Colorado, la puntata del 25 novembre 2013

26 Nov
Ruffini e Pulci - Balotelli

Ruffini e Pulci – Balotelli

La puntata (la numero 10) di Colorado del 25.11.2013 ha realizzato 2.135.000 telespettatori e uno share del 9,07% (in forte calo così come lo spremutissimo Made in Sud: 1.680.000 telespettatori, share al 6,61%).

Vediamo i contenuti: apre Michelangelo Pulci con Balotelli (cita anche Mario, il personaggio della scorsa edizione); Didi Mazzilli intubato; i Turbolenti coi Turbotubbies; Max Pieriboni e Francesca Macrì – il Principe e la Principessa; Monsieur David torna col teatro dei piedi; Andrea Pucci monologo vintage sui rimedi naturali; Mauro Villata – Superman; Raffaele D’Ambrosio scambia Balotelli per Rihanna; la Boccia e la Kent promuovono il dvd di Colorado.

Okea (Polidoro, Mazzilli, Viganò) visual coi tubi, che diventano uno grazioso quadro famigliare; Mariello Prapapappo (“I pirati sono superdotati: hanno il pappagallo sulla spalla” “Il mare di Bergamo: L’Atalantico” “Russo di origine siciliana: Yuri Yuri tutto l’anno”); I Gem Boy – la scuola, al suono degli AC/DC; Angelo Pintus, con le cose che non sopporta (a dire il vero Pintus, ragazzo che cerca di fare di tutto per piacere e che non eccede mai, è poco credibile come “arrabbiato” infatti chiude imitando Banderas); Pistillo – Andrea Viganò, visual con la valigetta; Romolo Prinz – Gianluca Fubelli.

Didi Mazzilli intubato; promo del film Fuga di Cervelli (che nel week-end ha incassato 1.891.199 euro, terzo posto del box office) strana gag con Pintus che chiede come mai sia stato escluso dal film e Ruffini gli risponde “non sei abbastanza giovane” (paradossalmente, per la visione finto giovanilistica mediasettarola Pintus è già un adulto, i Panpers sono ggiovani); Gianni Cyano – Bazzoni + intervento di D’Ambrosio + De Santis – Catenato, gag dello spot inserito nella canzone che forse verrà sfruttato fino all’esasperazione; Rino Ceronte e Francesca Giannuzzi – italiano e italiana medi.

Herbert Cioffi al telefono; Leonardo Manera – Dottor Mazza; I Panpers con la mamma (e Luca Peracino che…); Alessandro Serra – le domande deficienti; Fubelli – Giulio Cesare + Elena Morali (why?) + Chiodaroli panettiere; torna Pulci – Balotelli; lo steward Achille Mosconi – Alessandro Bianchi (che ha avuto l’ottimo merito di essersi scusato per alcune battute “offensive” della puntata precedente); Barbara Foria (red & black) monologo sulla suocera (che dice sempre: la nuora di prima era molto meglio); Herbert Cioffi (direttamente da: “io vi vedo” che faceva all’Artistico di Zelig); Chiodaroli Panettiere (mia figlia è andata a ballare e sono preoccupato: guida di merda).

Rubes Piccinelli coi proverbi (gioco facile, ma con classe); Raffaele D’Ambrosio; Alessandro Bianchi – Lesc Dubrov il politico russo, che fa più ridere dello steward; Michele la Ginestra – parroco, monologo sul matrimonio; Tirocchi e Paniconi (su SCQR fanno le vecchiette) con la soap Cuoratella; Fabrizio Casalino con le variazioni di Teorema; Alberto Farina (l’orchestra di quartiere è amatoriale, nel senso che s’ingroppano tra loro) e poi Frank Matano (ennesimo markettone a Fuga di Cervelli). Fine, sono le o.20, durata monstre come ai tempi belli di Vodani (155 minuti di trasmissione), ma senza gli ascolti e la popolarità che allora dava Colorado.

Pezzo migliore della serata: OKEA, Rubes Piccinelli

Ananas Blog 

PS Rossella Brescia ha rilasciato un’intervista a Reputation, rilasciata ad Andrea Scanzi (leggi post su Tv Blog), nella quale emerge anche il disappunto per essere stata sostituita alla conduzione di Colorado (cui aveva contribuito in maniera determinante al successo) da Belen Rodríguez. La Brescia ipotizza che la scelta non sia arrivata da Italia 1 (come si potrebbe pensare) ma su iniziativa, addirittura della Colorado Film (ormai in prima linea nella banalizzazione Mediaset dei contenuti):

“Dovevano cambiare il collega che era con me. Non penso fosse una questione di rete, Tiraboschi è sempre stato dalla parte mia e di Savino. Penso sia stata un’idea venuta alla Colorado film. Non è che uno nella vita deve fare sempre le stesse cose. Mi ritrovo però con tanti messaggi d’affetto. Certo, se me lo proponessero non lo rifarei. Non si torna indietro, si va avanti nella vita. Mi sono lamentata solo in un periodo in cui gli ascolti di Colorado erano molto bassi, perché per arrivare a portarlo a quei livelli c’erano stati molto sacrifici. Eravamo partiti in terza serata, quando ci cambiavamo in stanze minuscole e non c’erano gli agi delle star che oggi sento. Era ciò che c’è di peggio. Quando poi vedo che la macchina va giù mi arrabbio per amore del programma. Io sono cresciuta con Colorado e Colorado è cresciuto con me. Sono le ex fidanzate che non guardi più”.

9 Risposte a “Colorado, la puntata del 25 novembre 2013”

  1. Alessandro Stamera novembre 27, 2013 a 3:06 PM #

    assurdo, colorado negli ascolti va sempre peggio eppure guardate cosa si è scoperto: http://www.davidemaggio.it/archives/87812/italia-1-e-rete-4-ecco-cosa-vedremo-nellinverno-2014

    • ananasblog novembre 27, 2013 a 4:16 PM #

      Evidentemente Colorado è ancora un ottimo affare. L’A

      PS: forse registrano 6 puntate a rotta di collo a dicembre

  2. Anonimo novembre 27, 2013 a 11:02 am #

    é incredibile in tutta la puntata non ho mai riso,eppure in televisione sento ridere,naturalmente finte risate perchè quando inquadrano il pubblico si vede quello in primo piano che ride ma le 10 persone dietro hanno una faccia da funerale.

    • ananasblog novembre 27, 2013 a 11:40 am #

      l’importante è che i bambini e i teenager ripetano i tormentoni e facciano “wow”, la risata è accessoria. L’A

  3. Giorgio novembre 26, 2013 a 12:23 PM #

    In sincerità facendo zapping fra Colorado e Made in sud,(entrambe in guardabili) ho riso solo quando per caso ho beccato Izzo e Pucci nel programma di Gigi D’Alessio.

    • Anonimo novembre 26, 2013 a 12:24 PM #

      Con le gag del traduttore alla Fischetti?!

      • ananasblog novembre 26, 2013 a 1:06 PM #

        Davvero? Fischetti è suscettibile su ‘ste cose. L’A

    • Giorgio novembre 26, 2013 a 12:25 PM #

      Made in sud fra le due la peggiore.

      • Giorgio novembre 26, 2013 a 12:26 PM #

        Anche con quello sulle donne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: