come scoprire nuovi talenti

22 Gen
dal sito di immagini gratuite Pixabay.com

dal sito di immagini gratuite Pixabay.com

Anche per rispondere agli interrogativi angosciosi di alcuni addetti ai lavori, questa è una brevissima guida alla scoperta di nuovi talenti comici. Come fare? Non bisogna fare niente, ovvio. Ci vorrebbero almeno un paio di anni di pausa. In modo che i futuri fenomeni possano crescere in pace facendo le cose che piacciono a loro. I talent che stanno investendo in modo abbastanza invasivo anche il mondo comico hanno un unico scopo: abbassare il costo del lavoro, fare ore di televisione spendendo il meno possibile. L’altro scopo è azzerare la differenza tra professionalità e dilettantismo. Ricordatevelo quando piangerete miseria, ragazzi. Ci siete caduti in tanti dicendo “sì, ma poi cosa cambia?”. Siete lì a piangere sulla morte del cabaret, quando il decesso è avvenuto a furia di “sì, ma poi cosa cambia?”.

L’importante è aver capito che l’etichetta “nuovi talenti” e “Scoperta” in realtà significa: “Speriamo di monetizzare il più possibile”. Sulla scatola c’è scritto “biscotti”, ma dentro ci sono degli assorbenti, chiaro, no?

Un altro metodo di scoprire talenti è quello di eliminare ogni format comico. Ammesso che ci fosse la pausa di un paio di anni in cui i comici non siano obbligati a tirar fuori sketch da 3 minuti. La cosa è impossibile, allo stato attuale. Ciò farebbe tornare più spettatori sul live? Non si sa, non ci sono le prove, ma è probabile di sì. Il format andrebbe tarato su ciò che hai scoperto andando in giro per l’Italia (a scoprire davvero talenti, ovvio). Allo stato attuale l’avidità di forza lavoro a basso costo è talmente elevata che chiunque faccia  qualcosa di simpatico sul palco ha almeno 3 o 4 individui che cercano di metterci le mani sopra, spesso con intenzioni simili, contrastanti, opposte, tutte in una volta. In queste condizioni non vai da nessuna parte.

Lasciamo che la gente vada dove il suo talento gli impone di andare. Nessuno vuole scoprire un Checco Zalone per poi vederlo avere successo con altra gente, altri autori, altri registi, altri produttori che lavorino solo sulle sue corde comiche e basta, mentre tu sei lì fermo a cominciare da capo. Eppure è la cosa migliore da fare.

Ananas Blog (Throw down like a barricade)

Annunci

9 Risposte to “come scoprire nuovi talenti”

  1. Vogliamo gennaio 25, 2016 a 8:26 am #

    vogliamo parlare dei comici bravi sottoutilizzati negli spinoff di zelig oppure che a colorado o made in sud hanno fatto 2 puntate? di quelli bravi che inspiegabilmente non riescono a superare provini perchè politicamente ritenuti non corretti? quelli che sono apparsi a central station o metropolis visti da 12 telespettatori? più che scoprire nuovi talenti che è difficile trovare nuovi di zecca perchè ci sono troppe trasmissioni, troppi laboratori e troppi contenitori si dovrebbe tornare indietro e rivalutare gente forte alla quale inspiegabilmente non gli è stata data continuità o che non è stata messa nelle condizioni di rendere al meglio. per non parlare di quelli che nei live si sa quanto funzionino e con originalità a cui si dà la ridicola etichetta di “non televisivo”. chi decide cerca di guadagnarci sopra senza creare un modo per valorizzare i talenti bruciandoli e questo alla lunga ha danneggiato anche chi decide e non solo i talenti sfruttati. questo è sotto gli occhi di tutti.

    • ananasblog gennaio 25, 2016 a 8:46 am #

      Ottima considerazione. La appoggio così totalmente che qualche settimana fa avevo proposto a qualcuno che mi aiutasse a stilare un elenco, una directory di tutti i comici validi. Quelli che elenchi tu, che sono bravi, hanno avuto la mezza possibilità e niente di più. A cosa servirebbe l’elenco? A mostrare che prima di cercare nuovi talenti (in realtà: fare soldi) bisogna valorizzare l’immenso campo di comici che, ricordiamoli, sono stati cresciuti dal sistema stesso. L’A

      • facciamo gennaio 25, 2016 a 11:33 am #

        facciamo un elenco dai!!!!!!!!!!!! chi parte poi aggiungo

        • ananasblog gennaio 25, 2016 a 12:02 pm #

          Francesco Damiano, Annetta Chiarito Shanti, Anna Marcato, Diego Carli, Paolino Rozzi, Sergio Giuffrida, Paolo Arcuri, Paolo Franceschini, gli Ultimi della Fila, Claudio Marmugi, Dedio, Urbano Moffa, Gianluca Giugliarelli, Omar Pirovano, Gabriele Savasta, Bottesini, Ciciri e Tria… Urca è un lavoro lunghissimo, se qualcuno lo vuole fare… L’A

          • Anonimo gennaio 25, 2016 a 1:14 pm #

            calabrese, Dangella, Dilà, pezzati, silvestri sono tanti i bravi

      • Emiliano gennaio 30, 2016 a 2:32 pm #

        Gavelli,l’affermazione “non sei televisivo” rientra in quel famoso teorema:Digli quello che vuoi, tanto questi non capiscono un c***o.
        Confermi???
        P.S. Complimenti per il post.

        • ananasblog gennaio 30, 2016 a 3:43 pm #

          Bravo, esattamente così! Ci metterei anche “è troppo teatrale”. L’A

          • Emiliano gennaio 31, 2016 a 5:59 pm #

            Poi ti puo capitare anche di assistere al non plus ultra di un comico che porta un pezzo visual e gli dicono “non va bene, ci devi mettere piu battute”.

            • ananasblog gennaio 31, 2016 a 7:08 pm #

              Fa molto ridere perché è totalmente surreale, ma non stento a credere che sia capitato. L’A

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: