Zelig del 20.11.2014 con Teresa Mannino e Gerry Scotti

21 Nov
il bacio saffico è servito (Raùl Boooooooova)

il bacio “saffico” è servito (Raùl Boooooooova)

La puntata di Zelig del 20 novembre 2014 ha totalizzato 3.565.000 telespettatori e uno share del 14,86%, in flessione rispetto a alla settimana scorsa. Conduzione Teresa Mannino e Gerry Scotti, ospiti Paola Cortellesi e Raul Bova (in promozione col film “Scusate se esisto”) Linus e il rapper Shade. Qui il live della puntata su Tv Blog. Si inizia col bacio tra Scotti e la Mannino (in abito bianco sfolgorante con spacco sulla schiena, ottima forma fisica) che tenta di emulare quello tra Baudo e la Littizzetto. Poi lei chiede a Gerry di salutare tutti i parenti siciliani (c’è tutto un mondo dietro ciò: “Oh, vengo dalla provincia, oh guardate faccio tv coi personaggi famosi, oh, sono siciliana…”).

Paolo Arcuri a schiaffo. Ale e Franz i due anziani (perché strisci i piedi, hai le scarpe in pitone?) con guest Gerry Scotti che lo scambiano per Paolo Bonolis, poi la gag si trasforma in un quiz (tanto per dire: “Oh, siamo nazional popolari, guardateci, che arriveranno tante cose nazional popolari”.). Antonio Ornano che parla dei figli con grande energia anche se poi, all’osso, è un solito monologo di cabaret. I Beoni a schiaffo.

Andrea Perroni coi romani ai concerti (battuta: al sindaco Marino gli hanno fatto la multa perché s’è comprato la Panda) poi interagisce con Scotti. I Senso D’Oppio visual con medley musicale. Paola Cortellesi (che qualcuno tentò di trasformare in spalla comica) e Raul Bova (che qualcuno sta cercando di trasformare in attore brillante da commedia) poi intervistati da I Boiler tra cui spicca la Mannino e poi Gerry Scotti vestito da Gerry Maloscia (“è arrivatu lu bagaglinu?” “no, zio, torna a dormire”). Quagliarella tra il pubblico (stranamente ha l’occhio più vivo di quello di Raul Bova).

Sconsolata: “Dimmelo a mail… Mia figlia mi ha fatto l’Erasma… si è laureata a 110 e l’odio… e chi più ne ha più lo metta… Picchio della Mirandola… l’I Pop e I pop delle ragazze…” 😦 poi parte il momento filosofico. Battuta di Teresa sulla pinguedine di Gerry. Marta Zoboli e Gianluca De Angelis (ricordiamo il suo spettacolo “Le cose che mi divertono” di cui cade il 18esimo anniversario o giù di lì) lo speed date con le guest Paola Cortellesi, Mannino (sono Stefania, la porca di Catania). Mago Forest, I Beoni telepromozione della Lay’s (chissà se li pagano a parte per ciò e quanto prendono). Trio Medusa con le canzoni travisate e Linus con cui Scotti lavorò a Radio Deejay. La telecronaca finisce qui a un orario decente.

Recensione: difficile dire qualcosa: la parata di vip a traino della 18esima edizione di Zelig produce risultati più o meno deludenti in fatto di ascolti e provoca una sensazione spiazzante. Non si vede un futuro, un progetto artistico, forse si spera solo che Mediaset conceda altri anni di contratto nel caso la si assecondi in ogni suo capriccio. Boh.

Ananas Blog (Long May You Run)

Annunci

15 Risposte to “Zelig del 20.11.2014 con Teresa Mannino e Gerry Scotti”

  1. Me stesso novembre 25, 2014 a 1:24 am #

    Cercare la qualità nella televisione è come spacciare per nouvelle cuisine la compostiera dell’umido.

  2. Enrico novembre 21, 2014 a 3:06 pm #

    La gente comincia a guardare meno il FORMAT di ZELIG (comici uno dopo l’altro alla velocità della luce con musica e ballerini) + Ospiti (lo stesso vale per copie COLORADO e MADE IN SUD) finché si stancherà definitivamente, e gli ascolti caleranno sempre di più.
    Bisogna solo aspettare un poco di tempo….
    Gli ascolti sono stati accettabili, meglio di Made in Sud, ma questi programmi hanno veramente stancato!

    • Giusy novembre 21, 2014 a 8:45 pm #

      io sono napoletana … mi è capitato di vedere due volte Made in Sud , e mi ha disgustato , battute di terz’ordine … non vedevo tanta mediocrità da tempo….noi napoletani sappiamo ridere anche in maniera intelligente , rivogliamo Luttazzi , Lillo e Greg , Guzzanti , Parassole !

      • deleted novembre 21, 2014 a 9:49 pm #

        Che ricordiamo sono tutti napoletani!!!!!!!!!!!!!
        Ma facci il piacere…

        • Giusi novembre 22, 2014 a 11:09 am #

          non mi risulta

          • Renato novembre 23, 2014 a 7:47 pm #

            Sono d’accordo con te Giusy, anche io sono Napoletano e come tanti napoletani non capivamo come potessero continuare da anni a dire sempre le stesse battute scadenti e volgari e riperterle ovunque vadano, anche nelle serate che fanno nei locali, ma è evidente che a loro non interessa la qualità e lo faranno finché ci guadagneranno.
            Questo è il potere della TV, dove la gente non pensa nemmeno a quello che dicono, soprattutto i bimbominkia, ma si abituano a vedere le stesse persone che vanno da così tanto tempo in TV per anni, credendo chemagari la RAI abbia fatto chissà quale selezione tra migliaia di comici del Sud, ed, invece, si tratta di una sola compagnia teatrale, Tam Tunnel di Napoli.
            Si è accertato che li guardano il 70% di ragazzini campani (bimbominkia) muniti dei loro iphone ….
            La RAI ha mandato in onda sempre le stesse persone che non fanno più ridere del Tam Tunnel, allontanando dalla TV comici più bravi come Luttazzi , Lillo e Greg , Guzzanti , Parassole… ma, dopo la prossima edizione, ed arriviamo a tre anni (+ 5 sulle reti locali e commedy central), si spera che la RAI avrà il buon senso di cambiare con un programma più Intelligente e di Qualità, ritornando ad essere una Televisione di TUTTI gli ITALIANI e non solo di POCHI ITALIANI (bimbominkia della Campania).

            • ananasblog novembre 24, 2014 a 12:23 pm #

              Ciao, perché, invece di bombardarci di commenti simili tra loro, non fai coming out e dici chi sei? (Come al tempo fece l’amministratore di questo blog). L’A.

              • Renato novembre 24, 2014 a 12:56 pm #

                Caro Amministratore, tranne pochi, nessuno dice in questo blog chi è con nome e cognome, e non vedo perché dovrei farlo io, che non sono l’amministratore del blog.
                Sono un Telespettatore che vede delle cose allucinanti e la cadenza di qualità di programmi sulla comicità sulle reti generaliste, specie in RAI, e dice quello che pensa, ma, se reputi che basti, posso anche non dire più nulla, tanto le cose sono evidenti, e ti do ragione…
                Ti saluto e buona giornata.

                • ananasblog novembre 24, 2014 a 1:15 pm #

                  certo, ma data la tua “ossessione” per Made in Sud, metterci la faccia darebbe più credibilità a ciò che dici. L’A

                  • Renato novembre 24, 2014 a 2:59 pm #

                    Ce l’ho con questo genere di Format di Zelig con miscuglio di cose e ripetitività, che ha veramente stufato (copiato da Colorado e, poi, da Made in Sud), ed essendo un Napoletano ci tengo che la comicità partenopea non sia volgare e scadente, ma come quella diventata famosa, anche nel mondo, grazie alla comicità di qualità di grandissimi artisti come Totò, Troisi, oggi, Salemme, Siani ect. ect.
                    Comunque, tutto quello che ho detto sono notizie, articoli che si leggono su internet (anche su questo blog) oppure su programmi tv per gli ascolti, e non sono notizie inventate, anche se ognuno è libero di non crederci.
                    Sarei orgoglioso se il tipo di comicità in TV, soprattutto partanopea, tornasse ad essere di qualità e sono fiducioso che prima o poi questo accadrà, e sarò il primo a parlarne bene. Saluti.

                    • Anonimo novembre 26, 2014 a 3:30 pm #

                      Evvabbè ma parli di qualità e Siani nella stessa frase…

  3. Am novembre 21, 2014 a 12:54 pm #

    Amministratore, ma perché non usa più le preposizioni? 😀 Direi: “In flessione rispetto alla settimana scorsa”, non “Rispetto A settimana scorsa” 😀 Proprio lei che viene dall’Accademia della Crusca 😀 (Scherzo ovviamente, ma il nuovo trend linguistico per me è meno affascinante) 😀

    • ananasblog novembre 21, 2014 a 1:00 pm #

      cerchiamo di salvare la lingua italiana “dallo” strapotere del web. L’A

  4. Anonimo novembre 21, 2014 a 11:37 am #

    era il 20, non il 21… sei troppo avanti!

    • Non so novembre 21, 2014 a 12:53 pm #

      Non so come certi comici vadano avanti. Non si tratta di qualità o meno. Mandano sempre le solite cose le persone non lo guardano più

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: