Realtà artistiche incontrano la Siae: verbale dell’incontro

3 Apr
per "giocare" bisogna scendere in campo, altrimenti "giocano" gli altri e tu guardi (dal sito di immagini gratuite Pixabay.com)

per “giocare” bisogna scendere in campo, altrimenti “giocano” gli altri e tu guardi (dal sito di immagini gratuite Pixabay.com)

Il 20 marzo si è tenuto l’incontro tra le “Piccole realtà artistiche” e la Siae rappresentata dal Direttore Generale Lombardia, Gennaro Milzi, organizzato da Seriamente Comici ed Eugenio Chiocchi, con la presenza di Ananas Blog (ne è stato dato un breve resoconto qui). Pubblichiamo più sotto un verbale dell’incontro, ricordando che ci siamo impegnati a portare al prossimo appuntamento (indicativamente nel mese di giugno) alcuni progetti di riforma che favoriscano ed agevolino gli spettacoli dal vivo.

Un invito a chiunque sia interessato: vediamo di darci una mossa, la crisi non aspetta. Ci sono proprio adesso, rispetto al passato, maggiori possibilità di avere accesso e di interagire con le istituzioni. Inutile postare per l’ennesima volta su Facebook qualcosa di Giorgio Gaber e poi ignorare la sua massima più incisiva: “Libertà è partecipazione”.

Per inciso: la Siae ha appena aumentato la quota di iscrizione annua da 91,51 euro a 152 (aumento è stato deliberato dal Commissario Straordinario in data 13 novembre 2012 con delibera n. 104). Si può convertire l’iscrizione da “Associato” a “Mandante” e pagare solo 61 euro, ma la pratica costa 32 euro e, comunque, il passaggio è possibile solo dal 1 gennaio 2015.

Per maggiori informazioni: sul sito http://www.siae.it, nella sezione “come associarsi, trasformazione del rapporto di adesione”.

Detto questo ecco un resoconto dell’incontro (ps: in seguito nessun partecipante è stato torturato per vendetta da ispettori Siae cattivi):

VERBALE DELL’INCONTRO SIAE – PICCOLE REALTA’ ARTISTICHE DEL 20 MARZO 2014

 Apre l’artista, comico, cabarettista Eugenio Chiocchi che presenta ed introduce i motivi dell’incontro.

Il primo intervento degli ospiti è del Dottor Gennaro Milzi Direttore Regionale Siae Lombardia ricordando che la Siae svolge funzione di polizia tributaria e citando De Andrè, laddove racconta che decise di lasciare la carriera di avvocato quando scoprì quanto avrebbe potuto guadagnare con i ricavi dei diritti della “Canzone di Marinella”.

Ricorda che i diritti d’autore sono parte integrante del codice civile e dello statuto dei lavoratori ed ammette che con l’enorme quantità di lavoro che la Siae gestisce annualmente è possibile che si possano generare incomprensioni tra utenza e struttura Siae, così come sia possibile che si generino ogni qual volta ci sia un rapporto interpersonale.

Sottolinea che la siae è un ente pubblico economico a base associativa e che quindi lavora per tutelare i diritti dei soci (gli autori).

Nella gestione va fatta una distinzione su base economica delle diverse aree geografiche italiane, motivo per cui il territorio è attentamente monitorato.

Più volte il dr. Milzi accenna al fatto che spesso si tenda a difendere più le multinazionali che non l’autore in particolare riferendosi ai diritti di copia ed accennando al fatto che forse l’informazione non è a tutti nota.

Interviene Raffaele Tamburri dell’Associazione Rivolta.

La parola viene data a Roberto Gavelli, blogger del sito Ananas che ci parla del suo incontro con i dirigenti Siae in particolare con Luigi Cecere, Paolo Agoglia, Stefania Amodeo e Roberto Cavosi. Gavelli spiega che il comico come il programmatore di software è quello meno tutelato nei diritti. Manca in Siae la rappresentanza dei comici. Gavelli spiega che sta portando avanti una nuova proposta di ridisegno delle regole Siae laddove si pensi ai piccoli locali che vogliano programmare cabaret: dovrebbero avere il 50% di sconto per i primi 2 anni. Propone un allineamento dei laboratori a spettacolo normale e di non proporre più di tre comici a serata per non uccidere il concetto di live.

Oggi il comico, sostiene Gavelli, non è incoraggiato a pagare la Siae e quindi neanche ad iscriversi. Propone di pagare (firmare meno liberatorie per  improvvisazione) di più il comico così che sia più interessato ad iscriversi.

Ribatte dal pubblico Francesco Rizzuto, comico cabarettista. Il laboratorio è fondamentale per la cultura e la professione del comico. Prima di andare in televisione ci dovrebbe essere un luogo protetto dove organizzare il laboratorio e provare i pezzi, testi non depositati e pertanto non dovrebbero essere pagati.

A livello televisivo avvengono invece furti perché non c’è questo tipo di controllo e tutela.

Il dottor Milzi ribatte dicendo che le regole ci sono e sono tutte dettagliate. Nel grande diritto si lascia la licenza opera per opera ed è più difficile ma dettagliato. L’autore è autore anche di tutto quello che creerà compresa l’improvvisazione e il laboratorio perché la Siae difende l’arte e l’artista anche per quello che creerà in futuro.

Quando l’autore improvvisa sta creando e la tutela Siae è già presente ed operativa.

La base associativa Siae elegge i prorpi rappresentanti, perciò alle prossime elezioni, suggerisce Milzi, ci si potrà meglio organizzare per avere più rappresentanza.

Quando si gestiscono 4 milioni di rapporti ci possono anche essere male interpretazioni. Le varie Sedi siae sono a disposizione per dare informazioni anche via mail. Lo stesso dr. Milzi si rende disponibile a rispondere alle mail.

Per quanto riguarda il terzo settore, no profit, ci sono tariffe agevolate.

Meccanismo amministrativo:

Boeri e Brai (ex Ministro Beni Culturali) in un incontro al teatro Parenti a cui hanno partecipato autori e deputati per definire uno snellimento: per i locali fino a 200 posti, per semplificazioni amministrative all’inglese.

Si fa cenno ai diritti degli autori di opere figurative.

Interviene dal pubblico il sig. Garuccio ed un accompagnatore sui costi sostenuti da una parrocchia per feste ed eventi della comunità parrocchiale.

Interviene Elisa dell’Acqua che si occupa di teatro per ragazzi, chiedendo se siano possibili agevolazioni e facilitazioni per la parte burocratica. Propone la libera scelta dell’autore di rinunciare ai diritti in casi particolari e propone di fare i permessi in forma informatizzata. 

Interviene Fabrizio Palma

L’assessore alla cultura del comune di Bresso Ferrari fa presente l’incertezza che regna tra le sedi Siae e gli organizzatori di spettacoli laddove le compagnie di volontariato sostengono di non dover pagare i diritti d’autore.

A questi interventi replica il dr. Milzi.

Diritto d’autore, programma musicale, borderò quale documento erariale distinto dai diritti d’autore.

“portup” per le pratiche online (sito).

Si riassumono le proposte emerse durante l’incontro.

Eugenio Chiocchi elenca le possibili deroghe a carattere temporale (si ipotizza una deroga per 2 anni) per venire incontro alle difficoltà in cui versa il settore in questo contingente periodo di crisi economica:

1 – togliere la percentuale della tassazione sulla vendita di alimenti

2 – forfait per i locali con meno di 200 persone sulla presenza effettiva del pubblico (ipotesi 25 euro)

3 – nelle piazze calcolare il numero reale di persone presenti

4 – l’autore possa decidere quando farsi dare i diritti, quanto o niente per ogni singola esibizione

5 – in mancanza di adeguate misure propositive si dovranno valutare soluzioni alternative

 

Si propone di proseguire la discussione nel corso di un prossimo incontro da programmare nel mese di Giugno 2014.

Date possibili (prima dell’inizio dei mondiali di calcio):

martedi 3/6

lunedi 9/6

giovedi 12/6

Annunci

Una Risposta to “Realtà artistiche incontrano la Siae: verbale dell’incontro”

Trackbacks/Pingbacks

  1. una rivoluzione Siae : arriva la “sentenza Bosman” del cabaret? | - giugno 26, 2014

    […] correlati: Realtà artistiche incontrano la Siae: verbale dell’incontro, un documento misterioso e […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: