Nemico Pubblico: la terza puntata

21 Mag
Candid al ristorante; arriva un Senatore

Candid al ristorante; arriva un Senatore

La terza puntata di Nemico Pubblico, condotta dallo stand up comedian Giorgio Montanini, andata in onda martedì 20 maggio su Rai 3, ha totalizzato 665.000 telespettatori e uno share del 4,55%. Questa volta non c’era il traino di Ballarò, ma quello ammazza audience delle tribune elettorali. Non importa, la puntata era fortissima. L’anteprima è stata fatta con un medley delle quattro candid delle puntate precedenti (quindi con un minutaggio allungato), poi è partito il primo monologo su uno dei bersagli preferiti di Montanini: il suffragio universale (“Io sarò ladro e mafioso, ma tu sei cojone: ogni volta mi voti”), per esempio: “Se ti fai i selfie non voti più, cretino”. Poi chiude su come saremmo disposti ad appoggiare ancora Hitler, se ci facesse delle promesse allettanti.

Nella prima candid camera Montanini è un cameriere che caccia i clienti di un ristorante perché deve far posto a un Senatore e a quella che è, evidentemente, la sua amante (“Ve ne dovete annà,” dice ai clienti e li apostrofa con: “Se l’Italia va male è perché c’è gente che non ha senso civico”). Tra i complici i coautori Filippo Giardina e Francesco De Carlo.

Secondo monologo: più leggi ci sono più il popolo è bestia, così ci sono anche le leggi sull’omofobia. Infatti il maschio teme di passare per frocio, dice di preferire il sedere di un’anziana a quello di Brad Pitt proprio per questo terrore atavico di passare per gay, anche se Brad Pitt ha un sedere più bello di quello di un sacco di donne. Per chiudere uno strepitoso racconto dei due papà cacciatori, molto maschi, che però nella pausa fanno sesso: idea insopportabile per molti.

tipica posa di Giorgio Montanini

tipica posa di Giorgio Montanini

La seconda candid è la migliore fra quelle fatte finora, per l’intensità e la crudezza dei temi trattati: un padre al ristorante riceve la confessione che il figlio è omosessuale (“Sono gay”, “Che vor dì? che sei frocio? Damme una coltellata che è meglio”), e sbrocca davanti a tutti: “Ti faccio la chemioterapia, ti porto a San Patrignano… te devi curà”. “Preferiva un figlio ladro o mafioso?” “Sì, almeno arrivava qualche soldo”. Si ride molto. Montanini tenta il suicidio nel Tevere bloccato dal complice Filippo Giardina. La candid prosegue al tavolino con tre soavi signore che tentano di farlo ragionare.

Chiusura volando alto: sul dire la verità a tutti i costi anche quando non è richiesto. La verità rende più ciniche le persone, non le migliora. Dev’esserci l’illusione del mondo migliore. La verità è una dittatura che vuole sovvertire la repubblica delle emozioni.

Puntata strepitosa, complimenti!!!

Ananas Blog

Annunci

9 Risposte to “Nemico Pubblico: la terza puntata”

  1. Massimo Zoli maggio 22, 2014 a 8:34 am #

    A prescindere dai dati d’ascolto non straordinari, penso sia un prodotto interessante e ben fatto. Ottima la fotografia e perfetto il taglio e la durata, un programma che seguo molto volentieri. A Giorgio Montanini, che non conosco personalmente, vanno i miei complimenti. Spero che il programma cresca e trovi un posizionamento in palinsesto che possa essere più premiante in termini d’ascolto.

    • ananasblog maggio 22, 2014 a 11:52 am #

      Giusto e sta arrivando anche il gruppo intero di Satiriasi su Comedy Central. L’A

  2. Gianni maggio 21, 2014 a 7:38 pm #

    Il discorso sui numeri tiene e non tiene; i programmi di Gloria De Antoni e Oreste De Fornari, sicuramente erano meno visti di una Clerici o un Carlo Conti o qualsiasi reality. Ciò non significa che fossero qualitativamente inferiori. Uno show come quello di Montanini & C. non potrà MAI fare i numeri di ZeligColoradoMadeinsud per ovvi motivi: tempi, durata, posizionamento nel palinsesto e tematiche diverse, fruibili in maniera meno immediata, a volte scomodo. Io, da spettatore, sono contento di vedere qualcosa che cerca di essere diverso e che in una certa misura se ne frega dello share.

  3. Anonimo maggio 21, 2014 a 12:48 pm #

    BRAVISSIMO!
    Da solo vale quanto i 40 comici di Made in Sud oppure di Colorado.
    NUMBER ONE!

  4. Anonimo maggio 21, 2014 a 10:37 am #

    Ah…con ballarò al 9% e senza al 4%….mmm….bene…mmmm…

  5. rael maggio 21, 2014 a 10:02 am #

    Mannaggia ho perso la scommessa di chiusura alla seconda! 665mila spettatori comunque son briciole..se i dati valgono per gli altri comici, devono valere anche per lui.

    • ananasblog maggio 21, 2014 a 11:14 am #

      beh, allora: un comico solo fa 665.000 spettatori, Colorado e Made in Sud che ne hanno 40, dovrebbero farne più di 26 milioni (è matematica), L’A

      • Anonimo maggio 21, 2014 a 11:42 am #

        Ah quindi il numero i comici equivale al numero di spettatori…che analisi, signori!!!

      • rael maggio 21, 2014 a 4:49 pm #

        Vale anche per Fiorello?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: