Zelig, la puntata del 23.10.2014 con Brignano e Gerini

24 Ott
prima inquadratura: una mano su una tetta (metafora del rapporto con lo spettatore?)

prima inquadratura: una mano su una tetta (metafora del rapporto con lo spettatore?)

La puntata 3 della 18esima stagione di Zelig, 23 ottobre 2014, ha totalizzato 3.382.000 telespettatori e uno share del 13,71%, in risalita rispetto a settimana scorsa, ma inferiore alla puntata d’esordio. Conduzione di Enrico Brignano e Claudia Gerini. Guest di Claudio Bisio che è in promozione col film “Confusi e Felici”. Qui il live su Tv Blog.

Si comincia con 14 minuti di ritardo. Ma la prima inquadratura era dietro le quinte: Brignano tocca una tetta alla Gerini (cominciamo bene). I Beoni a Schiaffo; Andrea Perroni i romani ai concerti, con la guest di Federico Zampaglione (marito della Gerini) che imita anche Califano. Quartetto romano sul palco. Perroni imita Brignano. Pajata per tutti. Zampaglione fa un po’ di autopromozione ai suoi concerti. Il romano Paolo Arcuri a schiaffo. Mr Forest che fa un lungo gioco, tenta di prendere in giro Brignano, ma la cosa gira un po’ a vuoto, viene accolta con un misto di fastidio e indolenza romana, con un sottofondo di “Io vengo dalla scuola di Gigi Proietti, tu no”.

Enrico Brignano (pregato dalla Gerini) fa un monologo  che parte dall’arrossire, passa per le “score” e i rutti, le erezioni del mattino, il metabolismo (durata quasi 9 minuti); arriva Raul Cremona col suo storico attore Jacopo Ortiz (e qui si capisce definitivamente che Brignano non è una spalla, ma un primattore, forse lo sketch andava fatto solo con la Gerini); Sconsolata parte con le alluvioni di Genova e Parma, poi “Cristo si è fermato a Ebola”, “La stitica Evacù”, “Intrenet”, “Feicbuk” poi si commuove. Poi: “George Cuneo”, “I film in Tri Dì”, “Luci soppruse”, “Rakmanico e Severino Cazzelloni” (sto piangendo dentro) “Stai in campagna, ti ho dato un Autan” (Cristo, pietà). E’ passata un’ora e il vivaio Zelig ha avuto solo due entrate a schiaffo. Intanto riprendono i laboratori in tutta Italia accompagnati dalla domanda: a che minchia servono?

I Senso D’Oppio col visual; col disannuncio esce Bisio (standing ovation) e presenta Marco Giallini, tra i protagonisti del film “Confusi e Felici” e vengono intervistati da I Boiler a cui si aggiungono Brignano e la Gerini (dislivelli NDR) parte la clip del film (in cui Claudio ci regala subito una espressione finto basita delle sue) comunque Bisio fa solo promozione al film; Ale e Franz i due anziani, Franz lentissimo nel camminare (se ti spedivi via mare arrivavi prima, sembri la boccia del curling, quando sei partito quella giacca lì era ancora di moda). La telecronaca di Ananas Blog finisce qui (PS riguardando tutte le clip, pezzo migliore della serata: Maurizio Lastrico, con l’allenatore delle giovanili).

Recensione: togliete minutaggio alla conduzione! Meno ospiti! Più seconde linee (vedi post). Il “comma 22” (vedi qui significato) di questa edizione di Zelig è: L’ospite/conduttore famoso non è una spalla, poiché se fosse una spalla non sarebbe uno famoso. Questo significa una sola cosa: tutte le conduzioni vip falliranno, non si sfugge al comma 22 di questa edizione di Zelig.

Ananas Blog (Long May You Run)

Annunci

28 Risposte to “Zelig, la puntata del 23.10.2014 con Brignano e Gerini”

  1. cino ottobre 24, 2014 a 6:09 pm #

    giusto per restare un po’ OT, sennò non mi diverto, con l’ausilio della mia sfera di cristallo cinese prevedo che le prossime due puntate potrebbero andare sotto i 3ml. di spettatori. In particolare nella prossima ci sarà Gepi&Gepi in promozione con gli Addams, per cui sketch con Basso nella parte di Lurch, quello del film non quello del telefilm, Cinelli in quella di Mammà, Gepi&Gepi farà ovviamente Morticia prima della dieta e Morandi…MANO!!!:-) Morandi salirà sul palco cantando “Occhi di ragazza”, “TATTàTTATTATAà” e “Banane Lampone” che fa allegria!

    • ananasblog ottobre 24, 2014 a 8:01 pm #

      Se Morandi fa Mano o subisce una battuta sulle mani grandi, muoio di tristezza. Urca, è vero, anche la Geppi è in promozione!!! L’A

      • cino ottobre 25, 2014 a 10:47 am #

        Morandi è in promozione “Greatest hits” con il disco di natale, operazione commerciale iniziata su facebook del tipo “aiutatemi a scegliere i brani del disco”…Ambra non so effettivamente che ci stia a fare, forse il marito ha qualche disco da promuovere tipo Zampirone… prevedo ascolti in picchiata perchè minigonnata non è proprio sto granchè. Anche la Mannino senza l’entrata tra i canapi del cavallo di rincorsa Medici la vedo male, c’è sempre l’incognita Bova però, magari in promozione con qualche offerta all-in-one

        • ananasblog ottobre 25, 2014 a 11:00 am #

          La puntata più debole potrebbe essere Ambra + Ale e Franz, che hanno dei tempi comici molto dilatati, quindi l’opposto di ciò che è richiesto alla conduzione, Ambra era una giovane spigliata, ma da quando è entrata nel tunnel di Ozpetek… L’A
          PS già si immagina la Mannino alzare la voce di un’ottava e esclamare compiaciuta: “Raùl Bbbbbòòòòòòva!!!”

          • cino ottobre 25, 2014 a 12:19 pm #

            cavoli, mi accorgo ora che Ambra sarà in promo con il cinepanettone di due sconosciuti, cioè Lillo&Greg…purtroppo la mia sfrera di cristallo non aveva campo perche non prende le mezze tacche

            • ananasblog ottobre 25, 2014 a 4:24 pm #

              anche Ficarra e Picone in promozione col film!
              PS flop di Tutto Molto Bello e Soap Opera parte male (agonia dei cine marchettoni comici?) L’A

              • cino ottobre 26, 2014 a 2:24 pm #

                sai, mi viene da malignare che sia in atto un enorme scambio merce, del tipo “tu mi presenti il programma, io ti concedo di fare pubblicità”…oh, c’è crisi! Chi se li può permetter piu’ i 60mila euro a puntata della Cortellesi! Chissà Bisio quanti ne prendeva se ne ha chiesti 200 a puntata per fare il giudice su Sky, almeno così leggo sul web!

  2. Vittorio ottobre 24, 2014 a 3:03 pm #

    tra non molto , per i comici sarà un vanto poter scrivere sul proprio manifesto ” mai apparso in tv , né a Zelig , né a Colorado …e nemmeno a Made in Sud “

    • Veronica T ottobre 24, 2014 a 6:09 pm #

      Ha ha , direi già adesso

  3. Telespettatore ottobre 24, 2014 a 12:46 pm #

    Caro Amministratore, se Bisio ha fatto bene a non trattenersi, dopo aver parlato del film, perché sarebbe sembrato un tentativo di pompare gli ascolti scavalcano i conduttori, allora Vincenzo Salemme ha sbagliato a Made in Sud ad esibirsi per ben 3 volte (anche nel collegamento con il TG2 dove ha rischiato di cadere)?

    • ananasblog ottobre 24, 2014 a 1:02 pm #

      Bisio è diverso: è l’artefice del successo di Zelig e dopo di lui c’è stato il vuoto. Presenza troppo ingombrante. L’A

  4. Marco C. ottobre 24, 2014 a 11:58 am #

    Da notare come gli schiaffi provati con spalla da laboratorio, trasferiti su “palcone” con due che a far da spalla manco ci pensano lontanamente non funzionano per un *****, e meno male che sono i nuovi che affossano il programma. Una considerazione: notare come l’uscita di Zampaglione abbia annichilito la piaciona ma pur buona prestazione di Andrea Perroni al quale ha provveduto ad ammazzare il pezzo e personaggio l’intervento delle due star/presentatori sul finale che non se lo sono più cag*to di striscio facendosi i c*** loro e di Zampaglione con notevole imbarazzo del comunque protagonista (non famoso) del pezzo. Allora se i comici servono solo da contorno alle loro promozioni, mettete 2 belle f**** e lasciateli a casa! Almeno il bagaglino si proponeva per quello che era e basta, non si spacciava per varietà alternativo di sinistra. Zelig è la cosa più lontana dal cabaret che ci sia in televisione. Più di Made in Sud che è pure poca cosa.

    • ananasblog ottobre 24, 2014 a 12:09 pm #

      tu chiamali se vuoi, marchettoniiiiiiii… L’A

      • Marco C. ottobre 24, 2014 a 2:07 pm #

        La cosa si è ripetuta con Sdrumo/Frankie hi-nrg MC, più soft ma c’è stata. Volevo un commento da te su questo genere che non è cabaret ormai, come lo chiameresti caro amministratore? Diamogli un nome così i due “grandi vecchi” si rivitalizzano 😉

    • giusvalone ottobre 24, 2014 a 5:06 pm #

      caro marco C. apprezzo la competenza del tuo giudizio, la sua pungente puntigliosità e la sapiente disanima del tutto. Sono perciò sicuro che saprai, ad esempio, riraccontare a tutti noi la struttura dell’intervento di Perroni (detto in parole povere, sei capace di riepilogare i singoli passaggi da quando entra a quando esce?) e quindi spiegare a noi profani cosa è veramente successo. Analogamente sono certo che su Beoni ed Arcuri (gli schiaffi ecc. ecc.) identicamente saprai fare una disanima critica dei limiti, qualcosa che vada al di là del semplice “non mi fanno ridere”. O no?

      • ananasblog ottobre 24, 2014 a 5:09 pm #

        “pungente puntigliosità” “sapiente disanima”
        Prosa di scuola turatiana. L’A

      • Marco C. ottobre 25, 2014 a 11:50 am #

        Basta andare sul sito Mediaset c’è tutto frame by frame, step by step, schiaff by schiaff.

  5. Telespettatore ottobre 24, 2014 a 11:54 am #

    Claudio Bisio mi ha deluso.
    Poteva trattenersi un poco di più visto che ha condotto lo Zelig del grande successo, ormai in declino, ed, invece, dopo aver parlato del film, è andato subito via…

    • ananasblog ottobre 24, 2014 a 12:08 pm #

      Ha fatto bene: sennò sarebbe sembrato un tentativo di pompare gli ascolti scavalcano i conduttori. L’A

  6. A ottobre 24, 2014 a 11:35 am #

    Puntata carina , però i senso d’oppio e i beoni non fanno ridere nemmeno sotto tortura

  7. ettore ottobre 24, 2014 a 11:17 am #

    la mia riflessione è questa :perchè il trio medusa?far vedere degli spezzoni musicali è arte?mentre fior di cabarettisti che perdono mesi per creare un monologo sono stati lasciati fuori?ai poster l’ardua sentenza.

    • ananasblog ottobre 24, 2014 a 11:21 am #

      Tra l’altro quella di “Vado a Sovizzo, vado e picchio Sisto…” l’han già fatta ovunque. L’A

  8. cino ottobre 24, 2014 a 10:27 am #

    complimenti all’amm per aver beccato la previsione a 3,3ml…vedi che con un po’ di abnegazione non è difficile. La puntata non è dispiaciuta nemmeno a me, concordo con Lastrico, il pezzo andava presentato meglio ma è anni luce dalla cag…na con i numeri della volta scorsa. Pessimo il monologo di Brignano, che se ci informa che ciulla alle 11 di sera poi come fa a dire “erezioni anticipate”, casomai posticipate…ma tanto il pubblico in sala è piu’ interessato alla steadycam che gironzola per fare le inquadrature ad uso parenti a casa, che alle battute, tipo la signora con gli occhiali che guarda addirittura in camera prima di piegarsi in 2 ,un po’ telefonata… potere di andare in tv!

    • ananasblog ottobre 24, 2014 a 11:04 am #

      Forse dai marchettoni si ottiene qualcosa: chiami Brignano e poi lui ti chiama per scrivere un musical, arriva la Gerini e le dai una sceneggiatura scritta per lei che avevi nel cassetto. Marchettoni incrociati. L’A

  9. Telespettatore ottobre 24, 2014 a 9:15 am #

    Questa edizione di ZELIG, con conduttori famosi e ritorni anche di comici dei primi anni di messa in onda del programma, diventati anche loro famosi, evidenzia quanto il FORMAT, copiato da COLORADO e poi da MADE IN SUD, abbia STANCATO!
    ZELIG di ieri non mi è dispiaciuto (PRESENTATORI diversi, SCENOGRAFIA bellissima, COMICI BRAVI che non si vedevano da tempo tutti insieme) eppure la gente vuole vedere qualcosa di diverso!
    Non se ne può più di vedere sempre le stesse cose (presentatori + tanti comici uno dopo l’altro), tanto che questa edizione doveva fare ascolti molto alti, ma è chiaro che questo Format non può più superare un certo numero di ascolti.
    Adesso tocca alla Televisione (RAI e MEDIASET) che deve rendersi conto di dover cambiare tipo di programma.
    Bei tempi quando esisteva a Napoli il TAM (QUELLO STORICO) in una traversa di Spaccanapoli (vicino Santa Chiara), un locale piccolissimo, ma accogliente, dove lo spettacolo durava 1 ORA e si esibiva un solo comico quasi acconto a te. Adesso ogni comico appare per pochi minuti, l’importante è farsi vedere in TV in modo da diventare un personaggio della televisione e vieni chiamato nei locali a caro prezzo, anche se non fai affatto ridere con delle battute scontate e banali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: