durato poco! Colorado: dà più spazio a questo artista, vogliamo vederlo più spesso..sei grande David
      Luli la mamma di Aida…

  5. dolores ottobre 31, 2013 a 3:43 pm #

    Io penso che l’arte va elargita a tutti e non deve essere appannaggio di pochi.
    Il grande schermo da la possibilità a tutti di vedere e conoscere cose nuove come in questo caso e pure gratis. Non tutti hanno la possibilità oggigiorno di andare a teatro o di pagare biglietti per vedere uno spettacolo. Ben venga la tv.
    Lo spettacolo proposto dalla signora Kibel sarà anche più elegante ma ho trovato poco eleganti i suoi commenti rivolgendosi ad un altro essere umano in questo modo.
    Suvvia in questo mondo c’è posto per tutti sta a noi conquistarsi un podio…

  6. stellina ottobre 31, 2013 a 1:58 pm #

    Io penso che non ci sia bisogno di tutta questa cattiveria per dire le cose nessuno di noi al monopolio delle cose ci sono tanti panettieri,giornalisti,dottori ,comici ecc ecc al posto di criticare l’operato altrui ci starebbe bene una sana competizione aiuterebbe a crescere e migliorare e poi uno su chiede perche’il mondo va a rotoli……….

  7. olivia ottobre 31, 2013 a 1:03 pm #

    personalmente credo che certi commenti andrebbero fatti con un po’ più di educazione. se la signora si sente minacciata dal lavoro che sta facendo david sono problemi suoi… se come dice questa ARTE è iniziata molto tempo fa, il merito non è nemmeno suo. quindi sono convinta del fatto che ognuno è libero di scegliere il modo che preferisce per esprimere un’arte.. diamoci una calmata.

  8. Lara M. ottobre 31, 2013 a 10:37 am #

    Definire qualcuno “povero illuso”, “patetico” e “patacca” certo non connota nè denota eleganza. Il signor David avrà offeso un’arte, ma la signora Laura ha offeso una persona. Siamo pari? A volte la boria e la supponenza fanno passare dalla parte del torto. Anche l’invidia, a volte. Certo molto non si può pretendere da gente che ragiona coi piedi.

    • artista di strada ottobre 31, 2013 a 11:04 am #

      Lara, per amore di logica, anche Monsieru David allora ragiona con i piedi, infatti è evidentemente inciampato in una cazzata, ed io comprendo il livore di Laura

      • Lara M. ottobre 31, 2013 a 11:55 am #

        Infatti ho scritto “gente” non “una donna” o “un uomo”. In questa storia, purtroppo, hanno tutti un po’ di torto.

  9. cocchino ottobre 31, 2013 a 9:25 am #

    nel portale Colorado-video mediaset è lo sketch con meno visualizzazioni in assoluto, non mi stupirei se venisse tagliato

  10. Andrea Marchi ottobre 30, 2013 a 5:28 pm #

    David, tu puoi avere anche ragione dicendo che quella è una “tecnica”, e non un “contenuto”. Ma proprio perché conosci il lavoro di quelle artiste, sai che proponendoti in tv lo bruci.
    Hai iniziato 4 anni fa, capisco che davanti al sogno televisivo uno perda la testa, ma magari superali, i maestri, prima di ritenerti degno di occupare posti che spetterebbero a loro.
    (se la tv facesse del vero scouting, troverebbe tante di quelle cose belle in giro.. invece della merda che propone…)

    Vinceresti contro un giudice, ma umanamente quello che hai fatto è una bassezza.

    Andrea

  11. david ottobre 30, 2013 a 4:45 pm #

    SONO MOLTO CONTENTO DI VEDERE SCRITTO SUL VOSTRO BLOG CIO’ CHE IO DA MOLTO TEMPO STO RACCONTANDO AL MONDO INTERO. DA QUANDO SONO RIMASTO FOLGORATO DA QUEST’ARTE MOLTE COSE SONO CAMBIATE NELLA MIA VITA IN BENE OVVIAMENTE ,UNA SOLA COSA NON E’ CAMBIATA LA PERCEZIONE DI COLEI CHE SI RITIENE LA FONDATRICE DEL TEATRO DEL PIEDE ,TESI ORMAI DECADUTA A CONFERMA DI COLORO CHE CONOSCONO I VERI FONDATORI UGO E INES CHE AIME’ NON VIVONO AL MOMENTO IN ITALIA .Da quando HO FATTO QUESTA SCELTA CORAGGIOSA DI INTRAPPRENDERE QUESTO NUOVO VIAGGIO ARTISTICO SENSA L’ AUSILIO DI UN MAESTRO, HO ATTRAVERSATO MOMENTI PIENI DI DIFFICOLTA ‘ VEDI MANCANZA DI DENARO PER LA CASA E PER CIBARMI ,MA UNA COSA ERA CHIARA DENTRO DI ME CHE QUESTO TIPO DI DISCIPLINA MI PIACEVA E VOLEVO PORTARLA AVANTI, ERA DIVENTATA ED E TUTT’ ORA UNA MISSIONE MOLTO IMPEGNATIVA VISTA LA DIFFICOLTA’ OGGETTIVA PER PRATICARLA QUINDI QUELLO CHE VORREI FOSSE CHIARO A TUTTI COLORO CHE LEGGERANNO QUEST’ARTICOLO CHE QUI NON SI TRATTA DI UN CASO DI PLAGIO MA DI UN ARTISTA CHE CREDE IN QUELLO CHE FA’ E ATTRAVERSO IL SUO IMPEGNO QUOTIDIANO E’ RIUSCITO ATTRAVERSO CAPACITA’ RELAZIONALI E AZIONI CONCRETE A CREARE LA PROPRIA REALTA’ .COME C’E SEGNALATO NELL’ARTICOLO QUATTRO ANNI FA’ QUANDO HO DESISO DI COMINCIARE QUESTO VIAGGIO ANDAI DIRETTAMENTE DI PERSONA A CASA DELL’ARTISTA INTERESSATA PER AVVISARLA NON SOLO DELLA STIMA CHE NUTRIVO NEI SUOI CONFRONTI MA PER AVVISARLA CHE AVREI COMINCIATO PIANO PIANO A FARE IL FEET THEATER ,COSA CHE AVREI POTUTO PURE RISPARMIARMI CONSIDERANDO CHE SI TRATTA DI UN ARTE UNIVERSALE .STIMO L ‘ARTISTA IN QUESTIONE E MOLTO SPESSO HO PROVATO GRATITUDINE PER AVERMI FATTO INCONTRARE QUEST’ARTE MA NON PUO’ PRENDERSELA SE DOPO QUINDI ANNI DI CARRIERA QUALCUNO CON ESTREMO ENTUSIASMO ABBIA SCELTO DI FARE DIVENTARE QUESTO TEATRO VISUALE IL SUO MESTIERE ,CAPISCO CHE NON SI ASPETTAVA QUESTA ESCALATION DI SUCCESSI COSI’ RAPIDI, MA VORREI DIRE A QUESTA SIGNORA CHE PER ME RIMANE UN ARTISTA DI VALORE CHE TANTE CAUSE SEMINIAMO TANTI EFFETTI RACCOGLIAMO E’ UNA LEGGE UNIVERSALE, QUINDI SE QUALCOSA HA FATTO SI CHE POTESSI RICEVERE DALLA VITA QUESTO RICONOSCIMENTO , VUOL DIRE CHE QUALCOSA DEVO AVER PUR FATTO PER MERITARLO..QUELLO CHE CHIEDO ALL’ARTISTA IN QUESTIONE E DI RITORNARE A GIOIRE DELLA PROPRIA ARTE SENZA INCREMENTARE LA PAURA CHE QUALCUNO CI STIA RUBANDO QUALCOSA ,ANCHE PERCHE’ QUANDO CI TROVIAMO IN QUESTA CONDIZIONE STIAMO FACENDO TUTT’ALTRO CHE ARTE quello che posso promettervi che cerchero’ di migliorarmi ogni giorno e se l’alievo a volte sapra’ superare il maestro dobbiamo solo imparare a condividere di queste esperienze ancora grazie per aver sollevato il caso perche’ mi avete dato l’opportunita’ di determinare una legge universale che a me piace tanto volere e potere in termini pOsitivi ovviamente ciao ANANAS

    • laura kibel ottobre 31, 2013 a 8:34 am #

      Povero illuso, tu credi di essere un artista solo perche’ sei apparso in TV? Con quelle scenette modestissime, senza drammaturgia’ senza eleganza, funzionali solo ai brevi spazi televisivi, hai solo infangato un’ARTE che per venti anni ho tenuto al riparo dalla feccia mediatica.
      Per fare il teatro, con o senza piedi, ci vuole cultura, conoscenza della musica, cuore, non solo muscoli e faccia tosta. Sai benissimo che anche altri artisti usano questa tecnica, ne’ io ne’ altri possono impedirlo. Ma tu hai bruciato le tappe perche’ avevi fretta di importi, fregandotene della qualita’ di cio’ che hai rappresentato.
      Se questo ti fa piacere, se questo pensi sia il tuo successo personale….contento tu, ma sei patetico.
      Ti va di lusso perche’ in TV non distunguono le patacche dai talenti
      E tu resterai patacca.

      • enrico zambianchi ottobre 31, 2013 a 9:26 am #

        Non posso entrare nell’argomento direttamente perchè non ho visto il programma, e non credo nemmeno di andarlo a cercare, ma la risposta di Laura mi sembra che una volta per tutte centri il problema. Le sue parole meritano quel rispetto che si dovrebbe riconoscere agli artisti. Quando scrive “ARTE” in maiuscolo “..che per vent’anni ho tenuto al riparo dalla faccia mediatica.”, tutti quelli, e mi ci metto anch’io, che cercano quel quarto d’ora di celebrità, dovrebbero abbassare il capo. Non voglio essere polemico, ma non mi sembra ci sia tanto di più da aggiungere… se non una polemica sterile sulle libertà individuali che non porta da nessuna parte. Ciao Laura, con grande stima! P.s. Conosco Veronica e ho visto i suoi bellissimi spettacoli, ho saputo che è una tua allieva dal blog!

      • ananasblog ottobre 31, 2013 a 10:22 am #

        Laura, ciao. Cerchiamo di non eccedere, auspico sempre che i toni si plachino.
        Che lo dico a fa’?
        L’A

      • paola ottobre 31, 2013 a 3:58 pm #

        Gent.le sig.ra Kibel,
        da quanto scrive è lei quindi una sorta di sacerdotessa del teatro del piede, unica vestale in Italia in grado di decidere chi, come e dove può esercitare questo tipo di teatro. L’unica capace di emettere giudizi taglienti, sentenze come lame che si abbattono su altri artisti calpestandone il valore professionale ma prima di tutto umano. Si renderà conto da sola che tutto ciò non ha senso.
        Qualunque siano i motivi di disaccordo o conflitto, il rispetto per la dignità umana va sempre mantenuto. A maggior ragione in un ambito come questo, dove si parla di arte e di creatività.
        Mi spiace vedere che una persona riesca a cadere così in basso, rendendosi oltremodo ridicola, nella manifestazione ingiustificata del suo astio nei confronti di chi con molta umiltà cerca semplicemente di fare il suo lavoro.
        La smetta, la prego, la patetica è lei.
        Paola

        • ananasblog ottobre 31, 2013 a 4:02 pm #

          Ciao, cerchiamo di non soffiare sul fuoco della polemica. Va capito il punto di vista di Laura Kivel, vanno stigmatizzati certamente gli eccessi verbali, ma riconosciamo che M. David deve tutto a Laura (per sua ammissione). Soprattutto raccontiamo la storia com’è andata. Cerchiamo di capire cosa c’è dietro alle apparizioni TV. Soprattutto adesso che quel mondo lì è in grave crisi, vedi Colorado, trasmissione che dà visibilità a pochi mentre gli altri sono solo dei “numeri a rotazione”. L’A

Trackbacks/Pingbacks

  1. Ci sono band comiche oltre Italia’s Got Talent? | - novembre 3, 2013

    […] post abbiamo parlato del “teatro del piede” e del ruolo avuto da Laura Kibel (leggi articolo). E’ interessante, allo stesso modo, saperne di più sul genere “micro band […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: