il Boss dei Comici sospeso

1 Nov
Onde Comiche non è stato ancora prodotto anche per la legge che "i soldi vanno dove ci sono i soldi"

OT: Onde Comiche non è stato ancora prodotto anche per la legge che “i soldi vanno dove ci sono i soldi”

La notizia è arrivata non troppo a sorpresa: il Boss dei comici, dopo appena due puntate, è stato sospeso dal palinsesto di La7. Questa sera non andrà in onda la terza puntata in cui il “boss” era Enzo Iacchetti, che si sperava innalzasse con la sua verve un po’ gli ascolti rispetto agli annoiatissimi Tullio Solenghi e Michele Placido (vedi articolo qui su Tv Blog). Forse gli haters di Made in Sud (di cui il Boss dei comici è un’appendice) e  tutti quelli che appartengono ad altre parrocchie gioiranno, ma in realtà non è una bella notizia: stop all’intrattenimento comico su La7 per chissà quanto tempo ancora, diffidenza ancora maggiore verso “nuove idee” in generale. Ce la prendiamo in saccoccia un po’ tutti.

Naturalmente il programma non sarebbe dovuto andare in onda così: troppo confuso, ma lì probabilmente si è seguita la regola del “i soldi vanno dove ci sono i soldi”. Il network televisivo ha acquistato dall’agenzia al top nel settore. Il controllo qualità conta poco quando si fa un semplice “money transfer”. In modo più profondo si può dire che il Boss dei Comici sia vittima dello Scalettone (per capire cos’è leggi qui). La rassegna di comici, scalettata come si sono fatti Zelig, Colorado, Made in Sud si è mangiata quanto di originale ci fosse nel format. I giudici venivano eliminati come pretesto per far fare loro il pezzo (in scaletta, ovviamente).

E’ curioso constatare che il Boss dei Comici sia stato vittima dello Scalettone, realtà fino a questo momento “superiore” e “invincibile”. Se lo scalettone è invincibile, quali saranno le  prossime vittime di questa entità “schiaccia artisti”? Luca e Paolo sono i principali candidati, a nulla servirà il loro indubbio talento. Lo scalettone non può essere sconfitto in campo aperto, ti fagocita piano piano inesorabilmente, può solo essere distrutto non cominciandolo più.

Ananas Blog (Throw down like a barricade)

Annunci

13 Risposte to “il Boss dei Comici sospeso”

  1. ORIGINALE novembre 10, 2015 a 1:55 pm #

    HANNO SCRITTO NELLA PAGINA LORO “UFFICIALE” che dovrebbero riprendere a dicembreì,….non hanno capito che nemmeno a gennaio se li guarda nessuno…mi spiace solo x gli amici che hanno partecipato e che secondo me nemmeno le loro mogli hanno riso…..mi auguro che chiuderanno anche quella PSEUDO-TRASMISSIONE che è andata in onda su RAI2 chiamata made in sud, pagata solamente con i nostri soldi di contribuenti…e che non fanno ridere manco al cazzo…..secondo me gli ignorantoni che la guardano tengono fette di prosciutto davanti agli occhi e orecchie. mi auguro che chiuderanno anche questa a presto

  2. ORIGINALE novembre 10, 2015 a 1:52 pm #

    MI AUGURO CHE CAIRO CAPISCA DI NON RIMETTERLO + IN ONDA, SAREBBE UNO SCEMPIO PER LA VERA COMICITA’ NON DI QUESTI CIARLATANI IMPROVVISATI CHE VOGLIONO USCIRE DA UNA SOCIETA’ CHE PENSA SOLO A I PROPRI TORNACONTI E NON AD AVER BRUCIATO QUESTI RAGAZZI…..VERGOGNATEVI!

    • ananasblog novembre 10, 2015 a 3:06 pm #

      Abbassiamo i toni, ripeto: completare almeno la prima stagione sarebbe un segno di rispetto verso i comici coinvolti, almeno quelli che hanno registrato e non sono andati in onda. Poi ovvio basta. L’A

      • ORIGINALE novembre 10, 2015 a 3:39 pm #

        visto che sono un’operatore del settore….credo che anche la decantata egemonia di made in sud finirà e spero presto cosi si ritornerà a lavorare meglio e bene

  3. Sincero novembre 6, 2015 a 12:59 pm #

    Caro Amministratore, ti informo che sulla pagina Facebook del Boss dei comici hanno dato la notizia che il programma torna a Dicembre, ma non sanno ancora le date!!
    Confermi la bruttissima notizia?
    E tra il pubblico ci saranno anche i giocatori del Napoli con De Laurentiis per aumentare gli ascolti, come hanno fatto in passato con il programma Made in Sud? Boh!

    • ananasblog novembre 6, 2015 a 2:50 pm #

      sempre meglio andare in onda e finire la produzione, piuttosto che troncare così in modo brutale, con quelli (tra cui amici e colleghi) che hanno registrato che se la prendono in saccoccia. L’ideale sarebbe mandarlo in seconda serata. L’A

  4. Calabrhouse novembre 2, 2015 a 3:46 pm #

    Comunque onore a La7 che ha sospeso, spero per sempre, una vergogna televisiva che screditava tutti i comici italiani, a partire da quelli che vi partecipavano. Forse il paragone con “Indietro tutta” di Arbore sta solo nel nome della trasmissione…”Indietro tutta… la comicità”. Meditate gente…meditate!

    • ananasblog novembre 3, 2015 a 6:39 pm #

      Diciamo che non ha screditato nessuno, non esageriamo, potrebbe essere dimenticato tutto in fretta. L’A

  5. Sincero novembre 1, 2015 a 7:12 pm #

    Avrebbero dovuto sospendere il programma già dopo la prima puntata, visto che a la7 conoscevano gli ascolti e tutti avevano visto che il programma era proprio brutto brutto brutto.
    Non è mai troppo tardi!
    Se si pensa che stavano preparando questo “format” da 2 anni esportabile, per Mormone (articolo su IL MATTINO), anche all’estero, davvero ci si mette le mani nei capelli!!!
    E poi si è detto che si è voluto copiare “Indietro tutta” di Arbore??? Ma dove?? Il Boss dei comici era un miscuglio di cose di tante trasmissioni, specie di Zelig Colorado e Made in Sud con 30 comici uno dopo l’altro oltre a tanti ospiti famosi, e fatto malissimo.
    In realtà si tenta solo di copiare i programmi del passato che sono andati bene come Zelig (Colorado e Made in Sud), Indietro tutta (Boss dei comici?!??) e sitcom in diretta come Buona la prima con Ale e Franz ect (a breve, sempre gruppo Made in Sud, “Fatti unici”su Rai 2 che si valuterà…..).
    Ma è possibile che si devono sempre copiare i programmi del passato?
    ALLUCINANTE!
    La TV dovrebbe offrire al pubblico dei programmi sempre nuovi ma fatti da veri professionisti dello spettacolo, come lo è stato Renzo Arbore, ect.

  6. Carlo novembre 1, 2015 a 4:19 pm #

    In fondo come dici tu è una occasione sprecata,la rete televisiva ha investito e dato spazio,se l’offerta fosse stata migliore ne avremmo giovato tutti,probabilmente si sono fatti influenzare dalla trasmissione Made in Sud,ma se fra il direttorio di la 7 ci fossero stati intenditori di comicità avrebbero capito che anche la sopracitata trasmissione è un mezzo pacco.

    • ananasblog novembre 1, 2015 a 6:04 pm #

      Almeno mettere lì un produttore esecutivo che ne capisse… L’A

Trackbacks/Pingbacks

  1. un’altra “dismissione”… ne resterà solo uno? | - marzo 14, 2016

    […] il talent comico sia stato abbandonato. Sarebbe la seconda “dismissione” dopo la chiusura anticipata de Il Boss dei Comici (tra l’altro l’innesto di comici provenienti da Il Boss… ha […]

  2. a quando il cedimento strutturale di Made in Sud? | - novembre 16, 2015

    […] STONER  – Il Boss dei Comici è andato male, cancellato da La7 dopo appena 2 puntate. Poco male per uno dei manager più potenti […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: