Stand up Comedy, la puntata 5 su Comedy Central

8 Lug

10402427_10152478477440549_6108573583575985913_n

Lunedì 7 luglio 2014 è andata in onda la quinta puntata di Stand Up Comedy, il gruppo Satiriasi su Comedy Central. Mentre la rivoluzione stand up è iniziata, si rincorrono notizie di un sempre maggiore interessamento verso i 7 ragazzi di Satiriasi: confermata la seconda stagione di Nemico Pubblico su Rai 3, con Giorgio Montanini (e Filippo Giardina e Francesco de Carlo), parte la trasmissione di Saverio Raimondo su Radio 2… eccetera, news destinate a infittirsi in controtendenza con la crisi del settore, è inevitabile. Qui il Twitter delle battute migliori. Vediamo i contenuti della puntata:

Alla conduzione questa volta Saverio Raimondo che inizia con rudimenti di sesso orale col microfono. Poi parla di satira e della necessità di farsi censurare per essere famosi (Il problema della satira in Italia è che non c’è più censura) ma lui non ce l’ha fatta neanche con la battuta: “Papa Ratzinger in Africa aprì all’uso del preservativo, ma aprì troppo e gli si è rotto”; Pietro Sparacino parla di religione con gli insegnamenti che la maestra fanatica religiosa gli dava alle elementari (Se ti comporti male vai a bruciare all’Inferno. Ho fatto preparare il vestito per il mio funerale: ignifugo!).

Filippo Giardina con il suo “Sesto Potere” che sarebbe il web, dà il meglio arrampicandosi su concetti mai banali virati in chiave comica, soprattutto sull’ipocrisia di Facebook, chiudendo con l’invito a uscire dal Sesto Potere (…dovete stare zitti. Lo so è dura da accettare, ma molti di voi sono nati pubblico e moriranno pubblico); Velia Lalli unica donna del gruppo e spettacolare fondoschiena: partendo da un’entrata al bar di pomeriggio, racconta degli anziani (“Signori’ che mi fa passare?” “Perché è incinta?” “Ma c’ho 80anni!”“Ha provato con l’inseminazione artificiale?) oggi i vecchi sono diversi, pensano solo a scopare.

Mauro Fratini, il saggio di Satiriasi, quello che conosce l’arte della parola (Non di solo pane vive l’uomo, ma di Spirito Santo. E prosciutto crudo, cotto, salame pancetta: tutto il Porco è commestibile) che poi vira sul racconto di Gesù tentato nel deserto dal demonio; Francesco De Carlo va più su una stand up surreale e parla dell’ossessione del tempo che cambia e la sensazione di invecchiare (Ogni mattina mi faccio la stessa domanda: dove ho parcheggiato la macchina? E io non ho una macchina); chiude Giorgio Montanini, con una lunga digressione sull’andare a prostitute (Perché vado a puttane? Perché me sento a casa. La puttana non te giudica mai, se non positivamente, come mamma).

Fine puntata, e un invito a tutti: non trascinatevi, rischiate, innovate, rompete gli schemi, prima che gli schemi rompano voi (se non l’hanno già fatto).

Ananas Blog (Long May You Run)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: