Made in Sud, la puntata del 7.10.2014 (solo fino a un certo punto)

8 Ott

Gigi Gregoraci

La terza puntata di Made in Sud, in onda martedì 7 ottobre 2015 su Rai 2, ha totalizzato 2.115.000 spettatori e uno share del 8,88%. Qui su Tv Blog il live, a cura di una coraggioso Giulio Pasqui. Qui invece la puntata su Rai Replay. Ananas Blog recensisce solo un’ora, poiché quella è la durata fisiologica di un programma comico, per protestare contro i varietà lunghissimi e di bassa qualità che infestano la comicità italiana. Colpa anche dei comici, disposti ad andare in onda a orari impossibili pur di esserci.

Da notare il silenzio di Pasquale Palma, della produzione, del capoprogetto, degli autori, dopo che nell’ultima puntata era stata detta una battuta appartenente a un altro (leggi qui), tra l’altro inserita in uno sketch mal concepito e mal recitato. Ci si aspetterebbe almeno uno “scusa non lo sapevo” (che non costa nulla, dati i braccini corti che girano di questi tempi). La colpa è anche di un ambiente venuto su senza regole in cui autori e comici sono solo carne da sketch, in cui si può fare qualsiasi porcata che tanto nessuno protesta. Ma non finisce qui, ah, non finisce qui…

Si inizia con Santa Risata, ridi per noi, Santa Risata adda passà ‘a nuttata (vabbè). Gigi e Ross sul sindaco dimissionario  De Magistris, dicendo “salutatemela” a una multa; Enzo e Sal, l’incazzatore personalizzato; Pigro Man interpretato da Mariano Bruno; Elisabetta Gregoraci vestita da vampira introduce lo sketch dei Ditelo Voi che fanno i volturi meridionali (Tirocinio? No, tira o sangue) comunque sketch migliore del programma; Mariano Bruno che fa la Mucca di Caserta (la battuta finale è sempre: Mmmmmmh); Alessandro Bolide con “sono sereno”; Francesco Cicchella imita Kekko dei Modà (io quanto canto soffro).

Paolo Caiazzo interviene sull’attualità, addirittura sull’articolo 18, ma risolve tutto alla Made in Sud: giochi di parole fini a se stessi (non conosco neanche i primi 17, Della Valle vuol fare le scarpe a Renzi, co co co coccodè); inizia lo sketch più triste di tutta la trasmissione: Pasquale Palma il finto ex fidanzato di Fatima Trotta, non solo recitato maluccio, ma bisognoso di prendere battute altrui senza neanche chiedere scusa… Fatima cita una battuta di Rocco Barbaro: “Quando due persone si lasciano la colpa non è mai di uno ma di tutti e tre”. Ecco, una trasmissione del sud e non ci metti Rocco Barbaro? Almeno si farebbero due sane risate con Rocco Barbaro! Grande!

Uomini e Donne Over con Nello Iorio, Salvatore Misticone, Francesco Albanese; Mino Abbacuccio il Timido (saluta Tittì); Ivan e Cristiano gli opposti in crociera; Gigi e Ross nella parodia di Masterchef (il dolce preferito dai beduini del Sahara è il desert); Marco Capretti con un monologo di costume sui costumi; gli Arteteca coi tamarri napoletani; (vita, cuore, battito); Gino Fastidio (la gag iniziale è pari pari a quella di Alberto Farina, solo che Farina la fa senza il fumo in bocca); Mariano Bruno con un paio di manette in testa per arrestare la caduta dei capelli (barzelletta che risale ai tempi di Gino Bramieri, come minimo). Voilà, la telecronaca si ferma qui, chi è fuori è fuori. Un saluto a Floriana!!!

Ananas Blog (Long May You Run)

Annunci

18 Risposte to “Made in Sud, la puntata del 7.10.2014 (solo fino a un certo punto)”

  1. Antonio ottobre 13, 2014 a 7:51 am #

    Scusate ma il problema delle battute copiate non si risolve alla SIAE? Se hai scritto una battuta in un libro, l’avrai depositata insieme a tutte le altre no? Quindi la stessa è tutelata dal diritto di autore? O sbaglio? Si fa una bella denuncia per plagio e il problema è risolto.
    Riguardo alla ripetitività concordo in pieno. La mucca parlante è carina ed ho trovato molto originale la parodia di cattivissimo me (si vede che non è napoletano), come pure i vampiri mi hanno fatto ridere (li c’è anche il mestiere secondo me) ma non bastano solo 2/3 cose nuove a rinfrescare un programma che ormai si ripete all’infinito da anni. Tutti i programmi cambiano la scenografia, cambiano i conduttori, il cast non si capisce perché qui no.

    • ananasblog ottobre 13, 2014 a 8:42 am #

      bah smuovere cause legali per una battuta… rimarchiamo piuttosto la poca originalità e la seguente scorrettezza. L’A

  2. Stufo ottobre 12, 2014 a 3:06 pm #

    Siamo Stufi di vedere sempre gli stessi 40 comici che si travestono oppure tornano con il vecchio personaggio. Ci devono essere nuovi comici sicuramente più giovani per mandare avanti il programma perché è diventato troppo monotono dopo tantissimissime puntate in TV tutte uguali da non distinguerne l’una dall’altra.
    Ma gli autori non sanno fare nuove audizioni?
    Muoversi!

  3. antinore wild ottobre 9, 2014 a 7:26 am #

    Devo dire, con grande cordoglio, che tutta la comicità televisiva ormai rappresenta la tristezza al tramonto. Un declino agonizzante e delirante, fatto di cattivo gusto, di noia, di offesa alla cultura generale… e in questo Made in Sud non è secondo a nessuno. Roba da 40enni annoiati e nostalgici che ogni volta sperano di ritrovare un sorriso come alle prime edizioni di Mai dire gol o il primo Zelig. Da li in poi il vuoto pneumatico. Non mi stupisco se i giovani 20enni trovano più divertente le papere umane che vengono scaricate su Youtube…

  4. Copione ottobre 8, 2014 a 12:29 pm #

    Io ho cercato di copiare qualcosa, non c’è un c***o da fare qui.

    • Samba ottobre 8, 2014 a 5:52 pm #

      inizia prima a trovare un programma in cui fare le battute che copi, e poi ne parliamo, visto che sicuramente sei uno dei tanti comici rosiconi che vorrebbero tanto fare MADE IN SUD…

      • ananasblog ottobre 8, 2014 a 10:14 pm #

        per favore loggatevi o mettete un nome, nel tuo caso provvedo provvisoriamente. L’A

  5. Icaro ottobre 8, 2014 a 11:56 am #

    Il sig. Scarpato è di parte visto che è parente stretto di due dei Malincomici.
    E’ evidente che i parenti, per carità, sono i primi a dire dappertutto “siete i numeri uno”, “bravissimi”, “unici”, ma dopo tanti anni ancora! Si sono fatti vedere in TV (bene, benissimo!) ma tutto ha un limite e si è superato abbondantemente.

    • ananasblog ottobre 8, 2014 a 10:11 pm #

      per favore, fate log in oppure scrivete un nome, i commenti anonimi rendono impossibile la comprensione a chi legge. Qui ti attribuisco un nick provvisorio in modo arbitrario. L’A

  6. Icaro ottobre 8, 2014 a 11:07 am #

    Caro Amministratore, è VERGOGNOSO che nessuno di Made in Sud si è scusato per aver copiato la tua battuta, nè si è fatto sentire per trovare una soluzione, e questo sottolinea soltanto che non hanno un briciolo di educazione e di rispetto per il lavoro degli altri, ed hanno tutti il braccino corto. E’ un comportamento non da Signori, infatti, cit. Totò: Signori si nasce!
    Per il programma di ieri ho fatto un sondaggio questa mattina a Napoli e molti non hanno seguito la trasmissione, quindi non sei stato l’unico, è talmente noioso e uguale che il tempo non sembra passare mai!
    Per fortuna hanno spostato i Cesaroni perchè gli ascolti sarebbero crollati in modo vertiginoso, e non hanno avuto altri concorrenti, visto che quest’anno i talk show non sono più seguiti come una volta, in quanto è inutile parlare che i politici fanno quello che vogliono, come lo stanno facendo in RAI).
    Made in Sud si contraddistingue dagli altri programmi che hanno lo stesso format (esempio Colorado che è la copia, come Made in Sud, di ZELIG) in quanto tutto resta ESATTAMENTE UGUALE. Che palle! Quindi è PEGGIO DEGLI ALTRI che ad ogni edizione almeno apportano qualche cambiamento tra i presentatori, i comici che sono di TUTTA ITALIA (dimenticano che molti di Made in Sud si sono fatti conoscere a Colorado ect). In TV ogni trasmissione fa importanti cambiamenti nell’edizione successiva, ma soprattutto è indispensabile cambiare il CAST, le persone, invece in questo programma la Tunnel distribuzione vuole imporre solo i “suoi”, ma alla RAI tutto questo va bene? Ci si rende conto che è un programma Televisivo oppure pensano che si trovano nel loro Teatro oppure in un Villaggio turistico? Ma anche nel villaggio, se dicono che l’anno successivo ci sono sempre le stesse persone, che dicono sempre le stesse cose, si cambia Villaggio! 4 ore per vedere sempre e soltanto loro con le loro battute banali, ripetute ed alcune copiate e volgari… BASTA!

    • Anonimo ottobre 8, 2014 a 12:51 pm #

      Hai dimenticato la storia degli ospiti…

    • Samba ottobre 8, 2014 a 5:49 pm #

      non lo guardare… perche devi tortrurarti cosi, guarda altro…

  7. Tommaso Scarpato ottobre 8, 2014 a 10:56 am #

    ci son battute così facili che a pensarle è così facile che le pensano in tanti, qualcuno però ha la colpa di non aver sentito o visto o letto che gia l’ha detta tizio o caio. Il bello che tizio o caio sono spesso gli unici a non farlo notare perchè sanno che è facile…o forse perchè anche loro non sanno che…ma dai, siamo seri!

  8. Tommaso Scarpato ottobre 8, 2014 a 10:55 am #

    ci son battute così facili che a pensarle è così facile che le pensano in tanti, qualcuno però ha la colpa di aver sentito o visto o letto che gia l’ha detta tizio o caio. Il bello che tizio o caio sono spesso gli unici a non farlo notare perchè sanno che è facile…o forse perchè anche loro non sanno che…

  9. Livio ottobre 8, 2014 a 8:34 am #

    Per non fari mancare del sano plagio:
    Caravella esordisce con…sto messo male, una famiglia africana mi ha adottato a distanza
    Battuta che se non ricordo male è di un giovane monologhista o comunque gira su internet

    • ananasblog ottobre 8, 2014 a 8:40 am #

      Battuta facile, facile, ci può arrivare chiunque. L’A

      • Pera ottobre 8, 2014 a 11:03 am #

        Già, perché quella dei “Santi Giorni” invece è la battuta del secolo, giusto?

        • ananasblog ottobre 8, 2014 a 10:09 pm #

          Per favore, o vi loggate e commentate con un nick, oppure scrivete un nick o il vostro nome ogni volta che commentate, altrimenti sarò costretto ad attribuirvi un nick io, comincio da te. L’A

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: