Pintus, consigli disinteressati e “da amici”

17 Feb
Angelo Pintus al Forum

Angelo Pintus al Forum

Il Festival di Sanremo, come un’onda perfetta, ha messo allo scoperto ciò che era già evidente: la comicità italiana soffre di una grave mancanza di contenuti. Il Corriere.it ha dedicato alla débâcle una compilation dal titolo “il peggio della comicità sanremese” (vedi qui). La categoria cabarettista forse non ha mai goduto di così scarso prestigio: gente che fa battute scontate, ricicla barzellette e ripete luoghi comuni. Questo è il messaggio che sta passando.

Il più colpito dalla “Epic Fail” sanremese, paradossalmente, è stato proprio uno dei comici più popolari del momento, Angelo Pintus, reduce dal successo di Pintus @ Forum (leggi qui recensione). Potrebbe essere solo un passo falso in una marcia comunque trionfale. Eppure ciò che è stato contestato a Pintus, veniva anticipato proprio qui su Ananas Blog, dove, pur elogiandone la performance, si faceva notare che: “Gli spunti narrativi sono tutti da “cabaret basico” tipo: gli italiani che parlano male l’inglese, la mamma che mena, i mondiali di calcio, le feste in cui scatta il lento, eccetera. Non solo, lo spunto porta sempre a imitazioni, caratterizzazioni, voci e tutto, poi, muore lì.”  E poi: “Insomma, Pintus è un ottimo comunicatore, ha un pubblico vastissimo, volendo in futuro potrebbe raccontare qualcosa di più “denso” di più profondo, magari affrontare anche argomenti di maggiore impatto sociale.”

Così, sull’onda delle sue clamorose capacità di preveggenza, Ananas Blog si sente di dare alcuni suggerimenti ad Angelo Pintus, suggerimenti che sono amichevoli poiché disinteressati. Il primo è di non farsi illusioni sulla comicità che gli è richiesto di realizzare. Vale per lui come per molti altri: la comicità italiana è un genere di consumo senza contenuti. Questo è vero per i varietà di prima serata, soprattutto per Mediaset, soprattutto per Italia Uno, soprattutto per lo stile “Colorado”. Molti si illudono di elevare la qualità mettendo un “pistolotto poetico” con musica in sottofondo, alla fine di un monologo banale. Non cambia nulla. La qualità nell’universo para Zelig – Colorado – Made in Sud e nei suoi derivati, è come i gusci nei biscotti alla nocciola: se ne possono trovare delle tracce e basta.

Anche le tracce di messaggio nei monologhi di Pintus sono abbastanza labili: “Siamo stati tutti bambini e poi ragazzi con la scuola, le risate, le imitazioni dei professori, le vocine…”. Sti cazzi verrebbe da dire: l’infanzia e la gioventù significano anche disagio sociale, problemi, violenze familiari, abusi di ogni tipo, droghe, alcol, anoressia, eccetera, eccetera.

Dette queste cose brutali, il consiglio ad Angelo Pintus è di preparare una fuga dalla superficialità (dorata) cui vogliono destinarlo. Ne ha il talento, i mezzi e il tempo. Inizi a investire (soldi, energia, tempo libero) in qualche progetto di maggiore qualità che sia cabarettistico, letterario, teatrale e cinematografico, in cui ci siano contenuti originali e non affogati dall’imitazione o dalla vocina ogni 20 secondi.

Se non ora quando? (A meno che non lo stia già facendo)

Ananas Blog (Long May You Run)

Annunci

5 Risposte to “Pintus, consigli disinteressati e “da amici””

  1. Anonimo dicembre 27, 2015 a 2:02 pm #

    Anche se ognuno ha la sua opinione, da questo articolo si comprende che l’autore non ha capito un emerito “tubo”, se proprio vogliamo evitare “volgarità”, di Angelo Pintus. Il vero problema è che la stragrande maggioranza della critica è “d’altri tempi”, fissata con personaggi di altri anni che si esprimevano in altri modi, o semplicemente preferisce cavalcare l’onda del parere pubblico aprofittandone per riscuotere consensi senza esporsi con pareri personali.
    Angelo Pintus non è uno che si mette lì e scrive uno spettacolo virgola per virgola, ma improvvisa, interagisce col pubblico, non fa mai uno spettacolo uguale. Lui racconta quello che vive e vede, cose nelle quali tutti, dai bambini (che adora) ai pensionati, possono identificarsi. Senza preoccuparsi di fronzoli o bugie dorate o satira inascoltabile, come invece molti critici pretendono. Lui riesce a far ridere senza ricorrere a volgarità, scenate o satira, a coinvolgere i più giovani e trasmettere loro messaggi semplici ma efficaci, cosa che non mi pare altri si preoccupino di fare. Siamo nell’era di Internet, della velocità, della globalizzazione. I giovani sono il futuro, e Angelo Pintus è uno dei pochi che se ne ricorda. La critica sta rimanendo indietro, tutto qui.
    Ultimo punto: Angelo Pintus non ha bisogno di consigli, risentiti e riusati. È un grande artista, poliedrico e adattabile col cuore su un palco di teatro, che sta esplorando il mondo dell’intrattenimento. Quando capirete che queste “criticate” non gli fanno né caldo né freddo, farete un favore a voi stessi. Quindi, giusto per capirci, “E sticazzi?”.

  2. Anonimo giugno 4, 2015 a 12:06 pm #

    Scusami non voglio criticare ognuno ha il suo parere ma sai una cosa??anzi delle cose?????
    uno Angelo (il nome di Pintus) parla di queste cose perché fanno ridere i bambini che lui adora
    due nel nuovo tour parlerà di altre cose contento??????
    Tre a tutti quelli che vanno a vederlo fa ridere x cui……
    grazie x avere letto scusa non voglio offenderti ma solo informarti

  3. Giorgio febbraio 18, 2015 a 1:29 pm #

    Caro Amministratore, dopo aver sparato su Pintus, che non è stato il peggio del peggio del Festival di Sanremo, aspettiamo adesso un tuo pensiero su SIANI (ALESSANDRO ESPOSITO).

    • ananasblog febbraio 18, 2015 a 2:00 pm #

      stessa cosa: non puoi portare repertorio… L’A

Trackbacks/Pingbacks

  1. La provocazione di Filippo Giardina (e il vuoto delle “battute basiche”) | - febbraio 26, 2015

    […] facile-facile, che la capiscono tutti. Ananas Blog aveva individuato nel bravo Angelo Pintus (leggi qui) il difetto della gag facile e priva di contenuti, che nasce dall’illusione che ridere non […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: