Archivio | giugno, 2015

recensioni su Saverio Raimondo CNN e altro

11 Giu
Saverio Raimondo a CCN

Saverio Raimondo a CCN

Comedy Central News (CNN), il tg satirico condotto da Saverio Raimondo, in onda da lunedì a venerdì alle 20.50 su Comedy Central è partito bene. C’è concordia sul fatto che si stia rivelando un prodotto riuscito (vedi qui una clip). Citiamo un report entusiasta della nota blogger televisiva Grazia Sambruna e una recensione altrettanto entusiasta di Riccardo Bocca de l’Espresso (leggi qui) dal titolo “Più Raimondo per tutti” (Ciò che importa è la potenza dei paradossi in campo, delle battute in campo, e anche del gusto dell’analisi che prepensiona i nostri talk show).

Bocca dedica un’altra recensione positiva a Razzo Laser (vedi qui) in seconda serata su Rai2 condotto da Rocco Tanica from Elio e le Storie Tese (Il risultato, alla fine, è potente e impalpabile assieme, perché dona a persone e cose una luce imprevista). Veramente il format sembra avere qualche problema serio, non solo per il risultati di share: 272.000 spettatori e il 2.49% di share. Da segnalare una recensione meno positiva di Lord Lucas su Tv Blog (leggi qui) (La colpa è tutta del conduttore Rocco Tanica, uno che ha costruito la sua promozione tv su un alibi di fondo: ha sempre avuto il peso specifico di Massimo Bagnato, ma con la copertura nobilitante di Elio e le storie tese). A ciò Aldo Grasso aggiunge (leggi qui) (Qui, nonostante la buona volontà, c’è ben poco da salvare).

In generale c’è il problema cronico della seconda serata comica di Rai 2, passata dalle glorie di Renzo Arbore all’attuale livello basso. Il problema di Razzo Laser è l’autoreferenzialità di Rocco Tanica (sono uno degli Eli, dovete ridere poiché faccio solo cose geniali, ah che ganzo, come ridevamo in sala riunioni!) abbinata a un’energia da ragioniere brianzolo con l’abbiocco pomeridiano e a una “pancia già piena”. Saverio Raimondo e anche Giorgio Montanini, invece, affrontano le telecamere come se dovessero andare in battaglia, per conquistarsi la gloria televisiva centimetro dopo centimetro, col massimo dell’energia.

Ananas Blog (bisognerebbe imparare come si sta al mondo, ma è molto meglio combatterlo)

previsioni del tempo sulla Martesana

9 Giu
Estate

estate sulla Martesana

Questa sera 9 giugno e domani sera 10 giugno due grandi tornate di provini presso la sede centrale di Zelig in viale Monza 140. 60 comici coinvolti + i conduttori + glorie richiamate in servizio + autori.

Si tratta di “Zelig in progress” cui è stato aggiunto il claim “La tv che verrà”. Di fronte a un evento simile cosa portare? Bisogna vestirsi a cipolla? Leggeri? Pesanti? Stiamo parlando di un ambiente che ha diversi microclimi ognuno diverso dall’altro. Vediamo:

PIAZZALE – Un paio di gradi più caldo rispetto all’asfalto rovente di viale Monza. Zanzare molto aggressive. Aria stagnante.

CORRIDOIO LATERALE – Temperatura media 40°. Zanzare molto aggressive. Strana sensazione di malinconia metropolitana.

SALA – Temperatura: 15° nel raggio del condizionatore, dai 32 ai 38° nelle altre zone. Impossibilità di stendere bene le gambe in qualunque posto ci si sieda. Rischio crampi. Grandinate di comici (fenomeno in attenuazione dopo mezzanotte e 30). Mortifera introduzione stile pippone retorico del direttore artistico. Afa sul palco causa luci. Autori molto aggressivi.

CORRIDOIO BAGNI – Temperatura media 30°. Bizzarro andirivieni dai camerini (gli addetti ai lavori) che si incrocia col flusso verso i bagni (il pubblico). Shock termico rispetto alla sala e al corridoio che può raggiungere un gap di 15 gradi.

CAMERINI – Pioggia intensa di esseri umani che stanno scomodi. Temperature che vanno dai 45° del ballatoio ai 20° del sistema di raffreddamento più vicino. Folate di noia mortale. Ansia in attenuazione (i cambiamenti climatici hanno abbassato l’entusiasmo e le opportunità dell’80%). Sudore intenso. Disagio nel cambiarsi. Indolenzimenti atroci. Voglia che arrivi l’una per sgattaiolare via.

PRESSIONE – Bassa, ai limiti dello smaronamento. Aspettative in costante deflusso.

Ananas Blog

Nemico Pubblico, la puntata del 7 giugno 2015

8 Giu
Nemico Pubblico del 7 giugno 2015

Nemico Pubblico del 7 giugno 2015

La puntata di Nemico Pubblico, 7 giugno 2015 Rai 3, dopo la pausa di domenica scorsa per motivi elettorali, ha fatto 427.000 spettatori e uno share del 4,71%. Qui per una settimana vedibile su Rai Replay. Vediamo i contenuti: monologo sui vegani (volete fare la rivoluzione? ammazzate Francesco Amadori. La rivoluzione costa. Volete prendere il mio target? Mandatemi la più bella gnocca vegana). Candid: Giorgio finge di essere un fidanzato che si presenta ai genitori, però è agli arresti domiciliari. The Emoticons, la serie tv coi cartelli e i simboli creata da Francesco De Carlo (che non è male, dai!). Monologo sempre sul genere animalista. Degli animalisti hanno liberato degli animali da un circo, tra cui un ippopotamo.

Candid: la troupe di una finta trasmissione di Rai 1 chiede ai passanti di fare uno zingaro sinti (per far vedere che esistono zingari buoni), poiché manca l’intervistato e il collegamento sta per iniziare. Come si dice “sprovveduto” in sinti? “Sprovedutò”. Si ride molto. Il contro ospite: Gabriele Micalizzi, giornalista, fotoreporter d’assalto. Togliete il followers a Marco Travaglio che il viaggio più lungo che ha fatto è stato a casa di Santoro.

Filippo Giardina intervistato dal giornalista greco Dimitri Deliolanes sulla meritocrazia, che è il male assoluto. E’ peggio dell’eugenetica nazista. Chiunque conosce più persone stupide che intelligenti. La raccomandazione è il sistema più democratico che c’è. La raccomandazione dà speranza a tutti, anche agli stupidi. Monologo: Giorgio che rimorchia un trans in un locale di Roma.  Quello c’ha il pisello? Lo so pure io che ce l’ha. Avete più paura del ca**o che dell’Isis. Finger food, curiosità. Ma quale rivoluzione vuoi fare se ti piace solo la f**a?

Ananas Blog (bisognerebbe imparare come si sta al mondo, ma è molto meglio combatterlo)

Luca e Paolo a Colorado?

4 Giu
Luca e Paolo a San Remo

Luca e Paolo a San Remo

L’indiscrezione è del Corriere della Sera, pare ci sia una trattativa avanzata in corso per portare Luca e Paolo alla conduzione di Colorado, dopo i risultati, sulle reti Mediaset, non eccelsi di Scherzi a Parte e di Giass e prestazioni più brillanti in Rai (vedi Sanremo). Qui il post su Tv Blog che rilancia la notizia. Nel post c’è una considerazione che condividiamo:

“Se bisogna essere sinceri, Colorado non ci sembra il luogo ideale e più adatto alla “satira sociale” delle ex iene. Mediaset – a nostro giudizio – dovrebbe puntare diversamente su di loro, magari con uno show “alla Crozza” incentrato solo sulla loro ironia, puntando sull’attualità e senza troppi fronzoli attorno.”

La coppia di conduttori ideale per Colorado, veramente, sarebbe un’altra: Stefano Pausa e Clara di Almeno un Anno (sommando i cognomi: pausa di almeno un anno). Ci sono come minimo un paio di epic fail dell’ultima edizione: la prima quella di allentare paurosamente il controllo sul prodotto, in modo che passasse di tutto, sketch di 20 anni fa compresi. Difficile che questa deriva possa essere fermata. La seconda riguarda l’accanimento su Diana De Bufalo. Già il pubblico era abituato a figoni alla Belen Rodriguez, poi l’inserimento della Del Bufalo (bella ragazza, ma non negli standard televisivi) è stato accompagnato da una mortificazione fisica, trasformandola in uno zimbello. Cosa che è stata corretta in corso d’opera, come quando ti accorgi che hai fatto una cazzata e cerchi di rimediare, ma ormai è tardi.

Ananas Blog (bisognerebbe imparare come si sta al mondo, ma è molto meglio combatterlo)

l’irresistibile ascesa dell’Arsenale Kappa

2 Giu
l'immagine della pagina di Arsenale Kappa

l’immagine della pagina di Arsenale Kappa

Segnaliamo l’impetuosa espansione dell’Arsenale Kappa, il collettivo di satira online capitanato da LVIX (già cattivo più temibile del web) al secolo Luisella Scheggia. La pagina Facebook (guarda qui) ha raggiunto in un tempo brevissimo più di 38.000 “mi piace” e promette di salire ancora in modo esponenziale. La “casa madre” Kotiomkin conta 108.000 “like” ma raggranellati in un tempo molto più dilatato (2 anni e qualche mese). Inoltre quei centomila e passa sembrano un po’ messi nel freezer, laddove (sul web) i numeri sono alla base di tutto e dovrebbero veicolare sia iniziative che progetti di convogliare raccolta pubblicitaria.

Il profilo Twitter di Arsenale Kappa (vedi qui) conta 40.300 followers, preso in mano da LVIX meno di un anno fa. Fin qui è stato la “santa barbara” del collettivo. Adesso c’è anche l’espansione su Facebook. In generale si nota una forte vitalità. Le battute dell’Arsenale K sono sempre ai primi posti nelle classifiche dei più popolari su Twitter, è uscito un primo libro “Bordate di Satira” (leggi qui), si conta una collaborazione attiva con la Rai (Hastag Radio Uno) e con altre realtà.

Insomma è possibile che l’Arsenale Kappa “metta la freccia” e sorpassi? 

Ananas Blog (Bisognerebbe imparare come si sta al mondo, ma è molto meglio combatterlo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: