Nemico Pubblico, la puntata del 7 giugno 2015

8 Giu
Nemico Pubblico del 7 giugno 2015

Nemico Pubblico del 7 giugno 2015

La puntata di Nemico Pubblico, 7 giugno 2015 Rai 3, dopo la pausa di domenica scorsa per motivi elettorali, ha fatto 427.000 spettatori e uno share del 4,71%. Qui per una settimana vedibile su Rai Replay. Vediamo i contenuti: monologo sui vegani (volete fare la rivoluzione? ammazzate Francesco Amadori. La rivoluzione costa. Volete prendere il mio target? Mandatemi la più bella gnocca vegana). Candid: Giorgio finge di essere un fidanzato che si presenta ai genitori, però è agli arresti domiciliari. The Emoticons, la serie tv coi cartelli e i simboli creata da Francesco De Carlo (che non è male, dai!). Monologo sempre sul genere animalista. Degli animalisti hanno liberato degli animali da un circo, tra cui un ippopotamo.

Candid: la troupe di una finta trasmissione di Rai 1 chiede ai passanti di fare uno zingaro sinti (per far vedere che esistono zingari buoni), poiché manca l’intervistato e il collegamento sta per iniziare. Come si dice “sprovveduto” in sinti? “Sprovedutò”. Si ride molto. Il contro ospite: Gabriele Micalizzi, giornalista, fotoreporter d’assalto. Togliete il followers a Marco Travaglio che il viaggio più lungo che ha fatto è stato a casa di Santoro.

Filippo Giardina intervistato dal giornalista greco Dimitri Deliolanes sulla meritocrazia, che è il male assoluto. E’ peggio dell’eugenetica nazista. Chiunque conosce più persone stupide che intelligenti. La raccomandazione è il sistema più democratico che c’è. La raccomandazione dà speranza a tutti, anche agli stupidi. Monologo: Giorgio che rimorchia un trans in un locale di Roma.  Quello c’ha il pisello? Lo so pure io che ce l’ha. Avete più paura del ca**o che dell’Isis. Finger food, curiosità. Ma quale rivoluzione vuoi fare se ti piace solo la f**a?

Ananas Blog (bisognerebbe imparare come si sta al mondo, ma è molto meglio combatterlo)

Annunci

13 Risposte to “Nemico Pubblico, la puntata del 7 giugno 2015”

  1. Sincero giugno 15, 2015 a 12:16 pm #

    Nemico Pubblico Live in data 14/06/2015 ha ottenuto 648.000 telespettatori, share del 6,05%. Da segnalare che la puntata è andata inda in ritardo (oltre le ore 24:00).
    E’ stata una puntata veramente divertente. Bravissimi tutti!
    Consiglio al Padre della ragazza che nella candid dice ai genitori di aspettare un figlio da un arabo con già altre mogli e figli di fare il comico. Mi ha fatto piangere dal ridere!

  2. Anonimo giugno 12, 2015 a 11:43 am #

    Ciao scusate! Sono un fan di Montanini, siete a conoscenza di suoi spettacoli? Qui al nord? io sono di Torino ma Milano è fattibile !

  3. Complimenti giugno 11, 2015 a 9:41 am #

    A volte l’immagine supera il contenuto: L’immagine da “fustigatori” del banal/pensiero comico, alla fine era solo fuffa. Costruzioni entrate nel sistema. Montanini che scimmiotta i pezzi di Doug Stanhope di quindici anni fa (sul trans) e Giardina che fa il patinato sulla rivista più radical chic sui panchetti delle parrucchiere (intervista con foto figa su GQ). Emoticons? …ma per favore… Il tutto sono solo chiacchiere e distintivo fagocitate dalla grande nemica TV. Solo Il “Live”! Si diceva, poi la tristezza delle candid camera sono un capitolo a parte. Al calo di ascolti si risponde sempre con un ” il pubblico demotivato da anni di bla, bla, bla…” ma mi sembra che la vostra occasione l’abbiate avuta e vi siate applicati con sufficienza. In quanto all’autore, ricorda Fonzie di Happy Days, che non riusciva a dire “ho sbagliato!”. Un’ ultima considerazione: Non mi firmo. Non voglio essere bersaglio di stupidità. Che differenza fa, per voi? Non per questo è un giudizio meno valido.

    • agavello giugno 18, 2015 a 8:40 am #

      Giardina non saprei proprio, ma i riferimenti sul trans e sulla paura del cazzo sono abbastanza ampi. Si va dai primi 2 minuti di Chewed Up di Louis CK a Doug Stanhope (già citato) a Bill Burr sul coraggio dell’omosessualità ecc. Insomma, a volte un filino di onestà intellettuale non guasta: non costringere il prossimo a studiarsi di nuovo gli stand-up americani per scoprire che l’italica superbia si sgonfia appena uno conosce un po’ il mondo.

      ps suggerisco all’amministratore di non tediare il prossimo con richieste di dettagli e informazioni (dimmi il minuto cui fai riferimento, link, ecc.): fare giornalismo lo lascio a lui che di fatti separati dalle opinioni è massimo esperto

      • agavello giugno 18, 2015 a 8:42 am #

        Dimenticavo: la candid camera è esattamente uguale a quello che faceva il primissimo Chiambretti col divano in piazza. Così come l’atteggiamento non è molto distante da quello di Ippoliti con i suoi freaks. Ma chi siamo noi per giudicare? 🙂

      • ananasblog giugno 18, 2015 a 8:57 am #

        Tedio solo con una richiesta di recensione (che verrebbe pubblicata), altrimenti così mi metti in una situazione di stallo, trovandomi in una situazione battistiana di “Io vorrei, non vorrei…” 😛 L’A

  4. Amico pubblico giugno 9, 2015 a 10:08 am #

    Beh anche razzo laser è andato forte no?

    • ananasblog giugno 9, 2015 a 9:19 pm #

      quel “anche” denota cattiveria ;). L’A

      • Amico pubblico giugno 10, 2015 a 12:59 am #

        Ennesimo flop e tu caro amministratore stranamente non ne parli… Come mai?

        • ananasblog giugno 10, 2015 a 8:03 am #

          Perché non metti giù una traccia di cosa si dovrebbe parlare? Fammi un elenco. Non è che so tutto. Senza segnalazioni non scriverei niente. L’A

  5. Sincero giugno 8, 2015 a 4:05 pm #

    Bella puntata e bravo Montanini.
    Eccezionali le candid (quanto ci vuole poco a manipolare l’informazione con il dirigente di banca che accetta di fare lo zingaro sinti in TV, per non parlare del fidanzato agli arresti domiciliari!) e la satira intelligente di Filippo Giardina “… la meritocrazia è il male assoluto … senza raccomandazione uno stupido che potrebbe fare?…raccomandazione è il sistema più democratico in assoluto e da speranza a tutti anche agli stupidi…” (tutto vero vero!) ahahahahah
    Questa volta il comico Montanini ha osato parlare dei vegani… ed apriti cielo! Ma non scrivevano tutti sui social, dopo che l’ISIS ha ucciso tante persone per aver parlato di religione, “Je suis Charlie”???
    “….Vegani, animalisti, ambientalisti: sono tutti piccoli gruppi autoreferenziali che pensano di essere alternativi al capitalismo cambiare il mondo invece esistono perché il mondo resti così com’è…”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: