La prima puntata di Zelig Uno

19 Dic
Canalis Paniate Follesa

Canalis Paniate Follesa

La prima puntata di Zelig Uno, su Italia 1, ha totalizzato 1.546.000 telespettatori e uno share del 6,07%. Vediamo i contenuti: logo Zelig “fecondato” da quello di Italia 1; Vidiwall per i video; Davide Paniate e Katia Follesa (mi scoppia il body contenitivo); Francesco Rizzuto fa l’autista di Paniate; Elisabetta Canalis entra su stacchetto musicale (Katia: cercate di non confonderci, io la bionda lei la mora); primo video, la dog sitter Carmela Maria – Marta Zoboli: scambia Paniate per un cane, non vede Katia; Salvatore Marino il politico che dice nonsense (Equitalia Equi quo qua).

Katia confonde Istagram con Istanbul, poi alcune gag sulle foto della Canalis; Maria Pia Timo nella parodia di SoS Tata (fu tentata anche dalle Ciciri e Tria a Colorado) “Com’è una casa senza bambini? Tranquilla” (lettere da Craniate sul Membro, Poggiate sul sedere, Sfiancate Sotto, aleggia un po’ il fantasma di Mariello Prapapappo); in collegamento Federico Basso sequestrato in un camerino; I Borotalco visual (da Italia’s got Talent); Alessandro Betti col rapper Sdrumo che non riesce a chiudere una rima (forse il video lo penalizza un po’). Il glorioso Gigi Rock imita Giuliano Sangiorgi dei Negramaro (cover di Meraviglioso di Modugno, in cui un tale, chino sul gratta e sosta, viene sodomizzato da un trans) “Cosa si prova a essere così eclettici?” “un cazzo perché non so cosa vuol dire” (gag classica di Gigi Rock).

Marta Zoboli dog sitter

Marta Zoboli dog sitter

Federico Basso in collegamento. C’è anche Teresa Mannino! Andrea Di Marco: il Pulcino Pio se l’avesse cantata Guccini, Branduardi, De Andrè, Capossela (stesso pezzo di Casalino a Colorado come, a dire il vero, di molti altri, essendo un classico del cosiddetto “centone”) pubblico comunque galvanizzato; gag sulle foto di Miley Cyrus; Cinelli il cafone, la Canalis si innamorerà di lui che la tratterà male (quasi stessa gag di Bruce Ketta e Melita Toniolo a Metropolis); Massimo Bagnato col suo “alzi la mano chi…” arricchito da battute e dalla presenza di Fulvio (sosia ufficiale di Gigi Saronni o era lui?).

Federico Basso in collegamento, c’è anche Claudio Bisio poi Claudia Gerini (in promozione del film “Indovina chi viene a Natale”) leccata di Bisio alla bellona di turno numero 234.828 (non si era detto basta?); tutti sul palco, standing ovation per Bisio, trailer del film; Teresa Mannino si mette subito al fianco di Bisio emarginando la Canalis, così come faceva con Mr Forest, Bisio lancia il Demaziado Corazon numero 1.498.034 (non si era detto basta?); Cinelli, il cafone con la Canalis; Fausto Solidoro fa il deputato grillino (subito ribattezzato Marìo de Montecitòrio) che non sa rispondere alle domande, un po’ diverso dal modello “Taverna, Di Battista, Morra, Lombardi, Di Maio, eccetera” molto più aggressivi.

Basso e Mannino in video

Basso e Mannino in video

Antonio D’Ausilio recita La Primavera di Libero Bovio, intervallata da battute su Facebook e le donne, molto bello anche se c’è un po’ troppo l’ansia di uscire subito dalla poesia per dire più battute possibile; Luca Klobas sindaco Rom, per fortuna esce dal solito stereotipo Slavo – Rom = delinquente e ladro (come purtroppo si è visto anche a Made in Sud); Pablo e Pedro: improvvisazione teatrale su una rapina, interrotti un po’ brutalmente da uno squillo. Finisce la puntata.

Pezzo migliore della serata: Maria Pia Timo, Alessandro Betti, Antonio D’Ausilio, Luca Klobas.

Considerazioni: uso del Vidiwall un po’ spiazzante, non si sa che fine abbiano fatto i video maker che erano stati cercati anche attraverso gli Zelig Lab (per esempio a Livorno), ci si aspettavano cose tipo: finte pubblicità, finte web series, eccetera. La Canalis sottoutilizzata (così come la Kent e la Boccia a Colorado sono state sovrautilizzate). Difficile fare qualcosa di nuovo dopo l’alluvione di gag con cui Colorado e Made in Sud hanno inondato l’etere, creando un senso di nausea e di ripetizione quasi su tutto. Forse i bassi ascolti di Zelig Uno faranno riflettere TUTTI sul “limone spremuto”, ma è quasi impossibile che lo spremiagrumi venga fermato.

Ananas Blog

PS Zelig Uno sembrerebbe una seconda serata col “brodo allungato” per avere una prima serata a basso costo, che poi passi il testimone alle 6 puntate di Colorado primaverili. Tutto ciò, per alleviare un po’ la grave crisi di contenuti di Italia 1, che ha fame, appunto, di prime serate.

Zelig Uno è anche la dimostrazione della perdita di potere di Gino e Michele e di Bananas nei confronti di Mediaset, dovuta al fallimento della conduzione Mannino/Forest. C’è una specie di “commissariamento” che comprende l’inserimento di personaggi legati all’universo di Cologno Monzese: veline e simili, ex Maria de Filippi o Italia’s got Talent.

I personaggi vengono inseriti appunto perché c’è “nervosismo” riguardo al vivaio Zelig, non più in grado di sfornare fenomeni. Allora, si ricorre a un “rinforzino” che dia l’idea del varietà e che pompi un po’ gli ascolti (da questo si deduce anche quale show girl affiancherà Bisio nell’autunno 2014)

Un segnale  del “commissariamento” Mediaset (e del clima di poca fiducia) è anche il fatto che, per la prima volta, una prima serata Zelig va in onda fuori dal cosiddetto “Periodo di garanzia” (vedi Wikipedia) che è quello che conta davvero per gli investimenti pubblicitari:

Il periodo di garanzia si suddivide in due parti. La prima parte inizia a metà settembre per chiudere poco prima di Natale. La seconda comincia a fine gennaio per concludersi (non sempre) i primi di giugno.  È questo il motivo per cui i programmi in cui si crede di meno, in termini di pubblicità e ascolti, vengono inseriti nella programmazione delle vacanze natalizie o estive.”

Annunci

44 Risposte to “La prima puntata di Zelig Uno”

  1. scocciato gennaio 6, 2014 a 11:13 pm #

    La mia opinione è che Zelig non abbia più grandi idee da sfornare: la tata ( la versione delle Cìciri e trìa presentata a Colorado è di gran lunga superiore), Giuliano dei negramaro nella copia di Checco zalone… L’ unico degno di nota Antonio D’ Ausilio. Grandeeee!
    ….ma le Cìciri e trìa nella versione delle commari in chiesa non erano state soppiantate dalla ricotta? Zelig fa le copie anche dentro casa sua! DELUSIONE

    • ananasblog gennaio 6, 2014 a 11:27 pm #

      i Borotalko raddoppiano i senso D’Oppio. Eccetera. Sì, hai ragione. L’A

  2. n3m0scrapbook dicembre 27, 2013 a 3:46 pm #

    Qualcuno per caso sa dove trovare la poesia di Libero Bovio?

  3. Tomas riccio dicembre 20, 2013 a 3:41 pm #

    In giugno ho visto un comico a ZeLiG che faceva una battuta diceva che l amore non esiste l hanno inventato i genovesi per pagare le puttane, sapete chi è?

    • Sacro e ProfAno dicembre 20, 2013 a 3:54 pm #

      Giancarlo De Biasi Dila

    • ananasblog dicembre 20, 2013 a 7:09 pm #

      per “non pagare”?

      • Anonimo dicembre 20, 2013 a 10:20 pm #

        Pardon!
        Si giusto per non pagare. Mi date qualche informazione. LO vedrò a zelig? O dal vivo dove si esibisce? Datemi qualche dritta grazie

        • Anonimo dicembre 21, 2013 a 1:07 am #

          chiedigli l’amicizia su fb se ci tieni tanto a seguirlo… è un caro amico e ti garantisco che è molto disponibile… Giancarlo lavora da piu di 15 anni nell’ambiente e credo sia una delle perle da esaltare…

  4. Anonimo dicembre 20, 2013 a 3:19 pm #

    Dovrebbero chiudere tutto il programma. Basso un attimo autore? Fa giochi di parole. Gli autori di livello sono altri. Paniate dovrebbe andare a lavorare. Il programma e buio spento. Sono andato dal vivo a vedere le prove tv, tranne qualcuno che poi non passa e non si capisce perché.

  5. Anonimo dicembre 20, 2013 a 3:13 pm #

    Programma terrificante.

  6. Sacro e ProfAno dicembre 20, 2013 a 1:15 pm #

    Zelig 1! Mah… novità non se ne vedono perché non esistono! Solidoro che fa Mario iscritto al Movimento 5S … a Fausto… non avevi nulla di buono e vi siete inventati sta cosa 2 giorni prima della registrazione … complice qualche santo in paradiso!! la Canalis si sapeva fosse destinata a non piacere, non stupitevi ora; Paniate nulla da dire(di positivo); Katia dovrebbe ritornare a fare la comica, molto meglio! Tutto triste. Questi comici in cerca di gloria… ma quale gloria, trovatevi un lavoro!

  7. giorgio dicembre 20, 2013 a 9:00 am #

    ma quale trasmissione hai visto;Paniate mangia le parole ed è il migliore presentatore?entrate fuori tempo ed imbarazzo totale…..il pezzo di kolbas non ha fatto neanche una risata.Naturalmente rispetto la tua opinione,ma credo che il 99% del pubblico la pensi diversamente.

  8. giorgio dicembre 20, 2013 a 8:08 am #

    sono andato a curiosare sulla pagina facebook di Zelig one,tutti commenti negativi,almeno questa volta non li hanno potuti cancellare altrimenti non ne sarebbe rimasto neanche uno.

  9. Anonimo dicembre 20, 2013 a 8:07 am #

    condivo una cosa delle critiche negative : la canalis non serve. a parte questo zelig è sempre zelig, e la qualità è abbastanza alta. paniate e follesa sono bravissimi e zelig fa bene a puntare su di loro perchè forrest-mannino sono due comici e come presentatori non valgono molto. paniate è nettamente superiore come presentatore a loro, a ruffini e a gigi e ross. poi certo, bisio è insostituibile. la paordia di solidoro è divertente ed innocente e lo spiego subito : primo perchè l’unica cosa che critica è l’impreparazione politica del grillino medio e due che fa marìo dando origine ad un personaggio divertentissimo che già conosciamo (magari si può fare una critica artistica che sia schiavo del personaggio ma questo è un altro discorso. due punti deboli forse sono stati due comici navigati come gigi rock e andrea di marco, il primo perchè parla banalmente di sodomia (cosa strafatta da chiunque per far ridere) ed il secondo perchè effettivamente ha copiato nettamente casalino raccontando un determinato argomento alternando gli stili dei cantanti famosi imitandoli. non è serietà autorale questa, non avrebbero dovuto permetterglielo. per il resto tutti molto bravi. condivido sui migliori: klobas, d’ausilio e maria pia timo.

    • ananasblog dicembre 20, 2013 a 9:59 am #

      Allora: la qualità media è più alta, però Ruffini è più brillante di Paniate, anche se Ruffini è involuto in una trasmissione inguardabile. L’A

  10. PietroS dicembre 19, 2013 a 6:45 pm #

    Adesso bisogna capire se vi seguo come comico o come grillino

    • ananasblog dicembre 19, 2013 a 10:43 pm #

      Restituisci i cachet di Aggratis pubblicizzando la cosa con un finto assegno cartonato che riporti la cifra totale!

      • PietroS dicembre 20, 2013 a 10:43 am #

        Il finto asseggno cartonato non sarebbe poi del tutto finto, visti i cachet di Aggratis. E comunque, io Zelig1 non l’ho visto ma la puntata mi è sembrata lunga.

  11. Andrea dicembre 19, 2013 a 5:01 pm #

    uh, peccato essermi perso la puntata ieri sera, ma ero impegnato a tagliarmi le unghie.
    Ubi maior, minor cessat.

  12. sergio dicembre 19, 2013 a 3:21 pm #

    La stessa cosa si potrebbe dire di Basso e Cinelli,da quando questo trio gravita nell’area zelig,solo peggioramenti e tristezza infinita.Non ho mai capito perchè questi personaggi hanno la possibilità di essere nel giro.Mi piacerebbe sentire il parere dell’amministratore che mi sembra molto informato sull’argomento.

    • ananasblog dicembre 19, 2013 a 3:32 pm #

      Basso ottimo autore originale e prolifico, Cinelli fa anche ridere, Paniate si impegna e ha fatto tanta gavetta. Poi sono sempre lì in viale Monza 140. L’A

  13. sergio dicembre 19, 2013 a 3:15 pm #

    scusate la domanda,ma Paniate perchè fa il comico,timido impacciato,a volte mangia le parole,non ha monologhi,non ha tempi comici…….mistero

  14. Anonimo dicembre 19, 2013 a 1:21 pm #

    Puntata effettivamente debole.
    Tanti errori. Tanto per citarne alcuni: conduttori che non entrano a tempo, battute autoreferienziali che probabilmente sono state capite solo chi era presente alle registrazioni, poco equilibrio tra i tre (troppi) presentatori.
    Eccessivo l’uso della parolaccia. Non c’è stato un comico che non abbia detto almeno una volta “cazzo” o “minchia”… D’accordo che il livello medio dell’ascoltatore è sempre più basso, ma la volgarità è l’ultima risorsa del comico per prendere la risata.
    Un appunto alla recensione: i Borotalko dopo Italia’s Got Talent sono passati da Copernico prima di approdare a Zelig.

  15. cocchino dicembre 19, 2013 a 11:57 am #

    dimenticavo, Solidoro sta dimostrando tutto il limite di chi accede alla tv senza una “solida” preparazione, il personaggio ha/aveva notevoli potenzialità ma già Marìo è andato bruciato, adesso si ricicla con una falsa satira d’opportunismo…un kamikaze insomma!

  16. PietroS dicembre 19, 2013 a 11:49 am #

    Dai commenti mi sembra che i dati che trapelano sono due: la comicità in tv è finita e i grillini sul web hanno invaso anche un blog che parla di comicità.

  17. michele davalli dicembre 19, 2013 a 11:46 am #

    Sinceramente mi auguravo qualcosa di meglio. Invece tutto piuttosto piatto e comunque da seconda serata. Spero in una svolta quando si accorgeranno che questo programma non lo guardano nemmeno i bambini come invece succede a Colorado.

  18. Maury dicembre 19, 2013 a 11:42 am #

    Non ho visto la puntata, ma da quel che capisco non c’è nulla di nuovo in pentola, forse qualche avanzo riscaldato da chi si è già servito.
    Mi spiace solo non aver potuto vedere l’amico Klobas, che stimo.

  19. cocchino dicembre 19, 2013 a 11:31 am #

    1) la Mannino puo’ mettersi a fianco di chiunque, non offuscherà mai la bonazza di turno
    2)Paniate andrebbe sottotitolato, si mangia le parole, è timido e impacciato… sul palco che ci sta a fare? “guarda io sono piu’ felice e piu’ contento di quando arriva corr#bzw”erizwx@#ando.it”, poi sbaglia l’entrata sulla chiusura della tata, ed infine non è in grado di fare una guida del giro con la Canalis!
    3) Accorciando di piu’ la mini alla Canalis forse si arriva a 2 milioni
    p.s. ho capito poco anche dello sketch della spagnola, ma perlomeno l’occhio ha avuto la sua parte:-)

  20. Anonimo dicembre 19, 2013 a 11:25 am #

    la parodia è appropriata quando si riferisce ad un preciso personaggio politico o altro,non mi sembra invece corretto ironizzare su una categoria intera di deputati che stanno dimostrando impegno e voglia di fare.
    Crozza rispettabile comico ha preso di mira sempre un personaggio singolo,con molta bravura.

    • ananasblog dicembre 19, 2013 a 11:28 am #

      Zelig non fa parodie mirate, punto. L’A

    • Lavio dicembre 19, 2013 a 11:35 am #

      Quindi Grillo sbaglio a fare quella battuta sui socialisti in quanto categoria politica?

      • rael dicembre 20, 2013 a 10:59 am #

        Colpito e affondato!

  21. Anonimo dicembre 19, 2013 a 11:11 am #

    Egregio commentatore io accetto la parodia,quando è basata su fondamenta veritiere,ironizzare sui soldi dei grillini quando sappiamo tutti ,che restituiscono circa tre milioni di euro dai loro stipendi non mi sembra corretto.Non è il periodo adatto.

  22. Solo un Analisi dicembre 19, 2013 a 10:59 am #

    ciao a tutti, in effetti la qualità è la grande assente di questa prima puntata, non credo che guarderò le altre… magari mi terrò aggiornato tramite questo blog su possibili ed improbabili colpi di scena. Al commento precedente aggiungo che nel pezzo del deputato 5stelle, anche se Solidoro fa simpatia, il testo è proprio sbagliato, forse in parlamento gli unici che sanno cos’è il Wi Fi sono proprio quelli del 5stelle. Tra l’altro il 5stelle si è ridotto gli stipendi del 50%, quindi sembra proprio privo di senso chiudere il pezzo con il comico che dice “intanto cominciare a darmeli poi vediamo” quello è il ragionamento che sta facendo Renzi e i renziani. è ovvio che Zelig e tutta la tv siano contro il 5stelle, come contro qualsiasi entità o persona che ragiona con la sua testa.
    detto questo ormai la comicità tv è finita, arriva in questi giorni il dvd di DRIVE IN a chiudere il cerchio. Vi sorprenderete di quanto sia simile a Zelig di oggi. Del resto Gino Vignali, capo di Zelig arriva dal Drive in (visto video su Striscia)

    • ananasblog dicembre 19, 2013 a 11:05 am #

      ciao, il blog chiude per Natale, quindi ti conviene guardare le puntate ;).
      In rete le parodie dei grillini sono improntate più sugli slogan “gentisti” (skantalo, fate girare) e su una certa “aggressività” (vedi la pagina Facebook “Siamo la gente, il potere ci temono”).
      La comicità in tv è finita? Non si sa, si sono innescati certi meccanismi che potrebbero farla andare avanti all’infinito. Fin quando? Fino a che Maurizio Totti, Diego Abatantuono, Gino e Michele, Nando Mormone, Alessandro Siani continueranno a portarsi a casa almeno un milione di euro l’anno.
      L’A

  23. Anonimo dicembre 19, 2013 a 10:34 am #

    trasmissione pessima,veramente scadente sia di contenuti che di qualità.vorrei dire al pseudocomico Solidoro incastrato dentro quel personaggio(naturalmente non è capace di fare altro) che i cinque stelle sono gli unici che lavorano e che fanno trapelare la verità.
    Vai a fare la parodia altrove….

    • Lavio dicembre 19, 2013 a 10:42 am #

      Io separerei il giudizio artistico su Solidoro, che non ho visto, dal principio secondo cui non si debbano parodiare i cinque stelle, che mi sembra folle. Non credo sia necessario spiegare perché.

    • ALF dicembre 19, 2013 a 10:55 am #

      Rispondo ad anonimo, E? evidente che forse per Lei sia meglio cambiare canale se ad un minimo accenno di satira o parodia o ironia si sui grillini accusa un comico che, può far ridere o meno, è in tv a mettersi in discussione. A differenza sua.

      • Lavio dicembre 19, 2013 a 10:59 am #

        Tanto loro van di liste, lo fan già coi giornalisti. Coi comici (specie se non facessero ridere) gli verrebbe facile.

    • ananasblog dicembre 19, 2013 a 10:58 am #

      bonjour, al primo grillino che arriva su Ananas Blog 😉
      in realtà la parodia di Solidoro è bonaria (poiché non prende di mira un grillino reale)
      L’A

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: