Archivio | ottobre, 2015

Andrea Pucci omaggia Paolo Rossi

30 Ott
Pucci nel monologo sulle vacanze da sbarbati (link al video)

Pucci nel monologo sulle vacanze da sbarbati

L’ottimo Andrea Pucci è uno di quei pochi comici in grado di far ridere anche leggendo la lista della spesa oppure raccontando una serie di esagerazioni senza neanche bisogno di grandi battute. Questo non significa che non sia in grado di volare alto e di citare i grandi maestri della comicità, com’è successo nella puntata del 28 ottobre 2015 (vedi qui su Mediaset Video dal minuto 0 55): “Un giorno il direttore di banca mi ha detto: Pucci guardi che lei è sotto di 200.000 lire, ma scusi quando ero più, io l’ho mai chiamato lei? quindi cosa cazzo mi chiama a fare?” Battutone d’apertura sulle vacanze di quando si era sbarbati che prende subito il pubblico, ma che ha un sapore di dejà vu.

A molti, infatti, sarà venuta in mente una nota battuta di Paolo Rossi, tratta dalla raccolta di monologhi “Si fa presto a dire pirla” del 1992, Baldini & Castoldi editore, che sicuramente è passata anche in video dalla leggendaria trasmissione “Su la testa”, Rai 3, sempre nel 1992. Tratto dal monologo “Una conchiglia sul sagrato” (pagina 56) e che è stato pubblicato anche su Smemoranda (vedi qui):

“Sig. Rossi, gentilmente, è la banca che parla, volevamo avvertirla che lei oggi ci è andato sotto di due milioni…” “E ieri? Gentilmente, mi scusi.” “No, ieri, gentilmente, lei era sopra di due milioni.”
“E allora, mi scusi, le ho telefonato io a lei? Gentilmente, le ho rotto il cazzo io a lei?”
Continua a leggere

Annunci

il Boss dei Comici: risultati deludenti

29 Ott

risultati deludentiSono tornati i dati Auditel dopo 15 giorni di stop, che avevano coperto le prime due puntate de Il Boss dei Comici andate in onda domenica 18 e 25 ottobre, in prima serata su La7. Quello che risulta andando a ritroso è un risultato poco superiore all’1%  di share con meno di 300.000 spettatori. Il dato è postato dal sito Dagospia, riportando un articolo di Carlo Tecce su Il Fatto Quotidiano (Leggi qui):

“Caro Auditel, dove sono i disastri? Il boss dei comici. Cosa? Il boss dei comici, la trasmissione che interrompe il flusso dei talk show di La7. Il nome vi è nuovo? Non temete, lo conoscono in pochi, meno di una nicchia, meno degli elettori di Scelta Civica, roba da condominio. Il boss dei comici va in onda la domenica in perfetta solitudine: 300 mila spettatori arrotondando per eccesso (share 1,26% e 1,52).”

Adesso che succede? Si crea un’unità di crisi per correggere ciò che non va nel format con l’intensità con cui i pompieri corrono verso un incendio per spegnerlo? (Sembrerebbe la soluzione più logica). Si va avanti a oltranza? (Sarebbe meno logico). E’ un marchettone che può permettersi di floppare, tanto non cambia niente? (questo spiegherebbe in modo logico perché si andrebbe avanti a oltranza). Mistero…

Ananas Blog (Throw down like a barricade)

Colorado puntata 3 del 28.10.2015

29 Ott

Colorado passadore

La puntata 3 di Colorado a gestione Luca e Paolo ha totalizzato 1.479.000 spettatori e uno share del 6,88% (dato molto basso, ma c’erano le partite, infatti è già pronto lo spostamento al martedì).  Vediamo cosa è successo. Ananas Blog recensisce solo la prima parte per protesta contro gli scalettoni interminabili. Curiosamente Colorado, in questa stagione, mette la comicità “cazzo, culo, figa” (CCF) in fascia protetta, quando i bambini guardano la tv, la mette addirittura in bocca ai “pupazzi” quelli che sarebbero lì per piacere ai bimbi. La cosa è inspiegabile, dato che su ciò ci è stato fatto il lavaggio del cervello (le cose sporche dopo le 22.30!) per almeno 10 anni e tutti ci siamo adeguati.

Comunque: Pino e gli Anticorpi: il cane Fuffi, lanciano Luca e Paolo. Enzo Paci, Mattia Passadore che ha perso il costume di Halloween, vestito da travestito. Presentazione band Pippo e i suoi Giampiero. Raffaele D’Ambrosio, ma che piacere, che scambia gente del pubblico per vip; Smart Baz, si incunea tra Luca e Paolo alludendo anche che Paolo si tromba la mamma di Luca (siamo in pieno CCF in fascia protetta); Pintus: ho 40 anni ormai sono una Milf, pezzo su come cambia l’alimentazione, con bassi livelli di cricetino. Imitazione di Carlo Cracco. Abatantuono in promozione al film Belli di Papà, grande ritorno della brava Rossana Carretto con la Signora Ada. Diego la limona a bocca spalancata, senza lingua, ma con inevitabile scambio di saliva. Parte il primo trailer del film da oggi in tutte le sale. Debora Villa tra le ballerine. Continua a leggere

“La mia apparizione” al David Letterman Show

27 Ott

David-Letterman-logo

Per capire come funzioni davvero un late show (di quelli all’americana irriverenti, cui tanto vorremmo ispirarci) o per chiunque voglia realizzare l’ennesimo David Letterman Show all’italiana (ultimo tentativo deludente: Sorci Verdi di J-Ax su Rai 2) può essere utile leggersi  un racconto del grande scrittore americano David Foster Wallace. Il titolo è “La mia apparizione” e fa parte della raccolta “La ragazza dai capelli strani” (edizioni Minimum Fax) qui su Amazon. Può essere utile almeno per capire un po’ il rapporto tra conduttore e ospite che non è fatto per compiacere tutti e due. Comporta dei rischi finalizzati alla riuscita dello show.

71Yf-XNrJOL“La mia apparizione” racconta di un’attrice di popolari serie televisive, anche scritturata per una pubblicità di una marca di wurstel, che va per la prima volta ospite di David Letterman la sera del 22 marzo 1989 (in quel periodo lo show era prodotto dalla NBC). La narrazione è molto tesa, a tratti quasi come se fosse un thriller.

La protagonista teme David Letterman e le trappole in cui può attrarre l’ospite, con l’obiettivo di metterlo in difficoltà, di trasformarlo in uno zimbello, di sorprenderlo rendendo spettacolari le sue difficoltà. Continua a leggere

il Boss dei Comici seconda puntata

26 Ott

Boss

La seconda puntata de il Boss dei Comici, su La7 non ha riscontri di pubblico, causa nota sospensione dati auditel. Il Boss questa volta è Michele Placido, noto per il tormentone “Piovra, piovra, piovra!”. Ananas Blog recensisce solo la prima parte per l’eccessiva lunghezza (Qui la cronaca completa su Tv Blog). Il Boss dei Comici nella prima puntata aveva sollevato alcune domande sull’incomprensibilità del format, sul talent che non è un talent, ma non è neanche la parodia di un talent, forse è un laboratorio di Made in Sud, eccetera. Difficilissimo che la gente possa premiare la trasmissione, se guardandola non capisce bene cosa stia succedendo. Si potrebbe ipotizzare un insuccesso di pubblico (che è quasi certo). Vabbè, vediamo cosa è successo:

Maria Bolignano, Alessia Reato, Davide Marotta il pizzino. Si nota che Maria Bolignano ha gambe addirittura più belle di quelle della Reato, sicuramente più slanciate e armoniose. I coach: Antonio D’Ausilio, Antonio Ornano, Sergio Sgrilli, Paolo Caiazzo, Antonio Giuliani, Omar Fantini. Video di alcuni provini (più rispetto alla prima puntata) Enzo Avitabile tra il pubblico. Il Vallotto Antonio Furia (discendente del grande Giacomo Furia?) fa il balletto Minion (chissà se le pagano ‘e royalties…) il poeta contadino e la sua badante sudamericana gnocca. Il finto presentatore a disturbo, la fan degli One Direction sempre a schiaffo. Presentazione Michele Placido. Voce off di un altro talent annuncia le “blind audition” (che sarebbero state una di quelle idee che avrebbero sollevato un po’ il format. Accoppiamento coach e comici, che dicono sia avvenuto settimana scorsa (?). Altra cosa bizzarra: i coach sono 6, ma i concorrenti sono 4 (?). Continua a leggere

Colorado seconda puntata 21 ottobre 2015

22 Ott
Luca e Paolo piastrellati

Luca e Paolo piastrellati

La seconda puntata di Colorado a conduzione Luca e Paolo non ha riscontri di pubblico causa blocco dei dati auditel. Riassunto della precedente puntata: Luca e Paolo bravi al di sopra delle aspettative, ma contesto penalizzante. Su TV Blog il live completo. Ananas recensisce solo la prima parte, per protesta contro gli scalettoni comici interminabili. Vediamo cosa è successo: Debora Villa fa un po’ di animazione sul pubblico con un animatore (gag inesplicabile). Luca e Paolo. Sigla. Raffaele D’Ambrosio, ma che piacere, che li scambia per Luca Laurenti e Paolo Bonolis. Max Cavallari il cow boy gay: il mio amico Gaetano, lo chiamo gay per risparmiare l’ano. Pausa pubblicitaria in cui appare Vanessa Incontrada (in ricordo di quando il cabaret tv tirava) nello spot Zalando. Giancarlo Barbara col rapinatore. Luca e Paolo applauso a Mediaset (è Mediaset che ha smesso di applaudire loro, sostiene subito l’amico complottista 😉 .

Pino e gli Anticorpi sulla piattaforma petrolifera: cosa fai per trovare il butano? il butan tour. Cosa sai delle 7 sorelle? Che 3 non la danno. La band è “Pippo (Lamberti) e i suoi Giampiero”. Ci si aspettavano più interazioni tra lui e i conduttori, invece sono ridotte al minimo. Bartolo, il maggiordomo by Paolo Casiraghi, Luca Bizzarri spara una clamorosa espressione finto basita. Colorado Got Talent in cui c’è Andrea Pisani (poi si saprà perché). Paolo tra il pubblico poi Andrea Pucci, monologo sulle vacanze a Ibiza. Paolo annuncia Smart Baz, gag sul telefono di Luca. Gli esperti fanno notare che Bazzoni fatica a entrare in “modalità Baz” rimane Bazzoni, ormai ha perso il personaggio. Enzo Paci Mattia Passadore che ha perso il cane (pezzo migliore della serata?). Debora Villa tra le ballerine. Luca e Paolo offendono la ballerina (se si potesse evitare ‘sto maschilismo anni ’90…), poi c’è Pronti a tutto, Paolo che sfida Barbara Foria (in total white) in bicicletta (gag inesplicabile). Continua a leggere

Quando eravamo tutti str*nzi o tutti delle m*rde

21 Ott
anatre a Treviso...

anatre a Treviso…

A cura di Alex

Ogni tanto capita ancora di sentire qualcuno che ha avuto dei contatti coi vertici artistici Zelig, e che ti guarda con l’occhio un po’ imbambolato e che ti racconta che è stato trattato con la solita modalità: “io sono stronzo tu sei una merda” (chiedo scusa per i termini, ma solo così rende l’idea), insomma quell’atteggiamento di sufficienza e di poco rispetto verso gli altri, a meno che non ti siano utili, che allora parte lo slinguamento. Fa ridere che sia ancora così, che ci sia ancora un po’ di quell’atteggiamento assurdo che è stato il marchio tipico di viale Monza 140 (l’unico prodotto originale che hanno elaborato). È anche patetico.

In fondo è così da sempre, anche se il gioco “noi siamo stro**i, tu sei una m**da” ha raggiunto il suo culmine all’apice del successo Zelig. Ai tempi non c’era bisogno neanche di fingere: la gente veniva trttatata in malo modo  da parte di chi aveva in mano la mela d’oro del grande successo televisivo. Il sistema è stato sviscerato in questo blog, consisteva nel far vivere alle persone una precarietà continua che scivolava nello sfruttamento e nell’infliggere una serie di piccole/grandi umiliazioni. La parola “stronzo” (richiedo scusa) era uno status symbol per chi comandava, un sostantivo di cui vantarsi, pronunciato con libidine autocompiaciuta (cosa ci sarà da vantarsi poi…). Continua a leggere

il Boss dei Comici, la prima puntata

19 Ott

Il Boss dei Comici

Domenica 18.10.2015, su La7, la prima puntata de Il Boss dei Comici, prodotto dalla squadra di Made in Sud. I coach: Paolo Caiazzo, Antonio Giuliani, Sergio Sgrilli, Paolo Migone,  Daniele Raco e Omar Fantini (nelle puntate successive ci sarà qualche turn over). Fa piacere vedere in tv gente valida come Raco e Fantini o che trabocca di saggezza comica come Sgrilli e Migone. Alla conduzione Maria Bolignano ed Alessia Reato. Il Boss della puntata: Tullio Solenghi. Davide Marotta il “pizzino” del boss, Antonio Furia Il Vallotto. Il format è stato annunciato non come un  talent, ma come una parodia dei talent. Non c’è riscontro Auditel causa blocco dati. (Qui il live completo su TvBlog) Ananas Blog recensirà solo la prima parte, dell’interminabile prima serata:

Sigla con Napoli di notte. Maria Bolignano in ottima forma fisica. Presentazione dei coach. il Pizzino. Alessia Reato. Flash sui provini, ma buttato un po’ lì. Il Vallotto vestito di giallo balla coi pupazzi Minions. Il poeta e la sua badante. A schiaffo una fan degli One Direction. Viene presentato Tullio Solenghi, che imita Il Padrino. Finisce l’anteprima senza sapere in cosa consista la trasmissione. Primi comici in gara il Trio D’Italia, i motori di ricerca Google, Yahoo, Ash. Il meccanismo è quello tradizionale Made in Sud (Ditelo Voi, Malincomici, eccetera): il primo dice una cosa seria, il secondo una semiseria, il terzo una cazzata. Si avvalora il sospetto che la trasmissione sia un gigantesco laboratorio per la prossima edizione di Made in Sud, su Rai 2 (così come suggerito da amici complottisti). Continua a leggere

SOS Cabaret premia chi ha uno spettacolo

17 Ott
Il logo di SOS Cabaret

Il logo di SOS Cabaret

Riceviamo dagli organizzatori il bando della nuova edizione di SOS Cabaret, concorso storico con location in Arezzo organizzato dal duo Noidellescarpediverse. La novità interessante che merita un post è che quest’anno gli organizzatori hanno deciso di premiare chi abbia uno spettacolo completo. Perciò stop ai pezzi da 5/10 minuti. Quei pochi minuti che potrebbero anche costituire l’unico repertorio del comico. (Qui il bando).

Brevemente: la selezione avverrà in modo gratuito tramite Youtube o Vimeo (tempo fino al 6 novembre 2015) di uno spettacolo di almeno 45 minuti che nel video caricato può essere ridotto non al di sotto dei 30 minuti. Occorre anche inviare la scheda tecnica. La proclamazione dello spettacolo vincitore avverrà il 13 novembre 2015.

Il premio consiste nell’esibizione dello stesso spettacolo, durante l’edizione invernale del premio (12, 13 dicembre 2015) con un rimborso di 300 euro, nella location della Sala degli Angeli di “Casa Museo Ivan Bruschi”.

Ananas Blog

Colorado, la prima puntata (14 ottobre 2015)

15 Ott

Luca e Paolo e Baz

La prima puntata della nuova stagione di Colorado, a guida Luca e Paolo, del 14.10.2015 non ha rilevazioni auditel, poiché sono state sospese, per il momento, per 15 giorni per la nota faccenda delle mail non in copia nascosta. Qui il live completo a opera di Tv Blog. Ananas Blog compirà una cronaca parziale per protesta contro gli scalettoni comici di prima serata interminabili. Colorado potrebbe aspirare a diventare il numero 1 sulla piazza. Grazie alla sostanziale riduzione di Made in Sud allo “zoccolo duro” della regione Campania, ma poco influente al centro e inesistente al nord. Grazie soprattutto al declino inarrestabile di Zelig che potrebbe risorgere solo in altri luoghi, con altri autori, con altre idee, cosa attualmente lontana mille miglia. L’unica fregatura per Colorado sarebbe l’incapacità di rinnovarsi e la piazza in cui diventerebbe il numero 1 che intanto potrebbe ridursi a uno slargo  (vedi fuga degli spettatori dagli scalettoni comici).

Vediamo cosa è successo: entra Baz (Smart) con una poesia “serata/patata” e battute sul licenziamento Ruffini. Introduce Luca e Paolo definiti alla canna del gas, arrivano i due, Baz dice una battuta offensiva e, incredibile, Luca Bizzarri spara un’espressione finto basita alla Bisio (vedi sotto). Sigla con l’orchestra guidata da Pippo Lamberti. Arriva Valeria Graci con l’imitazione di Federica Panicucci, li chiama Pluto e Birillo, i The Kolor (vincitori di amici) in collegamento. Entra Pucci col suo monologo standard sugli aerei, la prossima puntata sulle vacanze. Classicone. Paolo Casiraghi fa il maggiordomo Bartolo, molto british. Baz Smart che offende Luca e Paolo. Giancarlo Barbara, una delle novità, a schiaffo, col rapinatore. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: