un “brava” a Maria Bolignano

17 Dic
una posa plastica di Maria Bolignano

una posa plastica di Maria Bolignano

il 15 e il 16 dicembre 2015 è andata in onda su Rai 2, in seconda serata (cominciata alle 23, una rarità), la sitcom live Fatti Unici, prodotta dalla Tunnel, l’agenzia di Made in Sud. Maria Bolignano dirige un commissariato, ha una storia segreta con un collega, Paolo Caiazzo e un fratello ai domiciliari (Ciro Ceruti). Format di Nando Mormone, scritto con Lello Arena, Ciro Ceruti, Paolo Caiazzo, Maria Bolignano, Francesco Albanese. Tra i protagonisti anche Floriana De Martino (che salutiamo), Giorgio Melazzi e Simone Gallo. La sitcom è come ce la si aspettava: sgarrupata nella struttura, piena di gag e di situazioni che non ci azzeccano l’una con l’altra. Si è salvata, però, da un bagno di sangue di ascolti: il 15 dicembre ha totalizzato: 789.000 spettatori e uno share del 5,18%; il 16 dicembre: 824.000 spettatori e uno share del 5,19%.

In tutto ciò, in un format dove tutto è sgarrupato, non c’è struttura vera e propria e le gag partono alla rinfusa, emerge Maria Bolignano. Come attrice e come attrice comica è sempre sul pezzo. Non perde un colpo. Gioca di sponda con qualsiasi cosa succeda e lo fa in modo efficace. Si era visto che aveva un suo perché anche alla conduzione dello sfortunato Il Boss dei Comici. Qui ha dimostrato il suo valore anche in un contesto ambientale ostico, in cui sarebbe stato facile perdersi. Maria riesce comunque sempre ad azzeccare il tempo teatrale e quello comico, sia fronte alle situazioni spiazzanti, alle “quasi improvvisazioni” e alle situazioni più slapstick. Piaciuta molto. Merita di essere vista anche in altri progetti più importanti.

Intanto si sta sviluppando una “poetica mormoniana”, un misto di estemporaneità unita a marchettoni spudorati dell’agenzia Tunnel Produzioni. Per esempio la presenza degli Arteteca a rifare i loro personaggi tv. E’ comunque una formula ad alto rischio. Il Boss dei Comici e Fatti Unici sono stati realizzati senza la razionalità professionale di Paolo Mariconda, che è il coautore del successo di Made in Sud.  Non è un segreto che Nando Mormone e Paolo Mariconda si stiano “separando”, la prossima edizione di Made in Sud non sarà firmata da Mariconda (né dai suoi collaboratori più stretti) il quale andrà a occuparsi di altro, tra cui la seconda stagione di Stasera tutto può succedere con Amadeus. 

Cosa succederà a Made in Sud? Diventerà la terza rappresentazione consecutiva della poetica mormoniana? I marchettoni verso se stessa diverranno cronici? Oppure ci sarà il rinnovamento e un’apertura verso l’esterno?

Ananas Blog (Throw down like a barricade)

Annunci

Una Risposta to “un “brava” a Maria Bolignano”

  1. Sincero dicembre 17, 2015 a 7:28 pm #

    Maria Bolignano è una Bravissima all’ATTRICE, e questo già lo sapevamo, e numerosi sono i suoi ruoli in Film conosciuti, ma “F..Atti Unici” nel suo complesso? Se c’è una brava non significa che tutti del gruppone sono uguali a lei, infatti, si è distinta dagli altri.
    Altro esempio è Cicchella che non rappresenta tutto il cast di Made in Sud ma rappresenta se stesso perché solo lui è uno bravo a cantare, imitare ect.
    Si è potuto accertare che trattasi della stessa sit-com andata in onda già 6/7/8 anni fa su TeleNapoli canale 34 con il nome di “Chiacchiere & Distintivo”scritta da Paolo Caiazzo e Ciro Ceruti che sono anche gli interpreti principali della serie con Maria Bolignano e Floriana De Martino (il commissario – Bolignano, il fidanzato poliziotto – Caiazzo – con il figlio, il fratello con il vizio del gioco che si mette nei guai – Cerruti – con la fidanzata ect).
    Ma che c’entra Made in Sud con questa sit-com? Niente! Ma rimandano in TV ancora le stesse persone di Made in Sud (per paura che la gente se li dimentichi?), e li rivedremo ancora tutte le settimane, visto che sono state registrate già tutte le puntate.
    C’è un’accozzaglia di battute per lo più banali e situazioni strane ed inverosimili una dopo l’altra, oltre ad una scopiazzatura da altri comici del passato, come sentire battute simili a quelle di Totò e Peppino (film Totò Peppino e la… malafemmina), ad esempio quando Totò riesce a farsi dare i soldi da Peppino facendogli credere di aver messo anche la sua quota di denaro, confondendo Peppino con un gioco di parole, mentre a F..Atti Unici non hanno divertito allo stesso modo Cerruti e Caiazzo con il denaro nelle mutande, invece che sotto la mattonella come Peppino..; oppure il figlio (Malincomici) del poliziotto (Caiazzo) che parla strano con i capelli lunghi divisi da una riga come il personaggio RUGGERO di Carlo Verdone nel Film “Un sacco bello”, ed ancora vederli finire la sit-com nel letto matrimoniale come Sandra e Raimondo…
    Il Pubblico non viene ripreso dall’alto durante la messa in onda e non partecipa attivamente come nella trasmissione di Ale e Franz “Buona la Prima”, dove tutto verteva sull’improvvisazione, mentre a F..Atti Unici si vede il pubblico solo alla fine mentre tutti salutano sul palco, e durante la trasmissione viene ripresa solo una piccola parte del pubblico che ride.
    Nella conferenza stampa la Bolignano dice che insisteranno ancora con il Boss dei Comici perché ci credono!!?!?
    Nel complesso sempre lo stesso filone del programma Made in Sud che pare sia ricominciato adesso invece che a febbraio 2016 (Citazioni: “… il programma di Lello Arena vive di rendita sul successo di Made in sud…”. “…Fatti Unici sembra un lungo sketch del programma comico di Gigi e Ross..” ect ect).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: