Un invito a Enrico Brignano a prendere posizione…

19 Apr
Brignano, che dici? Che sta a fa'? (foto da www.milanoweekend.it)

Brignano, che dici? (foto da http://www.milanoweekend.it)

Come si sa Giorgio Montanini (tra poco su Rai 3 con Nemico Pubblico) non ha mai avuto peli sulla lingua nella critica anche feroce ai “colleghi famosi” come per esempio Angelo Pintus, Alessandro Siani e, soprattutto, Enrico Brignano, simbolo del grande talento comico un po’ troppo rivolto a una comicità  semplice – popolare. Giorgio ci ha confidato che, in un ambiente in cui i comici si odiano tra loro ma non lo dicono, le sue sono antipatie artistiche, che nulla hanno a che vedere con le persone.

Per un certo periodo Enrico Brignano e Giorgio Montanini (assieme a Filippo Giardina, altro clamoroso fustigatore di colleghi famosi e ad altri del gruppo Satiriasi) hanno fatto parte della stessa agenzia: la Sosia & Pistoia, poi è successo qualcosa. La ricostruzione dell’intera vicenda è stata fatta da Tv Blog (leggi qui). A quanto pare le critiche di Montanini a Brignano non sono state gradite alla Sosia & Pistoia che ha deciso di terminare il rapporto con lui (circostanza, invero, smentita  dall’agenzia).

A catena Filippo Giardina, Pietro Sparacino, Mauro Fratini e Francesco Di Carlo, cioè gli altri del gruppo Satiriasi che facevano parte della Sosia & Pistoia, si sono “dimissionati” (e senza fare polemiche pubbliche) per solidarietà, poiché la cosa avrebbe creato un precedente pericoloso per la libertà d’espressione. Anche se un’agenzia, ovvio, ha i suoi motivi per non gradire che si spari a zero sui suoi artisti di punta. Bisogna rimarcare, anche con una certa invidia, la compattezza e l’amicizia che caratterizza i ragazzi di Satiriasi, uniti negli anni della gavetta dura, uniti dopo un flop come #Aggratis, uniti nel successo che è venuto dopo e anche adesso quando lasciare una top agenzia è comunque un sacrificio non da poco.

La domanda che viene è se Brignano sia a conoscenza (o quanto sia a conoscenza) di ciò che è successo. In tal caso sarebbe doveroso che prendesse una posizione pubblica sull’intera vicenda che sembra basata sul tabù, tutto italiano, del: non si parla male dei colleghi, soprattutto di quelli più famosi di te. Visto che Ananas Blog è letta da moltissimi addetti ai lavori, non è detto che sia questo il mezzo per far arrivare a lui la richiesta: Brignà, batti colpo!

Qual è la posta in palio? Il rischio di rimanere “democristiani – paraculi a vita”, in un paese che ha fatto di questa filosofia la base per il nostro declino. Raccontare i nostri odi solo sottovoce e poi regalare pubblicamente solo pacche sulle spalle, che razza di libertà sarebbe? Una libertà di niente.

Ananas Blog (Bisognerebbe imparare come si sta al mondo, ma è molto meglio combatterlo)

Annunci

125 Risposte to “Un invito a Enrico Brignano a prendere posizione…”

  1. Davide Mannucci maggio 19, 2015 a 12:18 am #

    Quelli di Satiriasi, specialmente Montanini e Giardina, si sopravvalutano. Non hanno i tempi comici e la capacità di divertire di un Brignano, ma soprattutto non hanno niente di interessante da dire. L’anno scorso a Nemico pubblico, testi di Giardina, Montanini ha pure copiato la battuta di Richard Jeni su internet e le capre. Montanini invece di capre ha detto un’altra cosa, ma la battuta era quella. Meno spocchia, ragazzi, e smettetela di lodarvi fra di voi. Non siete bravi come credete. Dopo soli tre minuti venite a noia. Ma parecchio.

    • ananasblog maggio 19, 2015 a 7:57 am #

      ciao, la critica ci sta, ma non neghiamo il valore di Montanini e di quelli di Satiriasi ;). L’A

  2. Giorgio Montanini aprile 30, 2015 a 7:36 pm #

    Ve vergognate de scrive pure come ve chiamate, figurateve quanto potete soffri’ salendo sul palco…come faccio a non volervi bene?!?
    Corroborate il mio ego…già gonfio di suo.
    Grazie ragazzi.

  3. mario standappo aprile 27, 2015 a 1:53 pm #

    che poi a Montanini e alla sua banda di sborraioli la libertà di parola va bene solo quando si attaccano i Brignano, i Pintus e sti grandissimi cazzi, se gli dici invece che loro non fanno ridere sei tu il coglione. poracci

    • ananasblog aprile 27, 2015 a 2:07 pm #

      vabbè ma che aggressivo! L’A

      • mario standappo aprile 27, 2015 a 2:19 pm #

        Ah caspita qui si sta parlando di gente che insulta altri comici e la parola più elegante che conoscono è aborra e l’aggressivo sono io? Gavello come al solito stai sempre dalla parte che ti conviene

        • mario standappo aprile 27, 2015 a 2:20 pm #

          aborra era sborra. scusate ho la tastiera appiccicosa

        • ananasblog aprile 27, 2015 a 3:07 pm #

          Amettiamolo! Montanini e altri di satiriasi godono dell’ostilità (spesso aggressiva) di molti colleghi, probabilmente per istinto di conservazione e/o sensi di colpa accumulati in tanti anni di tritacarne cabarettistico!!! Ammettiamolo… L’A

    • Luigi Sporcatura aprile 27, 2015 a 7:06 pm #

      so per certo che mario standappo è carlo turati. come s’è ridotto poraccio.

      • ananasblog aprile 27, 2015 a 7:19 pm #

        cucù, e tu chi sei? 😉

      • Carlo Turacci fu Mario Standappo aprile 28, 2015 a 12:37 pm #

        So bene chi sia Carlo Turati ma ahimè non sono io. Tu puoi continuare a supporlo e sinceramente poco m’importa. Acqua

        • Carlo Turacci fu Mario Standappo aprile 28, 2015 a 12:39 pm #

          Comunque Turati o no rimango un poraccio uguale a scrivere qui su

  4. Andrea Vasumi aprile 24, 2015 a 5:13 pm #

    Avete già battuto il record di commenti? No, vabbè…allora lascio anche il mio.
    Non trovo strano che un’agenzia ‘tuteli’ il suo comico più famoso (non dico bravo ne importante, perché sono dell’idea che se entri in un’agenzia, è importante chiunque…o almeno dovrebbe esserlo).
    L’agenzia fa i suoi interessi: Brignano mi porta 100 euro, Montanini 20?(numeri a caso, s’intende) Preferisco perdere Montanini che Brignano. Credo sia normale…le agenzie campano sui propri assistiti.
    Per il resto, mi sembrano tutte polemiche sterili: se sei convinto di quello che fai, non hai bisogno di nasconderti dietro pseudonimi o altro. Sia che tu faccia stand un alla Satiriasi, sia che tu faccia monologhi alla Vasumi, sia che tu ti vesta da cangurotto per una qualsiasi trasmissione. Il mondo è bello perché è vario.
    Ah, io le sagre le faccio ancora…magari non a 200’euro e portando sempre e comunque il mio spettacolo.
    A me piace far ridere la gente è sul palco mi diverto tanto…è un male?

    • ananasblog aprile 24, 2015 a 7:44 pm #

      Ciao Andrea, se ci riesco pubblico un retroscena bomba sulla questione! L’A
      PS è appena saltato per non esporre la talpa 😦

      • mario standappo aprile 27, 2015 a 2:00 pm #

        Mannaggia!!! e adesso? qualcosa sull’Expo ce l’hai?

    • Giorgio Montanini aprile 25, 2015 a 7:48 am #

      Andrea cazzo, tu sei un comico.
      Lo eri prima di Zelig e lo sarai pure dopo.
      Hai mangiato tutta la merda che si mangia facendo questo mestiere da molto prima di quando ho iniziata a mangiarla io.
      Le comicità coesistono tranquillamente e si riferiscono a pubblici diversi.
      Tu, che fai (veramente) questo lavoro, lo sai.
      La cosa anormale è che fino ad un paio di anni fa esisteva solo un tipo di comicità.
      Sull’agenzia ti do perfettamente ragione.
      È il comico che dovrebbe dare o chiedere spiegazioni secondo me.
      Brignano dovrebbe dire “avete cacciato uno perchè mi insulta? signori sono un comico, la gente mi ama e mi insulta…è il mio mestiere. Me ne vado pure io”
      Brignano invece è sospettosamente silenzioso, anche in privato…non vorrei fosse complice.
      Comunque, da quando non sto più in sosia e pistoia, non è cambiato nulla, come sai bene anche tu, le agenzie non portano lavoro.
      Ti abbraccio Andre’

      • cricetino aprile 25, 2015 a 8:08 am #

        scusa Giorgio, ma nei tuoi monologhi scandagli l’animo umano nei suoi reconditi anfratti e poi cadi in una banalità assoluta come questa? Enrico avrebbe dovuto fare cosa? Merda ne ha mangiata tanta pure lui, dovrebbe dare il boccone del prete ad un giorgio montanini qualsiasi? Invece, come vedi, ti ha rifilato il salame al cioccolato, e non dev’essere neppure cioccolato…ma perchè è “cattivo”? no, perchè così va il mondo, quel mondo che descrivi così bene ma che forse non hai compreso del tutto, almeno da quanto scrivi qui sopra! Per il resto satiriasi forever, ma Enrico in questo momento puo’ permettersi di guardarti con il binocolo dall’alto, e non perchè sta facendo la pubblicità del caffè, ma perchè è Enrico Brignano!

        • Giorgio Montanini aprile 25, 2015 a 8:25 am #

          Quello che dici tu è giusto, come si direbbe “non fa una piega”.
          Non ho mai reso pubblica questa storia, si è saputa in giro ed è venuta fuori.
          Non chiedo GIUSTIZIA, non me ne frega un cazzo di cambiare agenzia…per me è solo il sintomo che sto facendo bene il mio lavoro.
          La storia però è venuta fuori e se ne parla…come fai tu la storia è bella che finita, tutti a casa…e questo post avrebbe 3 commenti.
          Diciamo la verità, quello che è successo non cambia nulla.
          Non cambia nulla a me e non cambia nulla a Brignano.
          Però è simbolico…simbolico di un mondo che si prende troppo sul serio.
          Hai detto che Brignano mi guarda col binocolo…è vero, ma non dovrebbe.
          Un comico è sempre un poveraccio, famoso o no.
          Se ti dimentichi di essere un poveraccio, sali sul piedistallo…inizi ad adorarti…e se qualcuno ti critica, diventi una bestia.
          Prendersi sul serio è la cosa peggiore che potrebbe fare un comico…perché inizia a pontificare invece che prendere la merda che s’è ingoiato e tirarla fuori in faccia alla gente.
          My two cents.

      • Andrea Vasumi aprile 25, 2015 a 11:31 am #

        Ciao Giorgio,
        l’unica cosa sulla quale non concordo pienamente è una: non esisteva solo un tipo di comicità (se è riferito a quella televisiva).
        Mi spiego: negli ultimi anni i ‘televisivi’ hanno certamente saturato il mercato. Il ‘fenomeno’ del momento occupava gli spazi che, di solito, erano di professionisti che si facevano valere anche senza l’aiuto di trasmissioni TV.
        Però questi ultimi non sono spariti, hanno continuato a lavorare e lavorano ancora perché sono bravi e perché si sono fatti il culo per anni.
        Poi che la gente si stufasse di comicità fatta di tormentoni e personaggi, era quasi naturale…
        Per chiudere ,ripeto che non ho trovato strano il comportamento dell’agenzia, ma meravigliosa la vostra compattezza. Di questi tempi non so in quanti lo avrebbero fatto…
        Abbracci grandi.

        • Giorgio Montanini aprile 25, 2015 a 5:17 pm #

          Andrea, su questo mi permetto di contraddirti.
          La comicità più popolare in tutto il mondo è la stand up comedy.
          Un comico, un microfono e quello che vuole raccontare.
          Da noi, i monologhisti, sono merce rara.
          Imperversano persone di mezza età travestite.
          Migone sarebbe stato un monologhista, ma costretto a mettere un grembiule e uno occhio nero…perché?
          Perché prima di lui c’erano un tele tubbies e dopo un fornaio.
          E chi ci rimette più di tutti sono i monologhisti, che usando solo la parola devono cercare di stare dietro al ritmo di risate che genera…un ciccione vestito da donna che canta l’aida.
          Hanno esasperato i toni facendoci credere che la risata è ogni 10 secondi e un pezzo deve durare 2 minuti e mezzo.
          Tutte cazzate.
          Quel tipo di comicità va in un altro contenitore e deve essere destinato ad un altro tipo di pubblico.
          Alle 19 per nonne e bambini.
          La comicità di un monologhista di 40 anni è dedicata a gente adulta.
          Poi si fanno le discriminazioni…più o meno volgare, cattiva, cinica…ecc ecc.
          Ho fatto i laboratori Zelig, ricordi?
          Quando non conoscevo altro.
          E ricordi anche la difficoltà che avevo per esprimere concetti banali…perché “questo non si può dire in tv”.
          Era un mondo malato.
          Separiamo i due mondi.
          La comicità per famiglie e i comici che parlano agli adulti.
          Ci saranno milioni che seguono la prima e milioni che seguono la seconda.
          Detto questo, spero di vederti presto perché te vojo ve’!

          • ananasblog aprile 25, 2015 a 5:37 pm #

            >Imperversano persone di mezza età travestite.
            E non ci si diverte neanche come alle feste con le drag queen 😉
            >La comicità più popolare in tutto il mondo è la stand up comedy.
            in effetti cosa è meglio? una comicità anglosassone che, partendo dalla stand up, si evolve, produce serie tv e film che conquistano il mondo o comici travestiti da criceto che non superano la frontiera di Ponte Chiasso?
            >Hanno esasperato i toni facendoci credere che la risata è ogni 10 secondi e un pezzo deve durare 2 minuti e mezzo.
            Qui il punto è dolente: il mercato della comicità è drogato dallo “speed gag” una droga devastante. Dobbiamo riconvertire tutto.
            L’A

          • beh dai aprile 25, 2015 a 6:34 pm #

            beh dai, sacha baron cohen (fenomeno internazionale) non mi sembra sia proprio microfono e quello che vuole raccontare. nonostante i suoi travestimenti, non possiamo dire che non abbia nulla da raccontare e che si preoccupi di scandalizzare le anime pie.
            ci sono anche matt lucas e david walliams (little britain altro fenomeno internazionale) e i nostri corrado e sabina guzzanti per ritornare sempre a loro monty python. è sempre questione di contenuti non di forma. certo lo stand up indiscutibilmente è molto più pratico, microfono, luci e vai.

          • Andrea Vasumi aprile 26, 2015 a 3:52 pm #

            Premesso che di queste cose ne possiamo discutere davanti ad una birra quando vuoi…mi riferivo alla comicità ‘live’. Faccio monologhi da quando faccio questo mestiere, ma come me ce ne sono tanti…comici e cabarettisti che salgono su un palco senza troppi artifici, con un microfono e basta.
            Poi, per quel che riguarda la TV, sono d’accordo con te: quante volte mi sono sentito consigliare di “vestire” i miei pezzi, di caratterizzarli con un personaggio? Mille!
            Perché, come dici tu, quello ti richiedevano in televisione.
            Sono anche d’accordo che debba esistere una comicità per ‘adulti’.
            Il problema è riuscire a portarla al grande pubblico tenendo anche conto che il nostro non è un paese normale e certi argomenti saranno sempre tabù: la religione, il sesso, la diversità…
            Tu sei stato bravo, con ‘Nemico Pubblico’, a farlo…ma sei anche stato ‘fortunato’ (non nel senso che hai avuto culo, la fortuna te la sei meritata con anni di gavetta, quindi l’ho virgolettata apposta) a trovare un dirigente Rai illuminato che credesse nel progetto.
            Se non ci avesse creduto? Cosa sarebbe successo?
            Avremmo perso un’occasione (ancora) di vedere qualcosa di nuovo.
            E staremmo arricchendo il blog di Gavelli, parlando delle solite trasmissioni. (Si scherza, Robè!)
            E, quando sei in Romagna, fatti sentire…patacca!

    • Giorgio Montanini aprile 25, 2015 a 7:50 am #

      (mi sa che abbiamo battuto il record di commenti)

      • ananasblog aprile 25, 2015 a 10:50 am #

        1.213 visualizzazioni sul blog, ieri 😉 L’A

  5. Enrico Brignano aprile 24, 2015 a 11:35 am #

    Seeee ve piacerebbe. Pipparoli.

    Mauro Kelevra.

  6. Enrico Zambianchi aprile 23, 2015 a 12:56 pm #

    Però! Peccato che la discussione sia andata fuori tema. Sarebbe stato più interessante parlare del potere o meno delle agenzie nell’epoca-social e sapere, ad esempio, se una realtà come quella di Satiriasi riesce a muoversi anche senza. Non credo che Brignano si preoccupi di rispondere, ma penso che il tema “agenzia” possa interessare molti comici.

    • Giorgio Montanini aprile 23, 2015 a 2:29 pm #

      L’agenzia, per quanto mi riguarda, non trova lavoro.
      L’agenzia è un intermediario che difende gli interessi dell’artista nella trattativa con il produttore ecc ecc.
      Ne segue e protegge tutti i passi durante la produzione, messa in onda ecc ecc…è una figura fondamentale.
      La figura dell’agente, romantica, come nei film americani, non esiste più.
      La persona che segue solo te e ti promuove e trova lavori per te non so nemmeno se è mai esistita in Italia.
      Per il live è un po’ diverso, anche in questo caso però (parlo a livello personale) il 90% delle mie serate live arrivano prima a me e poi le giro all’agenzia.
      Quindi l’agenzia è fondamentale?
      Sì!!!
      E’ fondamentale per trovare i lavori?
      Nel 90% dei casi no.

    • ananasblog aprile 23, 2015 a 3:10 pm #

      Enrico ciao, diciamo che il potere delle grandi agenzie si è abbastanza abbassato. L’A

  7. Anonimo aprile 23, 2015 a 8:36 am #

    carissimo Montanini, DELETED è un comico di made in sud perchè non fa altro che difendere questa trasmissione che è una delle peggiori che siano mai esistite. gli ascolti dignitosi derivano dal fatto che abbiano un forte successo regionale perchè almeno la metà degli ascolti sono concentrati in campania e dal fatto che hanno un corpo di ballo che più che ballare da in pasto il proprio corpo ai telespettatori. stimo molto satiriasi, i tuoi colleghi e quello che fai, la tua è una bella trasmissione. capisco anche che questo tuo atteggiamento aggressivo un po’ contro tutti sia necessario però se parli male di brignano essendo nella sua stessa agenzia è naturale che ti abbiano silurato. se tu avessi aggredito altri big di un’altra agenzia probabilmente se ne sarebbero fregati. se l’agenzia non lo conferma è perchè non vuole che brignano si esponga. mi pare tutto così chiaro …

    • Giorgio Montanini aprile 23, 2015 a 2:22 pm #

      E’ ovvio sì…condivido.
      Non per i motivi che dici tu però.
      Prima di entrare in sosia e pistoia avevo preso Brignano come punto di riferimento satirico per la comicità nazional popolare.
      Nei due anni in agenzia tutti sapevano cosa dicevo e tutti avevano visto i miei spettacoli.
      E’ successo qualcosa che li ha costretti a mandarmi via…cosa, lo lascio decidere a voi.

  8. Giorgio Montanini aprile 22, 2015 a 9:23 pm #

    Vorrei che questo post avesse più commenti di tutti i post di Ananas Blog.
    Vi dico come la penso.
    C’è una comicità in grave difficoltà, una comicità che fino a qualche anno fa riempiva i palinsesti televisivi e soprattutto vendeva un mare di spettacoli live.
    Poi questa comicità banale, reazionaria è implosa, come una bolla speculativa.
    E solo in pochi riescono a tenersi a galla, i comici più famosi.
    Gli altri (quelli che scrivono senza firmarsi ad esempio) affogano nel livore.
    Livore scaturito dal vedere un’altra comicità, quella famosa in tutto il mondo, la più popolare in tutto il mondo, prendere il largo.
    E’ il nostro momento e la brutta notizia è che è appena iniziato.
    Non riciclatevi a fare stand up, non ce la farete.
    Cresceranno nuove leve…ma non sarete voi.
    E’ giunto il momento di trovarsi un lavoro.
    Nemmeno le bettole vi chiamano più, le sagre vi schifano.
    Tolti quei pochissimi comici nazional popolari che ancora, giustamente, resistono, gli altri rosicano.
    A qualcuno di voi è andata bene per un breve periodo perché è stato fortunato, a noi va bene perché siamo bravi.
    L’umiltà è il dio dei poveracci e io sono ateo.

    • deleted aprile 23, 2015 a 12:08 am #

      Giorgio, Giorgio…con calma…cerchiamo di spiegare come si fa con la bimba ritardata a cui insegnavi nuoto (“dimmi le tabelline” mentre la trombi mi ha fatto molto ridere!). Non avete inventato nulla. Stop. State scimmiottando un genere che conoscono tutti e che in molti, oltreoceano, fanno molto meglio di voi. È come paragonare un ottimo fedez a Eminem. Il rap nasce lì. Qui ci possono essere solo imitatori. Saverio Raimondo che imita letterman, mi fa cacare più di un comico di sagra, che ha tutto il mio rispetto e non si sente stocazzo! Non siete la
      Novità. Siete la moda. O perlomeno, siete una novità quanto lo è stato il “selfie”! È sempre esistito, ma in Italia si chiamava “autoscatto”. Non ti dico nemmeno di scendere dal piedistallo semplicemente perché al tuo atteggiamento non ci credi nemmeno tu! Con stima…

      • Giorgio Montanini aprile 23, 2015 a 7:56 am #

        ahahahaha “con stima” alla fine è bellissimo.
        Sai perché non me ne frega un cazzo di quello che dici? Perché io ho fatto le sagre a 500euro…le serate peggiori nei posti peggiori.
        Adesso non le faccio più.
        Sono felice.
        La stand up non l’abbiamo inventata noi, ma l’abbiamo importata noi, questo sì.
        Ed è un merito.
        Nella vita non ho questo atteggiamento certo, ma davanti a degli sfigati che adesso fanno pure gli sbruffoncelli, mi sento un figo da paura.
        Non abbiamo inventato nulla secondo te, ma fino a che non siamo arrivati noi non c’era un cazzo.
        Tu che facevi?
        Non so nemmeno chi sei…potresti essere l’ape maya di Colorado.
        Se non sei un comico, scusa.
        Non dovrei parlare con te.
        Se sei un comico, fai bene a guardare i miei monologhi…magari riesci a imparare qualcosa.
        Nel caso tu abbia dubbi su come si sta sul palco o si scriva un monologo, contattami in privato.
        Ciao “deleted”…scritto piccolo però.

        • deleted aprile 23, 2015 a 9:18 am #

          Hai ragione. Faccio il comico e ho fatto le serate a 200 euro (500 era anche troppo). Non imparerei nulla da te che non abbia già rubato da monologhisti più bravi di te. Non che tu non lo sia, ma prima di te ce n’erano di migliori!;) e poi il problema non si pone perché non sono uno stand up! Detto ciò, il mio attacco non è diretto al vostro modo di scrivervi o di stare sul palco, ma all’atteggiamento di fronte alle altre forme di comicità! Con stima…:) deleted piccolo

          • ananasblog aprile 23, 2015 a 10:54 am #

            E se tu facessi coming out? sarebbe un bel gesto e, in questo posto, nessuno ti insulterebbe (massimo rispetto per gli ospiti). Poi dopo convinciamo anche Sincero e via andare. L’A

          • Giorgio Montanini aprile 23, 2015 a 2:33 pm #

            Dimmi chi sei e ne parliamo.
            Tra colleghi.
            Se non ti firmi vuol dire che ti vergogni di quello che fai, di quello che sei e quello che dici.
            Fammi sapere con chi sto parlando.
            (siamo quasi il post con più commenti di ananas blog)

            • ananasblog aprile 24, 2015 a 10:43 am #

              Giorgio, magari se usi toni meno perentori e più accattivanti questo si rilassa e si mostra 😉 L’A

              • Giorgio Montanini aprile 25, 2015 a 7:49 am #

                Che cazzo, è timido?

        • Fuori Modena aprile 23, 2015 a 10:06 am #

          Al mantra che la comicità stand up l’avete importata voi di satiriasi siete rimasti in tre a crederci. Trent’anni fa Paolo Rossi era molto meglio di te adesso e beveva con più classe. E, guarda caso, nominava già Lenny Bruce e George Carlin quando te ti scaccolavi sui banchi delle elementari. Se poi lo scopo finale è che se ne parli, purchè se ne parli, dì pure la tua.

          • cricetino aprile 24, 2015 a 7:50 am #

            Trent’anni fa Paolo Rossi COSA? ahahahahahahaaaha…ma basta dai, si dirà la stessa cosa di Ruffini tra trent’anni! Se parli invece del calciatore, quoto!

        • mario standappo aprile 27, 2015 a 1:22 pm #

          Lo stand up non l’avete importato voi ma al limite Luttazzi. In più ti dimentichi di un certo Grillo. A voi vi frega la presunzione. peccato

    • Fuori Modena aprile 23, 2015 a 10:23 am #

      nei commenti si legge anche roba tipo : “Comunque Giorgio sei bravo, la tua trasmissione mi piace”. Io penso che non sei bravo per niente, ti impappi a parlare, non hai tempi giusti, sei banale e si capisce subito dove andrai a parare. Soprattutto non fai ridere. Il livore sembra piuttosto il tuo e che ti esce da tutti i pori.

      • Giorgio Montanini aprile 23, 2015 a 2:01 pm #

        Se ti firmassi ti stimerei…perché dici le cose che pensi.
        La differenza purtroppo è tutta lì.
        Dico le cose che penso e ci metto la faccia.
        E ne pago le conseguenze quando va male e mi beo quando va bene.
        Tu invece sei quello che se mi incontrasse in qualche corridoio della Rai mi leccherebbe il culo.
        Qua invece scrive quello che pensa.
        Una vita a leccare il culo per prendersi le briciole e un’altra vita dietro la tastiera a sfogarsi sinceramente.
        Buttami merda addosso, cristo è sano.
        Non si può e non si deve piacere a tutti.
        Però mettici la faccia, ti farà stare meglio.

  9. cricetino aprile 22, 2015 a 8:45 am #

    IT: Brignano ha twittato di essere a Parigi, con tanto di foto sotto la torre eiffel, non credo abbia tempo per il blog, sapevatelo!

    • ananasblog aprile 22, 2015 a 10:19 am #

      quello che non ha detto su Twitter è la gag che ha fatto subito dopo: ha guardato la Tour Eiffel e ha esclamato “‘sto cazzo!” e giù tante sane, belle risate 😉

      • cricetino aprile 22, 2015 a 1:53 pm #

        ma dai no, fino a qualche anno fa il brigna non era male, un osservatore romano…poi boh, deve aver cambiato autori e c’è stata una caduta di tono evidente…sembra pure stonatino rispetto a come me lo ricordavo! Spettacolo per italiani in Francia

      • Ma tu aprile 22, 2015 a 7:32 pm #

        Ma tu sapresti scrivere qualcosa per brignano?! Credi di essere un buon autore?! Che io ricordi non hai mai scritto una riga. Lecchi il culo ai comici di satiriasi, a giulia ricciardi, alla foria nella speranza che te la dia…ma in sostanza?!

        • ananasblog aprile 22, 2015 a 7:43 pm #

          Boh, perché Brignano cerca testi? Se paga bene e non ha il braccino corto, un test lo faccio ;). L’A

          • Anonimo aprile 22, 2015 a 11:57 pm #

            Perché, conosci qualcuno bravo?!;)

  10. Giorgio Montanini aprile 22, 2015 a 7:34 am #

    Mannaggia la miseria, ce ne fosse uno che si firma.
    Giulia a parte.
    Potreste essere chiunque…Luttazzi, Brignano o che so io.
    Scrivete un post, poi firmatevi…con nome e cognome.
    Tutti leoni da tastiera, sferzanti e micidiali…da anonimi,
    Poi salgono sul palco con il loro nome e diventano pavidi…personaggi, tormentoni e la tristezza di avere quarant’anni e vestirsi come un fesso.
    Usate un nome finto sul palco e quello vero qui, almeno so con chi sto parlando.
    E potrei essere anche serio.
    Fino ad ora ho fatto il bullo delle giostre perché sto parlando con degli avatar.
    Insultiamoci, mi diverte…ma firmatevi, altrimenti non c’è gusto.
    Non avete nulla da perdere, tranquilli.

    • Fuori Modena aprile 22, 2015 a 11:14 am #

      Stai per entrare in politica, di la verità, altro che comichetto di provincia.

      • Giorgio Montanini aprile 22, 2015 a 9:04 pm #

        Dimmi la verità…vorresti essere me!

    • ho visto lu re aprile 22, 2015 a 8:56 pm #

      Salve, quello che non si perdona a montanini è la cadenza marchigiana (con tutto rispetto per la cadenza marchigiana) che usa per le sue chiuse, arteficio che farebbe sembrare provinciale boudelaire, de sade, miller, frank zappa e mi fermo qui.. I satiriasi sempre con tutto rispetto, operano nel mondo 2.0 che mi fa preferire gli stand up anglosassoni agli standupparoli alla matriciana tanto quanto il pizzaiolo napoletano al pizzettaro di milwaukee. Questo non toglie che non possano fare quello che fanno naturalmente e che siano per l’italiano medio quello che hanno rappresentato l’equipe 84 nel tradurre con creatività i successi rock anglosassoni nell’italietta degli anni ’60. In attesa di qualche comico italiano che innovi la comicità italiana ripartendo dalla commedia dell’arte…ah scusate faccio un nome,Antonio Rezza, ha sempre la cadenza marchigiana ma da più di 20 anni con maestria, dissacra e fa indignare il borghesuccio italiano.

      • Giorgio Montanini aprile 22, 2015 a 9:02 pm #

        Mica perché…fino ad Antonio Rezza ha la cadenza marchigiana ti ho letto con interessa. Ti sei smerdato alla fine.

        http://it.wikipedia.org/wiki/Antonio_Rezza

        • ho visto lu re aprile 22, 2015 a 9:44 pm #

          “cadenza marchigiana” era per antonomasia. Comunque giorgio, ci tengo a dirti che ti trovo molto bravo, è che mi spiacerebbe che tutto il tuo lavoro (e quello dei tuoi solidali) finisse in un grande equivoco, quello di passare come effimeri (neohipster) rottamatori di facciata di tutto ciò che é la (grandiosamente sgangherata e puculiare) cultura comica del nostro paese e non come ostinati innovatori che guardano a quello che succede fuori dai limitati confini del cessetto che è l’attuale mondo comico italiano. vi invito a riflettere su questo. Grazie

          • Giorgio Montanini aprile 23, 2015 a 8:01 am #

            Amico mio, faccio il comico perché altrimenti sarei un tossico o un alcolizzato.
            Non confondere le mode di quello che “funziona” in tv con quello che faccio io.
            Ho sempre scritto quello che volevo e mai quello che funzionava…sto in tv casualmente, la mia vita è live.
            Vieni a vedermi live e capirai che tutto quello che hai scritto sopra non sarà mai possibile per quanto mi riguarda.
            Concludo dicendo che non voglio fare l’innovatore, voglio fare solo quello che mi passa per la testa e mi va di scrivere…se è nuovo o no, non me ne frega un cazzo.

  11. Fuori Modena aprile 21, 2015 a 8:09 pm #

    “La satira la fa chi non ha idee” David F. Wallace

  12. Filippo Giardina aprile 21, 2015 a 3:55 pm #

    Sono rimasto molto piacevolmente sorpreso dalla moltitudine di sollecitazioni interessanti venute fuori da questa aspra discussione, ma non ho capito bene il vostro punto di vista sulla questione Brignano/SoiaPistoia/Montanini. Qual è la vostra opinione?

    • cricetino aprile 21, 2015 a 4:11 pm #

      bah, mi pare che sostanzialmente del buon brignano non interessi una mazza a nessuno, abbiamo l’autrice di colorado che s’incarta da sola, montanini che crede di giocare un multiplayer in modalità tutti contro tutti quotando a casaccio, l’amministratore che sembra un commesso del parlamento quando entra renzie e quelli del m5s ambiscono a salutarlo da vicino con calorose strette di mano sulla faccia, ed io che non posso esimermi di far notare che ieri è stata una giornata nera per Italia1: Karaoke fermo al 3.48%, forte anche della presenza di Giardina e sperando che Puintus entri nella mischia magari facendo l’imitazione di Brignano…ma anche Inzaghi va bene! STOP

      • giulia ricciardi aprile 21, 2015 a 6:26 pm #

        in che modo mi incarterei da sola?

  13. Giorgio Montanini aprile 21, 2015 a 12:11 pm #

    Caro anonimo,
    ad onor del vero, Nemico Pubblico, ha sempre fatto oltre il 6,5% superando più volte il 7. Non so di quale trasmissione tu stia parlando.
    Quella che ho fatto io è andata forte.
    E mi piace essere supponente ed antipatico.
    Perché non me ne frega un cazzo di piacere a tutti.
    Piaccio a qualcuno e molti altri no.
    Statece.
    E trovate pure voi la forza di non piacere a tutti…perché tanto piacere a tutti è impossibile.

    • deleted aprile 21, 2015 a 1:17 pm #

      Piaci a molto e nemico pubblico era un bel programma. Basta che non siate convinti di aver trovato “l’assoluto comico”!

  14. IR aprile 21, 2015 a 11:31 am #

    Un artista non dovrebbe scendere in queste inutili arene. Un artista deve rivendicare su un proprio testo o su un palco. Un artista non deve confrontarsi, un artista è un dittatore del confronto….Non capisco tutto questo spreco di energie. Che peccato. Chissà quanti pensieri creativi mancati per aver partecipato a tutto questo.

    • ananasblog aprile 21, 2015 a 2:53 pm #

      oh, grazie per “l’inutile arena” eh. Quando vuoi…L’A

    • Giorgio Montanini aprile 22, 2015 a 7:40 am #

      Sul confronto dico che hai infinitamente ragione.
      Solitamente ce la tiriamo molto di più…ma a volte pecchiamo anche noi.

  15. Giorgio Montanini aprile 21, 2015 a 8:54 am #

    Gli anonimi sono come i cabarettisti.
    Pavidi.
    Anonimo, ti concedo (come farebbe il papa con un pizzettaro della magliana che chiede l’indulgenza) di scrivere quello che vuoi.
    A patto però che mi chiami “Maestro”.
    Da oggi, non scrivere Giorgio qual è la tua comicità…ma Maestro qual è la vostra comicità.
    …e adesso scusa che ho da finire una trasmissione televisiva tutta mia.

    • deleted aprile 21, 2015 a 10:12 am #

      Scusa ma su “ho da finire una trasmissione tutta mia” mi è scappato un ruttino…no ma perdonami eh!!!

    • Deleted aprile 21, 2015 a 10:46 am #

      Quale trasmissione ? Quella che fa il 3%?! Ah bene

    • Fuori Modena aprile 21, 2015 a 11:03 am #

      Cosa vuol dire “Pavidi”? (secondo te)

    • Harmony aprile 21, 2015 a 11:05 am #

      Seguendo il thread di questo post si intuisce che tutto parta dal neanche tanto velato attacco di Giulia Ricciardi a Satiriasi, attacco che trovo gratuito, almeno per chi legge ciò che qui è stato scritto e non conosce altri dettagli, che comunque non sono stati forniti. Satiriasi ha fatto quello che ha fatto senza seguire il mainstream. E se ci arriva dopo vent’anni rispetto ai paesi anglofoni vuol dire che il resto dell’italica comicità è ancora ferma al boom economico e alle prime lavatrici.

      • giulia ricciardi aprile 21, 2015 a 11:11 am #

        Non ho da attaccare nessun satiro di satiriasi. Amerei ridimensionare qualche ego, questo si! Ma per quello meglio psichiatri e psicofarmaci!

        • Harmony aprile 21, 2015 a 11:15 am #

          E cominciare dal proprio?

          • giulia ricciardi aprile 21, 2015 a 11:21 am #

            o dal tuo? Per dire.

            • Harmony aprile 21, 2015 a 11:30 am #

              D’accordo, tanto è tutto un ‘per dire’ in ‘sto posto.

  16. PIETRO SPARACINO aprile 20, 2015 a 2:14 pm #

    Nessuno si avventurerebbe a difendere il sottoscritto, nemmeno mia madre, e per questo mi sembrava evidente che il commento precedente fosse opera mia.
    Ho fatto un sacco di cacate e non ho difficoltà a dirlo, proprio perchè delle tante strade provate, quando si pensa di aver trovato quella giusta, si decide di percorrerla.
    Se mi dovessi vedere a rifare lo spermatozoo, ti prego, sparami! Faresti un piacere all’umanità tutta.
    Giulia ovviamente non mi riferivo a te, ma all’Anonimo che dice che funziono meno degli altri…
    Funzionare?! Il verbo che ha distrutto la comicità…Tante cose funzionano ma non per questo sono di qualità.
    All’amico Anonimo…quando vuoi ci facciamo una chiacchierata sulla comicità, sul mio passato, sul presente e sul futuro.
    Dal vivo avrai le palle per rivelare la tua identità o parleremo attraverso una grata?
    Per fortuna si cambia; pensa che una volta ero addirittura cattolico…

    • deleted aprile 20, 2015 a 3:21 pm #

      E le tue palle quali sono?! Quello di essere il “Mastella” della comicità?!

      • Pietro Sparacino aprile 20, 2015 a 3:52 pm #

        Ovvio. Ma solo una delle due palle.

  17. Sergio Silvestri. aprile 20, 2015 a 1:40 pm #

    Mamma mia o meglio “Suocera” mia che discussione. Credo sia giusto che Giorgio dica quello che vuole, si chiama libertà di opinione, può piacere o non piacere. Come è giusto che una agenzia faccia le sue scelte, perché se uno può dire ciò che vuole e l’altra non può fare ciò che vuole allora finisce la libertà. Poi che sia giusto o sbagliato, boh chi lo sa, la verità come è sempre un punto di vista, la sincerità? Beh quella mai.

  18. Giorgio Montanini aprile 20, 2015 a 1:26 pm #

    Giulia, nei miei monologhi parlo male di chi mi pare, questo buonismo ipocrita che tutti i comici tirano fuori è vomitevole.
    Fate finta di volervi tutti bene quando nella realtà tutti i comici che conosco si detestano l’uno con l’altro.
    Parlare male di te sarebbe sciacallaggio, parlare male di Brignano è satira.
    Brignano incarna la comicità popolare, ricca e famosa…quella che ho voglia di criticare.
    Una comica, come te, non dovrebbe mai dire quello che sarebbe giusto fare o non fare ad un altro comico.
    Perché un comico è libero di dire quel cazzo che gli pare, saranno le persone a giudicarlo.
    Su Aggratis che vuoi che ti dica?
    Credi davvero che sia merito della trasmissione se lavoriamo?
    Oppure il merito risiede nel fatto che abbiamo portato un genere in Italia che non sapevi nemmeno che esistesse?
    Le battute sulle suocere e il traffico sono battute banali, se uno parla di suocere e traffico è un comico banale.
    E dietro al comico, probabilmente, c’è anche una persona banale.
    E’ un concetto che voglio esprimere in tutti i modi che voglio e contro tutti quelli che ritengo opportuno.

    • ananasblog aprile 20, 2015 a 3:16 pm #

      Ciao Giorgio, comunque a un certo punto fate pace. Giulia ha detto la sua in modo anche duro, però ci sono stati dei toni un po’ troppo duri nei suoi confronti. Arrivamo a ‘na sintesi. 😉

    • deleted aprile 20, 2015 a 3:27 pm #

      “Le battute sulle suocere e il traffico sono battute banali, se uno parla di suocere e traffico è un comico banale”…ecco, un “secondo me” ti farebbe sembrare meno Carmelo bene..esistono tantissime forme di comicità, altrimenti la gente non riderebbe quando una persona cade! per il resto sono d’accordo. Ognuno dovrebbe avere la libertà di parlare di ciò che vuole!!!

    • giulia ricciardi aprile 20, 2015 a 4:52 pm #

      Mi riferivo alla volontà; secondo me, nel nostro simpatico amministratore di aizzare e scatenare polemiche perché quando tutto tace, si annoia! 😀 Tu puoi dire quello ce vuoi, quando vuoi e le tue divertenti invettive su Brignano me le ricordo benissimo!

      Di aggratis posso solo dire che il programma come lo si sarebbe voluto fare, non è stato fatto nemmeno lontanamente. La rete era sbagliata e noi tutti abbiamo sofferto! Se è merito di Aggratis se lavorate? In parte si, Giorgio! Che vi piaccia o no! Perché tirandovi fuori dalla locanda Atlantide e sbattendovi su rai due, con tutti il brutto che la cosa ha potuto comportare, siete venuti fuori e si è saputo della vostra esistenza al punto tale che, a seguire, ti sei fatto la tua trasmissione … sulla rete giusta … proprio quel genere di trasmissione, guarda un po’, che dovevamo fare noi! Purtroppo sulla rete sbagliata! Questo è ciò che penso! Continuando a credere nelle tue capacità! Un abbraccio.

      • ananasblog aprile 20, 2015 a 5:20 pm #

        Ricordiamo che abbiamo sofferto tutti, non facendo cose che avremmo voluto fare. Ad Aggratis, a Rido, a Tribbù, a Camera Cafè (V1, V2, V8…) nei laboratori Zelig, dappertutto. Siamo fratelli di dolore 😉 L’A
        PS non volevo aizzare ciò che è stato aizzato, lo giuro, poi se non ci credi, oh, io l’ho detto.

    • deleted aprile 21, 2015 a 12:13 am #

      Scusa Giorgio ma la tua comicità qual’è? No perché stiamo ancora cercando di trovarla e capirla!!!!!!!! Non è che parlando di traffico e suocere si è banali, e essere inutilmente volgari su un palco (con più persone in sala che davanti alla tv) significa fare satira!!!!! Vuoi essere per forza irriverente e scorretto senza riuscirci, sei come gli anticonformisti con la Ferrari!!!!! Ridicolo!!!!!! Copi battute e argomenti dai comici americani anni 80 e ci sei arrivato 30 anni dopo… Fidati quello quello che fai non interessa nessuno!!!!

      • ananasblog aprile 21, 2015 a 8:53 am #

        ignoravo Montanini avesse il Ferrari…

        • Fuori Modena aprile 21, 2015 a 11:06 am #

          In effetti la novità di Montanini, Giardina e Co. è come proporre il Chewing gum quest’estate!

  19. caspita aprile 20, 2015 a 7:26 am #

    caspita stiamo parlando della ricciardi. quella che su questo blog ha sempre parlato male di zelig, di colorado (trasmissioni nelle quali ha sempre tentato di entrarci e quest’anno ci è riuscita come autrice ….) e di tanti comici. addirittura una volta contro debora villa …. adesso da quando c’è lei colorado è diventato un programma di grande cultura …. .

    • ananasblog aprile 20, 2015 a 7:48 am #

      Per favore, non offendere Giulia soprattutto con queste “mini macchine del fango” davvero spiacevoli. Giulia Ricciardi ha raccontato la sua esperienza a Zelig con grande coraggio in un epoca in cui parlare pubblicamente era tabù. E’ amica e coautrice di quel femminone di Barbara Foria da prima di Colorado (vedi Bambine Cattive, per esempio). Insomma tutta ‘sta carogna verso di lei la trovo ingiustificata. L’A

    • giulia ricciardi aprile 20, 2015 a 12:17 pm #

      io MI FIRMO! ci metto nome e cognome su questo blog! Tu, di grazia, chi sei?
      “FA VOI E ME V’E’ QUALCHE DIFFERENZA” (La locandiera/ Goldoni)

      • ananasblog aprile 20, 2015 a 12:23 pm #

        Chi fugge non teme d’esser vinto (La locandiera/ Goldoni) 😉

        • deleted aprile 20, 2015 a 3:28 pm #

          Gavelli non leccare. Giulia non te la darà mai…

          • ananasblog aprile 20, 2015 a 3:41 pm #

            Giulia si è esposta verso Zelig quando tu immagino leccassi l’effige di Gino e Michele. L’A

          • giulia ricciardi aprile 20, 2015 a 4:55 pm #

            e qui una battutaccia da caserma mi verrebbe proprio, ma caxxo sono una signora!

            • deleted aprile 20, 2015 a 9:49 pm #

              Su “leccare l’effige”, scommetto!!!;)

              • giulia ricciardi aprile 21, 2015 a 11:14 am #

                😉

      • Anonimo aprile 21, 2015 a 7:25 am #

        dai giulia che ora dopo tante bocciature da comica sei autrice di una grande trasmissione come colorado. sei e sei sempre stata una persona serena, equilibrata e solare. non parli mai male di nessuno. anzi cerchi gettare acqua sul fuoco. è davvero la tua indole…. .

        • ananasblog aprile 21, 2015 a 8:54 am #

          ecco, abbiamo scoperto che esiste la categoria “odiatori di Giulia Ricciardi”. L’A

          • giulia ricciardi aprile 21, 2015 a 11:18 am #

            ma meno male! Altrimenti sai che palle?

        • deleted aprile 21, 2015 a 10:10 am #

          Conosco bene giulia. È una comica di gran talento. Non scherziamo

        • giulia ricciardi aprile 21, 2015 a 11:14 am #

          ahahahahhahhahahahhahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

          • giulia ricciardi aprile 21, 2015 a 11:17 am #

            scusa! La risata era per Anonimo. A te GRAZIE! Però mi dispiace che vi chiamiate Anonimo e Deleted …

    • giulia ricciardi aprile 21, 2015 a 11:32 am #

      Tra parlare male e raccontare fatti realmente accaduti, senza tema di smentita (zelig) o esprimere pareri negativi (non ricordo di averlo fatto in questa sede) su una trasmissione (colorado) c’è una bella differenza! “Parlare male” è attività dominante delle prefiche di paese! Non ho parlato male della Villa, ho solo detto quello che abbiamo pensato in molti: il suo repertorio, vecchio e stantio non incontra mai ostacoli … che strano!
      Da quando ci sono io, colorado è diventato un programma di grande cultura … ah, te ne sei accorto? Pensavo non si notasse … 😀

      p.s
      e firmatevi, cazzo!

  20. ma questo aprile 19, 2015 a 1:28 pm #

    ma questo non è un attacco alla libertà di espressione. se avesse attaccato un comico della ridens o di banans probabilmente non avrebbero interrotto il rapporto di lavoro con lui. lo hanno interrotto perchè hanno trovato controproducente a livelli di immagine, oppure poco coerente avere nello stesso ovile un comico che parla male dell’altro. montanini fa benissimo a dire ciò che pensa ed è giusto che glielo si lasci dire riguardo politica, sesso vip famosi e tanto altro però se tocca un comico della propria agenzia e l’agenzia si incazza non mi sembra qualcosa che possa definirsi uno scandalo. dubito invece che brignano si senta colpito da questi episodi perchè ha una fama, una credibilità e un gruzzoletto che tutelano la sua serenità. l’unica cosa strana è che l’agenzia non dia una conferma ufficiale. probabilmente lo fa per due motivi: o perchè teme di diventare argomento di satira o per non fare in modo che l’attenzione si sposti su brignano perchè l’accaduto darebbe più luce a montanini e alla sua satira sul collega famoso.

    • ananasblog aprile 19, 2015 a 2:34 pm #

      Bisogna dire che nessuno sta gridando allo scandalo e che la cosa è venuta fuori per iniziativa di Tv Blog. Allora perché non dirlo: sta sui cojoni che qualcuno parli male del collega famoso in agenzia. Punto. L’A

      • giulia ricciardi aprile 19, 2015 a 5:49 pm #

        Solo due cosette perché ho da fare:
        1)Perché parlare male dei colleghi famosi e non? E’ necessario? E farsi un repertorio che punti alla qualità senza essere sgradevoli con nessuno?
        2) Ma lo sai che Montanini e l’intero gruppo di satiriasi, a quest’ora si faceva le serate nelle cantine del loro condominio, se non fosse stato per la sottoscritta e quel flop di aggratis?
        Per favore Gavelli, non aizzare e ragiona!
        Saluti.

        • Beh aprile 19, 2015 a 6:43 pm #

          Beh se è per questo, pietro sparacino si è buttato a fare cabaret ovunque e con qualsiasi linguaggio, pur di fare tv (ha fatto anche provini all'”odiato” made in sud), e fingendo di credere in ogni progetto. Ora fa il “bad Boy” ma un tempo si travestiva da “pene”, se non sbaglio…

          • ananasblog aprile 19, 2015 a 9:10 pm #

            Vabbè dai su. Anch’io ho frequentato Zelig tempo fa. L’A

          • Ahahahah aprile 20, 2015 a 10:23 am #

            Ahahahah…Pietro Sparacino ha fatto il suo percorso. Ha fatto lo spermatozoo, il figlio di Berlusconi, il Co.co.comico e tante altre cacate facilmente rintracciabili…e non certo per fare tv ma perché in Italia i giovani comici hanno come riferimento quel mondo. Per fortuna si cresce, si comprende e si ha la possibilità di scegliere. E anche di metterci la faccia, evitando di nascondersi dietro l’anonimato.

            • infatti aprile 20, 2015 a 12:07 pm #

              Infatti per questo suo tentare tutte le strade, che oggi è quello di satiriasi che funziona meno!!!

          • Clara aprile 20, 2015 a 11:44 pm #

            E che ci sarebbe di male?

        • ananasblog aprile 19, 2015 a 9:11 pm #

          Giulia ciao, a me sembra che il post sia equilibrato e non aizzi. Un abbraccio. L’A

        • armony aprile 20, 2015 a 12:04 am #

          Giulia, nel punto 1) proponi un principio, ma trovo che nel punto 2) lo infrangi tu stessa. Sensazione.

        • Filippo Giardina aprile 20, 2015 a 9:53 am #

          Dopo Aggratis siamo stati ricoperti di insulti e di frasi tipo “la stand-up comedy in tv non funziona e non funzionerà mai” poi Comedy Central è venuta alla locanda atlantide e abbiamo fatto la prima serie su Sky.
          Aggratis, un programma brutto senza personalità e grossolano, del quale se non sbaglio tu eri autrice, ha provato a uccidere Satiriasi ma gli ha fatto una pippa.

          • ananasblog aprile 20, 2015 a 10:56 am #

            Ciao Filippo, però del brutto e grossolano diamo la colpa al capoprogetto, al direttore di rete, non a chi era lì a sputare sangue nelle retrovie. L’A

            • giulia ricciardi aprile 20, 2015 a 12:23 pm #

              a questa non rispondo: asseconderei la sua volgarità e non mi va!

          • Infatti aprile 20, 2015 a 12:06 pm #

            Filippo non è che eravate voi sbagliati per quel programma?! Non sapevate che andando in rai, vi avrebbero censurato?! Siete stati voi stupidi ad accettare…

          • ma aprile 21, 2015 a 8:43 am #

            SPERO DI INCONTRARTI PRESTO GIARDINA!

            • deleted aprile 21, 2015 a 10:27 am #

              Puoi trovarlo in piscine di sborra mentre dice “cazzo” parlando di mestruazioni…

Trackbacks/Pingbacks

  1. Nemico Pubblico la puntata 4 del 24 maggio 2015 | - maggio 25, 2015

    […] Ammette di essere stato cacciato dall’agenzia per aver parlato male di Enrico Brignano (leggi qui post di Ananas, sul tema, che ha fatto il record di commenti). Ha risposto al fuoco di fila di […]

  2. Nemico Pubblico la prima puntata 3 maggio 2015 | - maggio 4, 2015

    […] a chiunque ed era stato al centro di un’infuocata polemica riguardante anche Enrico Brignano (leggi qui). Vediamo i […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: