Arnaldo Mangini lezioni di clown: i palloncini (più intervista)

24 Gen

Arnaldo Mangini ha pubblicato il settimo “video tutorial” delle sue “lezioni su come si diventa clown”. In questo caso ci parla di un classico: i palloncini che, si sa, fanno scena e sono amatissimi dai bambini. Mangini sta proseguendo il suo tour europeo con puntate anche in Italia. A breve proseguirà la sua attività di insegnante/docente a Viareggio e in altri luoghi.

A gennaio ha passato 6 giorni di full immersion a Barcellona col leggendario clown Jango Edwards, immergendosi in quel clima di follia creativa unica nel suo genere: per esempio in quei giorni Jango si è sposato, vestito da donna, gonna con lo spacco e senza mutande. In ballo c’è la costruzione di uno spettacolo di respiro internazionale firmato e distribuito dallo stesso J. E.. Dopo il video un’interessante intervista all’Arnaldo:

COM’E’ STATA L’ESPERIENZA CON JANGO EDWARDS? – è stata esaltante e a tratti dura. Lavorare con un maestro a stretto contatto (ho dormito a casa sua per 6 giorni), ti costringe a maturare in fretta. Il maestro secondo me è quella figura in grado di rimescolare sempre le carte in gioco per portarti a trovare nuove soluzioni e dunque opportunità.

COSA BOLLE IN PENTOLA? Da Marzo in poi (dunque con un po’ di ritardo) dovrei iniziare le famose lezioni di clown a  Viareggio. Il ritardo vale la posta in gioco che secondo me è alta. Inoltre sto imbastendo i numeri per il nuovo spettacolo di clownerie progettato principalmente per l’estero e firmato da Jango Edwards stesso. Il progetto dello spettacolo prevede la rielaborazione (a volte totale) dei pezzi ed è chiaro che poi bisogna provarli davanti al pubblico, ma ho già la sensazione che “arrivino da lontano” e sento che “adesso ci siamo”, che “girano”.

Un altro progetto riguarda la stesura del mio ebook sul clown e che verrà lavorato su più fronti: la storia, la ricerca delle gag da proporre e la raccolta di materiali fotografici. Tutto quedto per riuscire ad appagare l’intelletto,  il cuore e provocare sensazioni da cui partire.

COS’HAI IMPARATO A BARCELLONA SULL’INSEGNAMENTO? ho imparato che occorre entrare in un altro “tempo”  con la classe e che tutto ciò non ha niente a che vedere con lo spettacolo. Ognuno ha le risorse per insegnare a se stesso e aggiustarsi secondo le proprie necessità, ma per poterlo fare deve essere messo in condizione di poter giocare. Il gioco permette l’apertura,  l’elasticità necessari per spingersi laddove occorre prendere ciò che ci serve. Ma comporta anche diversi rischi che solo un punto di vista esterno (l’insegnante attento) riesce a scorgere e prevenire.

COSA NE PENSI DELLE “SCENA ITALIANA”? La scena italiana è controversa e decadente perché la quasi totalità delle persone è immersa in uno stile di vita consumistico che non contempla più realtà come il silenzio, il digiuno, la consapevolezza di ciò che ci attraversa e l’importanza di fermarsi a dire no.

E’ una società maternalistica dove incessante è il “bisogno” di sentirsi rassicurati, costante il  “bisogno” di riconoscersi in un tormentone o in qualcuno o qualcosa di famoso per sentirsi vivi. Come degli automi le persone si muovono nel solco della propria sterile ripetitività. E tutto questo viene rispecchiato soprattutto dai programmi piccoli e borghesi della comicità italiana dove tutto serve le logiche del mercato imperante.

Ma la vera comicità non abita lì. Graffia, taglia, picchia imprevedibile sorprendendo e costringendo a pensare e a chiederci a che punto siamo del nostro cammino verso l’Uno.

UN MESSAGGIO AI COMICI ITALIANI – I comici devono imparare a diventare “imprenditori di se stessi” e sfruttare all’ennesima gli strumenti multimediali che abbiamo la fortuna di avere a disposizione per diventare il più possibile anarchici e autarchici…

Ananas Blog

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: